Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Piani cottura ad induzione

News di Cucina
I piani cottura ad induzione sono un'alternativa ai piani cottura a gas tradizionali, ma ancora troppo poco utilizzati in Italia, rispetto alla media europea.
25 Luglio 2014 ore 11:21
Vito De Natale
Vito De Natale

Piani cottura a induzione nelle cucine italiane


Falsa l’idea che per cuocere abbiamo bisogno di una fiamma del gas. Per fortuna esistono nuove tecnologie capaci di sfatare questa idea ormai sorpassata soprattutto se decidiamo di realizzare una casa moderna e contemporanea.
Per cuocere i cibi in modo efficiente possiamo scegliere di utilizzare l’ultima evoluzione in materia: la cottura con piano cottura ad induzione.

Ancora poco usati nelle cucine italiane, i piani cottura ad induzione presentano caratteristiche interessanti e offrono diversi vantaggi, non ultimo quello di contenere i consumi di energia.

Piani a induzione prodotto di nicchia?Nel nostro Paese, purtroppo, i piani cottura a induzione rappresentano, per certi versi, ancora una novità. Fanno parte di un mercato così detto di nicchia, sono quindi ancora poco conosciuti e spesso guardati con sospetto, soprattutto a causa del prezzo, più basso rispetto ai primi articoli degli anni scorsi, ma comunque più alto rispetto ai tradizionali piani a gas.

Nel resto d’Europa invece si usano in maniera diffusa già da qualche anno e vengono addirittura imposti in alcuni condomini dove, per ragioni di sicurezza, è vietato l'impianto a gas.

Piani ad induzioneIn Europa, infatti, soprattutto nei paesi di lingua tedesca, i piani cottura ad induzione sono ormai una realtà consolidata, e sono scelti dai consumatori anche in soluzioni di cucina di taglio più economico. Ragione per cui le aziende investono in ricerca per offrire prodotti all'avanguardia dal punto di vista tecnologico, con occhio attento ai consumi senza sacrificare le prestazioni ottimali di questa tipologia di prodotti.


Come funzionano i piani cottura a induzione


La cottura ad induzione sfrutta le correnti magnetiche generate dalle bobine del piano affinchè sia il fondo della pentola a riscaldarsi, non il piano cottura, che rimane freddo. Il risparmio energetico è dunque assicurato dal fatto che l'energia utilizzata serve a generare il calore solo dove serve (la superficie della pentola), quando serve (nel momento in cui la pentola viene tolta dal piano, la reazione magnetica si interrompe).

Non a caso, il vero sNeff_ Piano ad induzione. Piano freddo.uccesso di questi elettrodomestici è dovuto all'alto rendimento, poichè il calore ottenuto è lo stesso degli altri tipi di piano, ma ottenuto con consumo di energia di gran lunga inferiore, con dispersioni minime. Rispetto, ad esempio, ad un normale piano a gas, a parità di energia impiegata (2000 W), questo rende il 50% per produrre una potenza di 1000 W in pentola, contro i 1800 W prodotti dall'induzione, con rendimento del 90%.

Se uniamo a questo anche il fatto che i tempi per la cottura dei cibi sono di gran lunga inferiori rispetto a quelli delle altre tipologie di cottura (bastano 3 minuti per portare ad ebollizione un litro d'acqua, contro i 5 minuti dei piani a gas e i 7 minuti di quelli elettrici), che la manutenzione, le operazioni di pulizia sono semplificate al massimo, grazie al tipo di materiale adoperato per il piano cottura, allora una scelta che privilegi questo tipo di articolo risulta condivisibile sotto ogni punto di vista.

Perché avvenga la reazione che scalda la pentola però, è necessario che questa abbia un fondo in ferro o acciaio, mentre sono incompatibili con il piano a induzione tutte le altre pentole in rame, in alluminio, in vetro o in ceramica.

Altro limite, ormai superato, era quello della potenza in kW necessaria per l'utilizzo di questi piani, che necessitavano per lo più di potenze superiori ai 3 kW, che rendevano un normale impianto domestico non adatto. Si esigeva dunque un contratto ad hoc per utenze domestiche che assicurassero almeno una potenza pari a 4-4,5 kW.

In tempi di crisi energetica e di dibattito sulle energie alternative e di impatto ambientale, non poteva, da parte delle aziende produttrici, che esserci una maggiore consapevolezza per questo tipo di esigenza.

Quindi, una volta acquisito e consolidato tutto il know-how tecnologico, non restava che concentrare le ricerche su questo ultimo aspetto.


Sicurezza dei piani cottura a induzione


Il capitolo sicurezza, nel caso di un piano cottura a induzione, rappresenta un’ulteriore argomentazione a favore di questa tecnologia. Oltre all'affidabilità dal punto di vista elettrico contro i rischi di un impianto a gas, c'è anche la sicurezza d'uso contro rischi che possono accidentalmente verificarsi in cucina.

Piani cottura a induzioneC’è da sottolineare a questo proposito, ancora una volta, il fatto che, essendo il fondo della pentola a riscaldarsi e non il piano, non c’è rischio di scottature se quest’ultimo viene toccato. Inoltre, il piano cottura smette automaticamente di produrre calore se viene a contatto con un liquido che fuoriesce dalla pentola o nel caso ci si dimentichi, ad esempio, di spegnerlo,  oppure, ancora, se la pentola è vuota o inadatta perché non è del materiale metallico giusto.

In quest’ultimo caso il processo induttivo magnetico non si attiva e quindi non si genera calore. La generazione di calore, in ogni caso,  parte solo se a contatto con la pentola, evitando accensioni accidentali da parte di bambini.


Praticità dei piani cottura a induzione


Piani a induzione: facilità di puliziaLa superficie del piano di cottura ad induzione è in vetroceramica, facile da pulire perché assolutamente liscia e priva di ostacoli.

La cottura a induzione, poi, è estremamente precisa: potendo regolare la potenza con la massima precisione e flessibilità, si garantisce una temperatura perfetta sia per cotture che richiedono una potenza elevata sia per quelle molto delicate, riducendo il rischio che i cibi si attacchino o si brucino.


Piani cottura a induzione e mercato


Diverse sono oggi le aziende leader nel settore degli elettrodomestici a produrre articoli all’avanguardia nel settore della tecnologia a induzione. Ne citerò solo alcune, scelte in base a caratteristiche diverse legate per lo più all’estetica e alla conformazione, in quanto ormai la tecnologia  stessa è giunta ad un livello standard ottimale di sviluppo affidabile da parte di tutti i marchi.

Electrolux: piano a induzione InfiniteProIl piano cottura a induzione da 90 cm InfinitePro EHH9967FOG di Electrolux è l’ideale per cucinare più cose contemporaneamente grazie alle 6 zone di cottura e al triplo ponte InfiniteProTM che trasforma il piano di cottura normale in uno di tipo professionale, attivando la funzione ChefMode. Non vi è il rischio di spreco di energia in quanto la reazione viene attivata solo quando la pentola viene posizionata sulla zona ponte.

I comandi DirectAccess consentono l’impostazione del livello di cottura sfiorando semplicemente il comando e scorrendo il dito fino all’impostazione desiderata. Come tutti i piani a induzione, anche questo è facile da pulire, grazie alla superficie in vetroceramica liscia e soprattutto mai incandescente, per cui i residui di cibo non si bruciano e non si solidificano, e si possono rimuovere con una semplice passata.

Electrolux: InfinitePro, 6 zone di cotturaOltre alle funzioni ChefMode e Bridge, c’è la funzione Booster per potenza aggiuntiva, il contaminuti e l’indicatore del tempo di cottura trascorso, la Funzione EcoTimerTM con sfruttamento calore residuo, le varie spie per il calore residuo stesso, la sicurezza bambini, il programmatore di fine cottura, il riscaldamento rapido e tanto altro ancora. Un elettrodomestico davvero completo.

Altrettanto completo ma adatto per spazi più piccoli sul piano di lavoro è il piano cottura a induzione da 60 cm KIO 632 CP C di Hotpoint-Ariston della serie Luce, con tecnologia Flexy Zone. Questa tecnologia permette di migliorare tempi e performance di cottura, in quanto alle 2 zone circolari è stata aggiunta una zona delimitata da un rettangolo per consentire l’utilizzo dell’intera superficie nel caso di pentole di grandi dimensioni.

Le 2 zone di cottura possono comunque essere utilizzate separatamente, con potenza regolabile in maniera indipendente, in caso di pentole più piccole.

piano a induzione Hotpoint-Ariston, KIO 632 CP CE’ grazie a questa tecnologia che si ha l’adattamento della superficie del piano alle pentole e non viceversa, in quanto si attiva la reazione per il calore solo nelle zone dove viene rilevata la dimensione, mentre la restante superficie rimane fredda.

Il piano a induzione KIO 632 CP C ha comandi Touch Control, limitatore di potenza, 9 livelli di potenza, 4 timer elettronici, 4 spie di calore residuo, funzione Booster e funzione Child Lock oltre, ovviamente, alle già citate 3 zone di cottura di cui 1 con Flexi Zone.

Neff_ Piano ad induzione Flexinduction. L. 60Neff è stata tra le prime aziende a produrre piani ad induzione, e l'esperienza in questo campo ha stimolato l'analisi di esigenze nuove che hanno portato alla nascita di articoli quali il piano Flexinduction.

Ha la caratteristica principale di essere diviso in 2 aree: una con 2 zone di cottura tradizionale, l'altra da gestirsi in maniera, appunto, flessibile, sia come unica zona, sia come tante piccole zone-cottura contemporaneamente.

In questo modo, si può sistemare sul piano una grande pentola, e contemporaneamente una mini moka e un pentolino affiancati, oppure una teglia rettangolare che prende tutto lo spazio.

Neff_ Twistpad.Nessun vincolo, quindi, grazie alle bobine distribuite in maniera uniforme sottopiano, che garantiscono la generazione di un campo magnetico per tutto il piano, che entra in azione in maniera puntuale, a seconda della grandezza della pentola.

Questa grande flessibilità si coniuga con una tecnologia che assicura consumi bassissimi. Per un pasto completo, ad esempio, è calcolato un consumo di 2 kw, con tempi ridottissimi per portare ad ebollizione 2 litri d'acqua (3 minuti). Questo comporta la possibilità di conservare un normale contratto standard per l'energia ad uso domestico di 3,3 kw.

Grazie al sistema di controllo Powermanagement brevettato, i piani Neff assicurano anche l'adeguamento del piano al contatore, per cui l'assorbimento rimane calibrato rispetto a questo, assicurando che non venga mai superato. Niente più black out!

Twistpad® è invece il comando removibile a magnete che permette la scelta e la regolazione della zona cottura con un semplice tocco. Rimuovendo il magnete, viene attivato il blocco sicurezza del piano, utile in caso di avvio accidentale.

Smeg_ Piano ad induzione SE641ID1. L.60.Basso assorbimento per un rendimento efficiente anche per il piano ad induzione SMEG SE641ID1, che assorbe per un massimo di 2,8 kW  di potenza impostata assicurandone l'utilizzo con impianti standard domestici.

Anche in questo caso esiste un sistema di controllo, la funzione aggiuntiva ECO-logic, che riduce automaticamente la potenza  in modo da evitare il black out elettrico, nel caso si dovesse verificare un aumento di potenza assorbita rispetto a quella disponibile in quel momento.

I comandi sono Touch Control, mentre sono 9 i livelli di potenza. Per la sicurezza dei bambini esiste il blocco comandi, nonostante ci sia comunque un dispositivo antisurriscaldamento e spie di calore residuo.


Piani cottura a induzione touch


Siemens, da sempre all’avanguardia nel proporre nuove soluzioni per una casa moderna e funzionale, propone i piani ad induzione touchSlider, che coniugano design e tecnologia innovativa con la massima funzionalità.

piano a induzione Siemens touchSliderIl display elettronico del piano permette di modificare l’intensità del calore in modo semplice ed intuitivo: basta sfiorare il piano con un dito, verso destra oppure verso sinistra, per aumentare o diminuire la potenza.

La grande innovazione del piano touchSlider è il dispositivo powerManagement, che consente di controllare l’assorbimento massimo di energia elettrica del piano cottura stesso, adattandolo anche ai più classici contatori italiani da 3 kW.

Questo sistema permette, infatti, di pre-impostare l’assorbimento massimo del piano cottura, per una migliore gestione dei carichi di corrente e di conseguenza dei consumi elettrici.

Il piano dispone inoltre della funzione powerBoost che consente di aumentare fino al 50% la potenza del calore rendendo estremamente più rapidi i tempi di cottura.

Articolo: Piani cottura ad induzione
Valutazione: 4.36 / 6 basato su 42 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 124
  • 7
  • 0
  • 2
Commenta su Piani cottura ad induzione
Caratteri rimanenti
  • Angela-lariccia
    2 giorni fa
    Salve! ho un piano di cottura rex modello KTI6402XE.L' ho acquistato circa un anno fa e non ho mai avuto nessun tipo di problema,solo che da circa un mese capita spesso che prenda la corrente sia sul piano che sul lavandino, sia quando la cucina è spenta che quando è accesa.Non so se è solo questione di caldo o umidità nell'aria.E' possibile che si sia rovinato qualcosa?se si cosa?grazie mille a chi potrà aiutarmi
    rispondi al commento
  • Lisa P
    Venerdì 14 Dicembre 2012, alle ore 20:27
    Abbiamo comprato un piano cottura Smeg con 5 fuochi.
    I fuochi smettono di funzionare all'improvviso.
    Secondo la Smeg è normale. Dice che ci sono 5 fuochi ma che se ne possono usare al massimo due alla volta.
    Allora, perché spendere di più per comprare un piano grande invece di un piccolo con due fuochi?
    rispondi al commento
    • Arch.pierri Lisa P
      Martedì 18 Dicembre 2012, alle ore 09:54
      Per Lisa P: I piani di cottura a induzione sono tutti dotati di un sistema che evita blackout elettrici, controllando la potenza totale utilizzata dai vari fuochi, che non deve superare quella del contratto domestico in uso. Non dipende tanto dal numero dei fuochi in uso contemporaneamente, ma dalla loro potenza. Per poterli utilizzare tutti dovrebbe considerare l'idea di un contratto di fornitura per potenza maggiore rispetto al normale.
      rispondi al commento
  • Paolo massocco
    Mercoledì 3 Ottobre 2012, alle ore 20:51
    Il piano ad induzione può andare bene anche per l'esterno oppure ci sono controindicazioni ? g Grazie Paolo Massocco
    rispondi al commento
    • Arch.pierri Paolo massocco
      Giovedì 4 Ottobre 2012, alle ore 09:30
      Per Paolo massocco: Nessuna controindicazione, tranne i normali accorgimenti che si adottano nel caso di apparecchi collegati ad una rete elettrica. Trova un esempio di applicazione collegandosi al link che le segnalo: http://blog.lavorincasa.it/2012/07/elettrodomestici-pratici/
      rispondi al commento
Notizie che trattano Piani cottura ad induzione che potrebbero interessarti
Pentole per piano ad induzione

Pentole per piano ad induzione

Per cucinare con un piano ad induzione in vetroceramica, sono necessarie delle pentole specifiche, in acciaio o ghisa, dotate di fondo apposito e magnetico.
I piani cottura del futuro

I piani cottura del futuro

Una cucina dotata di un piano cottura in vetroceramica al posto dei tradizionali fuochi, assume indubbiamente un aspetto ipertecnologico ed estremamente
Piani cottura per tutti i gusti

Piani cottura per tutti i gusti

A gas, elettrici o a induzione, i piani cottura più attuali garantiscono prestazioni elevate a fronte di consumi sempre più contenuti e forme dal design innovativo.
Tecnologia in cucina

Tecnologia in cucina

Nuovi frigoriferi, congelatori e piani cottura.
Piano cottura portatile a induzione

Piano cottura portatile a induzione

Oltre agli elettrodomestici cosiddetti freestanding e a quelli incassati, ci sono quelli portatili, categoria forse ancora poco esplorata, ma che offre tanti vantaggi.
IMMOBILIARE
prezzi cucina
costi cucina
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Alessi mw304b dressed bistecchiera in alluminio, adatta alla cottura ad induzione con rivestimento antiaderente, nero
      Alessi mw304b dressed bistecchiera...
      102.00
    • Kenwood km086 cooking chef robot da cucina, colore: silver
      Kenwood km086 cooking chef robot...
      1.09
    • Kenwood cooking chef major km 086
      Kenwood cooking chef major km 086...
      1.10
    • Silit 2424250102 padella silargan® universale e professionale, piatta, senza coperchio, 24 cm Ø
      Silit 2424250102 padella...
      49.68
    • Frabosk piastra adattatrice per induzione frabosk 14cm
      Frabosk piastra adattatrice per...
      10.00
    • Bialetti batteria di pentole 10 pezzi - induction simplicity aeternum grigio ottimizzato per piani ad induzione
      Bialetti batteria di pentole 10...
      66.79
    • Kenwood robot da cucina kenwood km086
      Kenwood robot da cucina kenwood...
      1.12
    • Berghoff - scala ferno green, bistecchiera in alluminio con rivestimento in granito ø 28 cm
      Berghoff - scala ferno green,...
      64.00
    • Tv das original 02435 bratmaxx set pentole in ceramica, 8 pezzi, colore: antracite
      Tv das original 02435 bratmaxx set...
      69.99
    • Bialetti batteria di pentole 5 pezzi - energy stone aeternum ottimizzato per piani ad induzione
      Bialetti batteria di pentole 5...
      52.89
    • Smeg se2640td2 - piano cottura a induzione, 60 cm
      Smeg se2640td2 - piano cottura a...
      285.85
    • Tv das original 02515 - set bratmaxx, 3 pentole e 1 padella per cottura a induzione, in ceramica, con coperchi, colore: verde
      Tv das original 02515 - set...
      69.99

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE