Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Casa acquistata prima del matrimonio: che succede in caso di morte del coniuge

Qual è la sorte dei beni acquistati prima delle nozze qualora il coniuge venga a mancare. Vediamo cosa dice la legge e quali le tutele per il coniuge superstite
07 Settembre 2020 ore 09:52 - NEWS Comprare casa

Acquisti prima del matrimonio e morte del coniuge


Può succedere che uno dei coniugi acquisti casa prima di convolare a nozze.
Cosa accade in caso di suo decesso in costanza di matrimonio? Quali sono i diritti del coniuge superstite?

Prima di esaminare la normativa applicata sull’argomento dobbiamo premettere che i beni, mobili o immobili che siano, acquistati prima del matrimonio non entrano nella comunione di beni tra i coniugi. Ci si chiede spesso che fine facciano, chi li erediti e con quali modalità.

Vedremo pertanto cosa succede in caso di redazione di testamento e quali siano gli effetti del decesso in caso di presenza o assenza di figli.


Quando la casa non rientra nella comunione dei beni


Sono beni personali di ciascun coniuge quelli che vengono acquistati mediante atto traslativo della proprietà o ricevuti a seguito di atto di donazione prima della celebrazione delle nozze.
Essi non rientrando a far parte della comunione di beni, appartengono in via esclusiva al coniuge che li ha acquistati.

decesso coniuge
In caso di decesso del coniuge che ne ha acquisita la proprietà (si pensi all'acquisto di una casa ) i suddetti beni si trasmettono agli eredi (nessuno escluso), secondo le norme sulla successione legittima contenute nel codice civile.

Questo vuol dire che il coniuge superstite potrà vantare maggiori diritti solo qualora egli sia stato designato nel testamento eventualmente redatto. In mancanza di tale atto si applicheranno le norme ordinarie in materia di successione.

Beni personali e morte coniuge
Per i beni rientranti nella comunione tra coniugi ci sono maggiori tutele a favore del coniuge superstite, tanto è vero che in caso di morte di uno dei due sposi i beni in questione per il 50% spetteranno al coniuge sopravvissuto.

Rileviamo, infine, che oltre ai beni acquistati prima delle nozze, non rientreranno a far parte della comunione i beni che siano stati donati o ereditati dopo il matrimonio, a eccezione del caso in cui gli stessi siano stati attribuiti in modo esplicito ad entrambi i coniugi.
Sono altresì esclusi dalla comunione dei beni:

  • i beni strumentali allo svolgimento dell’attività lavorativa;

  • eventuali somme riconosciute a titolo di risarcimento del danno;

  • beni che siano considerati strettamente personali come l’abbigliamento;

  • beni mobili o immobili che siano stati acquistati a seguito della vendita dei beni sopra riportati;

  • beni mobili o immobili acquistati tramite le somme ricavate dalla vendita di beni acquistati prima delle nozze.


Cosa succede se è stato redatto un testamento?


Qualora dopo il decesso del coniuge proprietario di beni acquisiti prima delle nozze si accerti la presenza di un testamento che disponga dei predetti beni, si dovranno osservare le disposizioni in esso contenute.

Sarà sempre salva la quota di legittima che dovrà essere preservata a favore dei legittimari, in conformità a quanto previsto dal codice civile. Questo si verificherà se, ad esempio, nell'asse ereditatio, oltre alla casa, vi siano altri beni.

Acquisto casa prima matrimonio
Che accade se la casa acquistata prima del matrimonio è la casa coniugale?
In questo caso il coniuge superstite avrà comunque il diritto all’abitazione.

Siamo di fronte a un'importante garanzia a tutela del coniuge rimasto in vita, soprattutto in presenza di figli. Il codice civile stabilisce che, a prescindere da chi avrà in eredità la casa, al coniuge superstite verrà attribuito il diritto di abitazione e all'uso dei beni che ne costituiscono l'arredamento.


Acquisto casa prima del matrimonio in presenza di prole


Abbiamo visto che l’immobile acquistato da uno dei coniugi prima del matrimonio si trasmette agli eredi in base alle norme sulla successione legittima. Distinguiamo il caso in cui vi siano dei figli dall’ipotesi in cui la coppia non aveva la prole.

In quest’ultimo caso i beni acquisiti prima di convolare a nozze spettano di diritto al coniuge superstite.


Qualora siano presenti dei figli le cose cambiano. I beni dovranno essere suddivisi tra tutti gli eredi. In caso di un unico figlio la casa deve essere divisa tra il coniuge rimasto e il figlio.
Qualora ad esempio i figli siano due o più, un terzo dell’immobile viene riconosciuto al coniuge mentre i rimanenti due terzi vengono ripartiti in quote uguali tra i due o più figli.

Nel caso in cui non ci fossero né coniuge (venuto in precedenza a mancare) né figli, i beni verranno eredita dai discendenti, dagli ascendenti e agli altri parenti.
Se non ci fossero parenti di nessun tipo l'eredità passa allo Stato.


Casa acquistata prima del matrimonio in caso di divorzio o separazione


In caso di separazione tra coniugi non vengono modificate le regole da applicare qualora alcuni beni siano stati acquistati da un coniuge prima del matrimonio.
I beni passano al coniuge separato secondo le normali norme in materia di successione, a meno che la separazione non sia stata a lui addebitata tramite sentenza.

Le cose sono differenti in caso di provvedimento di divorzio al quale consegue la perdita tra i coniugi di ogni diritto ereditario.

riproduzione riservata
Articolo: Acquisto casa prima del matrimonio e morte del coniuge
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.

Acquisto casa prima del matrimonio e morte del coniuge: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
329.191 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Acquisto casa prima del matrimonio e morte del coniuge che potrebbero interessarti


Bonus prima casa in comunione dei beni: viene meno se mancano requisiti a un coniuge

Detrazioni e agevolazioni fiscali - In caso di acquisto prima casa in comunione di beni non si potrà fruire del bonus se uno dei coniugi non effettua le dichiarazioni previste dalla legge in materia

Acquisto della casa nel matrimonio e comunione legale dei beni

Comprare casa - Se i coniugi optano per la comunione legale, la casa, acquistata insieme o no dopo il matrimonio, rientra nella comunione, a meno che non si tratti di un bene personale.

Denuncia di Successione

Proprietà - Quando nell'asse ereditario vi sono beni immobili, va sempre presentata la denuncia di successione, sia che si tratti di successione legittima che testamentaria.

Il condominio può trasformarsi in comunione?

Condominio - La comunione,il condominio negli edifici e la possibilità che un bene in condominio divenga bene in comunione: i riflessi sulla sua cessione.

Si può dare in locazione un immobile senza il consenso del coniuge?

Affittare casa - Affitto di immobili in comunione dei beni: per il Tribunale di Cremona non è necessario il consenso di entrambi i coniugi per poter dare in locazione un immobile

Quali sono i vantaggi del regime di comunione dei beni?

Proprietà - Quando conviene la comunione dei beni? Quali sono gli effetti del regime patrimoniale scelto dai coniugi? I beni rientranti in comunione e loro amministrazione.

Casa in comproprietà e assemblea condominiale: chi convocare?

Assemblea di condominio - Nel caso di immobile in comunione dei beni, l'amministratore di condominio deve prestare particolare attenzione nella convocazione dell'assemblea condominiale.

La legittima difesa in casa è legge dopo l'approvazione del Senato

Leggi e Normative Tecniche - Via libera definitivo alla legittima difesa che ha avuto l'approvazione anche del Senato. La nuova formulazione dell'articolo 52 del codice penale. Ecco le novità

Comunione, condominio e ripartizione delle spese

Condominio - Il codice civile disciplina due forme di comproprietà su beni immobili: la comunione (che può applicarsi anche a cose mobili) ed il condominio che, invece,
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img misssmara
Buongiorno,mi chiamo Mara, sto valutando l'acquisto di una casa in un contesto di corte.La mappa catastale indica la parte di cortile antistante la casa in questione come AREA DI...
misssmara 14 Maggio 2021 ore 11:16 4
Img skar
Buonasera a tutti,sto valutando di acquistare una villetta di 160mq su 2 livelli, costruita nei primi anni 90.La casa é abitabile e tenuta molto bene, richiede solo...
skar 07 Maggio 2021 ore 21:33 14
Img blue-chip
Buongiorno,ho acquistato casa ad aprile 2019 usufruendo delle agevolazioni prima casa.Ho venduto a luglio 2020.Entro quanto dovrei riacquistare casa per non incorrere in...
blue-chip 26 Aprile 2021 ore 23:13 2
Img mip89
Salve,da qualche tempo oltre all'acquisto di una prima casa sto valutando anche la costruzione, o tramite consorzio o singolarmente.Se c'è una cosa che leggo un po' ovunque...
mip89 24 Aprile 2021 ore 11:47 2
Img carlottabacci
Salve,sto valutando l'acquisto di una casa in campagna.Dalla visura catastale risulta A3, ma è riportata annotazione che il proprietario attuale ha i requisiti di...
carlottabacci 20 Aprile 2021 ore 19:43 3