Puntatrici e Viti

News di Fai da te
I punti metallici, inseriti con le puntatrici e diversi tipi di viti, sono necessari per i piccoli lavori fai-da-te di incollaggio di più parti di oggetti in casa
Puntatrici e Viti
Ing. Vincenzo Granato
Ing. Vincenzo Granato

La puntatrice è un attrezzo che non può mancare nel laboratorio del fai-da-te per i piccoli lavori in casa, attività che spesso prevedono l’incollaggio dei diversi componenti di oggetti, per i quali i punti metallici sono utilizzati per bloccare le parti stesse. Tale bloccaggio, generalmente, è indispensabile nell’attesa che l'adesivo utilizzato faccia presa.

PuntatriceAnche nell’utilizzare la puntatrice, cosa apparentemente semplice, sono importanti alcune piccole considerazioni che ne rendono efficace l’applicazione, riducendo le possibilità di farsi male e le possibilità di avere cattivi risultati. Analogamente a quanto accade con i chiodi, quando si fissano con un martello in più parti, anche con la puntatrice occorre prestare attenzione a particolari zone delle parti che si trattano.
 

Utilizzare la Puntatrice


Ad esempio, relativamente ai bordi di un mobile, o di un mensola o qualsiasi altro oggetto che si sta riparando, i punti metallici devono essere inseriti ad almeno un centimetro dai bordi stessi, mentre negli angoli i punti metallici devono essere inseriti a non meno di tre centimetri da essi.

Inoltre, per garantire una presa maggiore è opportuno fissare i punti metallici molto prossimi tra loro, proporzionalmente alle loro dimensioni ed il loro numero.

Una semplice puntatrice funziona con una molla che scaglia punti metallici all’attivazione manuale di una leva, posizionata sull'impugnatura. La gamma dei punti metallici è molto ampia in termini dimensionali, ed analogamente esistono diverse tipologie di puntatrici (di opportuni pesi e dimensioni) in funzione dei punti. Tra questi ultimi, i più grandi sono in grado di raggiungere  profondità dell’ordine di una decina di centimetri,  anche in materiali particolarmente resistenti.


Le Viti


In alternativa ai punti metallici, per fissare più parti da tenere insieme, generalmente in legno, possono essere utilizzate con altrettanta semplicità le viti, disponibili in commercio in forme e dimensioni tali da poter far fronte alle più disparate esigenze.
In generale, le viti sono costituite da una testa, una parte liscia ed il cosiddetto filetto e rispetto ai punti metallici offrono la possibilità di poter essere rimosse con estrema semplicità.

AvvitareLe viti si differenziano tra loro per la sagoma della testa, la lunghezza, il diametro, il filetto ed il materiale con il quale sono realizzate. Tali grandezze assumono caratteristiche a volte determinanti quando si interviene su per particolari tipi di materiali.

Le viti da legno hanno, generalmente, la parte liscia pari ad un terzo circa delle lunghezza totale, caratteristica, questa, che costituisce il primo elemento di scelta di una vite, essendo la stessa di lunghezza pari allo spessore delle parti da fissare. Le viti possono essere classificate in viti fresate, viti a bombasina, viti a goccia e viti quadrate o esagonali.

Le viti fresate, note in commercio anche come viti coniche, sono quelle maggiormente utilizzate per il legno, riconoscibili perché, quando sono avvitate hanno la superficie della testa parallela alla stessa superficie avvitata. Le viti a bombasina, o viti a testa tonda, consentono di avere una buona presa con il cacciavite, grazie proprio alla tipica testa bombata, in tal modo è possibile esercitare con esse anche degli sforzi maggiori in maniera facile rispetto alle altre viti.

Una via di mezzo, in termini di caratteristiche, è costituita dalle viti con la testa a goccia, perché queste ultime sono infatti fresate nella parte inferiore e hanno una testa bombata.

Le viti a testa quadrata, o esagonale, sono utilizzate, generalmente, per lavori di carpenteria e  consentono di unire diversi elementi sottoposti anche a sollecitazioni diverse da quelle che tipicamente accadono in casa.

Vite esagonaleUn caso particolare costituiscono le viti Parker, o autofilettanti, che risultano particolarmente efficienti, rispetto alle altre viti, per tenere insieme parti di truciolare.

Le viti Parker, in acciaio, hanno una forma cilindrica completamente filettata che permette in fase di avvitamento la realizzazione del filetto. Il filetto è realizzato grazie alla filettatura costituita da profili larghi e particolarmente taglienti, tali da non creare lesioni o fessure nel materiale in corrispondenza del punto di inserimento.

In ogni caso, indipendentemente dalle viti, anche la fase di avvitamento richiede alcune attenzioni, in primis verificare che il cacciavite abbia la lama con profilo integro e di dimensione pari all’intaglio sulla testa della vite; inoltre, relativamente alla tecnica di avvitamento è bene tener presente che mantenendo il cacciavite sempre ortogonale al piano di riferimento non dovrebbe essere richiesto uno sforzo eccessivo per l’inserimento delle viti.

Articolo: Puntatrici e Viti
Valutazione: 0 / 6 basato su 0 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Puntatrici e Viti
Caratteri rimanenti
Notizie che trattano Puntatrici e Viti che potrebbero interessarti
Scaffale a bulloni fai da te

Scaffale a bulloni fai da te

Le necessità di spazio dove riporre oggetti e materiali possono essere soddisfatte in modo pratico con il montaggio fai-da-te di scaffalature metalliche.
Trapano a batteria

Trapano a batteria

Il trapano è un utensile indispensabile da tenere in casa per effettuare fori o lavorazioni che richiedano l?utilizzo di utensili circolari. Per poter
Viti e Bulloni

Viti e Bulloni

Avvitare e bullonare sono probabilmente le principali operazioni svolte durante l'esecuzione dei lavori fatti in casa o nei piccoli laboratori del fai-da-te
Installiamo un portafaretti

Installiamo un portafaretti

Come installare un portafaretti, semplice faidate che può essere allo stesso tempo bello e funzionale - LAVORINCASA.it
Sostituzione Cerniera a Scodellino

Sostituzione Cerniera a Scodellino

La cerniera a scodellino è quella più utilizzata per le ante dei mobili di casa, in pochi minuti è possibile sostituirla e registrarla con un semplice cacciavite.
QUANTO COSTA?
Prezzi prodotti e servizi per FAI DA TE
COSTI DI RISTRUTTURAZIONE?
Costi di ristrutturazione per FAI DA TE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Posa cartongesso, pitture e pavimentazioni
      Posa cartongesso, pitture e...
      36.00
    • Misura campi elettromagnetici
      Misura campi elettromagnetici...
      200.00
    • Abbonamento base di www.casando.it
      Abbonamento base di www.casando.it...
      96.80
    • Ristrutturazione bagno
      Ristrutturazione bagno...
      6500.00
    • Barbecue a carbonella napoleon
      Barbecue a carbonella napoleon...
      270.00
    • Lechuza - cubico cottage 30
      Lechuza - cubico cottage 30...
      52.00
    • Impianti elettrici, idraulici e automazioni
      Impianti elettrici, idraulici e...
      28.00
    • Isolamento acustico
      Isolamento acustico...
      450.00
    • Lechuza - bacino
      Lechuza - bacino...
      27.00
    • Barbeque napoleon serie triumph - 410sb
      Barbeque napoleon serie triumph -...
      712.00
    • Ristrutturazione cucina
      Ristrutturazione cucina...
      4000.00
    • Inerti, sabbia, ghiaia, pietrame
      Inerti, sabbia, ghiaia, pietrame...
      15.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE