Lo Scannafosso nei fabbricati

News di Progettazione
Lo stato di consistenza del fabbricato dipende anche da strutture edilizie non a vista, come ad esempio lo Scannafosso, posto nei piani sotto quota di campagna.
Lo Scannafosso nei fabbricati
Arch. Emanuele Distefano
Arch. Emanuele Distefano

schema di uno scannafossoVi sono strutture edilizie che, pur se importanti per la protezione dell’involucro esterno del fabbricato, non sono conosciute alla stessa stregua di pilastri, tamponamenti, tramezzi, ecc.

Un esempio ne è lo Scannafosso, di fondamentale importanza soprattutto se l’edificio ha delle parti poste sotto il piano di campagna.

Funzione dello Scannafosso


struttura di fondazione e parete rocciosaLa funzione dello scannafosso è di isolare le pareti di locali interrati e seminterrati (situate in adiacenza al terreno), dalla trasmissione di umidità presente nel suolo e quindi di preservare gli ambienti da condizioni di insalubrità.

Questo fenomeno potrebbe anche comportare la risalita capillare dell’umidità ai piani superiori (maggiormente evidente in strutture murarie) creando altri danni al fabbricato.

Modalità costruttive


Volendo analizzare gli aspetti costruttivi, lo scannafosso è nei fatti un’intercapedine posta a cintura perimetrale del fabbricato, avente una larghezza ridotta o tale da permettere l’eventuale movimento di una persona.

particolare scannafosso con condotte di fogna e elettricheQuesta condizione si manifesta quando lo spazio è utilizzato anche per il passaggio di condotte impiantistiche come: scarico fognario, acque bianche, ecc., e dove è quindi necessario l’accesso per eseguire interventi di manutenzione.

In alcune foto allegate si notano, ad esempio, dei tubi in polietilene per lo smaltimento di acque meteoriche e nere, e un cavidotto corrugato utilizzato per allacci elettrici.

La possibilità, inoltre, di collocare queste reti impiantistiche (solitamente condominiali) all’interno di questi cunicoli, permette una rapida esecuzione dei lavori senza necessità di altri scavi e opere edili.

Per fabbricati esistenti


La realizzazione di uno scannafosso è possibile anche per fabbricati esistenti e dove sono maggiormente evidenti i fenomeni di degrado dovuti a umidità del suolo.

particolare scannafosso con griglia di areazione e condotta impiantisticaChiaramente ogni singola soluzione deve essere attuata in funzione della tipologia del terreno, e quindi della necessità di realizzare o no un muro di sostegno lungo il perimetro a ridosso con il terreno.

Vi sono altri aspetti correlati, come la natura e consistenza delle murature perimetrali, la profondità delle strutture in fondazione, ossia di quelle condizioni che determinano le fasi di realizzazione di questa opera edilizia. 

Oltre questa situazione, inoltre, non bisogna trascurare la necessità di creare delle griglie d’areazione (a quota pavimento esterno), indispensabili per dare origine alla ventilazione interna e quindi di permettere l’evacuazione dell’umidità interna.

Una soluzione tecnica in un fabbricato di recente costruzione


Nelle foto di seguito allegate, si evince il blocco di fondazione a plinti del fabbricato, lo scavo a sezione e la parete rocciosa frontale.

particolare scannafosso con muro di sostegno in fase di costruzioneDalla posizione dell’armatura dei plinti si evidenzia che, tra il filo struttura e la parete di roccia, è stata lasciata una certa profondità necessaria per creare lo scannafosso.

In altre illustrazioni, che ritraggono fasi di costruzione successive, si nota il filo pilastri e il tamponamento in laterizi che, di fatto, costituisce la muratura interna del seminterrato e il fronte roccioso posto a una distanza di circa 80/100 centimetri.

griglie di areazione scannafosso poste a pavimento esternoQuesta larghezza ha permesso, nei fatti, la sistemazione di parte degli impianti condominiali e sarà sufficiente in seguito, al passaggio di un operatore per eventuali interventi manutentivi.

Di fondamentale importanza sono le finestre di areazione, visibili in foto sia all’interno del cunicolo e sia all’esterno a quota pavimento.
Per l’eventuale stillicidio di acqua piovana, proveniente da queste aperture, è stato previsto un canale di scolo collegato direttamente alla vasca di raccolta posta in prossimità della scivola d’ingresso.

In questa soluzione tecnica non vi è stata la necessità di costruire un muro di sostegno (trattandosi di roccia calcarea dura e compatta), ma può essere indispensabile, per esigenze statiche, realizzare una struttura in cemento armato perimetrale per sostenere la spinta del terreno.

sistemazione esterno su muro di sostegno scannafossoPer completare la parte esterna del muro di sostegno, è opportuno addossare alla struttura del materiale arido e di collocare, sulla parete, un telo drenante costituito da una membrana alveolare in polipropilene.

Questa composizione (materiale arido e telo drenante) permette una migliore protezione della struttura perimetrale in C.A. piuttosto che utilizzare terre di tipo vegetale per riempire i vuoti.

Il motivo sostanziale di questa condizione deriva dal fatto che le terre, trattenendo naturalmente più acqua, aumentano la trasmissione di umidità.

Le varie soluzioni fin qui proposte sono state trattate chiaramente secondo un aspetto generale.
Spetta, infatti, al progettista stabilire le modalità esecutive e le dimensioni di questa struttura edilizia, anche in funzione di determinate variabili dello stato di fatto e delle condizioni strutturali del fabbricato.

Articolo: Lo Scannafosso nei fabbricati
Valutazione: 5.29 / 6 basato su 7 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
Commenta su Lo Scannafosso nei fabbricati
Caratteri rimanenti
Notizie che trattano Lo Scannafosso nei fabbricati che potrebbero interessarti
Recupero di murature umide

Recupero di murature umide

Sottovalutare il problema dell'umidità negli edifici provoca un peggioramento del danno, è quindi necessario intervenire in tempo e porre rimedio.
Umidità da risalita: cause e soluzioni.

Umidità da risalita: cause e soluzioni.

L'umidità di risalita o ascendente, rappresenta il fenomeno più diffuso nelle nostre abitazioni, questo tipo di umidità è causato dal fenomeno della capillarità.
Umidità di risalita capillare

Umidità di risalita capillare

L'umidità di risalita capillare è un fenomeno che se interessa i muri della nostra casa può provocare danni statici alla struttura e creare ambienti insalubri.
Barriere chimiche all’umidità

Barriere chimiche all’umidità

L?umidità di risalita è un fenomeno presente in molti edifici ed è causata dalla capillarità delle murature, grazie alla quale l?acqua presente
Una centralina antimuffa

Una centralina antimuffa

Eliminare l'umidita' di risalita con l'elettrofisica ha il vantaggio di non invadere con mezzi demolitori le murature, la tecnica consiste nell'installare una famiglia di centraline elettroniche - Lavorincasa.it
QUANTO COSTA?
Prezzi prodotti e servizi per PROGETTAZIONE
COSTI DI RISTRUTTURAZIONE?
Costi di ristrutturazione per PROGETTAZIONE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE







SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Casa in legno o muratura classe a
      Casa in legno o muratura classe a...
      280000.00
    • Antisale con regolatore-idrosalino
      Antisale con regolatore-idrosalino...
      6.00
    • Demolizione muratura
      Demolizione muratura...
      30.00
    • Carotaggio
      Carotaggio...
      2.00
    • Kwb set 6 frese a tazza per metallo con valigetta per muratura kwb per cemento cartongesso tavolato
      Kwb set 6 frese a tazza per...
      59.90
    • Cucina in muratura roma
      Cucina in muratura roma...
      1300.00
    • Canna fumaria
      Canna fumaria...
      150.00
    • Demolizione muratura al mq roma
      Demolizione muratura al mq roma...
      20.00
    • Cucine in muratura
      Cucine in muratura...
      1200.00
    • Lavabo in muratura
      Lavabo in muratura...
      300.00
    • Risanamento muratura
      Risanamento muratura...
      4500.00
    • Scale in muratura
      Scale in muratura...
      1650.00

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE