Successione testamentaria e testamento olografo

NEWS DI Proprietà
Il testamento olografo deve essere scritto, datato e sottoscritto dal testatore ed è invalido se non risulta espressione della libera e piena volontà del defunto.
25 Marzo 2015 ore 00:29

Principi in materia di successioni: tutela della volontà e della famiglia


TestamentoSecondo il nostro ordinamento al momento della morte si apre la successione ereditaria, la cui funzione è sostanzialmente quella di evitare buchi nelle titolarità dei rapporti. Precisamente, la successione si apre al momento della morte e nel luogo della morte (v. art. 456 c.c.).

L'eredità si può trasmettere per legge o per testamento. La successione per legge si applica solo se manca, in tutto o in parte, un testamento. Ma le disposizioni testamentarie non possono ledere i diritti dei cosiddetti legittimari, cioè di coloro che hanno diritto per legge ad una quota di eredità; quota di cui, dunque, il cosiddetto de cuius (cioè il testatore) non può disporre.

Dunque, per un verso il nostro ordinamento tutela la volontà e la libertà del testatore di disporre dei propri beni, ma per l'altro tutela la famiglia e la conservazione del patrimonio nella cerchia familiare.


Testamento e volontà


Il primo dei due principi indicati, cioè la tutela della volontà, si persegue principalmente attraverso le regole in materia di testamento (naturalmente le norme sul testamento disciplinano anche altri aspetti). La volontà di disporre circa le proprie sostanze (anche in parte) per il tempo in cui si avrà cessato di vivere può cioè manifestarsi solo con il testamento (anche se il testamento può avere un contenuto anche solo esclusivamente non patrimoniale, v. art. 587 c.c.).

Si parla in questo caso di tipicità dell'atto: cioè, se si vuole decidere cosa, come e a chi trasmettere l'eredità o parte di essa, lo si può fare solo tramite un atto specifico, previsto dalla legge, quale è il testamento, nelle forme e alle condizioni prescritte.

Nel testamento dunque la volontà del testatore deve potersi esprimere pienamente e liberamente. Allora, tanto è efficace il testamento, se risulta espressione valida di tale volere, tanto non lo è, dunque è invalido, se emerge che per un motivo o per un altro l'atto non è espressione di tale volere. I paletti posti dalla legge alla forma e pubblicazione dell'atto sono volti principalmente in tal senso.

Il testamento rappresenta spesso nel nostro immaginario, non a caso, l'atto intorno al quale si concentrano le azioni di soggetti avidi, manipolatori e senza scrupoli (a chi non vengono in mente scene di vita vissuta, oppure, film o libri, vecchi e nuovi, dove qualche losco personaggio circuisce il facoltoso prossimo alla morte e poi, se è il caso, lo elimina per giunta, o dove si distruggono o nascondono testamenti trovati inaspettatamente, o dove, ancora, compare all'improvviso sulla scena qualcuno al corrente delle ultime volontà espresse dal defunto...).

In quanto espressione della volontà di una persona, il testamento è un atto unilaterale e unipersonale, dove cioè è espressa la volontà di una sola parte, anzi di una sola persona: non sono infatti ammessi testamenti detti congiuntivi o reciproci: testamenti cioè fatti da più persone, a vantaggio di un terzo, o di tipo reciproco (v. art. 589 c.c.).

Non è recettizio, cioè non necessita della ricezione da parte di qualcuno per completarsi.

È sempre revocabile, sino, naturalmente, alla morte.

È un atto talmente personale da essere definito un atto personalissimo.

Fare testamentoLe norme poste a garanzia della libera volontà del de cuis prescrivono ad es.: i casi di incapacità di testare, casi in cui la volontà non può considerarsi piena e libera (in tal senso non possono testare i minori di età, gli interdetti per infermità mentale; coloro che seppure non interdetti, si dimostri che al momento della formulazione del testamento erano incapaci di intendere e volere) (v. art. 591 c.c.).

Sempre a tutela della volontà del de cuius sono previsti i casi di incapacità di ricevere per testamento, che comprendono sostanzialmente quelle categorie di persone che per la vicinanza con il de cuius possono sostanzialmente influire sulla sua volontà (in tal senso prescrivono le norme sulla nullità delle disposizioni testamentarie a favore del tutore e del protutore; nel testamento pubblico, del notaio, dei testimoni, dell'interprete e di chiunque altro intervenga al testamento; nel testamento segreto sull'incapacità di ricevere di chi ha scritto o ricevuto il testamento segreto, e infine delle disposizioni a favore dei soggetti suindicati attraverso interposta persona (v. artt. 596, 597, 598 e 599 c.c.).

Inoltre, la disposizione testamentaria può essere impugnata quando risulta l'effetto di violenza, dolo o errore (v. art. 624 c.c.). In particolare, in materia testamentaria il dolo assume alle volte una forma più blanda, ma altrettanto efficace.

Tenendo conto cioè del fatto che la volontà di una persona anziana o comunque prossima al decesso è mediamente più influenzabile, secondo la giurisprudenza, per trattarsi di dolo, non possono esservi delle semplici blandizie, richieste, sollecitazioni e simili, ma, comunque, dei veri e propri artifici e raggiri, idonei a creare una errata rappresentazione della realtà orientando la volontà del testatore in un modo che altrimenti non ci sarebbe stato; la valutazione circa la presenza del dolo va fatta, sempre secondo i giudici, tenuto conto delle condizioni psichiche e fisiche, culturali e ambientali del de cuius (tra tante, v. Cass. n. 2007/1990).

Inoltre, per garantire al massimo la libera volontà, il testamento può contenere, con certi limiti, condizioni, termini e oneri (v. artt. 633 e ss, c.c.).

La volontà deve essere libera ma deve essere chiara e non errata: se non lo è la legge interviene a vietare o integrare (v. ad es. artt. 624-634 c.c.).


Testamento olografo e volontà


Va da sè che l'esigenza di garanzia della validità dell'atto rispetto alla volontà è più forte nel caso del testamento olografo, di quel testamento, cioè, scritto di suo pugno dal testatore.

Il testamento infatti può essere olografo, o per atto di notaio; e, se per atto di notaio, può essere pubblico o segreto (v. art. 601 c.c.).

L'ordinamento, dunque, se per un verso pone i requisiti rigorosi per la validità del testamento, al contempo consente che il cittadino sia libero di scegliere se redigerlo da solo, oppure alla presenza del notaio. Le norme specifiche del testamento olografo rispondono proprio alla specifica esigenza di garantire che la volontà così espressa risulti libera e piena.

Vediamo dunque quali norme regolamentano il testamento olografo.

Questo deve essere, secondo la legge scritto per intero, datato e sottoscritto di mano dal testatore. La sottoscrizione deve essere posta alla fine delle disposizioni. Se anche non è fatta indicando nome e cognome, è tuttavia valida quando designa con certezza la persona del testatore.

La data deve contenere l'indicazione del giorno, mese e anno. La prova della non verità della data è ammessa soltanto quando si tratta di giudicare della capacità del testatore, della priorità di data tra più testamenti o di altra questione da decidersi in base al tempo del testamento (art. 602 c.c.).

La volontà espressa deve innanzitutto risultare definitiva; si deve cioè poter escludere che il testatore abbia poi cambiato idea (v. Cass. n. 834/1965).

Si deve poi ovviamente potere escludere l'influenza di terzi nella redazione dell'atto: una copiosa e non conforme giurisprudenza ha dovuto cimentarsi con tali casi, decidendo alle volte che il semplice aiuto alla mano tremante non avesse condizionato il contenuto dell'atto (v. Trib. A. Piceno 12 marzo 2010, Cass. n. 32/1992) e altre decidendo invece il contrario (v. Cass. nn. 3163/1993, 12458/2004, 24882/13).

TestamentoAltro caso riguarda le correzioni di terzi sul testo: in tal caso ad es. si è deciso che la volontà non deve considerarsi inficiata se risulta che l'intervento del terzo non sia stato tale da influenzarla (v. Cass. nn. 9905/09 e 26406/2008). Ha fatto la differenza la posizione in cui si trovava l'aggiunta del terzo: se ad es. fuori dalla disposizione testamentaria, il requisito dell'olografia è stato considerato salvo (v. Cass. n. 26258/2008).

Nel caso della presenza nello stesso documento di scritti di una mano diversa apposti dopo la sottoscrizione del testatore è stato deciso che detti scritti, di per sé, non possono invalidare per intero la parte testamentaria redatta dal testatore (v. Cass. n. 1239/12).

Nella numerosa casisitica l'obiettivo delle decisioni è sempre quello di ricostruire la reale volontà del de cuius.


Testamento olografo, sottoscrizione e grafia


In tal senso è stato deciso ad esempio che la sottoscrizione deve essere apposta alla fine delle disposizioni e non a margine della scheda (v. Cass. n. 25275/07); che l'esame grafologico può essere fatto solo sull'originale (v. Cass. nn. 1902/09 e 25845/08); che il testamento deve essere sottoscritto, nè ovvia alla mancanza della sottoscrizione la firma sulla busta del testamento (v. Cass. n. 15379/2000); che il testamento olografo può anche avere la forma di una lettera inviata ad uno degli eredi o ad un terzo (v. Cass. nn. 134/1964 e 22420/13).

Se redatto in più fogli, è stato richiesto che tra i fogli ci fosse collegamento materiale e logico, in assenza, per alcuni non è stato però escluso il tentativo per indagare se tra i rimanenti fogli collegati si possa ricostruire la reale volontà del testatore (v. Cass. n. 4329/1979).

L'allegazione del documento di un terzo, come una planimetria redatta da un geometra, relativa a immobili comunque descritti nell'atto non è stata ritenuta causa di perdita del requisito dell'autografia (v. Cass. n. 4492/14).

La scrittura deveve essere quella abituale del testatore, per consentire eventuali controlli di autenticità.

Rigore verso ogni contraffazione e ricerca incessante della vera volontà del testatore, insomma.


Invalidità del testamento olografo


Da quanto detto è agevole comprendere perchè la legge prevede, all'art. 606 c.c., che il testamento olografo è nullo se manca l'autografia o la sottoscrizione del testatore; a differenza del testamento per notaio, per il quale la nullità è invece prevista se manca la redazione per iscritto, da parte del notaio, delle dichiarazioni del testatore e se manca la sottoscrizione, del testatore o del notaio.

Per entrambe le forme di testamento, la stessa norma prevede la possibilità di esperire l'azione di annullamento per ogni altro difetto di forma, come ad esempoio, se manca la data.

L'istanza può essere proposta da chiunque vi abbia interesse e l'azione di annullamento si prescrive entro cinque anni dal giorno in cui viene data esecuzione alle disposizioni testamentarie.


Testamento olografo e testamento segreto


Se il testamento segreto manca di qualche requisito previsto dalla legge, vale come testamento olografo, se ne ha i requisiti (v. art. 607 c.c.).

Testamento segretoNon è possibile invece che il testamento pubblico vale come quello olografo, perchè questo deve essere redatto dalla persona e non invece dal notaio, come quelo pubblico (v. Cass. n. 1689/1964).

Sia il testamento segreto che quello olografo (che è stato depositato) possono dal testatore essere sempre ritirati dal notaio presso il quale si trovano.

In tal caso il notaio redigerà un verbale della restituzione; il verbale sarà sottoscritto dal testatore, da due testimoni e dal notaio; se il testatore non potrà sottoscrivere, se ne farà menzione nel verbale.

Quando il testamento è depositato in un pubblico archivio, il verbale è redatto dall'archivista e sottoscritto dal testatore, dai testimoni e dall'archivista medesimo. Della restituzione del testamento si prende nota in margine o in calce all'atto di consegna o di deposito
(v. art. 608 c.c.).


Pubblicità del testamento olografo


Ai sensi dell'art. 620 c.c. il testamento olografo deve essere immediatamente presentato dal notaio per essere reso pubblico da chi lo possiede, non appena questi ha notizia del decesso del testatore.

Chiunque ipotizza di potervi avere interesse può chiedere, con ricorso al tribunale del circondario in cui si è aperta la successione, che sia fissato un termine per la presentazione del testamento.

Ricevuto il testamento, il notaio procede alla pubblicazione, che avverrà in presenza di due testimoni, redigendo nella forma degli atti pubblici un verbale nel quale descrive lo stato del testamento, ne riproduce il contenuto e fa menzione della sua apertura, se è stato presentato chiuso con sigillo.

Il verbale è sottoscritto dalla persona che presenta il testamento, dai testimoni e dal notaio.

Ad esso sono uniti la carta in cui è scritto il testamento, vidimata in ciascun mezzo foglio dal notaio e dai testimoni, e l'estratto dell'atto di morte del testatore o copia del provvedimento che ordina l'apertura degli atti di ultima volontà dell'assente della sentenza che dichiara la morte presunta.

Nel caso in cui il testamento è stato depositato dal testatore presso un notaio, la pubblicazione è eseguita dal notaio depositario.

Avvenuta la pubblicazione, il testamento olografo ha esecuzione. Per giustificati motivi, su istanza di chiunque vi ha interesse, il tribunale può disporre che periodi o frasi di carattere non patrimoniale siano cancellati dal testamento e omessi nelle copie che fossero richieste, salvo che l'autorità giudiziaria ordini il rilascio di copia integrale (art. 620 c.c.).

Ai sensi dell' art. 622 c.c. il notaio deve trasmettere alla cancelleria del tribunale, nella cui giurisdizione si è aperta la successione, copia in carta libera del verbale di pubblicazione del testamento olografo e segreto e copia del testamento pubblico.

Dopo la pubblicazione il notaio deve comunicare l'esistenza del testamento agli eredi e legatari di cui conosce il domicilio o la residenza.


Distruzione del testamento olografo


Il testamento olografo che risulti distrutto, lacerato o cancellato, in tutto o in parte, si considera in tutto o in parte revocato, a meno che si provi che fu distrutto, lacerato o cancellato da persona diversa dal testatore, ovvero si provi che il testatore non ebbe l'intenzione di revocarlo (art. 684 c.c.).

È bene tenere presente che, chi consapevolmente tenga nascosto un testamento è responsabile del reato di cui all'art. 490 c.p., che punisce chi distrugge, sopprime o occulta un atto pubblico o una scrittura privata veri.

riproduzione riservata
Articolo: Il testamento olografo
Valutazione: 4.20 / 6 basato su 5 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Il testamento olografo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Il testamento olografo che potrebbero interessarti
Il Testamento e la successione testamentaria

Il Testamento e la successione testamentaria

Nel testamento la volontà del defunto viene espressa per iscritto, di proprio pugno o a macchina, per il tempo in cui avrà cessato di vivere la sua esistenza terrena.
La Revoca del testamento

La Revoca del testamento

Il testamento è un atto revocabile. In qualsiasi momento della sua esistenza, il testatore ha la facoltà di annullare, modificare o integrare le disposizioni contenute.
Denuncia di Successione

Denuncia di Successione

Quando nell'asse ereditario vi sono beni immobili, va sempre presentata la denuncia di successione, sia che si tratti di successione legittima che testamentaria.
Invio telematico della dichiarazione successione, quali novità?

Invio telematico della dichiarazione successione, quali novità?

A partire dal 23 gennaio 2017 la dichiarazione di successione potrà essere presentata per via telematica. Dal 1° gennaio 2018 sarà l'unico modo di presentazione.
Servitù volontarie e coattive, alcune differenze

Servitù volontarie e coattive, alcune differenze

La differenza tra servitù volontarie e coattive non si ferma solamente alle possibili differenti modalità di costituzione ma si spinge fino ai motivi di estinzione.
accedi al social
Registrati come Utente
276527 UTENTI REGISTRATI
Registrati come Azienda
21004 AZIENDE REGISTRATE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Affettatrice a gravità, lama 195 professionale
      Affettatrice a gravità,...
      206.42
    • Sandisk z400s ssd interno da 128gb, msata, nero
      Sandisk z400s ssd interno da 128gb...
      54.00
    • Annaffiatoio fenicottero per bottiglie
      Annaffiatoio fenicottero per...
      6.90
    • Settimino maxi cm.76x41x127h ciliegio
      Settimino maxi cm.76x41x127h...
      138.99
    • Sandisk hard disk interno sandisk ssd notebook upgrade tool k
      Sandisk hard disk interno sandisk...
      20.71
    • Candy lavatrice cs1272d3
      Candy lavatrice cs1272d3...
      229.00
    • Progetto d'arredamento per ristrutturazione
      Progetto d'arredamento per...
      150.00
    • Irrigatore a picchetto SPIKE-JET Claber
      Irrigatore a picchetto spike-jet...
      6.20
    • Trasporto pianoforte Milano e provincia
      Trasporto pianoforte milano e...
      400.00
    • Ombrellone quadrato
      Ombrellone quadrato...
      950.00
    • Cucine prof. 50 cm Milano e provincia
      Cucine prof. 50 cm milano e...
      500.00
    • Tenda a rullo per finestre tetti
      Tenda a rullo per finestre tetti...
      54.00
    • Samsung addwash wd90k6400ow
      Samsung addwash wd90k6400ow...
      649.99
    • Ferm fresatrice verticale 1300w - velocità rotazione 9000-30000 giri - min - profondità fresatura max 60 mm completa di accessori
      Ferm fresatrice verticale 1300w -...
      120.99
    • It wash lavatrice slim carica frontale capacità di carico 5 kg classe energetica a+ profondità 44 cm centrifuga 1000 giri - e3s510l
      It wash lavatrice slim carica...
      182.07
    • Saeco incanto hd8911-02 - macchina da caffè espresso automatica, 1850w, nero
      Saeco incanto hd8911-02 - macchina...
      414.00
    • Elica cappa cucina filtrante a parete larghezza 80 cm colore acciaio - prf0006872 elektra ix-f-80
      Elica cappa cucina filtrante a...
      253.94
    • Beko ventilatore a piantana da terra con telecomando e timer oscillante 26 velocità motore inverter silenzioso - efs8000w
      Beko ventilatore a piantana da...
      92.95
    • Traslocare a Milano
      Traslocare a milano...
      300.00
    • Traslochi uffici Milano
      Traslochi uffici milano...
      400.00
    • Haier climatizzatore inverter classe a+++ gas r32
      Haier climatizzatore inverter...
      731.00
    • Avvolgitubo Acquapony Kit Claber
      Avvolgitubo acquapony kit claber...
      29.30
    • Comò lombardo intarsiato in noce radica di
      Comò lombardo intarsiato in...
      1900.00
    • Noleggio autoscala Milano
      Noleggio autoscala milano...
      300.00
    • Settimino maxi cm.76x41x127h bianco frassinato
      Settimino maxi cm.76x41x127h...
      138.99
    • Samsung lavasciuga samsung wd80j6410aw 1400 giri - lava 8 asciuga 6 - garanzia italia - immediatamente disponibile
      Samsung lavasciuga samsung...
      518.50
    • Tristar mini frigo portatile elettrico per auto capacità 24 litri alimentazione 12v colore blu - kb-7224
      Tristar mini frigo portatile...
      45.33
    • Indesit xwda 751280x w - lavasciuga, 1200 giri, a, 7 kg
      Indesit xwda 751280x w -...
      319.99
    • Kenwood kmx50.rd
      Kenwood kmx50.rd...
      219.99
    • Kenwood kmix kmx 50
      Kenwood kmix kmx 50...
      219.99
    • Traslochi nazionali e internazionali, groupage
      Traslochi nazionali e...
      800.00
    • Sistema antiumidità pvc neutro
      Sistema antiumidità pvc...
      19.00
    • Trasloco camera da letto completa Milano
      Trasloco camera da letto completa...
      500.00
    • Traslocare casa a Milano
      Traslocare casa a milano...
      200.00
    • Mitsubishi climatizzatore inverter trial split 9+9+12 zen
      Mitsubishi climatizzatore inverter...
      2440.00
    • Noleggio piattaforma aerea Milano
      Noleggio piattaforma aerea milano...
      80.00
Cersaie
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Immobiliare.it
  • Mansarda.it
  • Weber
  • Vimec
  • Onlywood
  • Policarbonato online
  • Officine Locati
  • Ceramica Rondine
  • Black & Decker
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 250.00
foto 4 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2017
€ 150.00
foto 6 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 900.00
foto 4 geo Parma
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 500.00
foto 6 geo Milano
Scade il 31 Dicembre 2017
€ 1.50
foto 0 geo Messina
Scade il 01 Gennaio 2018
€ 68.00
foto 5 geo Roma
Scade il 31 Agosto 2017
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
97901
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok