Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Pietre a vista sotto l'intonaco

News di Ristrutturazione
Parete con pietra a vista ha un fascino particolare.
Pietre a vista sotto l'intonaco
Redazione Lavorincasa.it
Redazione Lavorincasa.it

pietrePer chi ha una casa in campagna o vive in un appartamento nel centro storico di una città probabilmente sotto l’intonaco delle sue pareti si nasconde un muro in pietra.

Questo è un particolare da non sottovalutare.
I muri in pietra sono un gioiello che solo pochi hanno la fortuna di possedere.

Le pietre dalle mille forme e dai colori che mutano con il cambiare della quantità di luce che durante la giornata le irradia appagano l’occhio di chiunque.

Una casa in pietra oltre ad essere bella spunta sul mercato un prezzo decisamente maggiore rispetto ad una che ne è priva. Se non siamo certi della presenza nascosta delle pietre ma soltanto l’idea ci rende euforici meglio riflettere prima di iniziare a prepararci al lavoro.

È importante sapere come sono fatti i muri in pietra.
Sono composti di pietre di natura geologica diversa, cioè nella stessa parete ci saranno pietre di differente consistenza, alcune più dure di altre. Inoltre dobbiamo tenere in considerazione che quando costruivano le vecchie case, il cemento, a causa del suo costo, era molto poco utilizzato.

Tra pietra e pietra come aggregante e per riempire i vuoti venivano utilizzati fango e terra.

A questo punto abbiamo un qualche elemento utile e rivelatore.

Se ogni tanto ci è capitato di fare un foro con il trapano nell’intonaco per appendere ad esempio una mensola o uno specchio e la punta in alcuni punti penetrava come se stesse forando del burro allora è assai probabile che abbiamo incontrato della terra, una pietra morbida o uno quegli spazi vuoti che si creano tra pietra e pietra.

Pietre a vistaOra possiamo ragionevolmente supporre di avere sotto l’intonaco un muro in pietra.

Bene, mettiamoci al lavoro.
Procuriamoci una maschera protettiva per gli occhi e una mascherina adatta che copra bene bocca e naso.

Se non vogliamo colpire duramente la salute dei nostri capelli indosseremo un cappello. Infiliamoci i guanti da lavoro.

Per questo tipo di operazione quelli di pelle sono i più adatti perchè non fanno sudare le mani. Per chi lo possiede un trapano percussore con allegata una punta piatta è l’ideale.

Se non lo abbiamo e la superficie da cui togliere l’intonaco è limitata armiamoci di una mazzetta e di uno scalpello dalla punta piatta.

Sono attrezzi reperibili in qualsiasi negozio di faidate, ferramenta o rivenditore di materiale edile.
Dopo aver steso con cura sul pavimento un telo di plastica e coperto il più possibile tutto quello che potrebbe essere sommerso dalla polvere iniziamo a levare l’intonaco dal punto più alto della parete.

Sarà un lavoro faticoso ma fatta decantare la polvere sprigionata ecco finalmente le pietre. Cosi, a prima vista,  non è che siano un gran che; ma non rattristiamoci vedendole così, sporche e grigie.

Adesso inizia il lavoro che le restaurerà.

I piccoli pezzi di malta più duri che saranno rimasti attaccati alle pietre li elimineremo con uno scalpellino.
Eventuali strati di malta più friabili riusciremo facilmente a toglierli con una robusta spazzola di ferro.

Adesso le pietre sono già più belle. Se siamo degli inguaribili perfezionisti vorremo le pietre in rilievo rispetto alla parete.
Questo ne esalterà il fascino!


Con uno scalpellino e un martello più piccolo rispetto alla mazzetta usata fino ad ora incominceremo ad estrarre la terra mista a malta che troveremo intorno alle pietre.
Sarà un lavoro che presuppone un buon livello di pazienza.

Per evitare che da queste tracce fuoriesca in continuazione polvere e terra dovremo tamponarle.
Per prima cosa sarà necessario depolverizzare le fessure con aria compressa o con uno scopino rimuovendo con cura tutte le parti in procinto di distaccarsi. Può aiutare anche una rapida passata con il tubo flessibile dell’aspirapolvere.

Il materiale da usare per creare lo strato che faccia da tappo alle fessure può essere di diversi tipi. In commercio esistono malte già pronte. Sono resine sintetiche adesive che si miscelano con acqua; sono pronte all’uso, vanno solamente mischiate accuratamente.

Se si possiede, pietraper guadagnare tempo e fatica, utilizzeremo il frollino del trapano; quello che occorre anche per preparare la vernice per imbiancare le pareti.
In caso contrario useremo la cazzuola.

Sono facilmente reperibili anche siliconi specifici per questo tipo di lavoro.
Si può anche decidere di preparare da soli la malta. Uniremo con dell’acqua due parti di cemento classico, due di calce e tre di sabbia.
Se riteniamo utile migliorare l’adesività della malta fatta da noi possiamo acquistare uno di quegli additivi che servono a questa funzione.

Se avremo optato per il silicone questo entrerà nelle fessure da solo; negli altri casi dovremo avvalerci di una piccola spatola.

Una volta posizionata un po’di malta tra le pietre con le dita, accuratamente protette da idonei guanti, stireremo il materiale in modo da tappare bene le fessure.
Questo strato per avere una buona durata nel tempo non dovrà essere inferiore ai due centimetri.

Una volta asciugata bene la malta laveremo le pietre con una spazzola di plastica, acqua e sapone. Sempre perché inguaribili pignoli esalteremo le sfumature delle pietre con una leggera pennellatine di olio di lino.

Sarà uno spettacolo!

Articolo: Pietre a vista sotto l'intonaco
Valutazione: 3.67 / 6 basato su 15 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 1
  • 0
Commenta su Pietre a vista sotto l'intonaco
Caratteri rimanenti
Notizie che trattano Pietre a vista sotto l'intonaco che potrebbero interessarti
Stendere l'intonaco

Stendere l'intonaco

Finitura dell'edificio e protezione contro l'usura.
Intonaco di pietra

Intonaco di pietra

Un intonaco che ricorda la pietra naturale.
Finiture di facciata

Finiture di facciata

Per evitare il ricorso a frequenti ristrutturazioni, bisogna utilizzare intonaci di buona qualita', specifici per il tipo di muratura.
Intonaco stesura robotizzata

Intonaco stesura robotizzata

Apparecchiature robotizzate per ottimizzare tempi e costi di posa.
Preparazione di un muro in gesso

Preparazione di un muro in gesso

La realizzazione delle pareti interne della nostra abitazione può essere finita con l'uso di un intonaco a base di gesso che rende le mura particolarmente lisce.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Armadi a muro
      Armadi a muro...
      350.00
    • Mosconi snc casseruola pietra (lavec) con manici rame lt 4.5
      Mosconi snc casseruola pietra...
      110.00
    • Rivestimenti murali pietra-ricostruita
      Rivestimenti murali...
      0.10
    • Pietra ricostruita
      Pietra ricostruita...
      180.00
    • Mosconi snc casseruola pietra (lavec) con manici rame lt 0.9
      Mosconi snc casseruola pietra...
      40.00
    • Rivestimento in pietra di luserna
      Rivestimento in pietra di luserna...
      90.00
    • Mosconi snc casseruola pietra (lavec) con manici rame lt 3.7
      Mosconi snc casseruola pietra...
      110.00
    • Ilsa piastra radiante ghisello ilsa cm 21
      Ilsa piastra radiante ghisello...
      11.00
    • Intonaco stampato su-muro
      Intonaco stampato su-muro...
      50.00
    • Mosconi snc piastra pietra con scalino manici rame 29cm
      Mosconi snc piastra pietra con...
      45.99
    • Mosconi snc casseruola pietra (lavec) con manici rame lt 1.6
      Mosconi snc casseruola pietra...
      70.00
    • Mosconi snc retina spargifiamma cm20
      Mosconi snc retina spargifiamma...
      1.20

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE