Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Scarico del wc: sostituzione del galleggiante

News di Bagno
Quando lo scarico del wc perde, molto spesso, è possibile ripararlo semplicemente controllando ed, eventualmente, sostituendo il galleggiante dello sciacquone.
Scarico del wc: sostituzione del galleggiante
Ing. Mariano Guida
bagno , bagni , wc

La riparazione di un gruppo di scarico del bagno che perde, quello del tipo con cassetta di porcellana attaccata a muro, comunemente denominato sciacquone, non richiede particolari conoscenze di idraulica e può essere effettuata con molta semplicità soprattutto se ad essere danneggiato è il rubinetto con galleggiante.

Come per tutti i lavori di idraulica, la prima cosa da fare è chiudere la chiave di arresto dell’acqua a monte del contatore, oltre che il rubinetto della vaschetta di raccolta, dopodiché bisogna munirsi degli attrezzi necessari: una scala, chiavi inglesi, della stoppa o del teflon e, ovviamente, del rubinetto di ricambio, reperibile presso una qualsiasi ferramenta o nei negozi di termoidraulica.

Quando si sale sulla scala e si guarda all’interno della vaschetta di raccolta dell’acqua, si possono notare due elementi ben distinti: la batteria di scarico vera e propria e il gruppo rubinetto con galleggiante che serve a effettuare il riempimento della vasca.

Entrambi gli elementi, col passare del tempo, possono usurarsi e cominciare a scorrere. L’effetto che ne consegue è in ambedue i casi lo stesso, si vede scendere acqua nel WC e si avverte un rumore di acqua che scorre nella cassetta di raccolta.

Ad ogni operazione di scarico, l'astina collegata alla valvola che chiude l'uscita dalla cassetta si solleva e consente la discesa dell’acqua nel wc. Mentre la vaschetta si svuota, la pallina galleggiante scende, seguendo il livello dell'acqua, provocando l'apertura della valvola d'ingresso della cassetta di raccolta, che si riempie tramite il tubicino d'ingresso dell'acqua. L’acqua in risalita fa salire nuovamente il galleggiante che provoca la chiusura della valvola d'ingresso al riempimento della vaschetta.

Per cercare di stabilire, almeno empiricamente, quale dei due elementi genera il problema bisogna, prima di tutto, chiudere il rubinetto di alimentazione a monte della cassetta. Dopo, al massimo, un quarto d'ora il flusso d'acqua nel wc si sarà interrotto.

Se il livello dell'acqua nella vaschetta risulta essere stabile allora il problema è causato dal rubinetto con galleggiante. Se, viceversa, nella cassetta non è presente più acqua, o ce n’è molto poca, la perdita è dovuta ad un problema alla batteria di scarico.

Se si è appurato che il problema è da addebitarsi al rubinetto con galleggiante, prima di procedere alla sostituzione, è bene verificare che la pallina galleggiante non si sia riempita d’acqua. In tal caso, qualora non sia bucata, è possibile svuotarla, dopo averla svitata, e rimetterla in sede risolvendo del tutto il problema. Anche nel caso dovesse risultare bucata, è possibile la semplice sostituzione della pallina, e non di tutto il gruppo rubinetto, per risolvere il problema.

Il rubinetto con galleggiante, a rigore, può anche essere riparato sostituendo la guarnizione interna ma, dato il costo molto basso è sempre preferibile sostituirlo integralmente.

La sostituzione è un’operazione abbastanza semplice. Per smontare il rubinetto con galleggiante rotto, basta svitare il dado che lo tiene collegato al rubinetto all'esterno della cassetta e, successivamente, svitare il dado che lo mantiene solidale alla cassetta.

Per rimontare il nuovo rubinetto, basta semplicemente effettuare all'inverso le operazioni di smontaggio avendo l’accortezza di rivestire gli elementi da avvitare con della stoppa bagnata o del teflon per garantirne la tenuta al passaggio dell’acqua.

L’unica cosa a cui fare attenzione è quella di ricordarsi di posizionare il tubicino di gomma sul beccuccio sottostante al rubinetto per evitare che l’acqua di alimentazione, che arriva in pressione, schizzi fuori dalla cassetta ogni volta che si tira lo scarico. Solitamente il tubicino viene infilato sull’astina che regge il galleggiante per cui bisogna svitare la pallina galleggiante dall'astina, sfilare il tubetto, infilarlo sull'apposito beccuccio sotto il rubinetto e riavvitare la pallina sull'astina.

Dopo aver montato il rubinetto con galleggiante nuovo, bisogna riaprire la chiave di arresto dell’acqua e far riempire la cassetta così da poter controllate il livello dell'acqua. Le incrostazioni che, normalmente, sono presenti all’interno della vaschetta suggeriscono quale può essere il livello ottimale dell’acqua. Se questo dovesse risultare insufficiente basta piegare leggermente l'astina del galleggiante verso l'alto, se il livello, invece, risulta troppo alto l'astina va piegata verso il basso.

Un consiglio per risparmiare acqua è quello di tenere l’astina del galleggiante piegata sempre un po’ verso il basso oppure inserire nella cassetta di raccolta una bottiglia piena d’acqua chiusa ermeticamente. Nel secondo caso avendo cura di togliere l'etichetta per evitare che la carta marcisca e di ricordarsi di inserire la bottiglia quando la vaschetta di raccolta è scarica.

Riferimenti:
Sipafer
Catis
Kariba


Articolo: Scarico del wc: sostituzione del galleggiante
Valutazione: 4.93 / 6 basato su 15 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Scarico del wc: sostituzione del galleggiante
Caratteri rimanenti
Notizie che trattano Scarico del wc: sostituzione del galleggiante che potrebbero interessarti
Scarico del WC che perde

Scarico del WC che perde

Quando lo scarico del water perde è possibile ovviare al problema del rumore e dello spreco di acqua con nuove soluzioni in commercio, rapide ed economiche.
Sostituzione cassetta wc

Sostituzione cassetta wc

Le cassette da scarico ad incasso, oggi molto utilizzate nella realizzazione dei bagni, si basano sullo stesso principio di funzionamento del catis sospeso.
Riparazione Perdita Acqua

Riparazione Perdita Acqua

La perdita d'acqua da una tubazione in un muro è un problema classico in una casa, chiuso il rubinetto a monte, individuato il punto, occorre effettuare la riparazione.
Ridurre lo spreco di acqua potabile

Ridurre lo spreco di acqua potabile

Per ridurre lo spreco di acqua potabile, valgono alcuni consigli pratici che riguardano la gestione della rete idrica e dei vari dispositivi impiantistici.
Linee morbide per il bagno

Linee morbide per il bagno

La tendenza attuale del design per il bagno vuole forme morbide ed arrotondate, dalle linee semplici e pulite, come quelle che ritroviamo nella nuova collezione
IMMOBILIARE
prezzi bagno
costi bagno
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Murprotec
  • Geosec
  • Sicurezzapoint
  • Casa.it
  • WaterBarrier
  • Velux
  • Uretek
  • Zaccaria Monguzzi
  • Officine Locati
  • Novatek
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Frontline combo cane 210 kg
      Frontline combo cane 210 kg...
      19.80
    • Polistirolo e cemento
      Polistirolo e cemento...
      0.10
    • Bagno in resina
      Bagno in resina...
      2500.00
    • Arvag idroscopino saturno jet s
      Arvag idroscopino saturno jet s...
      149.50
    • Frontline combo cane 20 40
      Frontline combo cane 20 40...
      25.30
    • Ideal lux - applique camerino ap4 - bianco
      Ideal lux - applique camerino ap4...
      71.98
    • Termostato a immersione c08a
      Termostato a immersione c08a...
      36.44
    • Frontline combo cane 10 20
      Frontline combo cane 10 20...
      22.66
    • Infissi
      Infissi...
      250.00
    • Bagno completo in resina
      Bagno completo in resina...
      1500.00
    • Ristrutturazione bagni milano
      Ristrutturazione bagni milano...
      5000.00
    • Arvag idroscopino saturno jet per
      Arvag idroscopino saturno jet per...
      127.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidatebook
  • Facebook
  • Progettazione
  • Preventivi