Affitti tracciabili

NEWS DI Affittare casa19 Febbraio 2014 ore 15:42
Il Ministero dell'Economia e delle Finanze chiarisce che il divieto di pagamento in contanti riguarda solo canoni di locazione di importo superiore a 1.000 euro.
affitto , locazione , canone , contratto

Pagamento dei canoni di affitto con mezzi tracciabili


La Legge di Stabilità per il 2014, all'articolo 1, comma 50, prevedeva che il pagamento dei canoni di locazione mensili non potesse più essere eseguito, a partire da quest'anno, con l'uso del contante.
Ciò al fine di rendere tracciabili i redditi provenienti dalle locazioni, mediante l'utilizzo di mezzi come moneta elettronica, bonifici e assegni bancari o postali.

affitti tracciabiliQuesto a seguito di un emendamento che era stato presentato da Marco Causi, capogruppo Pd in commissione Finanze, Laura Braga, neo responsabile ambiente del Pd, e Davide Baruffi, ed aveva ottenuto il parere positivo del relatore e del Governo.

Con questo provvedimento si intendeva mettere in atto una misura volta a contrastare l'evasione fiscale.

Questo il testo dell'emendamento: I pagamenti riguardanti canoni di locazione di unità abitative fatta eccezione per quelli di alloggi di edilizia residenziale pubblica, devono essere corrisposti obbligatoriamente, quale ne sia l'importo, in forme e modalità che escludano l'uso del contante e ne assicurino la tracciabilità anche ai fini della asseverazione dei patti contrattuali per l'ottenimento delle agevolazioni e detrazioni fiscali da parte del locatore e del conduttore.
(Sottolineo come il testo si riferisca solo ai canoni di locazione di immobili ad uso abitativo e anche non per altri utilizzi).

Per la verità l'obbligo era già vigente per gli importi superiori ai 1.000 euro, così come per qualsiasi pagamento superiore a questa cifra.

La modifica introdotta prevedeva, invece, che l'obbligo di tracciabilità fosse estesa ai canoni di affitto di qualunque importo, anche molto piccolo, fatta eccezione per gli affitti di alloggi di edilizia economica e popolare pubblica.
Il pagamento effettuato con questi mezzi diventava quindi condizione necessaria anche per ottenere le varie agevolazioni fiscali previste sia per i proprietari che per gli affittuari.

Sempre lo stesso emendamento prevedeva che i Comuni effettuino un vero e proprio monitoraggio sul territorio del mercato delle locazioni, anche attraverso l'utilizzo di strumenti disponibili quali il registro di anagrafe condominiale, nel quale dovrebbero essere annotate le eventuali locazioni in ambito condominiale. Infatti, tra gli obblighi dei condòmini vi è quello di dichiarare se l'unità immobiliare posseduta è concessa in locazione.

Diventerà, quindi, ancora più importante il compito degli amministratori di condominio di tenere costantemente aggiornati i registri di anagrafe condominiale e questo strumento potrebbe portare all'emersione dell'esistenza di affitti non regolari.


Chiarimento del Ministero sulla tracciabilità degli affitti


Un chiarimento del Ministero dell'Economia e delle Finanze, però, sopraggiunto a seguito di una richiesta dell'Agenzia delle Entrate, ha specificato che il divieto di pagamento in contanti riguarda solo canoni di locazione di importo superiore a 1.000 euro.

Il chiarimento è arrivato con la circolare 5 febbraio 2014, prot. 10492 del Dipartimento del Tesoro, nella quale si ricorda che la norma riguardante il limite imposto all'uso di contanti rimane sempre il decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231, che, all'articolo 49, fissa appunto a 1.000 euro tale limite.

Quindi, la finalità di lasciare traccia del passaggio di denaro in contanti dal locatore al conduttore, indispensabile anche per poter usufruire delle agevolazioni fiscali di cui abbiamo parlato sopra, può essere raggiunta con qualsiasi documento che attesti in maniera chiara ed inequivocabile l'avvenuto pagamento. In pratica, la tradizionale ricevuta del pagamento del canone.


Reazioni alla notizia sugli affitti tracciabili


affitti tracciabiliPrima di questo chiarimento, la norma che prevedeva pagamenti tracciabili per qualisasi importo, aveva fatto molto discutere.

Ad esempio, Confedilizia, l'associazione che tutela la proprietà immobiliare, pur ricordando che già la maggior parte dei contratti regolari d'affitto esistenti prevede un pagamento non in contanti, tanto che dai contratti tipo predisposti dall'associazione stessa è scomparsa la clausola che prevede la consegna di contanti a domicilio, ha messo in evidenza come ci sia una certa percentuale di locatari che non sono in possesso di un conto corrente, tra cui molti cittadini extracomunitari.

A questi si devono aggiungere le persone anziane, spesso in difficoltà con mezzi di pagamento diversi dalla moneta, e per le quali il versamento diventerebbe cosa ancor più complicata, anziché essere agevolati.

A ciò aggiungo la considerazione personale che tale provvedimento non mi sembra possa servire comunque a far emergere né gli affitti in nero né le false dichiarazioni sugli importi realmente percepiti, visto che gli affitti non registrati potranno continuare ad esistere ed essere pagati in contanti.

riproduzione riservata
Articolo: Affitti tracciabili
Valutazione: 5.60 / 6 basato su 25 voti.

Affitti tracciabili: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Arnaldomdc
    Arnaldomdc
    Mercoledì 26 Febbraio 2014, alle ore 20:19
    La norma che impone il pagamento in modalità tracciabile "quale ne sia l'importo" è fino troppo (purtroppo) chiara. Non sono esperto di diritto, mi piacerebbe sapere se nella gerarchia delle fonti una circolare del Dipartimento del Tesoro può modificare una norma di legge. Come si fa a far passare come "interpretazione" una cosa del genere ! Il lessico è sostanza, e fino a prova contraria l'interpretazione di una legge è prima di tutto letterale.
    rispondi al commento
  • Gianfranco.casini.7
    Gianfranco.casini.7
    Mercoledì 26 Febbraio 2014, alle ore 09:28
    Ottimo articolo chiarificatore. Cedrto che questi politici di casino lo fanno tanto!
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
Notizie che trattano Affitti tracciabili che potrebbero interessarti
Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Contratti di locazione a canone concordato: agevolazioni fiscali solo se c'è attestazione

Affittare casa - In caso di contratto di locazione a canone concordato non assistito, per le agevolazioni fiscali è necessaria l'attestazione delle organizzazioni di categoria.
Affitto: il locatore può cedere il contratto senza consenso dell'inquilino

Affitto: il locatore può cedere il contratto senza consenso dell'inquilino

Affittare casa - Per la cessione del contratto di locazione da parte del padrone di casa non è richiesto il consenso del conduttore. Lo dice la Cassazione con una recente sentenza
Appartamento in affitto

Appartamento in affitto

Normative - Il contratto di locazione e' soggetto ad una serie di norme finalizzate, di volta in volta, a disciplinarne durata, misura del canone e diritti e obblighi delle parti.

Agevolazioni fiscali per i proprietari che affittano

Affittare casa - Il reddito della locazione, viene tassato in maniera differente a seconda del tipo di contratto e anche per i proprietari vi sono delle agevolazioni fiscali.

Come registrare il contratto di locazione

Affittare casa - Tutta la procedura da seguire, le tasse da pagare e l'opzione alla cedolare secca per la registrazione del contratto di locazione di immobili ad uso abitativo.

Riduzione del canone di locazione

Affittare casa - Nel caso di locazioni immobiliari destinate all'uso abitativo, non sempre, anzi quasi mai, il canone di locazione può essere abbassato senza nuovo accordo tra le parti.

Locazione: nulli i canoni pattuiti in nero

Fisco casa - Nulla la scrittura privata successiva al contratto che stabilisce un canone di locazione più alto per evadere le tasse(Cassazione, sent.n°18213 del 17/09/2015).

Contratto d'affitto per studenti

Affittare casa - Per porre rimedio al malcostume degli affitti in nero agli studenti, è stata creata una forma specifica di contratto di locazione, pensato per le loro esigenze.

Detrazioni per inquilini

Affittare casa - Esistono alcune agevolazioni fiscali grazie alle quali è possibile detrarre dall'IRPEF una parte delle spese sostenute per il pagamento dei canoni di locazione.
Discussioni Correlate nel Forum Lavorincasa
Img francescabrina
L'appartamento per cui sto per fare la proposta ha un canone d'affitto di 400 euro al mese già ribassato da 430 e ancora da 450, il motivo, ci ha spiegato l'agente...
francescabrina 30 Gennaio 2016 ore 18:22 1
REGISTRATI COME UTENTE
295.697 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Pavimento in laminato ad incastro milano
    Pavimento in laminato ad incastro...
    35.00
  • Trasforma vasca in doccia firenze e toscana
    Trasforma vasca in doccia firenze...
    2300.00
  • Imbiancatura pareti al mq milano
    Imbiancatura pareti al mq milano...
    5.00
  • Porta in noce tanganica
    Porta in noce tanganica...
    180.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Officine Locati
  • Faidacasa.com
  • Mansarda.it
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Weber
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.