Guida alla detrazione 65%

News di Normative
Quali sono gli interventi agevolabili, i requisiti e gli adempimenti da rispettare per accedere correttamente alla detrazione fiscale sul risparmio energetico?
09 Maggio 2016 ore 17:26
Arch. Sara Martinelli

Detrazione per interventi di riqualificazione energetica


Le agevolazioni fiscali sul risparmio energetico sono state introdotte con la Legge 27 dicembre 2006 n.296, che prevedeva la possibilità di detrarre dall'IRPEF (imposta sul reddito delle persone fisiche) o dall'IRES (imposta sul reddito delle società) il 55% delle spese sostenute per interventi edilizi che perseguivano tal fine.

detrazione 65% - 1L'agevolazione è rimasta in vigore per quasi 7 anni mantenendo sempre la medesima percentuale di detrazione e divenendo quindi nota come detrazione 55%.
Tuttavia, con il D.L. 4 giugno 2013 n.63 (entrato in vigore il 6 giugno 2013) e la sua successiva conversione in Legge con modificazioni (Legge 3 agosto 2013, n.90 entrata in vigore il 4 agosto 2013), la percentuale della detrazione è stata innalzata al 65% ed è rimasta da allora invariata.

Le disposizioni normative più recenti (Legge 28 dicembre 2015 n.208, la cosiddeta Legge di stabilità 2016) hanno prorogato la scadenza della detrazione sul risparmio energetico al 31 dicembre 2016.
Questa scadenza è valida sia per gli interventi realizzati sulle singole unità immobiliari che per quelli realizzati sulle parti comuni di edifici condominiali.

Oltre alla proroga, la Legge 208/2015 ha esteso l'agevolazione:

- all'acquisto, installazione e messa in opera dal 1° gennaio 2016 di dispositivi per il controllo a distanza degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative;

- agli interventi realizzati dal 1° gennaio 2016 dagli Istituti autonomi per le case popolari su immobili di loro proprietà adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

Altra importante novità introdotta dalla Legge di Stabilità 2016 prevede per i contribuenti che si trovano nella no tax area la possibilità, in alternativa alla detrazione, di cedere il corrispondente credito ai fornitori che hanno eseguito il lavoro.
Questa opzione può essere valutata solo per spese sostenute nel 2016 per interventi di riqualificazione energetica di parti comuni di edifici condominiali e con le modalità stabilite dal provvedimento del direttore dell'Agenzia delle Entrate del 22 marzo 2016.

Per gli altri interventi che già in passato potevano accedere alla detrazione tutto resta invariato (requisiti, procedure, ecc.). L'unico elemento modificato è la scadenza, ora stabilita al 31 dicembre 2016.

Di seguito troverete un riassunto delle informazioni più importanti da conoscere sulla detrazione per il risparmio energetico, aggiornate con le ultime modifiche apportate dalla Legge 208/2015.


Caratteristiche dell'edificio indispensabili per accedere alla detrazione 65%


L'edificio su cui si eseguono gli interventi deve essere esistente e già dotato di impianto di riscaldamento (ad eccezione del solo caso dell'installazione di pannelli solari dove l'esistenza dell'impianto di riscaldamento non è obbligatoria).

A differenza della detrazione sulle ristrutturazioni edilizie, valida solo per le abitazioni, la detrazione sul risparmio energetico può essere utilizzata per edifici di qualsiasi categoria catastale (abitazioni, uffici, negozi, attività produttive o artigianali, ecc.), compresi quelli strumentali per l'attività d'impresa o professionale.

La prova di esistenza dell'edificio è data dall'iscrizione al catasto, oppure dalla richiesta di accatastamento, ed anche dal pagamento dell'ICI/IMU a partire dal 1997, solo se dovute.

Non sono agevolabili le spese effettuate in corso di costruzione dell'immobile.

Inoltre, per le ristrutturazioni che prevedono il frazionamento di un'unità immobiliare, il beneficio è ammesso solo in caso di realizzazione di un unico impianto di riscaldamento centralizzato.


Interventi che possono beneficiare della detrazione 65%


Esistono quattro categorie di interventi ammesse alla detrazione fiscale e a ognuna di esse è associato un valore massimo di detrazione:

- Interventi di riqualificazione energetica globale di edifici esistenti

Comprendono qualsiasi intervento, o insieme sistematico di interventi, che permetta all'edificio di raggiungere un indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale inferiore a precisi limiti. Per questa categoria si guarda al risultato finale, che deve essere efficace. Non interessa quali opere siano realizzate, quanto piuttosto il consumo energetico finale raggiunto dall'intero immobile.

Per gli interventi di riqualificazione globale il tetto massimo di detrazione è 100.000 euro.

detrazione 65% - 2- Interventi sugli involucri degli edifici

Comprendono interventi su coperture, pavimenti e pareti che delimitano il volume riscaldato. Rientrano fra questi anche la sostituzione di porte di ingresso e finestre.

Per questa categoria è importante che i valori di trasmittanza delle partizioni orizzontali o verticali e dei serramenti rispettino determinati limiti di trasmittanza defniti dal decreto del Ministro dello Svilupo Economico dell'11 marzo 2008 e successivaente modificati dal decreto 26 gennaio 2010.

La Legge 190/2014 ha incluso fra gli interventi sull'involucro anche quelli di acquisto e posa in opera di schermature solari di cui all'allegato M del decreto legislativo 29 dicembre 2006 n.311. Per le schermature solari sono ammesse alla detrazione solo le spese sostenute fra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2016.

Il limite della detrazione per interventi sugli involucri degli edifici è di 60.000 euro.

- Installazione di pannelli solari

Installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici, produttivi e ricreativi. Sono ritenuti assimilabili ai pannelli solari i sistemi termodinamici a concentrazione solare utilizzati per la sola produzione di acqua calda.

È indispensabile avere una garanzia di 5 anni per pannelli e bollitori e di 2 anni per gli accessori e i componenti tecnici. Inoltre, i pannelli devono essere conformi a determinate norme UNI EN ed essere certificati da un organismo dell'Unione Europea o della Svizzera.

Il limite della detrazione per l'installazione di pannelli solari è di 60.000 euro.

- Interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale e controllo da remoto

Sono compresi gli interventi di sostituzione di impianto di riscaldamento esistente con impianto dotato di caldaia a condensazione e contestuale messa a punto dell'impianto di distribuzione, oppure con impianti di riscaldamento con pompe di calore o impianti geotermici a bassa entalpia. Rientra anche la sostituzione di uno scaldacqua tradizionale con pompa di calore per la produzione di acqua calda sanitaria.

É necessario sostituire l'impianto preesistente e installare quello nuovo. Non è invece agevolabile l'insallazione di sistemi di climatizzazione su edifici che ne erano sprovvisti o sistemi in aggiunta a quelli esistenti (ad esempio installazione di pompe di calore in aggiunta a riscaldamento con caldaia e termosifoni).

La Legge 190/2014 ha incluso fra gli interventi inerenti gli impianti di climatizzazione invernale anche quelli di acquisto e posa in opera di impianti alimentati da generatori di calore a biomasse combustibili. Per questi ultimi generatori sono ammesse alla detrazione solo le spese sostenute fra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2016.

Inoltre la Legge 208/2015 ha esteso l'agevolazione alle spese sostenute l'acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento o produzione di acqua calda o di climatizzazione delle unità abitative volti ad aumentare la consapevolezza dei consumi energetici daparte degli utenti e a garantire un funzionamento efficiente degli impianti.
Questi dispositivi devono garantire l'accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto e mostrare, attraverso canali multimediali, i consumi energetici mediante la fornitura periodica dei dati, le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti.

Il limite della detrazione per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale è di 30.000 euro.


Adempimenti per accedere alla detrazione 65%


detrazione 65% - 3Per gli interventi citati è necessario produrre ed essere in possesso dei seguenti documenti:

- l'asseverazione, che attesti la rispondenza delle opere ai requisiti tecnici richiesti. Nel caso di semplice sostituzione di serramenti, di installazione di caldaia a condensazione o di pompa di calore di potenza nominale non superiore a 100 kW, l'asseverazione può essere sostituita da una certificazione del produttore;

- l'attestato di prestazione energetica, che riporterà i dati relativi all'efficienza energetica dell'edificio oggetto di intervento. In caso di sostituzione di serramenti, installazione di schermature solari, installazione di pannelli solari o sostituzione dell'impianto di climatizzazione invernale la certificazione energetica non è richiesta;

- la scheda informativa relativa agli interventi realizzati, da compilare coi dati di chi usufruirà della detrazione e dell'edficio, indicando il tipo di intervento eseguito e il suo costo.

Entro 90 giorni dalla fine dei lavori bisogna trasmettere ad ENEA per via telematica copia dell'attestato di certificazione energetica (se il tipo di intervento lo prevede) e la scheda informativa.

L'invio di questa comunicazione richiederà l'intervento di un tecnico, a meno che non si tratti del caso di sostituzione di serramenti, installazione di schermature solari, installazione di pannelli solari o sostituzione dell'impianto termico, per i quali il comune cittadino può collegarsi autonomamente al sito di ENEA e inviare i documenti. C'è però da rilevare che non sempre i passaggi della procedura sono comprensibili per chiunque, poiché si fa riferimento a trasmittanze, potenze nominali, ecc. Pertanto per queste pratiche è sempre consigliabile chiedere l'assistenza di un esperto.


Documenti da conservare per la detrazione 65%


detrazione 65 - 4Una volta effettuata la comunicazione per via telematica, è necessario conservare i seguenti documenti, che dovranno essere esibiti in caso di controlli da parte dell'Agenzia delle Entrate:

- l'asseverazione (se il tipo di intervento non la richiede, certifcazioni dei produttori);
- la ricevuta di invio telematico effettuato ad ENEA;
- le fatture relative agli interventi;
- le ricevute dei bonifici.


Pagamenti per detrazione 65%


Per i pagamenti è molto importante rispettare le scadenze e le modalità previste dalla detrazione sul risparmio energetico. Il loro mancato rispetto potrebbe infatti comportare il decadimento della detrazione.

Qualche tempo fa abbiamo pubblicato un articolo inerente i pagamenti per le detrazioni fiscali, di cui consiglio la lettura.

Le spese documentate saranno poi detratte dall'Irpef o dall'Ires in 10 rate annuali di pari importo.


Consulenza Utenti Lavorincasa.it
Consulenza Detrazione 65% Lavorincasa.it
Comunicazioni ENEA per detrazioni fiscali 65% su Lavorincasa.it
Vuoi approfittare dei vantaggi fiscali recuperando il 65% della spesa per serramenti o caldaia?
Desideri compilare correttamente la pratica per non perdere l'agevolazione?
Richiedi un preventivo gratuito!
Nella richiesta, oltre la problematica, specificare: Nome, Cognome, email, telefono, città.



Interventi di adeguamento antisismico di edifici adibiti a prima casa e ad attività produttive


La Legge 3 agosto 2013 n.90 ha introdotto la detrazione del 65% per l'adeguamento antisismico di edifici adibiti a prima casa e ad attività produttive.

Tale detrazione è ammessa per interventi realizzati su edifici ricadenti nelle zone sismiche ad alta pericolosità (ovvero le zone 1 e 2 individuate dall'OPCM 3274/2003), con un tetto limite di spesa su cui applicare la detrazione di 96.000 euro.

Si tratta di un caso particolare della detrazione sulle ristrutturazioni edilizie per il quale si concede una detrazione maggiore rispetto al 50% previsto per tutti gli altri interventi. Bisogna quindi far attenzione a distinguere tra la detrazione sul risparmio energetico–65% descritta in questo articolo e la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie–50% (con l'eccezione dell'innalzamento di tale percentuale al 65% nel caso di adeguamento antisismico in zona 1 e 2).

La distinzione fra le due detrazioni è importante perché sono previsti adempimenti differenti. Per ottenere la detrazione del 65% per l'adeguamento antisismico di edifici adibiti a prima casa e ad attività produttive ricadenti in zona sismica 1 e 2 bisognerà quindi rispettare gli adempimenti previsti per la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie.

Articolo: Detrazione 65%
Valutazione: 5.08 / 6 basato su 51 voti.

Detrazione 65%: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, ANCHE CON I SOCIAL
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI Caratteri rimanenti
ATTENZIONE! LA REDAZIONE AVRA' CURA DI MODERARE I SINGOLI COMMENTI PRIMA DELLA
LORO EFFETTIVA PUBBLICAZIONE, COME DA REGOLAMENTO DEI SERVIZI DI LAVORINCASA.IT
  • Giuseppe51
    Giuseppe51
    1 giorni fa
    Posso detrarre le fatture dei materiali per l'isolamento del sottotetto eseguito da me ? (lana di vetro con foglio di alluminio e pannelli di legno osb 3)
    rispondi al commento
  • Luciano25748
    Luciano25748
    1 giorni fa
    La dichiarazione " Comunicazione Facoltativa per interventi edilizi liberi " ,  da presentare al comune per la sostituzione dei serramenti, è falcoltativa come dichiarato sulla stessa ?

    Questa dichiarazione va poi allegata alla detrazione dei redditi per ottenere il rimborso del 65% , o non serve a niente ? 
    rispondi al commento
  • Manapo
    Manapo
    Giovedì 12 Maggio 2016, alle ore 01:46
    Buona sera, vorrei cambiare le tende da sole che ho sul mio balcone. Su questo sito http://www.tadesign.it/blog/come-chiedere-l-ecobonus ho trovato questo articolo che dice che sono detraibili dalla dichiarazione dei redditi. Ma è vero? Sfrutterebbero quindi le detrazioni per risparmio energetico?Grazie
    rispondi al commento
  • Geomassimo
    Geomassimo
    Martedì 15 Settembre 2015, alle ore 20:14
    Ciao ragazzi, abbiamo ideato un calcolatore online per effettuare preventivi su serramenti, infissi o finestre in pochi minuti. Basta inserire le misure, scegliere il profilo e stampare il preventivo con i prezzi. Sapere quanto costa la sostituzione dei serramenti , potrebbe essere utile per valutare l'investimento. Bastano 5 min. Ti aspettiamo su http://www.torinofinestre.it?
    rispondi al commento
  • Marco.raffa
    Marco.raffa
    Lunedì 7 Settembre 2015, alle ore 08:41
    Buongiorno, ho intenzione di eseguire un intervento di riqualificazione energetica sulla mia casa costituita da due unità immobiliari di cui siamo proprietari io e le mie due sorelle tutto diviso equamente (1/3 per ciascuno) e dove risiediamo. Per accedere alle detrazioni occorre comunque la costituzione di un condominio?Grazie dell' interessamentoMarco
    rispondi al commento
  • Andreaidontknow
    Andreaidontknow
    Mercoledì 1 Luglio 2015, alle ore 11:56
    ... segue dal messaggio precedente:Internamente al mio appartamento dovrò eseguire opere di muratura (costi del muratore), costi per l'idraulico (lavoro+materiale vario tipo tubi valvole etc) e lavori elettrici (allaccio elettrico della caldaia a condensazione).Vorrei sapere se tutti questi costi potranno essere detratti (o solo i costi di caldaia e idraulico) e se posso applicare il 65% o il 50%.Grazie mille per la risposta
    rispondi al commento
  • Andreaidontknow
    Andreaidontknow
    Mercoledì 1 Luglio 2015, alle ore 11:52
    Buon giorno,nel mio palazzo stiamo passando da riscaldamento condominiale ad autonomo perchè per ragioni di risparmio energetico certificato da un ingegnere ci conviene dismettere la vecchia caldaia a gasolio e mettere caldaie a condensazione in ogni singolo appartamento.I costi per le canne fumarie che andranno a raccogliere i fumi delle singole caldaie e li convoglieranno sul tetto possono essere detratti?50%?65%?Grazie
    rispondi al commento
  • Tania90
    Tania90
    Mercoledì 6 Maggio 2015, alle ore 15:49
    Buongiorno,sto cercando disperatamente risposta ma l agenzia delle entrate non mi vuole aiutare.stiamo ristrutturando completamente casa e metteremo impianto di riscaldamento a pavimento con caldaia a condensazione senza pompe di calore o pannelli solari.l'idraulico ci ha messo un dubbio....è vero che se non mettiamo una pompa di calore o pannelli solari non abbiamo diritto a nessuna detrazione?saluti
    rispondi al commento
  • Kappa76
    Kappa76
    Domenica 12 Aprile 2015, alle ore 10:37
    Salve, devo ristrutturare un appartamento e volevo sapere se le detrazioni per riqualificazione energetica (al 65%) sono compatibili con quelle di ristrutturazione (al 50%), oppure se nel caso di ristrutturazione completa viene tutto considerato al 50%.grazie
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
  • 26
  • Condividi questo articolo
Notizie che trattano Detrazione 65% che potrebbero interessarti
Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le guide on line sulle detrazioni fiscali per la casa, la detrazione 50% per la ristrutturazione e al 65% per la riqualificazione.
Limiti di spesa per detrazioni 50-65% e bonus mobili

Limiti di spesa per detrazioni 50-65% e bonus mobili

Per la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie, quella sul risparmio energetico e il bonus mobili sono stabiliti diversi limiti massimi di spesa (o detrazione).
Pagamenti a cavallo fra 55% e 65%

Pagamenti a cavallo fra 55% e 65%

Chiarimenti sui pagamenti eseguiti prima e dopo il 6 giugno 2013 in seguito all'aumento della percentuale di detrazione sul risparmio energetico dal 55% al 65%.
Detrazioni fiscali in caso di cambio di proprietà

Detrazioni fiscali in caso di cambio di proprietà

In caso di variazione di proprietà di un immobile, le detrazioni fiscali per ristrutturazione o risparmio energetico restano, ma può cambiare il beneficiario.
Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.
Registrati come Utente
252633 UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Multi split climatizzatore condizionatore dual split mitsubishi serie msz-ef 25+35 9+12 btu 9000+12000 btu kirigamine zen argento inverter classe a++
      Multi split climatizzatore...
      1.65
    • Mono split climatizzatore condizionatore inverter gree by argo serie flat 9000 btu classe a++ in pompa di calore detrazione fiscale deumidificatore un
      Mono split climatizzatore...
      330.00
    • Dual split climatizzatore condizionatore inverter gree by argo dual split serie lomo 9000+12000 btu 9+12 classe a++ in pompa di calore detrazione fisc
      Dual split climatizzatore...
      899.00
    • Multi split climatizzatore condizionatore dual split lg standard 7+7 7000+7000 btu inverter classe a++ unita interne ms07sq.nw0 ms07sq.nw0 unita ester
      Multi split climatizzatore...
      1.07
    • Serramenti pvc
      Serramenti pvc...
      210.00
    • Infissi pvc
      Infissi pvc...
      165.00
    • Allarme Casa Wireless Kit 249 Iron Progesty Pstn
      Allarme casa wireless kit 249 iron...
      299.00
    • Perlite per insufflaggio, isolamento termico acustico intercapedini pareti cassa-vuota, tramite insufflaggio di fiocchi di cellulosa, consigliato da g
      Perlite per insufflaggio,...
      140.00
    • Palazzetti stufa a pellet idro termostufa palazzetti mod. martina new 14 kw art. 805713250 - per termosifoni - detrazione fiscale - pannello digitale
      Palazzetti stufa a pellet idro...
      2.15
    • Mono split climatizzatore condizionatore inverter gree by argo serie flat 12000 btu classe a++ in pompa di calore detrazione fiscale deumidificatore u
      Mono split climatizzatore...
      355.00
    • Palazzetti stufa a pellet idro termostufa palazzetti mod. martina new 18 kw art. 805713260 - per termosifoni - detrazione fiscale - pannello digitale
      Palazzetti stufa a pellet idro...
      2.50
    • Monosplit climatizzatore condizionatore mono split 9000 btu inverter haier mod. tundra classe a++ unita esterna 1u09be8era pompa di calore deumidifica
      Monosplit climatizzatore...
      470.00
    • Infissi talglio-termico
      Infissi talglio-termico...
      230.00
    • Porta blindata palermo
      Porta blindata palermo...
      1000.00
    • Isolamento termico acustico
      Isolamento termico acustico...
      140.00
    • Trappola per talpa a tubo
      Trappola per talpa a tubo...
      8.78
    • Pannelli solari pannello solare termico cordivari panarea 200 lt naturale detrazione fiscale
      Pannelli solari pannello solare...
      999.00
    • Pannelli solari pannello solare termico cordivari panarea 300 lt naturale detrazione fiscale
      Pannelli solari pannello solare...
      1.29
    • Caldaia offerta 2016 caldaia a condensazione a gas 24 kw nuova offerta speciale prezzo piu basso normativa erp vari marchi: baxi beretta ariston chaff
      Caldaia offerta 2016 caldaia a...
      749.00
    • Palazzetti stufa a pellet idro termostufa palazzetti mod. martina new 14 kw art. 805713250 - per termosifoni - detrazione fiscale - pannello digitale
      Palazzetti stufa a pellet idro...
      2.15
    • Pappylait cane 250 gr
      Pappylait cane 250 gr...
      13.42
    • Compo floranid prato con diserbante
      Compo floranid prato con diserbante...
      24.97
    • Legatrice
      Legatrice...
      34.77
    • Palla grasso piccola pz 6
      Palla grasso piccola pz 6...
      2.97
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Immobiliare.it
  • Officine Locati
  • Vimec
  • Mansarda.it
  • Protech-Balcony
  • Murprotec
  • Geosec
  • Black & Decker
  • Faidatebook
  • Kone
  • Claber
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.