Restauro e risanamento conservativo

News di Ristrutturazione
Gli interventi di restauro e risanamento conservativo mirano alla conservazione di un antico manufatto edilizio adeguandolo alle esigenze di un uso contemporaneo.
Restauro e risanamento conservativo
Arch. Carmen Granata

Continuiamo la nostra rassegna sugli interventi edilizi che si possono compiere su edifici esistenti, analizzando quelli di restauro e risanamento conservativo.

edificio da restaurareEssi sono definiti dall'art. 3, comma 1, lettera c) del Testo Unico dell'Edilizia (d.p.r. 380/01) come gli interventi edilizi rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell'organismo stesso, ne consentano destinazioni d'uso con essi compatibili.
Tali interventi comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell'edificio, l'inserimento degli elementi accessori e degli impianti richiesti dalle esigenze dell'uso, l'eliminazione degli elementi estranei all'organismo edilizio.


Caratteristica essenziale di questo tipo di interventi è che essi mirano alla conservazione del manufatto edilizio, spesso di valore storico o artistico, adeguandolo alle esigenze funzionali di un uso contemporaneo.

La definizione distingue due tipi di interventi.
Quelli di restauro sono mirati al recupero, conservazione e valorizzazione di edifici con particolare riferimento al loro valore storico, architettonico ed ambientale.

E' ammesso anche l'utilizzo di materiali e tecnologie diversi da quelli originali usati per la costruzione dell'edificio, purché non contrastino con il suo carattere complessivo.

Va detto che l'argomento restauro è un tema dibattuto da secoli da illustri architetti, per cui non è facilmente risolvibile in poche righe, tuttavia possiamo trovare un utile riferimento normativo nell'art. 29 comma 4 del d.lgs. n.42/2004 (Codice dei beni culturali), che parla precisamente di restauro conservativo.

Gli interventi di risanamento conservativo, invece, sono finalizzati in particolare al recupero igienico, funzionale e statico dell'edificio, e possono essere compiuti quindi anche sulle strutture o sull'impianto planimetrico.


Esempi di interventi di restauro e risanamento conservativo


edificio da restaurareEcco elencati alcuni degli interventi che rientrano in questa categoria:

-    realizzazione di un bagno in un vecchio edificio che ne è sprovvisto, al fine di renderlo agibile;
cambio di destinazione d'uso, purché non sia in contrasto con le caratteristiche tipologiche dell'edificio e sia consentito dalla disciplina urbanistica vigente;
-  ripristino, sostituzione e integrazione delle finiture, interne ed esterne, anche con materiali diversi da quelli originari, purché congruenti con le caratteristiche dell'edificio, e con particolare attenzione agli elementi di pregio, se presenti;
- ripristino e consolidamento di elementi strutturali, anche con la loro parziale sostituzione se esistono parti crollate;
- modifiche planimetriche anche mediante accorpamenti o frazionamenti di unità immobiliari, purché non alterino l'assetto complessivo dell''edificio e in particolare le parti comuni;
-    realizzazione ed integrazione di impianti tecnologici e di servizi igienico – sanitari.
-    eliminazione di superfetazioni.


Titoli abilitativi per interventi di restauro e risanamento conservativo


Gli interventi di restauro e risanamento conservativo sono soggetti alla presentazione di Denuncia di Inizio Attività (DIA) o alla richiesta di Permesso di Costruire.

Nel caso in cui l'edificio interessato sia soggetto a vincolo architettonico o paesaggistico, sarà necessario richiedere il nulla osta preventivo della rispettiva soprintendenza di competenza.

Restano, naturalmente, fermi, gli obblighi di notifica preliminare all'ASL, per cantieri con la presenza di almeno due imprese e di denuncia di variazione catastale, al termine dei lavori, nel caso essi comportino la modifica della consistenza, nonché di deposito dei progetti strutturali al Genio Civile.


Detrazioni fiscali per interventi di restauro e risanamento conservativo


detrazioni per restauro e risanamento conservativoAnche gli interventi di restauro e risanamento conservativo  possono usufruire di detrazione Irpef del 50% e, quando comportino un miglioramento dell'efficienza energetica, di detrazione Irpef del 65%.

Naturalmente, non essendo le due agevolazioni cumulabili bisognerà distinguere nella contabilità le diverse lavorazioni, oppure, nel caso in cui gli interventi possano fruire dell'una o dell'altra, scegliere quella che si ritiene più conveniente in base alla propria situazione.

Se l'edificio su cui si interviene non ha carattere residenziale, non si potrà godere del bonus 50%, ma solo di quello del 65%, nel caso gli interventi comportino un miglioramento delle prestazioni energetiche.


IVA 10% per interventi di restauro e risanamento conservativo


Per gli interventi di restauro e risanamento conservativo è possibile fruire dell'aliquota IVA agevolata al 10%, sia per le prestazioni di servizi, cioè per l'esecuzione dei lavori, che per l'acquisto dei beni finiti e materiali, ad esclusione di materie prime e semilavorati, anche quando questi sono acquistati direttamente dal committente e non solo dall'impresa.

Inoltre l'aliquota del 10% si applica non solo ad edifici residenziali, come nel caso di manutenzione ordinaria e straordinaria, ma anche a quelli di altre categorie catastali.

Articolo: Restauro e risanamento conservativo
Valutazione: 5.37 / 6 basato su 41 voti.

Restauro e risanamento conservativo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, ANCHE CON I SOCIAL
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI Caratteri rimanenti
ATTENZIONE! LA REDAZIONE AVRA' CURA DI MODERARE I SINGOLI COMMENTI PRIMA DELLA
LORO EFFETTIVA PUBBLICAZIONE, COME DA REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI LAVORINCASA.IT
  • Giacomo_83
    Giacomo_83
    Venerdì 31 Ottobre 2014, alle ore 17:32
    Salve architetto, vorrei sapere se per l'acquisto di corpi illuminanti fatto direttamente dal committente e non dell'elettricista può essere applicata l'aliquota ridotta dell' iva al 10%. Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata
      Arch.granata Giacomo_83
      Lunedì 3 Novembre 2014, alle ore 09:48
      Solo se servono per interventi di ristrutturazione, restauro o risanamento conservativo.
      rispondi al commento
  • Nicolar
    Nicolar
    Mercoledì 17 Settembre 2014, alle ore 12:06
    Gentile architetto, i lavori di restauro/risanamento in corso di esecuzione su immobile antico su più livelli attualmente fatiscente ed allo stato rustico prevedono anche la rideterminazione della quota dei gradini delle scale interne ed il loro rivestimento (ora inesistente) con pedate in legno. Si tratta di intervento agevolabile al 50%? Se si, l'Iva è al 10%? Posso eventualmente acquistare io il materiale e farlo montare all'impresa? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata
      Arch.granata Nicolar
      Mercoledì 17 Settembre 2014, alle ore 12:56
      La risposta è affermativa per tutto.
      rispondi al commento
  • Gabribm
    Gabribm
    Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 15:10
    Devo rifare l'impermeabilizzazione e la pavimentazione di due terrazze perché ho delle infiltrazioni di acqua in casa e div cambiare due infissi delle scale perché non isolano bene. Posso richiedere la detrazione? Se inizio i lavori nel 2014 e li termino nel 2015 quale detrazione avrò? Grazie mille!
    rispondi al commento
    • Arch.granata
      Arch.granata Gabribm
      Martedì 20 Maggio 2014, alle ore 09:35
      Http://www.lavorincasa.it/detrazione-50/
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Arch.granata
    Martedì 22 Aprile 2014, alle ore 09:33
    1 e 2: No, perchè il 65% richiede che ci sia un impianto di riscaldamento. 3: Sì.
    rispondi al commento
    • Nicolar
      Nicolar Arch.granata
      Martedì 22 Aprile 2014, alle ore 16:29
      Grazie per la risposta. Deduco di poter ottenere solo l'agevolazione del 50%. Ma se per ipotesi ordinassi gli interventi dando priorità (anche per il pagamento) all'impianto di riscaldamento rispetto alla installazione dei portoncini di ingresso e degli infissi, potrebbero rientrare nel 65% almeno questi ultimi o l'impianto di riscaldamento deve essere comunque preesistente a tutto? Grazie ancora
      rispondi al commento
      • Arch.granata
        Arch.granata Nicolar
        Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 10:07
        In teoria dovrebbe iniziare e chiudere i lavori (con relativa pratica) per realizzare l'impianto di riscaldamento. Poi aprire una nuova pratica per gli altri lavori. Ma le consiglio di sentire l'AdE per maggiore sicurezza.
        rispondi al commento
        • Nicolar
          Nicolar Arch.granata
          Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 11:43
          Mi scusi, un'ultima cosa. La Faq 37 dell'ENEA richiama una norma secondo la quale caminetti, stufe e simili vengono equiparati, se fissi, ad impianti termici sempreché con potenza complessiva al focolare superiore a 5kw. Questo potrebbe essere il mio caso. Ritiene che possa andare bene? Se si, come e da chi dovrebbe eventualmente essere certificata la circostanza? Grazie infinite
          rispondi al commento
          • Arch.granata
            Arch.granata Nicolar
            Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 12:07
            Sì, dovrebbe farlo certificare da un termotecnico.
            rispondi al commento
  • Nicolar
    Nicolar
    Venerdì 18 Aprile 2014, alle ore 19:44
    Gentile Architetto, sto avviando un intervento di restauro/risanamento conservativo su immobile antico, privo di qualsiasi impianto. Le chiedo: 1) la quota lavori riguardante i portoni di ingresso e le finestre può godere del bonus 65% se fatta con materiali adeguati? 2) Può dirsi altrettanto per l'installazione di riscaldamento a pompa di calore pur non essendoci sostituzione di impianto preesistente? 3) posso acquistare io tutti i materiali? Gr
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
  • 0
  • Condividi questo articolo
Notizie che trattano Restauro e risanamento conservativo che potrebbero interessarti
Demolizione e ricostruzione

Demolizione e ricostruzione

La sentenza n. 13492 del 9 aprile 2010 afferma che la demolizione e successiva ricostruzione di un edificio equivale ad una nuova costruzione e non ad un intervento di restauro.
Restauro conservativo esistente

Restauro conservativo esistente

Un'analisi di ciò che significa restaurare l'esistente in modo conservativo, senza danneggiare i segni e gli elementi storici e architettonici di un edificio.
Differenza tra ristrutturazione e restauro conservativo

Differenza tra ristrutturazione e restauro conservativo

Il concetto di ristrutturazione in termini tecnico-giuridici presuppone la preesistenza di un manufatto con caratteristiche identiche a quello che si vuole costruire.
Legge 28 dicembre 2001, n.448

Legge 28 dicembre 2001, n.448

Finanziaria 2008 Approvata Detrazione IRPEF del 36% sui lavori di ristrutturazione, richiamo alla Legge 28 dicembre 2001, n.448, articolo 9 comma 3.
Adeguamento funzionale di edifici storici

Adeguamento funzionale di edifici storici

Il restauro di un edificio storico implica il suo adeguamento funzionale alle funzioni richieste dalla vita moderna, in modo che si conservi nel corso del tempo.
Registrati come Utente
252573 UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Synology ds214play diskstation harddisk
      Synology ds214play diskstation...
      440.91
    • Friggitrice elettrica da banco 4 lt hotclass dimensioni l25,5xp38xh31,5 modello frg4
      Friggitrice elettrica da banco 4...
      140.30
    • V-tac kit con striscia led 5050 multicolore rgb 5mt controller e alimentatore
      V-tac kit con striscia led 5050...
      44.21
    • Tecnospray p10 irroratore a pressione, serbatoio 10 litri, pompante nylon garden, lancia 618 nylon
      Tecnospray p10 irroratore a...
      25.75
    • Restauro appartamenti
      Restauro appartamenti...
      330.00
    • Restauro facciate palazzi d'epoca
      Restauro facciate palazzi d'epoca...
      35.00
    • Controsoffitto cartongesso effetto marmorino
      Controsoffitto cartongesso effetto...
      26.50
    • Elo-dry finitura
      Elo-dry finitura...
      1.30
    • Gli alberelli portacandela animaletti lumaca cm. 10x h. 7
      Gli alberelli portacandela...
      19.00
    • Intel barebone intel nuc nuc6i5syh (i5-6260u, iris graphics 540) [boxnuc6i5syh]
      Intel barebone intel nuc nuc6i5syh...
      360.78
    • Faro faretto luce bianca proiettore led 10 20 30 50 100 w
      Faro faretto luce bianca...
      8.28
    • Sourcingmap 10 pezzi in bastoncini da colla a caldo, 7 x 300 mm, per-pistola per colla a caldo
      Sourcingmap 10 pezzi in bastoncini...
      8.82
    • Rivestimento scale in marmo
      Rivestimento scale in marmo...
      150.00
    • Antica credenza doppio corpo olandese del xviii
      Antica credenza doppio corpo...
      3850.00
    • Tetto
      Tetto...
      49.00
    • Facciate condominio
      Facciate condominio...
      50.00
    • Ignis mini frigo frigobar minibar capacità in litri 100 classe energetica a+ - tt16ap
      Ignis mini frigo frigobar minibar...
      142.45
    • Brunner maxi cabina cucinotto 180x160 cm piccolissimo da trasporto
      Brunner maxi cabina cucinotto...
      69.00
    • Master mini frigo frigobar minibar capacità in litri 100 classe energetica a+ - fr110a+
      Master mini frigo frigobar minibar...
      111.30
    • Asciugaposate professionale semi automatica
      Asciugaposate professionale semi...
      2.24
    • Verniciature riflettenti
      Verniciature riflettenti...
      13.00
    • Posa autobloccante
      Posa autobloccante...
      29.00
    • Cappotto termico
      Cappotto termico...
      45.00
    • Fornitura e posa parquet
      Fornitura e posa parquet...
      48.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Murprotec
  • Vimec
  • Officine Locati
  • Geosec
  • Mansarda.it
  • Protech-Balcony
  • Immobiliare.it
  • Claber
  • Kone
  • Black & Decker
  • Faidatebook
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.