Spese per la redazione delle tabelle millesimali

News di Condominio
L?assemblea condominiale può approvare e revisionare le tabelle millesimali conformi ai criteri legali di ripartizione delle spese purché la relativa deliberazione sia adottata con il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti all?adunanza che rappresentino almeno la metà del valore millesimale dell?edificio
Spese per la redazione delle tabelle millesimali
Avv. Alessandro Gallucci
Avv. Alessandro Gallucci
SpeseL'assemblea condominiale può approvare e revisionare le tabelle millesimali conformi ai criteri legali di ripartizione delle spese purché la relativa deliberazione sia adottata con il voto favorevole della maggioranza dei partecipanti all'adunanza che rappresentino almeno la metà del valore millesimale dell'edificio.A questa conclusione è giunta la Corte di Cassazione con la storica sentenza n. 18477 resa il 9 agosto 2010 dalle Sezioni Unite.Ciò detto è utile rispondere ad  una domanda che spesso viene posta anche nel nostro forum.Il quesito è il seguente: come va ripartita la spesa per il compenso del tecnico incaricato della redazione e/o la revisione delle tabelle millesimali?La sentenza succitata, che ha l'indubbio merito d'aver inquadrato chiaramente natura e funzione delle tabelle, fornisce, implicitamente, la risposta corretta.Secondola massima espressione della Corte di legittimità la tabella millesimale serve solo ad esprimere in precisi termini aritmetici un già preesistente rapporto di valore tra i diritti dei vari condomini, senza incidere in alcun modo su tali diritti (sent. 25 gennaio 1990 n. 431; 20 gennaio 1977 n. 298; 3 gennaio 1977 n. 1; nel senso che non è richiesta la forma scritta per la rappresentanza di un condomino nell'assemblea nel caso in cui questa abbia per oggetto la approvazione delle tabelle millesimali, in quanto tale approvazione, quale atto di mera natura valutativa del patrimonio ai limitati effetti della distruzione del carico delle spese condominiali, nonché della misura del diritto di partecipazione alla formazione della volontà assembleare del condominio, non è idonea a incidere sulla consistenza dei diritti reali a ciascuno spettanti, cfr. sent. 28 giugno 1979 n. 3634).Quando, poi, i condomini approvano la tabella che ha determinato il valore dei piani o delle porzioni di piano secondo i criteri stabiliti dalla legge non fanno altro che riconoscere l'esattezza delle operazioni di calcolo della proporzione tra il valore della quota e quello del fabbricato; in sintesi, la misura delle quote risulta determinata in forza di una precisa disposizione di legge.L'approvazione del risultato di una operazione tecnica non importa la risoluzione o la preventiva eliminazione di controversie, di discussioni o di dubbi: il valore di una cosa è quello che è e il suo accertamento non implica alcuna operazione volitiva, ragion per cui il semplice riconoscimento che le operazioni sono state compiute in conformità al precetto legislativo non può qualificarsi attività negoziale.SpeseIl fine dei condomini, quando approvano il calcolo delle quote, non è quello di rimuovere l'incertezza sulla proporzione del concorso nella gestione del condominio e nelle spese: incertezza che non esiste perché il rapporto non può formare oggetto di discussione, dovendo essere determinato sulla base di precise disposizioni; il fine dei condomini è solo di quello di prendere atto della traduzione in frazioni millesimali di un rapporto di valori preesistente e per conseguire questo scopo non occorre un negozio il cui schema contempla come intento tipico l'eliminazione dell'incertezza mediante accertamento e declaratoria della situazione preesistente. (Cass. SS.UU. 9 agosto 2010 n. 18477).Sintetizzando: i valori espressi nella tabella millesimale esistono fin dall'edificazione dello stabile cosicché il tecnico non fa altro che dargli una forma intellegibile.In questo contesto, pertanto, le spese per il suo compenso dovranno essere ripartite, salvo diverso accordo tra tutti i condomini (art. 1123 c.c.), trai comproprietari proprio sulla base dei millesimi di proprietà che andranno ad essere approvati.Ci si potrebbe domandare: e se il tecnico pretende un anticipo?Come suddividere quella spesa se le tabelle ancora non esistono?Nessun dubbio: l'amministratore può chiedere una quota forfettaria (es. in parti uguali) e successivamente riparametrare il tutto sulla base delle tabelle approvate.
Articolo: Spese per la redazione delle tabelle millesimali
Valutazione: 2.25 / 6 basato su 4 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Spese per la redazione delle tabelle millesimali
Caratteri rimanenti
Notizie che trattano Spese per la redazione delle tabelle millesimali che potrebbero interessarti
La modifica delle tabelle millesimali contrattuali

La modifica delle tabelle millesimali contrattuali

La modificazione delle tabelle millesimali contrattuali deve avvenire con il consenso di tutti i condomini.Diversamente la deliberazione di modifca è nulla.
Ripartizione spese condominiali e scelta del criterio sbagliato

Ripartizione spese condominiali e scelta del criterio sbagliato

La Cassazione, con la sent. 18 gennaio 2010 n. 657, torna ad occuparsi del sempre attuale tema della ripartizione delle spese condominiali e lo fa in relazione
Manutenzione delle scale

Manutenzione delle scale

Tra i temi più caldi quando si parla di condominio, un posto di primo piano è occupato dalle questioni relative alla manutenzione delle scale.Manutenzione
Tabelle millesimali errate e rimborso quote condominiali

Tabelle millesimali errate e rimborso quote condominiali

Le tabelle millesimali sono lo strumento indispensabile per la ripartizione delle spese tra tutti i condomini.Che cosa accade in relazione alle suddette
Tabelle millesimali, approvazione e revisione

Tabelle millesimali, approvazione e revisione

Era il 9 di agosto dello scorso anno quando, le Sezioni Unite della Suprema Corte di Cassazione si pronunciarono in materia di approvazione e revisione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • High power nuova st2200 stazione d'allenamento con pacco pesi da 68 kg + in omaggio il telo palestra e le spese di spedizione!!!
      High power nuova st2200 stazione...
      274.95
    • Ordine n0122012013
      Ordine n0122012013...
      1485.26
    • Vaillant caldaia atmoblock vmw-240/3-5b plus esterno risc.+h2o 24 kw (cod. 0010003226)
      Vaillant caldaia atmoblock...
      900.01
    • Vaillant caldaia turboblock vmw-242/4-3mb pro esterno risc.+h2o 24 kw (cod. 0010002491)
      Vaillant caldaia turboblock...
      857.03
    • Baxi eco 3 240 fi metano caldaia murale baxi eco 3 240 fi metano camera stagna 24 kw
      Baxi eco 3 240 fi metano caldaia...
      559.00
    • Vaillant caldaia atmoblock vmw-240/3-3mb pro esterno risc.+h2o 24 kw (cod. 0010002489)
      Vaillant caldaia atmoblock...
      650.00
    • Vasca idromassaggio teuco
      Vasca idromassaggio teuco...
      1500.00
    • Daikin unità interna ururu ctxu50g 17000 btu/h
      Daikin unità interna ururu...
      201.65
    • Vaillant caldaia atmoblock vmw-240/3-5 plus camera aperta interno* risc.+h2o 24 kw (cod. 0010003222) + omaggio
      Vaillant caldaia atmoblock...
      865.00
    • Daikin mono ururu sarara ftxz25n/rxz25n 9000 btu/h a+++
      Daikin mono ururu sarara...
      1.52
    • Omnitronic digital consolle 12 type2
      Omnitronic digital consolle 12...
      129.00
    • Vaillant caldaia turboblock vmw-242/4-3m pro interno risc.+h2o 24 kw (cod. 0010002487)
      Vaillant caldaia turboblock...
      756.20

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE