archiviato

Abuso edilizio: secondo la Cassazione è responsabile anche il progettista

NEWS DI Leggi e Normative Tecniche07 Marzo 2018 ore 09:29
In caso di abuso edilizio per l'opera realizzata senza permesso di costruire è responsabile anche il progettista dei lavori. È quanto affermato dalla Cassazione

Abuso edilizio: chi è responsabile?


Il professionista che ha redatto il progetto dell’opera è penalmente responsabile se era necessario richiedere il permesso di costruire.
Il progettista è il tecnico, ingegnere o architetto che ha redatto il disegno dell’opera e lo ha depositato in Comune. La sua attività può coincidere, ma non necessariamente, con il ruolo di direttore dei lavori, pertanto queste due attività devono essere mantenute distinte.

In una situazione in cui molteplici sono i soggetti coinvolti nella costruzione di un'opera (proprietario, progettista, direttore dei lavori, uffici del comune), e molteplici le leggi in materia da prendere in considerazione, la responsabilità per il reato di abuso edilizio non si ravvisa unicamente in capo al proprietario o costruttore.

Secondo quanto affermato dalla Cassazione nella recentissima sentenza n. 9058/18 del 1.03.2018 la responsabilità penale per abuso edilizio può sussistere anche in capo al progettista dei lavori.

Abuso edilizio e responsabilità progettista
Innanzitutto, vediamo in cosa consiste il reato di abuso edilizio. È quella fattispecie rilevante penalmente che si configura quanto viene realizzata un’opera senza le necessarie autorizzazioni prescritte dalla legge .

Per comprendere meglio dobbiamo fare le necessarie distinzioni:
- si deve eseguire una nuova costruzione per la quale è obbligatorio richiedere il permesso di costruire, in assenza del quale si compie un abuso edilizio;

- si devono eseguire delle opere in edilizia libera per le quali non è necessario ottenere alcuna autorizzazione;

- si devono eseguire delle opere per le quali vi è una situazione intermedia, essendo necessari la Cil, la Cila e la Scia. In mancanza della denuncia di inizio lavori, accompagnata dalla relazione dettagliata di un tecnico competente, si realizza il reato di abuso edilizio.

Fatta questa breve premessa, secondo quanto sostenuto dalla Suprema Corte, il progettista sarà responsabile, oltre al proprietario, insieme al direttore dei lavori, per il reato di abuso edilizio, qualora per l’opera realizzata sia richiesto un permesso di costruire, invece della presentazione della Dia, Scia, Cil o Cila. Qualora il lavoro eseguito implichi un diverso regime di autorizzazioni amministrative, la responsabilità sussiste anche a carico di ingegneri o architetti. Questi ultimi potranno essere condannati in concorso di reato insieme al proprietario dell’opera.

riproduzione riservata
Articolo: Abuso edilizio: la responsabilità è anche del progettista
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Abuso edilizio: la responsabilità è anche del progettista: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Abuso edilizio: la responsabilità è anche del progettista che potrebbero interessarti
Il direttore lavori è responsabile degli abusi edilizi

Il direttore lavori è responsabile degli abusi edilizi

Una sentenza della Corte di Cassazione ha ribadito le responsabilità del direttore dei lavori in caso di opere eseguite in difformità dal permesso di costruire.
Interventi edili: quali sono le responsabilità del committente?

Interventi edili: quali sono le responsabilità del committente?

In caso di lavori edili, anche di piccola entità, il committente ha delle responsabilità sia per la regolarità urbanistica che per la sicurezza nei cantieri.
Veranda abusiva: l'inerzia del Comune non costituisce sanatoria automatica

Veranda abusiva: l'inerzia del Comune non costituisce sanatoria automatica

In caso di appartamento con veranda abusiva, il nuovo acquirente non può dirsi al sicuro. L'inerzia da parte del Comune non è costituisce sanatoria automatica.
Abuso edilizio e condono

Abuso edilizio e condono

L'abuso edilizio: una realtà che trae origine dalla negligenza e dalla mancanza di normative del dopoguerra, ma che è ancora oggi fortemente attuale nelle nostre città.
Permesso di costruire e proroghe dei termini di scadenza

Permesso di costruire e proroghe dei termini di scadenza

Per gli interventi edilizi, sottoposti a Permesso di Costruire, la Legge regolamenta i tempi di inizio e fine lavori, e eventuali proroghe sui termini di scadenza.
Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.