Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

I permessi per la veranda

News di Normative
E' bene sapere che la veranda costituisce, dal punto di vista urbanistico, un aumento di volumetria dell'immobile ed esteticamente comporta una modifica della facciata.
I permessi per la veranda
Arch. Carmen Granata

Realizzare una veranda


verandaUn porticato aperto, un terrazzo adiacente al soggiorno o parte di un balcone da utilizzare come ripostiglio: sono tutte situazioni in cui ci si può trovare di fronte alla possibilità di far realizzare una veranda, sia essa con struttura in legno o in metallo, con serramenti apribili o fissi.

La veranda, a seconda delle dimensioni, può essere utilizzata come semplice ripostiglio o spazio in più per lo stivaggio, ma anche come ampliamento della casa verso l’esterno, quindi in essa è possibile ricavare una zona per il pranzo, per il relax o per lo studio.
Con il sussistere di determinate condizioni ambientali, la veranda può essere utilizzata anche come serra per la coltivazione di piante.

Essa è quindi un elemento che aggiunge alla casa una stanza in più, aumentandone il valore commerciale e il pregio estetico, se realizzata con determinati criteri, perché comporta una modifica della facciata.


Quando è possibile realizzare una veranda?


E’ bene però sapere che la veranda rappresenta, dal punto di vista urbanistico, un aumento di volumetria dell’immobile ed esteticamente comporta una modifica della facciata.
Come tale è quindi soggetta a precise regole.

verandaInnanzitutto l’immobile in cui si vuole realizzare la veranda deve avere ancora una volumetria residua da sfruttare.
Poi questo nuovo volume deve essere tale che vengano comunque rispettati i requisiti aero illuminanti stabiliti dal regolamento d’igiene.
Inoltre, possono esserci ulteriori requisiti fissati dai regolamenti locali, come ad esempio non poter superare una certa ampiezza, l’utilizzo di determinati materiali, o una percentuale da rispettare per le superfici finestrate.

Pertanto, prima di procedere alla sua realizzazione, sarà necessario rivolgersi ad un professionista abilitato (architetto, ingegnere o geometra) che, in base a quanto prescritto dal Piano Regolatore comunale e dal Regolamento Edilizio, verificherà, nel caso si tratti di un edificio unifamiliare, la possibilità di effettuare l’intervento e nel caso si possa procedere, predisponga un adeguato progetto.

Nel caso in cui si tratti invece di un edificio condominiale, bisognerà richiedere, oltre al permesso comunale, anche il consenso preventivo dell’assemblea dei condomini, che dovranno approvare l’intervento all’unanimità. Tale consenso dovrà poi essere allegato alla richiesta da presentare al comune.
Vediamo dunque quali sono le richieste da effettuare.


Quale titolo autorizzativo chiedere per realizzare una veranda?


Prima di procedere con la descrizione dei titoli autorizzativi necessari per realizzare questo tipo di intervento, desidero fare una precisazione in merito a quelle strutture definite mobili o amovibili.
Spesso si pensa che strutture leggere, costituite in gran parte da parti vetrate ed apribili, come la veranda, non siano strutture fisse, costruzioni, e pertanto possano essere realizzate liberamente.

verandaIn realtà, invece, le verande sono strutture fisse e quindi costruzioni a tutti gli effetti. Lo dimostra il fatto che smantellarle, e quindi rimuoverle, non è un’operazione immediata, ma richiede l’intervento almeno di un operaio.

Quando si realizza una veranda, visto che si crea un aumento di volumetria, è  necessario richiedere un Permesso di costruire, sempre che questo aumento volumetrico rientri nei parametri concessi dalla strumentazione urbanistica locale.
In questo caso sarà necessario attendere il provvedimento favorevole del responsabile del procedimento nominato dal Comune, prima di procedere con i lavori.

Se la veranda rappresenta la chiusura di un balcone si ha in più una modifica consistente della facciata, per cui verrà valutato anche il modo in cui incide sull’estetica della stessa.

In virtù del processo di semplificazione edilizia in atto, che ha ridotto il numero di interventi che necessitano di permesso di costruire a quelli di nuova costruzione o di notevole consistenza urbanistica, molte amministrazioni comunali concedono in realtà la possibilità di realizzare la veranda anche dietro presentazione di una Denuncia di inizio attività (Dia).

In questo caso, quindi, dopo aver presentato un progetto a firma di tecnico abilitato, corredato da una relazione tecnica asseverata che attesti la rispondenza a tutti i requisiti normativi richiesti, trascorsi 30 giorni senza che siano intervenuti provvedimenti contrari da parte del Comune, è possibile dare inizio ai lavori.

Per finire, ricordiamo che se l’edificio è vincolato, perchè riveste un particolare valore architettonico o ambientale, andrà richiesto anche un parere preventivo alla Sovrintendenza di rispettiva competenza.

Una volta ultimati i lavori, sarà necessario presentare un aggiornamento della scheda catastale.

Inoltre, poiché un aumento di volumetria determina una variazione dei millesimi della proprietà condominiale, sarà necessario anche provvedere ad un aggiornamento delle tabelle millesimali.

Per ulteriori informazioni, ad esempio su come ampliare un appartamento con una veranda oppure informazioni tecniche sulle verande solari, potete consultare altri nostri articoli (questo l'elenco), mentre se desiderate conoscere i costi, trovate qui i listini di prezzi verande.

Articolo: I permessi per la veranda
Valutazione: 4.19 / 6 basato su 95 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 0
  • 10
  • 0
Commenta su I permessi per la veranda
Caratteri rimanenti
  • Stevens
    Lunedì 15 Settembre 2014, alle ore 10:33
    Salve mi scusi del disturbo ma vorrei se possibile riformulare la domanda: sono proprietario di un villino a schiera di ca 100 mq, quadrifamiliare (Roma) e qui c'è un piccolo patio di 9 mq già coperto da tetto e comprensivo di porzione di muretto che allo stato attuale lascia scoperto solo il posto per una finestra e un' entrata, avrei intenzione di chiuderlo con finestra e porta finestra, secondo lei è possibile? Grazie ancora.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Stevens
      Lunedì 15 Settembre 2014, alle ore 11:34
      Come ho scritto nell'articolo e come ho ripetuto più volte nei commenti, le norme variano da comune a comune. E' necessario fare riferimento a quelle locali.
      rispondi al commento
  • Becky
    Venerdì 12 Settembre 2014, alle ore 09:09
    Buongiorno, potrei eliminare il balcone che da accesso al mio giardino per aumentare lo spazio verde? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Becky
      Venerdì 12 Settembre 2014, alle ore 09:29
      Se non fa parte di un condominio, sì, ma sempre previa comunicaizone al comune.
      rispondi al commento
  • Marcorolfo1968
    Giovedì 11 Settembre 2014, alle ore 13:53
    In un appartamento a Torino c'è una terrazza aperta su 2 lati: uno su strada con tenda avvolgibile, uno su cortile con veranda in alluminio. Le 2 strutture sono state deliberate dal condominio e tutti gli appartamenti ne sono dotati. La veranda però nn è stata denunciata. cosa si può fare? é vero che non fa cubatura?grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Marcorolfo1968
      Venerdì 12 Settembre 2014, alle ore 09:28
      Bisognerebbe conoscere il regolamento locale. In genere una struttura chiusa su 3 lati con elementi fissi, fa cubatura.
      rispondi al commento
      • Marcorolfo1968 Arch.granata
        Venerdì 12 Settembre 2014, alle ore 15:26
        Grazie. A quale regolamento si riferisce? ho letto oggi che 8 regioni italiane, tra cui il Piemonte hanno deciso che la costruzione di una veranda sui terrazzi non deve essere conteggiata nelle cubature perché permette un risparmio energetico. E' corretto?
        rispondi al commento
        • Arch.granata Marcorolfo1968
          Lunedì 15 Settembre 2014, alle ore 09:43
          Mi riferisco al Regolamento Edilizio della città di Torino.
          rispondi al commento
  • Dandolfom
    Mercoledì 3 Settembre 2014, alle ore 08:44
    Buongiorno e grazie per la Sua preziosa consulenza.Sto acquistando una villa indipendente su cui è stato realizzato un patio in muratura sulla facciata laterale e un patio,sempre in muratura,sulla facciata posteriore.Ho intenzione di usufruire del "piano casa" per aumentare la cubatura della villa chiudendo il patio posteriore.Posso realizzare anche una veranda sul patio laterale o sono vincolato ai limiti di aumento totale di cubatura?Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Dandolfom
      Mercoledì 3 Settembre 2014, alle ore 10:02
      Tutto dipende dalla normativa urbanistica locale.
      rispondi al commento
  • Stevens
    Martedì 8 Luglio 2014, alle ore 09:48
    Salve, sono proprietario di un villino a schiera di ca 100 mq, quadrifamiliare (Roma) e qui c'è un piccolo patio di 9 mq già coperto da tetto e comprensivo di porzione di muretto che allo stato attuale lascia scoperto solo il posto per una finestra e un' entrata, avrei intenzione di chiuderlo con finestra e porta finestra, sarà possibile?Grazie.
    rispondi al commento
  • Daniloi
    Venerdì 25 Aprile 2014, alle ore 12:15
    Buongiorno. Ho una loggia aperta su 2 lati e mi piacerebbe chiuderla con infissi per trasformarla in veranda ma solo se con agevol. fiscali; la guida dell'Ag. delle Entrate (pag. 11) prevede tale opzione precisando che le agevolaz. spettano sulla parte esistente e non sull'ampliamento (cfr). Visto che sembra che il mio comune ritenga che la trasformazione di loggia in veranda sia nuova costruzione, posso beneficiare delle agevolaz. e su cosa?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Daniloi
      Martedì 29 Aprile 2014, alle ore 10:21
      Può usufruire della detrazione per la costruzione della veranda, purchè il suo comune consenta l'ampliamento.
      rispondi al commento
      • Daniloi Arch.granata
        Martedì 29 Aprile 2014, alle ore 22:26
        Grazie per la risposta. Il Comune consente l'ampliamento, il dubbio è circa la precisazione della Guida "..le agevolaz. spettano sulla parte esistente e non sull'ampliamento.."; per questo chiedevo, in caso di chiusura della loggia (ossia dei 2 lati aperti) con infissi, quali spese possono beneficiare delle detrazioni fiscali e quali sono escluse dal beneficio.. Grazie ancora
        rispondi al commento
        • Arch.granata Daniloi
          Mercoledì 30 Aprile 2014, alle ore 10:13
          Per le verande sono consentiti: "Innovazioni rispetto alla situazione precedente - Nuova costruzione con demolizione del muro che dà sul balcone creando aumento di superficie lorda di pavimento - Trasformazione di balcone in veranda" e quindi tutti i lavori necessari per far ciò.
          rispondi al commento
  • Ferr
    Lunedì 3 Marzo 2014, alle ore 21:18
    Salve, sono proprietario di un appartamento di 44 mq (attico) con terrazza di 64 mq, periferia di Roma, vorrei mettere i pannelli solari ma sul tetto di casa mia non c'e' spazio perchè ci sono le antenne condominiali di tv e internet e 2 canne fumarie che ne pregiudica lo spazio per i pannelli vorrei sapere se posso fare una tettoia apposita per i pannelli oppure sono costretto a metterli sul terrazzo riducendo la parte calpestabile . grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Ferr
      Martedì 4 Marzo 2014, alle ore 10:08
      Dipende da cosa permette il regolamento di Roma.
      rispondi al commento
  • Robertcan
    Lunedì 24 Febbraio 2014, alle ore 17:15
    Grazie Arch. Granata
    rispondi al commento
  • Robertcan
    Sabato 22 Febbraio 2014, alle ore 10:38
    Buongiorno! la ditta che monta la veranda senza che il proprietario abbia ottenuto la concessione e l'autorizzazione condominiale, incorre a sanzioni?Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Robertcan
      Lunedì 24 Febbraio 2014, alle ore 10:09
      Sì, la ditta ha le stesse responsabilità del committente (art. 29 d.p.r. 380/01).
      rispondi al commento
  • Diegoiannece
    Sabato 22 Febbraio 2014, alle ore 09:55
    Buon giorno Architetto, riguardo alla consulenza da parte di un tecnico che vada a verificare la conformità urbanistica, edilizia, strutturale di un immobile, volevo chiederle se ci sono delle tabelle di riferimento per l'onorario rispetto a questo tipo di prestazioni a cui fare riferimento. Inoltre quale può essere l'onorario per far seguire allo stesso anche i lavori di ristrutturazione, che possa redigere le varie relazioni ecc. Grazie, D.I.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Diegoiannece
      Lunedì 24 Febbraio 2014, alle ore 10:00
      Con l'abolizione dei minimi tariffari per il liberi professionisti, non ci sono più degli onorari di riferimento. Ma non si preoccupi, perchè ogni professionista è obbligato a presentare preventivo dettagliato delle proprie prestazioni, per cui può liberamente informarsi e accettare, firmando, la proposta eocnomica che preferisce.
      rispondi al commento
      • Diegoiannece Arch.granata
        Lunedì 24 Febbraio 2014, alle ore 15:32
        La ringrazio per la sua puntualità!
        rispondi al commento
  • Robertcan
    Giovedì 20 Febbraio 2014, alle ore 20:20
    Ho commissionato ad una ditta la reaizzazone di una veranda in alluminio da montare in terrazzo. Non saendo la procedura nel comune di Bolzano e non essendomi ancora trasferito, la ditta ha montato la struttura. A distana di qualce settimana, ricevo una telefonata dal'Amminisratore condominiale dove mi dice di smontarla per non incorrere a sanzioni. Dopo essermi recato a Bolzano presso il mio appartamento , ho inviato la ditta a smontarla.
    rispondi al commento
  • Diegoiannece
    Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 10:26
    Grazie architetto. Le volevo chiedere se si verificano le consizioni e si può fare una sanatoria risulterebbe un aumento volumetrico? e se si, questo inciderebbe con la possibilità di richiedere ampliamenti volumetrici con il piano casa, dato che a quel punto valuterei se utilizzare il terrazzo o innalzareil sottotetto. Seguirò comunque il suo consiglio di riferirmi ad un tecnico appena sarà certo l'acquisto. Grazie, Diego Iannece
    rispondi al commento
    • Arch.granata Diegoiannece
      Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 10:58
      Se il volume è sanabile, vuol dire che c'era ancora volumetria residua utilizzabile. In tal caso il volume consentito dal piano casa sarebbe un volume ancora in più.
      rispondi al commento
  • Diegoiannece
    Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 15:32
    Buon giorno Architetto, abbiamo iniziato la procedura d'acquisto di una casa a caserta. si tratta di una piccola soluz. indipendente che al primo piano ha una terrazza verandata, ma sulla piantina catastale risulta solo un terrazzo. Come devo procedere? Si tratterebbe di un abuso? vorrei comunque fare di quello spazio una veranda. Qual'è in questo caso la procedura? Ringranziandola anticipatamente le porgo i più cordiali saluti. Diego Ianne
    rispondi al commento
    • Arch.granata Diegoiannece
      Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 09:47
      Deve affidarsi ad un architetto che verifichi la conformità non solo catastale, ma anche urbanistica della veranda. In mancanza di tale conformità, il tecnico potrà verificare la possibilità di una sanatoria.
      rispondi al commento
  • Robertogiuffrè
    Sabato 1 Febbraio 2014, alle ore 22:59
    Buongiorno.Ho veranda già autorizzata nell'86, piano terra condominio del '69 a Verona senza vincoli. La parte superiore ha finestre in vetrocamera in buono stato.La parte inferiore ha vetri con rete antisfondamento non isolanti, rotti con fessure che creano condense, muffe umidità.Sostituire la sola parte sottostante con un muretto in muratura mi obbliga a richiedere permessi particolari al comune e al condominio?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Robertogiuffrè
      Lunedì 3 Febbraio 2014, alle ore 10:17
      Sì, cambiando materiali si realizza una manutenzione straordinaria nonchè modifica della facciata.
      rispondi al commento
      • Robertogiuffrè Arch.granata
        Martedì 4 Febbraio 2014, alle ore 17:09
        Ultima domanda. Anche sostituendo l'intera veranda anni '80 in alluminio con una moderna in PVC è necessaria scia/dia? No lavori muratura.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Robertogiuffrè
          Mercoledì 5 Febbraio 2014, alle ore 09:56
          E' sufficiente una Cila.
          rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 3 Dicembre 2013, alle ore 09:51
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 30 Ottobre 2013, alle ore 10:12
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 23 Ottobre 2013, alle ore 10:10
    Si rivolga ad un architetto del posto per esaminare la situazione, perchè non sarà sufficiente dichiarare catastalmente il volume creato dalla veranda, ma andrà verificata la possibilità di chiedere una sanatoria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 11 Ottobre 2013, alle ore 11:15
    Non direi che "una volta che un bene è condonato, in casa propria uno può fare ciò che vuole".
    Dunque, se la veranda è condonata come volume abitativo, nell'ambito di una ristrutturazione o ridistribuzione dell'alloggio, si può decidere di farci una cucina o quel che si vuole.
    Ma se la veranda non è un volume abitativo, quindi è stata condonata come ripostiglio o simile o come veranda appunto (quindi balcone chiuso), allora no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 19 Febbraio 2008, alle ore 18:22
    Può essere che il regolamento edilizio non la consideri volume, se aperta da un lato. Ciò non toglie che sia necessario richiedere un permesso o una dia.E’ per questo che è opportuno informarsi perlomeno presso l’ufficio tecnico locale.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 18 Febbraio 2008, alle ore 15:43
    Non si tratta di essere arrendevoli o meno.In base alla zona urbanistica, esistono dei precisi indici di cubatura, che consentono di realizzare un tot di metri cubi per ogni metro quadro della superficie del lotto. Se l’edificio ha già superato la cubatura consentita, non è possibile ottenere permessi per realizzare ulteriori ampliamenti.Ricordo che eseguire opere edilizie in assenza di titolo autorizzativo comporta delle conseguenze legali, anche di carattere penale.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 18 Febbraio 2008, alle ore 10:04
    Per prima cosa bisogna accertarsi se i lavori che il vicino sta facendo sono abusivi o regolarmente assentiti.Sussistendo il primo caso ti consiglio di inviare al vicino richiesta scritta nel quale chiedi il ripristino dello stato dei luoghi minacciando, in caso contrario, di inoltrare esposto alla Polizia Municipale e adire le vie legali.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 15 Febbraio 2008, alle ore 16:43
    Per Leonardo Brini:Nel momento in cui chiudi un terrazzo, dal punto di vista urbanistico compi una trasformazione da superficie in volume. Infatti, il fatto che il terrazzo sia coperto non significa che sia già un volume, ma lo diventa una volta chiuso sui lati.Pertanto è necessario un permesso di costruire, se assentibile.Per FlavioAnche in questo caso si tratta della trasformazione di una superficie in volume e quindi bisogna richiedere il permesso di costruire.E’ quindi necessario affidarsi a un tecnico che, conoscendo la regolamentazione locale, saprà se è possibile farlo nella zona in questione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 15 Febbraio 2008, alle ore 09:56
    Per Giuseppe:In teoria occorrerebbe un permesso di costruire, ma è da verificare nel Regolamento Edilizio, perché alcuni Comuni consentono di farlo anche con una semplice D.I.A.Per M. Chiara NegriPer come mi ha esposto il problema è chiaro che non le resta altro da fare che rivolgersi ad un avvocato e farsi assistere da un tecnico per le perizie necessarie. Naturalmente non posso suggerirle nominativi per motivi di pubblicità.Mi chiedo, però, se in tutto questo esiste la figura di un amministratore e quale è stato il suo comportamento in proposito.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 11 Febbraio 2008, alle ore 15:54
    Risposta sintetica: no.
    rispondi al commento
Notizie che trattano I permessi per la veranda che potrebbero interessarti
Sopraelevazione e indennità

Sopraelevazione e indennità

Un condomino costruisce sulla terrazza a livello di pertinenza della sua unità immobiliare una veranda sostituendo l'originaria tettoia, il condominio gli fa causa e chiede la rimozione del manufatto.
Se la veranda viola le distanze va demolita

Se la veranda viola le distanze va demolita

E? cosa ricorrente che i condomini trasformino il loro balcone in veranda.A determinate condizioni (leggasi presenza di autorizzazioni comunali e assenza
Ripristino di facciate esterne condominiali

Ripristino di facciate esterne condominiali

Problematiche relative al ripristino delle facciate esterne condominiali.
Scegliere una veranda in sicurezza

Scegliere una veranda in sicurezza

La realizzazione di una veranda deve determinare oltre che un ambiente confortevole anche uno spazio sicuro da eventuali scassi o invasione di malintenzionati.
Verande e detrazioni fiscali

Verande e detrazioni fiscali

La realizzazione di una nuova veranda o interventi su verande esistenti come la sostituzione dei suoi serramenti possono godere di alcune agevolazioni fiscali.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Zaccaria Monguzzi
  • WaterBarrier
  • Velux
  • Novatek
  • Casa.it
  • Murprotec
  • Uretek
  • Sicurezzapoint
  • Geosec
  • Officine Locati
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Tenda a capottina
      Tenda a capottina...
      423.00
    • Tenda zypper cristall
      Tenda zypper cristall...
      814.00
    • Kael tenda da campeggio impermeabile 4 posti con veranda
      Kael tenda da campeggio...
      76.29
    • Imperia electric 650 - macchina per realizzare pasta sfoglia, 6 spessori
      Imperia electric 650 - macchina...
      78.78
    • Tenda windy cristall
      Tenda windy cristall...
      450.00
    • Due esse gazebo veranda onda
      Due esse gazebo veranda onda...
      83.90
    • Tenda a capottina
      Tenda a capottina...
      352.00
    • Piattaforma elevatrice mpr strategos senza vano corsa
      Piattaforma elevatrice mpr...
      9900.00
    • Tenda zypper cristall
      Tenda zypper cristall...
      290.00
    • Veranda a cristalli
      Veranda a cristalli...
      2000.00
    • Tenda a caduta
      Tenda a caduta...
      390.00
    • Lunartec set 4 lampade da giardino a led ad energia solare con sensore crepuscolare 9cm
      Lunartec set 4 lampade da giardino...
      42.99

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidatebook
  • Preventivi
  • Facebook
  • Casa.it