Questo sito utlizza cookie! Leggi informativa privacy

Detrazione 50%

News di Normative
A seguito della proroga fissata dalla Legge di Stabilità, l'Agenzia delle Entrate ha provveduto ad aggiornare la Guida alla detrazione 50% per le ristrutturazioni.
Detrazione 50%
Arch. Carmen Granata

Proroga della detrazione 50%


Con il via libera definitivo in Senato della Legge di Stabilità, il bonus fiscale per ristrutturazioni, ovvero la detrazione 50% Irpef,  è stato prorogato di un altro anno.
Sarà possibile usufruirne, quindi, fino al 31 dicembre 2014.

La legge che ha introdotto il bonus, la n.90 del 3 agosto, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, recante disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell'edilizia per la definizione delle procedure d'infrazione avviate dalla Commissione europea, nonché altre disposizioni in materia di coesione sociale, del Decreto Legge n. 63 del 04/06/2013, è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto.

Può essere utile, quindi, ricapitolare per quali lavori è possibile usufruire del bonus, chi possono esserne i beneficiari e qual è  la procedura da seguire per usufruirne.

Fondamentale rimane che si tratti di interventi su edifici esistenti, quindi risultano esclusi nuove costruzioni ed ampliamenti. In quest'ultimo caso, si potrà detrarre solo la parte di spesa relativa alla parte di edificio esistente.
Per provare che l'immobile sia esistente è necessario che risulti accatastato.


Caratteristiche della detrazione 50%


detrazione 50% sconto IRPEFL’incentivo è previsto per interventi compiuti sul patrimonio edilizio esistente esclusivamente a destinazione residenziale e consiste in uno sconto dell’IRPEF pari al 50%.

Il tetto massimo di spesa è fissato in 96.000 euro a cui, a seguito dell’approvazione della proroga, si possono aggiungere ulteriori 10.000 euro da spendere per l’acquisto di mobili per arredare l’immobile oggetto di ristrutturazione, esteso poi, nella redazione definitiva dell'art. 16 anche ai grandi elettrodomestici di classe energetica almeno A+.
Quindi, lo sconto massimo che si potrà ottenere sarà pari alla metà di questo tetto di spesa, cioè a 48.000 euro per gli interventi edilizi e 5.000 euro per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.


Info Progetto Gratuito 
  ATTENZIONE !
può usufruire del bonus mobili solo chi ha usufruito anche del bonus ristrutturazioni.



La detrazione si ripartisce unicamente  in 10 rate annuali di pari importo.

Ricordiamo anche che per gli interventi di ristrutturazione di edifici esistenti è prevista l’applicazione, per l'esecuzione dei lavori, dell’aliquota Iva agevolata del 10%.

L'incentivo previsto per interventi compiuti sul patrimonio edilizio esistente di carattere residenziale consiste in uno sconto dell'Irpef pari al 50%.
Il tetto massimo di spesa è fissato in 96.000 € iva inclusa ( 87.272,72 € + IVA)


Chi può usufruire della detrazione 50%?


Beneficiari della detrazione IRPEF sono coloro che effettuano le spese per gli interventi, quindi non solo i proprietari dell’immobile oggetto di ristrutturazione, ma anche i titolari di altri diritti reali, come:
- nudi proprietari o usufruttuari;
- affittuari o comodatari;
- soci di cooperative divise o indivise;
- il promittente acquirente che abbia già registrato il compromesso.

Può usufruire dell’agevolazione anche il familiare convivente del proprietario o del detentore dell’immobile, purchè abbia sostenuto effettivamente le spese.
Ricordiamo, però, che la legge definisce come familiare il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado. Pertanto, nel caso di convivenza more uxorio è consigliabile stipulare un contratto di comodato d’uso gratuito per fruire del bonus.

Se l'immobile è in comproprietà detrae chi sostiene le spese in misura proprozionale a quanto speso.
Facciamo un esempio: immobile in comproprietà tra due coniugi. Se le spese le sostiene interamente il marito, può detrarre il 50% di tutta la spesa; se i due coniugi pagano in parti uguali, ciascuno detrae il 50% della metà pagata; se le spese sono sostenute in quote diverse, es. 1/3 e 2/3, ciascuno detrae il 50% della propria quota.


Quali lavori possono usufruire della detrazione 50%?


Anche se parliamo genericamente di detrazioni per lavori di ristrutturazione, in realtà con questa parola si indica una tipologia ben precisa di interventi edilizi.

detrazione 50% per ristrutturazioneInvece il bonus 50% è previsto per tutte le seguenti categorie di lavori: manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia.
Inoltre, per i soli edifici condominiali, è possibile detrarre anche le spese per i lavori di manutenzione ordinaria eseguiti sulle parti comuni.

Nell’articolo Definizioni degli interventi edilizi, trovate la descrizione dettagliata di ogni singola tipologia di interventi, così come definita dalla legge, e potrete individuare quindi in quale di essa possono rientrare gli interventi di vostro interesse.

Un elenco completo lo trovate comunque nella Guida dell'Agenzia delle Entrate, aggiornata a Gennaio 2014, a seguito della recente proroga, alla pagina 25.

Le spese detraibili non sono solo quelle relative all’esecuzione dei lavori da parte delle imprese, ma anche quelle relative all’acquisto dei materiali, anche nel caso in cui i lavori si eseguano in proprio.

Altre spese detraibili sono quelle professionali relative a progettazione, perizie, consulenze, rilascio di certificati di conformità dei lavori eseguiti.

Inoltre sono detraibili tutte le spese per oneri vari come oneri concessori, imposte di bollo, diritti di segreteria, eventuali permessi.

La proroga della detrazione è estesa alle spese di acquisto dei mobili ed elettrodomestici acquistati per arredare gli edifici ristrutturati, acquistati dal 6 giugno 2013.

Gli interventi su edifici esistenti possono usufruire anche dell'Iva agevolata al 10%, secondo le modalità illustrate nell'articolo Iva per lavori edili.


Come richiedere la detrazione 50%?


Per ottenere lo sconto IRPEF non è necessario presentare alcuna domanda o richiesta specifica, ma è sufficiente, in sede di dichiarazione dei redditi, indicare i dati catastali dell’immobile oggetto dell’intervento.

bonifico per detrazione 50%E’ indispensabile, però, che i pagamenti siano effettuati con bonifico bancario o postale, ad eccezione di quelli che non possono essere eseguiti con questa modalità, come il pagamento di oneri concessori, diritti di segreteria, bolli, ecc.

Nel bonifico deve essere indicato il codice fiscale della persona che effettua il pagamento e il codice fiscale o la partita Iva di colui che lo riceve.
La causale da indicare è la seguente: Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986 - Pagamento fattura n. ___ del______ a favore di _______________ partita Iva _________________.
La maggior parte degli istituti di credito ha comunque predisposto una modulistica specifica per la richiesta della detrazione, che può semplificare l’operazione.

Tale causale è valida anche per gli interventi di adeguamento sismico, per i quali è prevista un'aliquota di dtrazione maggiore, pari al 65%, ma che nulla ha a che vedere con quella prevista per gli interventi di riqualificazione energetica.

Ricordiamo che al bonifico effettuato verrà applicata una ritenuta d’acconto del 4% sulla somma spettante al beneficiario.

Nel caso in cui si commetta un errore nell’effettuare il bonifico è possibile evitare di perdere l’incentivo, facendosi restituire la somma versata, e ripetendo il pagamento con la modalità corretta.

Oltre alla copia di fatture e bonifici è importante conservare altri documenti da esibire in caso di controlli.

titolo autorizzativo per detrazione 50%Innanzitutto bisogna essere in possesso del titolo autorizzativo necessario per eseguire i lavori (a seconda dell’entità dell’intervento si potrà trattare di Permesso di Costruire, DIA, SCIA o CILA).
Per i lavori di attività edilizia libera, per i quali non è previsto alcun titolo è necessario predisporre un’autocertificazione, in cui si indichi la data di inizio dei lavori e si dichiari che i lavori per i quali si chiede la detrazione siano tra quelli agevolabili.

Nel caso in cui per i lavori intervenga più di una impresa, anche non contemporaneamente, deve essere inviata all’ASL competente con raccomandata A.R., una comunicazione contenente i seguenti dati:
- generalità del committente e ubicazione dei lavori;
- descrizione dell’intervento da realizzare;
- nominativo dell’impresa esecutrice con esplicita assunzione di responsabilità della stessa di rispetto della normativa in materia di sicurezza sul lavoro e contribuzione;
- data di inizio dei lavori.

Altri documenti da conservare sono:
- domanda di accatastamento, nel caso in cui l’immobile non sia ancora censito;
- ricevute di pagamento ICI o IMU, se dovuta;
- delibera assembleare di approvazione dei lavori per i lavori condominiali e tabella millesimale di ripartizione delle spese;
consenso del proprietario dell’immobile all’esecuzione dei lavori, per gli interventi effettuati da altri soggetti, diversi dai familiari conviventi.

Articolo: Detrazione 50%
Valutazione: 5.22 / 6 basato su 699 voti.
  • Ti è piaciuto questo articolo?
    Condividilo sul tuo social!
  • 0
  • 2
  • 0
  • 0
Commenta su Detrazione 50%
Caratteri rimanenti
  • Sinitoluca@libero.it
    Martedì 7 Ottobre 2014, alle ore 09:55
    Interpretare l'articolo è il fatto se sia possibile che paghi io direttamente i materiali al fornitore oppure debba farlo l'impresa appaltatrice dei lavori e se nei bonifici e nelle fattura vada indicato qualcosa in particolare!!?? Mi scusi ma probabilmente ho un problema di interpretazione dell'articolo, potrebbe essere così gentile da volermi chiarire le idee?? Grazie mille anticipatamente!!
    rispondi al commento
  • Sinitoluca@libero.it
    Martedì 7 Ottobre 2014, alle ore 09:50
    Si gentile architetto granata , ho letto bene l'articolo ma ,mi sembra che non sia specificato se posso comunque procedere io all'acquisto di piastrelle e pavimenti per avere le agevolazioni o deve farlo la ditta!! Fermo restando che l'acquisto dei materiali, si inquadra in un intervento più grande qual'è il rifacimento degli impianti termici,idraulici ed elettrici di tutta la casa. Il mio unico dubbio e forse perché non sono ben riuscito ad
    rispondi al commento
  • Sinitoluca@libero.it
    Lunedì 6 Ottobre 2014, alle ore 17:01
    Gentile architetto, ma alle mie precedenti domande non c'è risposta!?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Sinitoluca@libero.it
      Martedì 7 Ottobre 2014, alle ore 09:34
      Gen.le sig. Sinitoluca, le cose che chiede sono chiaramente spiegate nell'articolo.
      rispondi al commento
  • Gianki_r
    Lunedì 6 Ottobre 2014, alle ore 10:49
    Nel mettere insieme la documentaz. per la detr. fiscale l?impresa che ha eseguito i lavori non mi consegna una copia della scia e sul comune mi hanno confermato che questa non è stata mai presentata.Mi dice se devo rinunciare alla detrazione e o c?è qualcosa che posso fare?Grazie per una risposta
    rispondi al commento
    • Arch.granata Gianki_r
      Lunedì 6 Ottobre 2014, alle ore 10:52
      Purtroppo lei è stato molto incauto, perchè la presentazione della Scia non è compito dell'impresa, ma del committente.
      rispondi al commento
      • Gianki_r Arch.granata
        Lunedì 6 Ottobre 2014, alle ore 12:09
        Grazie per la risposta, quindi secondo lei perdo il diritto della detrazione? ma il decreto mille proroghe non abolisce questo tipo di comunicazione?
        rispondi al commento
        • Arch.granata Gianki_r
          Lunedì 6 Ottobre 2014, alle ore 12:40
          Non solo, ma può incorrere in sanzioni per mancanza del titolo. Quindi le consiglio di rivolgersi ad un architetto per una sanatoria.
          rispondi al commento
          • Gianki_r Arch.granata
            Lunedì 6 Ottobre 2014, alle ore 13:33
            Ma in caso di Dia sanatoria e conseguente cambio di destinazione d?uso in abitazione con esito positivo, è possibile usufruire delle detrazioni con fatture e bonifici con data pregressa?
            rispondi al commento
  • Gianki_r
    Lunedì 6 Ottobre 2014, alle ore 10:49
    Possiedo un fabbricato rurale con licenza di abbattimento e ricostruzione rilasciata nel 2008.I lavori di abbattimento e di costruzione compreso il tompagno esterno sono terminati nel 2010 con pag. oneri urbanistici e successiva pratica di accatastamento urbano.Quest?anno tra Giu/Ago ho terminato la casa facendo ?massetto e piastrellatura, impianto elettrico e idraulico, infissi, porte e sanitari).
    rispondi al commento
  • Sinitoluca@libero.it
    Venerdì 3 Ottobre 2014, alle ore 18:17
    Ed inoltre , avrei bisogno di sapere se in fattura o in bonifico va messa qualche dicitura particolare in modo che non ci sia il pericolo che possa perdere tale detrazione su l'acquisto di tali beni...Grazie mille anticipatamente!!
    rispondi al commento
  • Sinitoluca@libero.it
    Venerdì 3 Ottobre 2014, alle ore 18:13
    Gentile architetto, ho un grosso dubbio, sto effettuando dei lavori di ristrutturazione sulla prima casa rimettendo a posto l'impianto termico ed idraulico sia dei bagni che del resto della casa!! ovviamente per quanto riguarda i sanitari ed il resto visto che sto rifacendo gli impianti dovrebbe essere tutto agevolabile ma ciò che mi chiedo è se posso acquistare direttamente io i sanitari i pavimenti ed il resto oppure devono farlo le ditte !?
    rispondi al commento
  • Doctor78
    Giovedì 25 Settembre 2014, alle ore 10:20
    Gentile Arch. ho in corso una pratica di manutenzione straordinaria (realizzazione impianto termico) ora vorrei mettere delle zanzariere alle finestre, le chiedo se queste possono andare in detraz.50%? In caso di risposta negativa, visto che in un prossimo futuro, ho intenzione di sostituire infissi esterni e cassonetti posso allora farli andare (le zanzariere) nella pratica di risparmio energetico al 65%?. Grazie per la risposta
    rispondi al commento
    • Arch.granata Doctor78
      Giovedì 25 Settembre 2014, alle ore 11:36
      La risposta è negativa in entrambi i casi.
      rispondi al commento
  • Ju1987
    Lunedì 22 Settembre 2014, alle ore 23:37
    Gentile Architetto, dovrei fare alcuni lavori in casa come ristrutturare il bagno, aprire un arco tra cucina e salotto (parete non portante) e rifare parte dell'impianto elettrico, sostituire infissi e insonorizzare una parete. Posso usufruire della detrazione ? devo fare il dia da un tecnico + progetto o basta la comunicazione al comune (Mantova) per edilizia libera? grazie
    rispondi al commento
  • Gian2000
    Sabato 20 Settembre 2014, alle ore 10:39
    Devo ristrutturare la camera da letto: togliere la carta da parati e sostituirla con una nuova, mettere nuove prese elettriche, mettere il battiscopa, rifare il soffitto; acquisto di mobili e arredo nuovi. Rientro nelle agevolazioni fiscali 2014? Grazie.
    rispondi al commento
  • Michelesp
    Martedì 16 Settembre 2014, alle ore 18:46
    Buongiorno,ho una DIA per sistemazione esterna di area pertinenziale privata e parcheggi privati e installazione unità esterna di condizionamento.Tipologia dell'intervento:risanamento conservativoNella documentazione del progetto fanno parte la costruzione di una rimessa attrezzi in legno 2x2mt e una pergolato di 4x4mt. Posso avere la detrazione del 50% sull'acquisto e installazione della rimessa attrezzi, del pergolato e del condizionatore?
    rispondi al commento
  • Ila70
    Mercoledì 27 Agosto 2014, alle ore 09:31
    Devo prima portarlo da C6 ad A e poi eseguire la ristrutturazione per poter usufruire degli incentivi o il tutto può avvenire contestualmente?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Ila70
      Mercoledì 27 Agosto 2014, alle ore 09:54
      Sì può fare la ristrutturazione contestualmente al cambio d'uso e richiedere la detrazione.
      rispondi al commento
      • Ila70 Arch.granata
        Mercoledì 27 Agosto 2014, alle ore 10:27
        Questo vale anche per gli incentivi per il risparmio energetico? avendo trovato una stufa a legna fa prova di un riscaldamento preesistente? infine avendo da rogito la possibilità con i vicini di allargare di un metro tale allargamento può rientrare negli incentivi 50% e/o 65%? Grazie
        rispondi al commento
        • Arch.granata Ila70
          Mercoledì 27 Agosto 2014, alle ore 12:02
          Per la detrazione 65% la stufa deve avere i requisiti descritti in questo art.: http://www.lavorincasa.it/detrazione-65-per-camini-e-stufe/.Per l'ampliamento, invece, non sono previste detrazioni.
          rispondi al commento
          • Ila70 Arch.granata
            Giovedì 28 Agosto 2014, alle ore 08:58
            Mi scusi, ma non ho precisato che, come ampliamento, avevo pensato ad una serra bioclimatica.in questo caso posso usufruire degli incentivi del 65 per cento per il risparmio energetico? Grazie ancora.
            rispondi al commento
            • Arch.granata Ila70
              Giovedì 28 Agosto 2014, alle ore 11:27
              Potrebbe rientrare negli interventi di riqualificazione globale, ma dovrebbe comunque rispettare i parametri previsti dalla normativa, cosa molto difficile se non si effettuano contemporaneamente anche altri interventi, come cappotto termico, sostituzione infissi, ecc.
              rispondi al commento
  • Ila70
    Mercoledì 27 Agosto 2014, alle ore 09:28
    Buongiorno Architetto. Intendo procedere alla ristrutturazione di un piccolo edificio autonomo (p. terra e primo p. per un tot di 30 mq) attualmente C6, per trasformarlo in monolocale.Anni prima di diventare garage era l'abitazione dell'autista ma di questo uso non vi è traccia documentale. Solo la presenza all'interno di una vecchia cucina, una vasca e 1 stufa a legna.Posso usufruire degli incentivi 50% e 65%? cosa devo fare?Grazie.
    rispondi al commento
  • Rosariogullotta
    Sabato 19 Luglio 2014, alle ore 09:27
    Buongiorno Architetto due domande: ho una SCIA per manutenzione straordinaria e risanamento conservativo; tutti i lavori son con una appaltatore ad eccezione della pitturazione locali che farò io. Posso portare in detrazione il costo del prodotto di pittura con applicazione applicare l'IVA del 10% ?Per quanto riguarda l'iva E' possibile applicare in questi casi il meccanismo del reversage change nel caso di subappalti o subforniture?
    rispondi al commento
  • Oscar.81
    Venerdì 11 Luglio 2014, alle ore 15:51
    Buongiorno Architetto;Un professionista a seguito la compilazione di "Att Edili Libera"alla voce descrizione degli interventi ha inserito : rimozione e rifacimento pavimenti, rivestimenti, sanitari bagno esistente;visto che non ha menzionato il rifacimento dell'impianto idraulico potrei avere problemi?grazie e saluti
    rispondi al commento
  • Toninocorea
    Mercoledì 2 Luglio 2014, alle ore 19:50
    Gent.Archi.,mia figlia propriet. di un bilocale ha richiesto la SCIA per lavori di ristrutturaz.(Spostam. di una parete,rimozione e rifacim. pavimento,sostituz. impianti idrico,elettrico e di riscaldam..rifacim. bagno e cucina, sost. infissi e riparazi. tetto)Non avendo reddito in quanto disoccupata intestando le fatture ad entrambi posso io detrarli tenendo presente che i bonifici saranno addebitati su conto cointestato a tutti e due?Grazie
    rispondi al commento
  • Rosariogullotta
    Martedì 1 Luglio 2014, alle ore 22:05
    Mi scuso ma nella domanda di prima ho commesso qualche errore: Volevo chiedere se posso comprare direttamente le porte dal produttore, diverso dall'appaltatore pcon l'IVA al 10%
    rispondi al commento
  • Rosariogullotta
    Martedì 1 Luglio 2014, alle ore 22:00
    Buonasera Architetto, Ho una SCIA di manutenzione straordinaria e risanamento conservativo ove tra l'altro prevedo la sostituzione di alcune porte e finestre con nuove a taglio termico: Posso acquistare direttamente da un fornitore senza passare per l'appaltatore? posso detrarre l'acquisto di un piccolo boiler elettrico giacchè devo staccare la caldaia per qualche settimana?
    rispondi al commento
  • Gieffe00
    Giovedì 26 Giugno 2014, alle ore 16:25
    Mi riallaccio alla sua risposta del 9/9/13 dove spiega "La detrazione può essere applicata,con il tetto massimo di spesa,per ciascun immobile per il quale si richiede il beneficio". Non mi è chiaro se il tetto max si applica a ogni immobile separatamente(quindi x es. 3 immobili = max 48000euro x ciascun immobile, cioè 144000euro) o se invece si applica globalmente alla somma delle spese(quindi max 48000euro indipendentemente dal n. di immobili)
    rispondi al commento
    • Arch.granata Gieffe00
      Venerdì 27 Giugno 2014, alle ore 09:42
      Il tetto massimo (che ora è di 96.000 euro) si applica per ogni immobile: quindi per 3 imm. 96.000x3=288.000. Naturalmente, se per uno di essi si spende, ad es. 100.000, si possono detrarre al massimo 96.000, non è che il residuo si può recuperare per un altro immobile.
      rispondi al commento
  • Adeca
    Giovedì 26 Giugno 2014, alle ore 08:38
    Buongiorno architetto, vorrei eseguire un intervento di insufflaggio di materiale isolante nell'intercapedine del muro perimetrale di una camera particolarmente fredda, ho letto sul sito dell'agenzia entrate che le opere finalizzate al risparmio energetico sono detraibili solo se viene certificato il raggiungimento degli standard di legge, cioè? Secondo lei posso chiedere bonus in quanto manutenzione straordinaria e chiedere bonus mobili? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Adeca
      Giovedì 26 Giugno 2014, alle ore 12:04
      Per il raggiungimento dei limiti standard deve affidarsi a un tecnico. In caso positivo, potrà avere sia detrazione che bonus mobili.
      rispondi al commento
  • Dreamtime
    Lunedì 23 Giugno 2014, alle ore 12:42
    Buongiorno architetto, vorrei sapere se gli onorari professionali per la presentazione scia/cial, per la direzione lavori e per la sicurezza di cantiere sono spese detraibili. Grazie mille
    rispondi al commento
  • Dreamtime
    Lunedì 23 Giugno 2014, alle ore 12:39
    Architetto, buongiorno.Dovrei fare dei lavori di ristrutturazione (scia) in una villetta che ha due appartamenti, uno di mia proprieta' ed un'altro che ho in comodato. Catastalmente sono due unita' diverse. Posso fare una sola scia o devo farne due, una per appartamento? I lavori sono su entrambi gli appartamenti e sulla facciata comune (cappotto). Grazie!
    rispondi al commento
    • Arch.granata Dreamtime
      Lunedì 23 Giugno 2014, alle ore 12:55
      Consiglio di chiedere all'ufficio tecnico comunale, perchè ogni comune ha proprie procedure.
      rispondi al commento
  • Massimilianotanchi
    Domenica 22 Giugno 2014, alle ore 11:24
    Buongiorno architetto ho una cil aperta per manutenzione straordinaria,sto facendo dei lavori in mansarda cucina e bagno,all'interno di queste stanze devo sostituire 2 caloriferi e installarne uno aggiuntivo,posso detrarre?sto integrando l'impianto elettrico esistente ,posso detrarre?ho acquistato delle mattonelle per ricoprire i pavimenti ,posso detrarle?posso detrarre le demolizioni che effettuero'?e i materiali per il nuovo box doccia?grazie
    rispondi al commento
  • Alexj3
    Venerdì 13 Giugno 2014, alle ore 13:39
    Gentile Architetto, dovrei effettuare dei lavori di ristrutturazione con C.I.L.A. della zona giorno, più precisamente avendo un soggiorno cucina molto grande, ricaverei in quest'ultimo un ripostiglio, alzando nuove tramezzature in cartongesso e aprendo una nuova porta, senza variazione di volumetria e, effettuerò una contro-soffittatura della zona giorno per le tubazioni del nuovo impianto elettrico a led. Avrei diritto alle detrazioni? Grazie
    rispondi al commento
  • Simonebellosi
    Giovedì 12 Giugno 2014, alle ore 18:09
    Buonasera architetto , io dovrei ristrutturare il bagno, tubazioni comprese. Vorrei sapere se in questo caso basta l'autocertificazione e se la stessa va presentata al comune o altro. E infine dove posso trovare un fac-simile per l'autocertificazione. Grazie e buona giornata Simone
    rispondi al commento
  • Rosariogullotta
    Mercoledì 11 Giugno 2014, alle ore 20:39
    Buonasera Architetto, approfitto ancora una volta della sua disponibilità per un quesito: Ho una SCIA di manutenzione straordinaria e risanamento conservativo. Ho comprato la caldaia da sostituire che non è a condensazione ma tre stelle. Accertato che questa non rientra tra il risparmio energetico posso in ogni caso detrarre il costo della caldaia al 50% come manutenzione straordinaria con l'IVA al 10%? posso acquistare direttamente ?
    rispondi al commento
  • Oscar.81
    Mercoledì 11 Giugno 2014, alle ore 11:14
    Buongiorno Architetto,ho un dubbio che spero sia vano: per la ristrutturazione completa dei bagni,ho presentato una comunicazione di edilizia libera e ho stipulato un contratto con la ditta che eseguirà i lavori;il giorno successivo alla firma di entrambi i documenti ho effettuato, a seguito di fattura, un bonifico di acconto;Potrei avere problemi se la pratica è stata firmata prima, ma protocollata nei giorni successivi al bonifico? grz
    rispondi al commento
    • Arch.granata Oscar.81
      Mercoledì 11 Giugno 2014, alle ore 11:24
      No, nessun problema.
      rispondi al commento
  • Francescocostanzo
    Giovedì 5 Giugno 2014, alle ore 09:14
    Gent.ma Architetto,i lavori per lo spostamento dello scarico della caldaia a condensazione e/o la realizzazione di una pavimentazione nel box privato,ora grezzo,realizzati da impresa edile e regolarmente fatturati,possono considerarsi lavori che danno diritto alla detrazione del 50% per l'acquisto di mobili?Grazie mille e buona giornata
    rispondi al commento
  • Petra76
    Martedì 3 Giugno 2014, alle ore 23:40
    Gent.ma Architetto,nell'ambito di una manutenzione straordinaria che ha comportato anche il miglioramento della classe energetica (sostituzione infissi, riscaldamento a pavimento) abbiamo anche controsoffittato tutto l'appartamento. In quale tipo di detrazione rientra, se rientra la controsoffittatura?grazie mille.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Petra76
      Mercoledì 4 Giugno 2014, alle ore 09:53
      La controsoffittatura non è in genere agevolabile, a meno che si renda necessaria, ad es., per realizzare degli impianti.
      rispondi al commento
  • Giosue78
    Lunedì 2 Giugno 2014, alle ore 07:20
    Ho aperto una Scia per lavori di manutenzione straordinaria(ampliamento ingresso vano cucina) bagno, cucina,portone blindato, parquet,caldaia, ed una ditta mi farà i lavori di ristrutturazione, mentre il materiale necessario(piastere,parquet,caldaia,sanitari,blindato,etc) verrà acquistato da me.Posso detrarre tutto il materiale oltre la manodopera della ditta? Nella dichiaraz 730 includo sia l'acquist materiale che la manodopera in un'unica voce?
    rispondi al commento
  • Magat84
    Venerdì 30 Maggio 2014, alle ore 14:52
    Buongiorno Architetto, un mio cliente deve effettuar un intervento nel bagno di casa: sostituzione dei sanitari e rifacimento tubazioni di scarico, pavimento e piastrelle. È sufficiente il rifacimento degli scarichi per poter accedere alle detrazioni? Inoltre dovrebbe realizzare dei controsoffitti nel bagno e negli altri locali: visto il rifacimento del bagno, anche i controsoffitti possono rientrare nella manutenzione straordinaria? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Magat84
      Martedì 3 Giugno 2014, alle ore 09:45
      Il rifacimento degli scarichi si può considerare manutenzione straordinaria. Ovviamente i controsoffitti non c'entrano e quindi non sono detraibili.
      rispondi al commento
      • Magat84 Arch.granata
        Mercoledì 4 Giugno 2014, alle ore 10:24
        Grazie per la risposta! Le chiedo solo un'ulteriore precisazione (non mi ero potuto dilungare nel messaggio precedente): visto che tutte le lavorazioni (bagno e controsoffitti) si svolgeranno contemporaneamente, in un unico cantiere, la realizzazione dei controsoffitti non potrebbe esser considerata come facente parte di un più ampio intervento di manutenzione straordinaria sull'unità abitativa? Grazie ancora, buona giornata
        rispondi al commento
        • Arch.granata Magat84
          Mercoledì 4 Giugno 2014, alle ore 11:31
          Per le detrazioni non conta la "contemporaneità" degli interventi, ma il fatto che essi siano funzionali ad un'opera di manutenzione straordinaria.
          rispondi al commento
  • Francescocostanzo
    Venerdì 30 Maggio 2014, alle ore 09:32
    Buongiorno Architetto,devo far eseguire dei piccolo lavori e volevo sapere se mi permettono di accedere alla detrazione del 50% e/o al bonus mobili.-Causa errata installazione dello scarico della caldaia a condensazione,la condensa rimane nel tubo causando lo spegnimento della caldaia.Si dovrà realizzare un nuovo foro e chiudere il precedente.-Pavimentare il box privato ora grezzo+imp.elettrico-Installare inferriata nel box in seguito a furto
    rispondi al commento
  • Rosariogullotta
    Giovedì 29 Maggio 2014, alle ore 00:31
    Buonasera Architetto, desideravo sapere se il rifacimento dei sanitari con parziale rifacimento dellimpianto idrico chen è vetusto rinetra tra la categoria del risanamento conservativo. E in caso di risposta negativa, si può rinetrare nella citata casistica aggiungendo il rifacimento del vespaio.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Rosariogullotta
      Giovedì 29 Maggio 2014, alle ore 10:01
      No, si tratta in ogni caso di manutenzione straordinaria.
      rispondi al commento
  • Claudiazerboni
    Domenica 25 Maggio 2014, alle ore 17:50
    Buongiorno ,vorrei sapere se per un lavoro di ristrutturazione di una tettoia, lavoro che farò per conto mio senza l'intervento di una ditta, posso detrarre le spese per il materiale al 50%. Vorrei anche mettere le zanzariere tramite ditta; le spese per questo sono detraibili? Grazie!
    rispondi al commento
  • Giosiagentile
    Venerdì 23 Maggio 2014, alle ore 20:29
    Salve, volevo chiederle un'informazione: se la SCIA indica data inizio lavori il giorno 01/05/2014 e la stessa è stata chiusa il 22/05/2014. Posso usufruire delle agevolazioni se ho fatture e pagamenti fatti con data posteriore alla chiusura della scia quindi con data successiva al 22/05/2014??Grazie mille
    rispondi al commento
  • Anbufe
    Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 22:36
    Salve Arch. ho appena comperato parte di un immobile (attualmente garage) che col cambio di destinazione d'uso diverranno mia prima casa; al piano superiore vi è un'altra abitazione. In questo caso i lavori che dovrò affrontare sono lavori di manutenzione ordinaria o straordinaria?I lavori da eseguire riguardano anche il piano superiore, come ad esempio il rifacimento del pavimento dei balconi per impedire infiltrazioni.La ringrazio sin d'ora
    rispondi al commento
  • Tapro
    Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 18:06
    Mi scusi, riformulo la domanda per chiarezza: per usufruire del bonus fiscale in caso di interventi comprendenti una messa a norma dell?impianto elettrico e rifacimento dell?impianto idraulico (per es., come attività comprese negli interventi di manutenzione straordinaria), senza alcuna modifica catastale, è sufficiente fare i bonifici con apposita dicitura/modulo, e predisporre un?autocertificazione con data inizio lavori?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Tapro
      Martedì 20 Maggio 2014, alle ore 10:37
      Sì, va bene l'autocertificazione da conservare per controlli, non è necessario l'invio con pec. Attenzione, però. Ci sono anche alcuni comuni (pochi) che richiedono Cila anche per il rifacimento impianti, anche se non ci sono modifiche in planimetria.
      rispondi al commento
      • Tapro Arch.granata
        Martedì 20 Maggio 2014, alle ore 11:17
        Grazie. Che lei sappia, a Milano è necessario fare la CILA? dal sito del comune non è chiaro.
        rispondi al commento
  • Tapro
    Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 14:45
    Qualcuno mi ha anche parlato di comunicazione al comune della data di inizio lavori in carta semplice o con PEC. E' necessaria?
    rispondi al commento
  • Tapro
    Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 14:31
    Intendevo l'autocertificazione. (con un modulo "dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà" per autocertificazione). la devo mandare/presentare a qualche ente o la devo tenere io?quali sono i lavori di "attività edilizia libera"?
    rispondi al commento
  • Tapro
    Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 14:21
    Buongiorno, per una sostituzione di pavimenti,sanitari e impianto elettrico, si può applicare questa frase? "Per i lavori di attività edilizia libera, per i quali non è previsto alcun titolo è necessario predisporre un?autocertificazione, in cui si indichi la data di inizio dei lavori e si dichiari che i lavori per i quali si chiede la detrazione siano tra quelli agevolabili." la certificazione la faccio io e la tengo per futuri controlli?
    rispondi al commento
  • Alessandro78283
    Domenica 18 Maggio 2014, alle ore 21:49
    Buona sera Architetto, ho fatto un bonifico d'acconto per la ditta edile prima che il comune mi accetti la Scia, queste spese rientrano nella detrazione del 50%?Poi il lavoro del piastrellista è al 22 o al 10% di iva?Le porte interne rientrano nella detrazione?Grazie e complimenti per il sito.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Alessandro78283
      Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 10:09
      L'acconto è detraibile. Le porte sono detraibili solo se la loro sostituzione si rende necessaria per interventi di manutenzione straordinaria. Per l'Iva può approfondire qui: http://www.lavorincasa.it/iva-per-lavori-edili/
      rispondi al commento
  • Bennyevangelista
    Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 16:29
    Salve Architetto,ho acquistato a luglio 2013 un immobile, effettuando alcuni lavori di manutenzione straordinaria. Ho quindi fatto quest'anno la dichiarazione dei redditi portando in detrazione le spese dei lavori e della mobilia. Per quest'ultima, non avendo esaurito la soglia dei 10.000 e dovendo ancora finire di arredare, potrò nel 2015 portare in detrazione quanto spenderò nel 2014 a ragione dei lavori fatti nel 2013?Grazie molte
    rispondi al commento
    • Arch.granata Bennyevangelista
      Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 09:39
      Sì, l'agevolazione resta valida per gli acquisti fatti entro il 31.12.2014
      rispondi al commento
  • Andrea.genova
    Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 15:03
    Buonasera.Spettabile arch. un paio di domande:- sto costruendo un box, con regolare concessione edilizia: posso usufruire del bonus mobili per l'appartamento ad esso collegato?In caso di risposta negativa:- sto ristrutturando il bagno in maniera autonoma. posso autocertificare la situazione ed usufruire del bonus mobili per l'appartamento?La ringrazio anticipatamente.Andrea
    rispondi al commento
    • Arch.granata Andrea.genova
      Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 09:36
      Sì, se il box è pertinenziale.
      rispondi al commento
  • Autodidatta
    Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 12:47
    Gentile Architetto, la mia domanda nasce proprio da un confronto con il mio progettista. Questi sostiene che nella CIA - manutenzione straordinaria basta indicare solo la ditta principale che esegue i lavori edili. Secondo le mie informazioni e gli approfindimenti da me effettuati, per fruire delle detrazioni IRPEF, è necessario indicare ditta, serramentista, idraulico, elettricista. Può chiarimi l'arcano mistero? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Autodidatta
      Lunedì 19 Maggio 2014, alle ore 09:34
      Devono essere indicate tutte le ditte (ma non solo quando si usufruisce delle detrazioni Irpef).
      rispondi al commento
  • Autodidatta
    Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 11:24
    Gentile Architetto, la ringrazio per la cortese e solerte risposta. Tuttavia l'articolo da lei consigliato entra in merito solo alla domanda preventiva ASL invece io vorrei sapere se anche nella CIA per manutenzione straordinaria devo indicare oltre l'impr. edile il serramentista, l'idraulico, l'elettricista, il pittore? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Autodidatta
      Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 12:02
      I lavori descritti prevedono la presenza di un tecnico progettista e direttore dei lavori. Il professionista incaricato si occuperà di tutti gli aspetti burocratici.
      rispondi al commento
  • Autodidatta
    Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 09:36
    2) in merito ai lavori riportati nella nella domanda precedente nel titolo autorizzativo devo indicare i dati solo della ditta che effettua i lavori edili o anche del serramentista che realizza ed installa gli infissi nuovi? inoltre idraulico ed elettricista devono anch'essi figurare. Infine nell'ipotesi in cui dovesserro essere indicati tutti i soggetti di cui sopra devo presentare domanda all'ASL?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Autodidatta
      Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 10:18
      Per chiarimenti sulla comunicazione all'Asl le consiglio la lettura di questo articolo: http://www.lavorincasa.it/notifica-preliminare/
      rispondi al commento
  • Autodidatta
    Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 09:27
    Gentile Architetto, avrei alcune domande da porle1) gli i interventi previsti nel mio appartamento sono: rifacimento bagno e cucina, realizzazione secondo bagno, rifacimento impianto idrico ed elettrico, realizzazione di n. 2 tramezzature ed un disimpegno tra camera letto e nuovo bagno. La domanda è tali interventi si configurano come manutenzione straordinaria o ristrutturazione edilizia?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Autodidatta
      Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 10:17
      Manutenzione straordinaria.
      rispondi al commento
  • Toninocorea
    Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 08:33
    Gent.Architetto,gradirei una risposta al quesito proposto 6 giorni fa.Grazie della gentilezza
    rispondi al commento
  • Giosue78
    Venerdì 16 Maggio 2014, alle ore 08:09
    Ho aperto una SCIA e nominato una ditta per i lavori principali: per la sostituzione del portone blindato dovrebbe venire ad installarlo una seconda ditta ossia la ditta che ce lo fornisce e bisognerebbe presentare oltre una comunicaz. all'asl anche nominare un coordinatore per la sicurezza, essendoci due ditte che eseguono i lavori. Onde evitare questo allungamento dei tempi posso installare io il portone non perdendo ugualmen le detrazioni?
    rispondi al commento
  • Lukeb72
    Mercoledì 14 Maggio 2014, alle ore 19:28
    Salve architetto, volevo sapere se l'iva agevolata al 10% si applica anche alla sostituzione degli infissi?Il fornitore sarà anche colui che installerà gli infissi. Anticipatamente grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Lukeb72
      Giovedì 15 Maggio 2014, alle ore 09:44
      Sì.
      rispondi al commento
      • Lukeb72 Arch.granata
        Giovedì 15 Maggio 2014, alle ore 11:13
        Però l'agenzia delle entrate e il fornitore, sostengono che il 10% si applica solo sulla mano d'opera. A cosa mi devo attenere?Inoltre facendo la dichiarazione dell'applicazione dell'iva al 10% dichiarando che i benei forniti sono su immobile in corso di ristrutturazione straordinaria, qual'ora ci fossero differenze la responsabilità è mia o del fornitore?
        rispondi al commento
        • Arch.granata Lukeb72
          Giovedì 15 Maggio 2014, alle ore 12:29
          Le consiglio la lettura di quest'articolo: http://www.lavorincasa.it/iva-per-lavori-edili/ per maggiori chiarimenti.
          rispondi al commento
  • Dani85
    Sabato 10 Maggio 2014, alle ore 09:46
    Salve architetto,vorrei usufruire della detrazione fiscale solo per impianto elettrico e mobili,è possibile farlo?devo presentare una dia?
    rispondi al commento
  • Giosue78
    Venerdì 9 Maggio 2014, alle ore 16:12
    Salve architetto,nella Guida Ristrutturazioni dell'Agenzia delle entrate vi è questa voce:E? consentito effettuare il pagamento anche mediante carte di credito o carte di debito. Inquesto caso, la data di pagamento è individuata nel giorno di utilizzo della carta da partedel titolare (indicata nella ricevuta di transazione) e non nel giorno di addebito sul contocorrente del titolare stesso.Posso quindi pagare senza attenermi al bonifico?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giosue78
      Lunedì 12 Maggio 2014, alle ore 09:55
      Questa voce è riferita unicamente all'acquisto di mobili.
      rispondi al commento
  • Toninocorea
    Venerdì 9 Maggio 2014, alle ore 10:10
    Buongiorno architettoRipropongo un quesito : fattura dei lavori ristrutturazione rientranti tra quelli incentivati cointestata a marito e moglie. Può essere detratta indifferentemente dall'una o dell'altro tenuto presente che il bonifico sarà addebitato sul conto intestato ad entrambi?Grazie della risposta
    rispondi al commento
  • Doowle
    Mercoledì 7 Maggio 2014, alle ore 17:05
    Salve Architetto,io e la mia ragazza abbiamo acquistato una casa singola del 67.la casa è intestata a lei mentre il mutuo è cointestato, al momento viviamo nel mio appartamento dove abbiamo la residenza.dobbiamo fare dei lavori di ristrutturazione tetto compreso, purtroppo la mia ragazza ha un contratto a tempo determinato e non può beneficiare delle detrazioni.posso usufruirne io nel mio 730?se è possibile come dobbiamo fare?GRAZIE, Enzo
    rispondi al commento
  • Giosue78
    Martedì 6 Maggio 2014, alle ore 11:16
    Salve ArchitettO,alcune domande: Ho aperto la Scia per manutenzione straordinaria, per detrarre il 50%:- in quale spese debbo inserire l'acquisto di lampadari in genere;-l'acquisto di un nuovo piano cottura, elettrodomestico o arredamento?;-Devo lasciare aperta la scia fino a quando non ultimo l'acquisto dei mobili.GRAZIE!!!
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giosue78
      Mercoledì 7 Maggio 2014, alle ore 09:31
      I beni descritti rientrano nel bonus mobili. Non è necessario lasciare aperta la Scia per usufruirne.
      rispondi al commento
  • Adsodamelk
    Lunedì 5 Maggio 2014, alle ore 18:34
    Grazie per per la risposta, un altro quesito: l'idraulico che ha realizzato l'impianto riscaldamento a pavimento mi ha predisposto fattura che ho pagato interamente con bonifico al 65%. Dopo il pagamento il termotecnico mi ha detto che non posso detrarla interamente al 65%, perché uno dei piani non era in precedenza riscaldato. Posso portare la quota fattura relativa a quel piano al 50% o devo farmi fare due fatture distinte e ripagarle di nuovo?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Adsodamelk
      Martedì 6 Maggio 2014, alle ore 09:37
      E' opportuno rifare le fatture in maniera differenziata, ma è assolutamente necessario rifare i pagamenti, perchè i bonifici sono differenti.
      rispondi al commento
  • Adsodamelk
    Domenica 4 Maggio 2014, alle ore 19:05
    Buongiono arch. Granata, che Lei sappia sono detraibili al 50% anche le bollette dell'allacciamento temporaneo di cantiere (nel mio caso trifase 10kW per gru). Grazie in anticipo!
    rispondi al commento
    • Arch.granata Adsodamelk
      Lunedì 5 Maggio 2014, alle ore 10:17
      A mio parere sì, perchè la guida dell'AdE parla di "altri eventuali costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi".
      rispondi al commento
      • Nicolar Arch.granata
        Lunedì 5 Maggio 2014, alle ore 20:03
        Mi scusi Architetto, per un intervento di restauro e risanamento su immobile (in centro storico) allo stato privo di impianti lei pensa che possano entrare in detrazione le spese di allacciamento per servizi idrico/fognanti ed energia elettrica in quanto elementi necessari all'esecuzione dei lavori (anche se poi destinati a servire stabilmente l'unità abitativa)? Grazie infinite
        rispondi al commento
  • Toninocorea
    Domenica 4 Maggio 2014, alle ore 09:03
    Rosanna50la fattura di una spesa rientrante nel bonus fiscale può essere cointestata a moglie e marito e quindi detraibile dall?irpef di uno dei due?
    rispondi al commento
  • Ileana80
    Venerdì 2 Maggio 2014, alle ore 20:27
    Buonasera Architetto, abbiamo da poco richiesto un progetto per una ristrutturazione ad un architetto, seguirà poi il preventivo da parte dell'impresa che effettuerà i lavori e la dichiarazione di inizio lavori. La mia domanda è questa: se inizio i lavori nel 2014 ma non riesco a terminarli entro l'anno, per i pagamenti effettuati ipoteticamente nel 2015, posso usufruire della detrazione in quanto di competenza del 2014? Grazie
    rispondi al commento
    • Adsodamelk Ileana80
      Domenica 4 Maggio 2014, alle ore 19:08
      Salve Ileana80, per quel che ne so (sono alla fine di uan ristrtutturazione radicale durata quasi due anni) la competenza è sempre di cassa, quindi conta l'anno in cui è stato effettuato il pagamento. Quindi per i pagamenti che Lei farà nel 2014 vale la detrazione del 50%, mentre per quelli eseguiti nel 2015 vale la detrazione del 40% (sempre che non cambino le regole)
      rispondi al commento
  • Stevet82
    Mercoledì 30 Aprile 2014, alle ore 15:15
    Buongiorno Architetto, vorrei ristrutturare una casa di 75mt di proprietà di mio padre che risiede in un'altra abitazione, io vorrei sostenere le spese per poi affittarla a terzi (io non risiedo con mio padre), posso usufruire della detrazione fiscale del 50% facendomi rilasciare da mio padre la cessione ad uso gratuito, oppure è necessario che io risieda nell'immobile che intendo ristrutturare? grazie mille
    rispondi al commento
    • Arch.granata Stevet82
      Venerdì 2 Maggio 2014, alle ore 09:52
      Deve registrare un contratto di comodato d'uso.
      rispondi al commento
  • Stevet82
    Mercoledì 30 Aprile 2014, alle ore 15:13
    Buongiorno Architetto, vorrei ristrutturare parte di una casa di 150mt al piano terra e non potendo affrontare tutta la spesa vorrei rendere abitabile solo una porzione di 75mt che necessita di un intervento competo (sono presenti solo i muri portanti). L'immobile è di proprietà di mio padre che risiede in un'altra abitazione, io vorrei sostenere le spese per poi affittarlo a terzi (io non risiedo con mio padre), posso usufruire della detrazione
    rispondi al commento
  • Giosue78
    Mercoledì 30 Aprile 2014, alle ore 10:32
    Salve Architetto Granata, a giorni farò dei lavori di ristrutturazione di un appartamento prima casa tramite SCIA, ossia: Rifacimento rivestimento cucina, rifacimento rivestimento bagno, sostituzione sanitari, sostituzione portone blindato,ampliamento ingresso cucina, posa parquet, sostituzione caldaia, installazione antifurto.Vorrei sapere se devo fare comunicazione all'ASL e se per la caldaia e il portone posso detrarre il 65% e come?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giosue78
      Mercoledì 30 Aprile 2014, alle ore 11:31
      Per la comunicazione all'ASL trova nell'articolo quando va fatta. Per la detrazione 65% può leggere questo articolo: http://www.lavorincasa.it/detrazione-65/
      rispondi al commento
  • Nives.benzoni@libero.it
    Martedì 29 Aprile 2014, alle ore 18:35
    Buongiorno,manutenz.straord. di appartamento con scia .A giorni termineranno i lavori, avendo superato la somma dei 51.645,68 devo fare la DICHIARAZIONE DI ESECUZIONE LAVORI da inviare al Centro di Pescara? se sì quando deve essere inviata?la ringrazio anticipatamente
    rispondi al commento
    • Arch.granata Nives.benzoni@libero.it
      Mercoledì 30 Aprile 2014, alle ore 10:05
      No, la comunicazione al Centro di Pescara è stata eliminata ormai da anni.
      rispondi al commento
  • Dani85
    Martedì 29 Aprile 2014, alle ore 16:58
    Buonasera architetto sto cercando di usufruire di questa agevolazione fiscale,ma mi hanno detto che per avere l agevolazione sui mobili,i lavori interni di manutenzione straordinaria devono superare i costi dei mobili,quindi più di 10.000.00 ,in realtà io devo fare poche modifiche.anticipamente grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Dani85
      Mercoledì 30 Aprile 2014, alle ore 10:03
      Non è esatto, i lavori possono ammontare anche a meno di 10.000 euro, ma in tal caso il bonus per i mobili non potrà superare tale spesa. Se, ad es., spende 3.000 euro per i lavori, potrà detrarre 3.000 euro per i mobili.
      rispondi al commento
  • Lukeb72
    Lunedì 28 Aprile 2014, alle ore 11:53
    Salve Architetto, volevo sapere se l'acuisto della cucina rientra tra il "bonus mobili" e se l'iva è al 10%.Inoltre vorrei sapere se il bonus di 10.000,00? è da considerarsi per l'imponibile o comprensivo di iva.Anticipatamente grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Lukeb72
      Martedì 29 Aprile 2014, alle ore 11:01
      L'iva per i mobili è sempre al 22%. Il tetto massimo di 10.000 euro è comprensivo di Iva.
      rispondi al commento
  • Mdm2810
    Domenica 27 Aprile 2014, alle ore 00:22
    Buona sera Arch. Granata, sto ristrutturando un appartamento. Devo fare,un secondo bagno completamente nuovo,devo creare 4 stanze con il cartongesso oppure mattoni di gesso, non avendo molto spazio devo considerare gli scrigni e le porte scorrevoli.Ho fatto anche spostare la caldaia, l'installazione di un nuovo termosifone, un nuovo allaccio del acqua e del gas. Devo presentare una domanda al comune oppure e' un'attivita' di edilizia libera?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Mdm2810
      Martedì 29 Aprile 2014, alle ore 10:41
      Va presentata pratica al comune.
      rispondi al commento
  • Luiginor
    Giovedì 24 Aprile 2014, alle ore 13:20
    Salve Architetto, Ho una seconda casa in comproprietà con mia moglie e ho iniziato a ristrutturarla. Ho la residenza con la famiglia in un paese diverso dalla casa in ristrutturazione .Ho già effettuato dei bonifici solo a mio nome (alcuni a titolo di acconto). Vorrei sapere se mio figlio può usufruire della detrazione (con dei bonifici), avendo io già esaurito le detrazioni , lui è convivente e residente con me nella prima abitazione? Grazie
    rispondi al commento
  • Stefania.s78
    Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 21:44
    Salve Architetto, nel condominio dove abito stiamo ristrutturandoIo vorrei cambiare gli infissi delle finestre, e volevo fare richiesta di detrazione per il 50%, perciò devo pagare le fatture con bonifico, ma se corrispondo un acconto immagino di dover fare il bonifico solo per quello, ma la fattura può essere unica? o devo richiederne una di acconto ogni volta?L'indirizzo della fattura va fatto dove sono residente o dove ristrutturo?Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Stefania.s78
      Martedì 29 Aprile 2014, alle ore 10:08
      E' meglio far corrispondere i bonifici a ogni fattura. L'indirizzo deve essere quello di residenza.
      rispondi al commento
  • Petra76
    Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 14:36
    Buonasera Architetto, sto ristruttarando casa(manuntenzione starordinaria),e sono un po' confusa su alcune cose.Volevo sapere se il riscaldamento a pavimento rientra nella detrazione al 65%, se l'impianto di tutta la casa con strip a led rientra nel 50% o nel 65% o se parte del bonus mobili e se si possono detrarre le spese per l'intonachista.Grazie mille
    rispondi al commento
  • Toninocorea
    Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 11:35
    Nel 2012 il Comune ha rilasciato SCIA per i lavori di ristrutturazione di un appartamento di esclusiva proprietà di mia moglie .Tutte le fatture nel 2013 sono state intestate a mia moglie che ha assorbito e largamente superato il credito IRPEF di ? 4150 contro una rata di ? 6250.Per non subire ulteriori perdite le prossime fatture possono essere intestate al sottoscritto diventando pertanto il nuovo beneficiario del bonus fiscale?saluti.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Toninocorea
      Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 12:05
      Sì, purchè complessivamente non si superi il tetto di 96.000 euro per l'immobile.
      rispondi al commento
  • A.p.
    Martedì 22 Aprile 2014, alle ore 10:01
    Salve,Stiamo effettuando lavori di ristrutturazione straordinaria, al momento scia aperta.Su 10 porte esistenti, 2 saranno rimosse per la creazione di un ambiente unico, le altre 8 saranno sostituite.Per le 8 porte da sostituire, è possibile evere la detrazione del 50%?Saluti
    rispondi al commento
    • Arch.granata A.p.
      Martedì 22 Aprile 2014, alle ore 10:08
      No.
      rispondi al commento
      • Lukeb72 Arch.granata
        Martedì 22 Aprile 2014, alle ore 18:54
        Quindi le porte non rientrano nella detrazione in caso di ristrutturazione totale? Chiedo conferma perchè a me, proprio oggi, il rivenditore ha detto di fare il bonifico con la dicitura per usufruire della detrazione per ristrutturazione. Grazie anticipatamente
        rispondi al commento
        • Arch.granata Lukeb72
          Mercoledì 23 Aprile 2014, alle ore 10:20
          Se i muri vengono spostati, modificati, modificata l'ampiezza del vano, ecc., sì.
          rispondi al commento
  • Giancarlocolizzi
    Domenica 20 Aprile 2014, alle ore 09:38
    Buongiorno e auguri di buona Pasqua. Ho acquistato casa l'anno scorso, ho iniziato a comprare i materiali a giugno luglio e agosto2013 e ho fatto lavori in autonomia visto che non è necessaria alcuna denuncia al Comune (pavimenti/impianto elettrico, idrico e sanitario/pittura/rivestimenti). Posso fare oggi una dichiarazione sostitutiva atto di notorietà dove dichiaro che i lavori sono stati iniziati a giugno 2013 per non perdere agevolazione?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giancarlocolizzi
      Martedì 22 Aprile 2014, alle ore 09:55
      Innanzitutto bisogna vedere se tutti i lavori sono detraibili, in quanto manutenzione straordinaria. Poi i lavori relativi agli impianti non possono essere fatti in autonomia, perchè richiedono il rilascio di certificazione di conformità da parte della ditta installatrice.
      rispondi al commento
      • Giancarlocolizzi Arch.granata
        Venerdì 25 Aprile 2014, alle ore 22:46
        I materiali, purtroppo li ho acquistati con scontrini fiscali quindi salvo errore nulla da fare. Per impianto di riscaldamento e idrico ho rifatto da zero tutti tubi e caloriferi con certificazione della ditta che ha curato impianto e ho fatto bonifico per la riqualificazione energetica come indicato in fattura.la parte elettrica ho rifatto impianto nuovo: salvavita, fili, prese, luci.. bonifico all'elettricista per manutenzione straordinaria.
        rispondi al commento
  • Anbufe
    Martedì 15 Aprile 2014, alle ore 20:19
    Salve,dovrei acquistare degli infissi e il pavimento per la mia abitazione oggetto di ristrutturazione. Sono lavori fatti in economia, quindi ho chiamato il muratore per le divisioni, il piastrellista per il pavimento e cosi via.Ora in caso di acquisto del materiale di cui sopra, posso usufruire delle agevolazioni fiscali o l'acquisto deve essere effettuato dalla ditta che mi esegue i lavori?Grazie infinite
    rispondi al commento
    • Arch.granata Anbufe
      Mercoledì 16 Aprile 2014, alle ore 09:42
      Può acquistare lei i materiali.
      rispondi al commento
      • Anbufe Arch.granata
        Mercoledì 16 Aprile 2014, alle ore 21:49
        Nel caso in cui acquisto io i materiali, l'iva è sempre al 10%
        rispondi al commento
  • Dani85
    Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 18:50
    Salve architetto,ho acquistato una casa,prima casa,e dovrei fare dei lavori tipo cambio pavimenti,sanitari,riscaldamento impianto luce controsoffitto,ma nessuno sa dirmi cosa fare per richiedere la detrazione del 50% sa darmi qualche info in più se basta pagare con bonifico o se devo richiedere qualcosa prima?GRAZIE
    rispondi al commento
    • Arch.granata Dani85
      Martedì 15 Aprile 2014, alle ore 10:11
      L'articolo spiega proprio tutta la procedura.
      rispondi al commento
  • Dani85
    Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 18:45
    Salve
    rispondi al commento
  • A.p.
    Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 15:51
    Salve,Stiamo effettuando lavori di ristrutturazione straordinaria, al momento scia aperta.Su 10 porte esistenti, 2 saranno rimosse per la creazione di un ambiente unico, le altre 8 saranno sostituite.Per le 8 porte da sostituire, è possibile evere la detrazione del 50%?Saluti
    rispondi al commento
  • Anna.cusumano.10
    Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 11:38
    Buongiorno Architetto Granata, ci terrei ad avere una sua risposta ad un dubbio che mi sta sorgendo:Sto eseguendo un lavoro di rifacimento impianto elettrico in casa, in data 11/4 ho effettuato due bonifici, uno per l'acconto dei mobili ed uno per l'acconto della ristrutturazione, avendo eseguito il bonifico per i mobili 4 min prima del bonifico per i lavori di ristrutturazione, vorrei sapere se riceverò comunque la detrazione fiscale?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Anna.cusumano.10
      Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 12:48
      Se ha presentato prima la comunicaizone di inizio lavori, sì.
      rispondi al commento
      • Anna.cusumano.10 Arch.granata
        Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 13:34
        Per il tipo di lavori (rifacimento impianto elettrico e piastrellare i pavimenti), mi hanno detto che non serviva nessuna autorizzazione da parte del comune, quindi non ho comunicato nessuna data di inizio lavori. E' corretto? Ho le fatture del mobiliere e dell'impresa di ristrutturazione datate entrambe il 10/4. Riceverò quindi la detrazione? Grazie per la sua cortese disponibilità.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Anna.cusumano.10
          Martedì 15 Aprile 2014, alle ore 09:50
          Anche se per alcuni comuni non è necessaria la comunicazione, la consiglio sempre proprio per attestare che è stata fatta prima del pagamento dei mobili. Tuttavia, in questo caso, visto che le fatture e i pagamenti sono contestuali, non penso ci siano problemi.
          rispondi al commento
  • Fubomusica
    Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 00:29
    Buonasera Architetto, terrei al suo parere e anche all'esperienza diretta dei lettori di questo forum. L'Agenzia delle Entrate sostiene che fino a 4000 euro, il datore di lavoro in un paio di di mesi dalla dichiarazione dei reddit restituisce le detrazioni ma per importi maggiori, occorre attendere la restituzione direttamente dallo Stato, il tutto entro il Dicembre dello stesso anno. Vi risultano regolarmente restituiti gli importi spettanti ?
    rispondi al commento
  • Pierluigig
    Giovedì 10 Aprile 2014, alle ore 17:28
    Gent. mo Architetto Granata, sono in possesso di una CIL per manutenzione straordinaria, che tra le altre cose comporta l'allargamento del vano di una porta interna, che devo quindi necessariamente sostituire con una nuova. Le chiedo se sull'acquisto e montaggio della nuova porta posso avere la detrazione del 50%. Grazie della cortese attenzione,
    rispondi al commento
    • Arch.granata Pierluigig
      Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 11:14
      Sì.
      rispondi al commento
      • Pierluigig Arch.granata
        Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 13:34
        Grazie, gentilissima e perentoria.Buon lavoro.PLG
        rispondi al commento
  • Petra76
    Mercoledì 9 Aprile 2014, alle ore 14:28
    Buon pomeriggio Architetto torno a scriverle per altri dubbi. Sto ristrutturando casa (manuntenzione starordinaria) e vorrei sapere se posso detrarre le spese del pittore e della carta da parati, delle porte (scrigno) e di tutta l'illuminazione diella casa che sarà con i led. Se sì, farebbero parte del bonus mobili o questi sono lavori a parte? La ringranzio anticipatamente
    rispondi al commento
    • Arch.granata Petra76
      Giovedì 10 Aprile 2014, alle ore 08:56
      I lavori descritti sono di manutenzione ordinaria, quindi no.
      rispondi al commento
      • Petra76 Arch.granata
        Giovedì 10 Aprile 2014, alle ore 11:14
        Grazie mille per avermi risposto. Mi era comunque sembrato di leggere che la sostituzione di una vecchia porta a battente con una nuova porta scorrevole a scomparsa rientra in un intervento di manutenzione o ristrutturazione edilizia e che la tinteggiatura se rientra in un contesto di opere più vaste, come la demolizione di tramezze e la realizzazione di nuovi muri divisori, può essere detratta. Pensavo fosse la stessa cosa per le luci.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Petra76
          Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 11:12
          Dunque, se la porta è sostituita con una scorrevole a scomparsa, è necessario sostituire una parte di muro per inserire il telaio, per cui possiamo considerarla m.s. In tal caso sarà detraibile anche la ritinteggiatura delle sole stanze interessate. Gli apparecchi per illuminazione rientreranno nel bonus mobili.
          rispondi al commento
  • Dreamtime
    Mercoledì 9 Aprile 2014, alle ore 10:00
    Architetto, buongiorno.Vorrei sapere se la possibilita' di usufruire delle detrazioni fiscali parte dalla data di inzio lavori ufficiale decretata dal comune o si possono presentare anche fatture di prestazioni d?opera (fatture geometra per sopralluoghi e perizie) antecedenti la data inizio lavori?Grazie mille
    rispondi al commento
    • Arch.granata Dreamtime
      Mercoledì 9 Aprile 2014, alle ore 11:23
      Sì, si possono detrarre, purchè ovviamente la prestazione professionale sia finalizzata all'intervento per il quale si è poi presentato inizio lavori.
      rispondi al commento
  • Petra76
    Martedì 8 Aprile 2014, alle ore 13:58
    Buon pomeriggio Architettotorno a scriverle per altri dubbi. Sto ristrutturando casa (manuntenzione starordinaria) e vorrei sapere se posso detrarre le spese del pittore e della carta da parati, delle porte (scrigno) e di tutta l'illuminazione diella casa che sarà con i led. Se sì, farebbero parte del bonus mobili o questi sono lavori a parte? La ringranzio anticipatamente
    rispondi al commento
  • Oscar.81
    Lunedì 7 Aprile 2014, alle ore 12:10
    Buongiorno Architetto,Per la mia prima casa, dovrei ristrutturare compl. 3 bagni e sostituire il pavimento della zona giorno poichè dovrei spostare 2 termosifoni;se ho capito bene, sia per i bagni che per la zona giorno, posso detrarre al 50% tutto il materiale e la manodopera necessaria, compreso piastrelle, sanitari e rubinetteria, i quali vengono sostituiti a seguito del rifacimento di impianto idrico;Tale motivazione va specificata?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Oscar.81
      Martedì 8 Aprile 2014, alle ore 10:16
      Sì, è opportuno.
      rispondi al commento
      • Oscar.81 Arch.granata
        Martedì 8 Aprile 2014, alle ore 10:54
        Ok, grazie; è necessaria una relazione di un tecnico? devo aprire una SCIA?
        rispondi al commento
  • Fubomusica
    Giovedì 3 Aprile 2014, alle ore 00:22
    Buonasera Architetto, vorrei ristrutturare una casa che non ha al suo interno un impianto di riscaldamento, quindi in teoria non potrei usufruire delle detrazioni per risparmio energetico. Posso nel contesto di ristrutturazione creare un impianto di riscaldamento con detrazioni al 50% e immediatamente dopo procedere a tutte quelle operazioni che permettono le detrazioni al 65% per risparmio energetico (cappotto termico, serramenti, ecc ..) ?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Fubomusica
      Martedì 8 Aprile 2014, alle ore 09:59
      Certo, tenendo separate le contabilità, può fruire del 50% per determinate opere e del 65% per altre.
      rispondi al commento
      • Fubomusica Arch.granata
        Venerdì 11 Aprile 2014, alle ore 13:11
        Grazie, molto gentile .......
        rispondi al commento
      • Fubomusica Arch.granata
        Domenica 13 Aprile 2014, alle ore 18:49
        Ma mi sorge un dubbio ......se il riscaldamento non c'e' ma c'era a suo tempo una stufa volante collegata ad un piccolo comignolo sul tetto, se mi appresto a installare un nuovo impianto di riscaldamento , posso lo stesso considerarlo "ristrutturazione" ??
        rispondi al commento
        • Arch.granata Fubomusica
          Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 10:54
          Sì, certo, la realizzaizone di un nuovo impianto è ristrutturazione. Certamente non può fruire della detrazione per risparmio energetico, ma di quella del 50% sì.
          rispondi al commento
          • Fubomusica Arch.granata
            Lunedì 14 Aprile 2014, alle ore 13:16
            Perfetto, perdere un 15% sulle detrazioni è importante ma fino ad un certo punto, quello che più mi preme è poter detrarre poi al 65% il cappotto termico, i pavimenti, le finestre il portoncino eccc ... cosa che non potrei fare se non esistesse un impianto di riscaldamento...... corretto ?
            rispondi al commento
            • Arch.granata Fubomusica
              Martedì 15 Aprile 2014, alle ore 09:46
              Sì, ma se non c'è riscaldamento, si può sempre ripiegare sul 50%.
              rispondi al commento
              • Fubomusica Arch.granata
                Martedì 15 Aprile 2014, alle ore 11:05
                Concordo, ma visto che il riscaldamento va fatto, direi che la soluzione migliore (economicamente parlando) è quella di fare prima il riscaldamento al 50% e solo dopo procedere al cappotto termico, serramenti, pavimento ecc, al 65% ..... guadagnare un 15% sulle detrazioni su una cifra importante è per me "vitale". .... è solo questione di programmare bene i tempi degli interventi., concorda ?
                rispondi al commento
                • Arch.granata Fubomusica
                  Martedì 15 Aprile 2014, alle ore 12:03
                  Certo, ricordi però che la detrazione 65% scade (al momento), il 31 dicembre.
                  rispondi al commento
                  • Fubomusica Arch.granata
                    Martedì 15 Aprile 2014, alle ore 17:12
                    Grazie ..... getilissima !!
                    rispondi al commento
  • Giosue78
    Martedì 1 Aprile 2014, alle ore 19:57
    Salve architetto,debbo ristrutturare bagno e cucina, in particolare sostituzione sanitari,tubi,pavimento,piastrelle e tonaco interno cucina. Al comune mi hanno detto che non serve una scia ma una semplice comunicaz. lavori. Preciso che il lavori li eseguirò io.All'agenzia delle entrate mi hanno detto che posso detrarre il 50% sul materiale in acquisto ed i mobili, basta pagare con bonifico con dicitura esatta.Posso stare tranquillo?
    rispondi al commento
  • Petra76
    Giovedì 27 Marzo 2014, alle ore 23:49
    Buonasera Architettosto ristrutturando casa.(manuntenzione straordinaria).Volevo sapere se il bonifico per l'acquisto dei materiali (solo un acconto) può essere precedente all'inizio lavori. La Scia è già stata presentata in Comune ma non è stata ancora fatta la raccomandata all'Asl. La ringranzio anticipatamente.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Petra76
      Venerdì 28 Marzo 2014, alle ore 10:04
      Sì, può essere precedente.
      rispondi al commento
  • Nicolar
    Mercoledì 26 Marzo 2014, alle ore 16:29
    Buonasera Architetto, vorrei sapere come comportarsi con la comunicazione preliminare ASL nel caso in cui si voglia dare inizio ai lavori con una prima impresa e ci si riservi di individuare in corso opere la o le eventuali altre cui attribuire parte dei lavori complessivi da fare. Nello specifico è stata presentata la Scia con la sola indicazione dell'impresa che inizierà a lavorare sull'immobile sulle parti murarie. Per altro vedremo dopo.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Nicolar
      Giovedì 27 Marzo 2014, alle ore 10:04
      La comunicazione è obbligatoria anche per la presenza non contemporanea di più imprese. In questo caso andrà aggiornata anche la comunicazione al comune.
      rispondi al commento
  • Lukeb72
    Lunedì 24 Marzo 2014, alle ore 17:01
    Salve Archiettto, ho fatto comunicazione alla ASLper i lavori di ristrutturazione e ho indicato come data presunta di fine lavori 30/05/2014, qual'ora sia rispettata questa data posso usufruire del bonus mobili che acquisterò dopo il 30/05?E se invece dovessero prolungarsi, devo comunicarlo alla ASL?Anticipatamente grazie.P.S. complimenti per questo servizio offerto.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Lukeb72
      Martedì 25 Marzo 2014, alle ore 10:04
      In realtà non c'è un limite legato alla fine lavori: è sufficiente acquistare i mobili entro il 31.12.2014, e dopo l'inizio lavori.
      rispondi al commento
  • Albasilorella
    Lunedì 24 Marzo 2014, alle ore 11:11
    Il convivente more uxorio può dedurre le spese di ristrutturazione di una abitazione dove non risiedono
    rispondi al commento
  • Nicolalt
    Venerdì 21 Marzo 2014, alle ore 23:39
    Salve Architetto Granata, volevo farle una domanda, ho eseguito dei piccoli lavori di ristrutturazione con comunicazione inizio lavori inviata al comune a novembre 2013. Ho usufruito del bonus mobili, ho effettuato tutti i pagamenti a fine novembre con le modalità previste, oggi vorrei acquistare una camera da letto, la mia domanda è: posso usufruire del bonus mobili 2014? Ancora ad oggi non è stata inviata la chiusura dei lavori?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Nicolalt
      Lunedì 24 Marzo 2014, alle ore 09:56
      Se dispone di un residuo non utilizzato dei 10.000 euro del bonus, sì.
      rispondi al commento
  • Pietrogiuliano
    Venerdì 21 Marzo 2014, alle ore 12:04
    Salve,vorrei sapere se per le detrazioni al 50% è compreso il rifacimento completo(travi primarie e secondarie e tegole) del tetto di un box pertinenza prima casa.se si mi direbbe se le fatture possono essere emesse prima della presentazione dei permessi(cial o scia), dichiarazione di inizio lavori e presentazione all'asl ?perchè l'impresa dice che si può e che ha bisogno del 10 % per cominciare a ordinare il materiale.grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Pietrogiuliano
      Venerdì 21 Marzo 2014, alle ore 12:27
      Sì, lo confermo.
      rispondi al commento
  • Francesco.ciglia.1
    Martedì 18 Marzo 2014, alle ore 23:46
    Salve, 1)Devo cambiare i pavimeti, e mi pare di aver capito che nn rienra nella detrazione del 50%...ma non rientra nemmeno se devo abbattere un muro che divide due stanze e come conseguenza di questo devo quindi cambiare le mattonelle delle due stanze che diventerebbero una?2) per il costo delle mettonelle si puo avere la detrazione del 50%? Grz
    rispondi al commento
    • Arch.granata Francesco.ciglia.1
      Mercoledì 19 Marzo 2014, alle ore 09:56
      Il lavoro descritto è detraibile e anche il costo delle mattonelle.
      rispondi al commento
      • Francesco.ciglia.1 Arch.granata
        Mercoledì 19 Marzo 2014, alle ore 10:22
        Grazie mille. Se invece cambiassi solo le mattonelle senza abbattere la parete credo non sarebe detraibile . giusto? grz
        rispondi al commento
        • Arch.granata Francesco.ciglia.1
          Mercoledì 19 Marzo 2014, alle ore 10:50
          No, perchè sarebbe manutenzione ordinaria e non straordinaria.
          rispondi al commento
  • Lukeb72
    Martedì 18 Marzo 2014, alle ore 17:02
    Gentile architetto, volevo sapere se intervenendo 3 ditte per i lavori di ristrutturazione, devono fornirmi tutte e 3 i durc. Anticipatamente grazie.
    rispondi al commento
  • Giuliodalesio@gmail.com
    Martedì 18 Marzo 2014, alle ore 11:07
    Gent.mo Architetto, buongiorno.Un chiarimento in merito alla possiblità di pagare con carta di credito/debito: la guida (aggiornata al 02/2014) indica di conservare ricevuta di avvenuta transazione, per i pagamenti con carta di credito o di debito, documentazione di addebito sul conto corrente (rif. pag.18).Sulla Fattura bisogna far trascrivere una dicitura particolare (come quella che si inidica nel bonifico)?Grazie e Buona GiornataGiulio
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giuliodalesio@gmail.com
      Martedì 18 Marzo 2014, alle ore 11:20
      Premesso che tale possibilità vale solo per l'acquisto di mobili collegato alla detrazione 50%, non ci sono indicazioni specifiche per l'oggetto della fattura, ma è sempre meglio mettere un riferimento al fatto che si usufruisca del bonus mobili.
      rispondi al commento
      • Giuliodalesio@gmail.com Arch.granata
        Martedì 18 Marzo 2014, alle ore 11:28
        Gentilissima, Ringrazio e Saluto
        rispondi al commento
  • Lukeb72
    Martedì 18 Marzo 2014, alle ore 10:37
    Salve arch, Granata, devo fare dei lavori di "ristrutturazione" e le ditte che interverranno saranno 3 (rifacimento bagni e cucina, pavimentazione, sostituizione infissi, imp elett) su immobile da me acquistato, ma la detrazione la richiederà mia moglie. Volevo sapere seva fatta la comunicazione all'ASL e se la devo fare io o mia moglieva fatta domanda di inizio attività
    rispondi al commento
  • Shea80
    Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 21:13
    Salve arch.Granata, ho acquistato casa (prima casa) e vorrei apportare dei cambiamenti. I lavori comprendono: unire due piccoli bagni adiacenti per ricavarne uno grande (con modifiche all'impiant0 idraulico), posa di nuova pavimentazione su quella esistente (compreso i bagni), installazione di pannelli solari termici, caldaia a pellets, boiler e radiatori.Quale di queste spese posso detrarre? E con quale titoli autorizzativi? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Shea80
      Martedì 18 Marzo 2014, alle ore 10:12
      Gli interventi sono tutti detraibili, al 50% o al 65% a seconda dei casi. Poichè per i lavori dovrà farsi seguire da un architetto, sarà il tecnico a specificare il da farsi.
      rispondi al commento
  • Agnese.bortoluzzi
    Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 12:14
    Salve,da un anno sto ristrutturando casa e avrei dei dubbi per quanto rigurda la detrazione del 50%1. possono essere detratti anche i costi effettuati da me per l'acquisto di materiale (qiuali cemento, mattoni, tubi per impianto idraulico ecc..)?immagino se pagati con bonifico...2. anche le fatture di architetti ed ingegneri per essere detratte devono essere pagate con bonifico in cui sia presente il riferimento di legge?Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Agnese.bortoluzzi
      Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 12:29
      Sì, tutti i pagamenti devono essere fatti con la modalità indicata nell'articolo.
      rispondi al commento
      • Agnese.bortoluzzi Arch.granata
        Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 12:52
        La ringrazio per la sua risposta.Ho un'altra curiosità da chiederle: posso mettere nella dichiarazione dei redditi di quest'anno fatture con relativi bonifici di pagamento dell'anno 2012, che il mio commercialista non ha messo nella dichiarazione l'anno scorso? Grazie
        rispondi al commento
        • Arch.granata Agnese.bortoluzzi
          Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 12:54
          Questa è una cosa che deve verificare con il commercialista.
          rispondi al commento
          • Agnese.bortoluzzi Arch.granata
            Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 14:26
            Chiederò sicuramente al commercialista, grazie. A me era stato detto che potevo presentarle quest'anno perdendo il primo anno di detrazione.Ho un ultimo quesito da porle: a gennaio 2013 abbiamo pagato una fattura con bonifico errato (senza la legge per la ristrutturazione) e quindi non possiamo detrarla..è passato un anno, è troppo tardi rifare il bonifico corretto con la legge?centra qualcosa la Risoluzione n. 55/E dell'AdE? Grazie
            rispondi al commento
            • Arch.granata Agnese.bortoluzzi
              Martedì 18 Marzo 2014, alle ore 10:10
              No, può rettificare il bonifico, rifacendo il pagamento, anche oggi.
              rispondi al commento
  • Esa72
    Domenica 16 Marzo 2014, alle ore 23:19
    Salve posso volevo permutare un terreno per ristrutturare un rustico,entrambi hanno lo stesso valore,posso farlo anche con la permuta?grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Esa72
      Lunedì 17 Marzo 2014, alle ore 10:00
      Sì, basta che rientri in un uno dei casi degli aventi diritto: se diventa proprietario con la permuta, non fa differenza.
      rispondi al commento
  • Francesca.zuardi
    Giovedì 13 Marzo 2014, alle ore 22:46
    Gentile archietetto, è possibile chiedere detrazione per il solo acquisto di materiale, senza aver fatto comunicazione di inizio lavori? io ho acquistato delle mattonelle per il rifacimento del marciappiede ma non penso di posarlo a breve, quindi volevo chiederele se per ora posso usufruirere della detrazione del 50% e conseguentemente del bonus mobili.la ringrazio
    rispondi al commento
    • Arch.granata Francesca.zuardi
      Venerdì 14 Marzo 2014, alle ore 09:56
      L'acquisto del materiale potrebbe anche essere detraibile, ma non dà diritto al bonus mobili.
      rispondi al commento
  • Thedolp
    Martedì 11 Marzo 2014, alle ore 19:18
    Salve, Arch. Granata, ho iniziato i lavori il 10/13 con una CIA in quanto i lavori di manutenzione straordinaria (condizionatori, spostamento tubi scarico bagno e tubo gas) non richiedevano asseverazione. Ho usufruito anche del bonus mobili per 7000?. Nel 2014 devo effettuare lavori (sempre CIA) pertanto volevo chiederle se:1 è necessaria un'altra comunicazione o è ancora valida la precedente?2 posso utilizzare gli ulteriori 3000? del bonus?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Thedolp
      Mercoledì 12 Marzo 2014, alle ore 10:02
      E' ovviamente necessaria un'altra comunicazione, visto che i lavori sono diversi e non sono stati comunicati nell'altra. Dovrebbe essere possibile fruire del residuo di bonus, ma le consiglio di chiedere meglio all'Agenzia delle entrate.
      rispondi al commento
  • Ctplate
    Sabato 8 Marzo 2014, alle ore 17:46
    Salve,ho iniziato lavori di ristrutt. il 28082012,chiuso cantiere il 01032013. Secondo l'agenzia delle entrate non posso beneficiare del bonus mobili che dovrei acquistare entro questo mese perchè l'acquisto doveva essere fatto entro il 31122013. Esiste un modo di riaprire il cantiere in maniera velo ce ed economica dato che dovrei fare nuove tracce sui muri per collegamenti elettrici(dovuti al progetto della nuova cucina che sto x acquistare)?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Ctplate
      Lunedì 10 Marzo 2014, alle ore 10:05
      Non mi risulta che ci sia necessità di riaprire il cantiere. In realtà lei può acquistare i mobili entro il 31/12/2014, anche se il cantiere è chiuso. L'importante è che per i lavori di ristrutturazione realizzati chiederà la detrazione 50%.
      rispondi al commento
      • Ctplate Arch.granata
        Lunedì 10 Marzo 2014, alle ore 14:51
        Grazie della risposta.Pare strana anche a me la motivazione data dall'agenzia delle entrate (secondo loro gli acquisti di mobili/elettrodomestici devono essere fatti in "data congrua" (fine anno 2013)); ho applicato la detr. del 50% per i pagamenti 2012 nella dichiarazione dei redditi 2013 e quest'anno applicherò la detr. per i pagamenti 2013. Non mi sembra ci sia un richiamo alla "data congrua nella legge in questione. che ne pensa? Saluti.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Ctplate
          Martedì 11 Marzo 2014, alle ore 09:53
          No, infatti. Può fare riferimento alla guida della stessa AdE (Guida Bonus Mobili) dove non c'è nessun limite del genere.
          rispondi al commento
  • Luca2610
    Lunedì 3 Marzo 2014, alle ore 22:55
    Buonasera, devo eseguire alcuni lavori edilizi,detraibili come da normativa dell'agenzia delle entrate, per un totale di circa 3000euro. Contestualmente richeiderò bonus mobili per circa 10000 euro di detrazione.Lei,contrariamente all'AdE scrive che la detrazione del bonus mobili non può superare la spesa edilizia. C'è un rifermento certo di questa normativa? Dall'AdE dicono che non è obbligatoria alcuna correlazione tra le due spese.Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Luca2610
      Martedì 4 Marzo 2014, alle ore 10:21
      Scusi, mi può indicare dove scrivo che la detrazione non può superare la spesa edilizia? Si riferisce all'articolo o a qualche risposta?
      rispondi al commento
      • Luca2610 Arch.granata
        Martedì 4 Marzo 2014, alle ore 13:35
        Buonasera, la ringrazio per la risposta veloce. In diverse risposte ai commenti, presenti sul sito, si legge "e rammento che la spesa massima per il bonus mobili non può superare l'importo dei lavori di ristrutturazione eseguiti, con un tetto di 10mila euro. Cordiali saluti."E' per questo che le ho chiesto una delucidazione. La ringrazio nuovamente e complimenti per il servizio.
        rispondi al commento
        • Arch.granata Luca2610
          Mercoledì 5 Marzo 2014, alle ore 09:36
          In fase di approvazione della legge di stabilità era stato approvato un emendamento in tal senso, per fortuna poi eliminato. Quindi non ci sono limiti. Le ho chiesto dove l'aveva letto perchè l'art. è costantemnete agigornato, mentre i commenti restano con la data originaria. Quindi se l'art. non fosse stato aggiornato, avrei provveduto a correggere.
          rispondi al commento
  • Gimmydp
    Sabato 1 Marzo 2014, alle ore 12:00
    Sto effettuando lavori di ristrutturazione-rifacimento pavimenti, impianti, bagni-.In uno dei 2 bagni ho creato uno spazio di 1 mq-restringendo la camera adiacente-per fare una doccia.Secondo Lei avrei dovuto fare una CILA o basta la dichiarazione sostitutiva di atto notorio con cui ho dichiarato i lavori che intendo fare, la data di inizio dei lavori e che i medesimi lavori sono fra quelli agevolabili per usufruire della detrazione fiscale?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Gimmydp
      Lunedì 3 Marzo 2014, alle ore 09:37
      No, era necessaria la Cila.
      rispondi al commento
  • Rmg52@libero.it
    Martedì 25 Febbraio 2014, alle ore 20:30
    Dovrei fare interventi nel mio appartamento: Sostituire tramite sopra posa pavimenti,cambiare porte interne, creare parete divisoria in cartongesso in camera da letto, sostituire tutte finestre; in cucina chiudere porta esistente in anticamera e aprire passaggio tra sala e cucina, spostare prese elettriche,sostituire mobili cucina con elettrodomestici.quali di questi interventi permettono di accedere ai vari bonus e detrazioni. grazie
    rispondi al commento
  • Giuseppina1966
    Martedì 25 Febbraio 2014, alle ore 16:31
    Buonasera, ho presentato la scia per l'inizio attività di lavori di ristrutturazione che verranno effettuati da due aziende diverse (muratore per le opere edili e idraulico). Devo fare anche la comunicazione all'ASL per poter usufruire delle detrazioni del 50% e 65% per nuova caldaia?Grazie
    rispondi al commento
  • Anna.rogers.902266
    Sabato 22 Febbraio 2014, alle ore 13:38
    Gent,mo Architetto...avendo la necessità urgente di acquistare un salotto ed un armadio...in seguito ristrutturare un bagno, mettere l'aria condizionata e forse anche un impianto autonomo di riscaldamento come posso procedere per non perdere il 50% sui mobili inoltre l'aggiunta di 2 tv nell'appartamento e quindi un lavoro eseguito da un antennista da diritto alla detrazione?Grazie mille per le risposteanna
    rispondi al commento
  • Nives.benzoni@libero.it
    Venerdì 21 Febbraio 2014, alle ore 18:35
    Buonasera, ho urgente bisogno di aiuto! l'impresa edile ,l'idraulico,l'elettricista ecc. non hanno fatto la notifica preliminare all'ASL per inizio lavori e nemmeno il geometra (il quale mi ha preparato solo i documenti SCIA per il comune) lavori iniziati a novembre 2013 . Ora che posso fare per non perdere le detrazioni fiscali?a chi mi devo rivolgere?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Nives.benzoni@libero.it
      Lunedì 24 Febbraio 2014, alle ore 09:48
      Premesso che la notifica non andava fatta dalle imprese, ma da lei (anche se è consuetudine che la predisponga il tecnico), se non è stata fatta, ma è stata fatta comunicazione all'Asl, forse si può rimediare con una notifca tardiva (probabilmente pagando qualche sanzione). Ma se non è stata fatta comunicazione all'asl, ci sono i presupposti per perdere la detrazione.
      rispondi al commento
  • Rogers21
    Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 19:50
    Salve,siamo un impresa edile ed abbiamo eseguito dei lavori in un condominio con il durc di un altra impresa in quanto noi al momento ne eravamo sprovvisti.ora al momento di saldare il tutto i condomini vogliono la fattura dall impresa che a presentato il durc in quanto dicono non possono usufruire della detrazione, e vero oppure possiamo farla anche noi'che abbiamo eseguito i lavori.grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Rogers21
      Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 10:08
      Avete operato con una procedura scorretta: il durc è stato introdotto proprio per verificare che le imprese siano in regola. Avete sbagliato sia voi come impresa che il condominio che era consapevole della cosa.
      rispondi al commento
      • Rogers21 Arch.granata
        Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 11:31
        Mi scusi ed in che modo possiamo venirne fuori,perche il condominio non vuole pagare,mi puo consigliare il da farsi..la ringrazio
        rispondi al commento
        • Arch.granata Rogers21
          Mercoledì 19 Febbraio 2014, alle ore 09:32
          Cosa le posso consigliare? Avete operato con una procedura illecita, voi come impresa, il condominio che ne era al corrente e il direttore dei lavori che non ha controllato, ci sono quindi responsabilità di vari soggetti. Provi a rivolgersi ad un legale, anche se penso sia difficile far valere dei diritti quando alla base c'è già un comportamento non regolare.
          rispondi al commento
  • Diamond76
    Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 18:58
    Piccola precisazione al precedente post: posso usufruire della detrazione per i lavori che ho elencato? Aggiungo, inoltre, che dovrei eseguire una modifica alla normale suddivisione interna dell'appartamento tramite abbattimento di alcune pareti e l'erezione di altre. Come mi devo comportare in questo caso? Grazie.
    rispondi al commento
  • Diamond76
    Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 18:49
    Salve, poichè l'articolo parla di detrazione x gli edifici esistenti, la detrazione si estende al singolo appartamento? Altra domanda. Dovrei iniziare i lavori di ristrutturazione dell' appartamento (di cui ne sono unico proprietario) nell'ottobre 2014; devo sostituire integralmente, poichè vecchi di 30 anni, l'impianto idrico ed elettrico, pavimenti e piastrelle, sanitari, porte e infissi. Che documentazioni devo presentare e a chi? Grazie.
    rispondi al commento
  • Rafael72
    Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 17:46
    Buon giorno vorrei chiedere se le detrazioni valgono anche per società proprietarie di immobili che mettono in affitto appartamenti o enti come Aler che gestiscono il patrimonio di edilizia popolare in lombardia. faccio parte di un comitato di quartiere e mi interesserebbe sapere qualcosa al riguardo. Grazie di tutto,Raffaele
    rispondi al commento
    • Arch.granata Rafael72
      Martedì 18 Febbraio 2014, alle ore 10:03
      Le società che possono usufruirne sono quelle indicate all'art. 5 del Tuir e per immobili non strumentali.
      rispondi al commento
  • Filippocam
    Lunedì 10 Febbraio 2014, alle ore 13:06
    Buongiorno,dovrei realizzare nella mia casa costruita 5 anni fa, un impianto VMC a semplice flusso igroregolabile in quanto presenta muffa e condensa già da 3 anni che non riesco a debellare con altre soluzioni (pittura, deumidifcatore, ecc)Vorrei sapere se la VMC rientra nella detrazione per ristrutturazione o detrazione per riqualificazione energetica.Se si, l'IVA da pagare è al 22 o al 10% ?Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Filippocam
      Martedì 11 Febbraio 2014, alle ore 09:36
      Detrazione 50% per ristrutturazione e Iva 10%.
      rispondi al commento
      • Filippocam Arch.granata
        Martedì 11 Febbraio 2014, alle ore 10:16
        Grazie mille
        rispondi al commento
      • Filippocam Arch.granata
        Sabato 15 Febbraio 2014, alle ore 12:34
        Gentile architetto, l'impianto VMC secondo me rientra nella categoria "interventi di restauro e di risanamento conservativo" ma potrebbe rientrare anche in "interventi di manutenzione straordinaria".Mi è stato fatto un preventivo di 3800 totali IVA esclusa, di cui 1850 euro relativi al materiale ed il resto manodopera e opere murarie. L'intero importo è soggetto a IVA al 10%? Grazie ancora
        rispondi al commento
        • Arch.granata Filippocam
          Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 09:45
          Può trovare qui maggiori chiarimenti: http://www.lavorincasa.it/articoli/in/normative/iva-per-lavori-edili/
          rispondi al commento
  • Salerno.angelo
    Domenica 9 Febbraio 2014, alle ore 22:03
    Arch Granada, io ho un edifico ad uso ufficio. Se faccio il cambio di destinazione d'uso: da ufficio a civile abitazione; se lo ristrutturo, posso richiedere la Detrazione del 50%?Ringrazio anticipatamente e Cordiale saluto Angelo
    rispondi al commento
  • Giuliodalesio@gmail.com
    Sabato 8 Febbraio 2014, alle ore 17:19
    Gent. mo Arch. Granata, innanzitutto coplimenti per l'articolo, esauriente e preciso.un chiarimento riguardo la causale del bonifico: la seguente causale può andar bene comunque? "Acquisto di rivestimenti e materiale per manutenzione straordinaria ex art. 16, c. 2 del DL 63-2013 e successive modifiche ed integrazioni, detrazione 50%"Ringrazio anticipatamente e Saluto cordialmente Giulio
    rispondi al commento
    • Arch.granata Giuliodalesio@gmail.com
      Lunedì 10 Febbraio 2014, alle ore 10:07
      No, è consigliabile sempre usare la causale indicata dall'Agenzia delle Entrate, che è quella riportata nell'articolo.
      rispondi al commento
      • Giuliodalesio@gmail.com Arch.granata
        Lunedì 10 Febbraio 2014, alle ore 10:18
        Grazie mille, Buona giornata
        rispondi al commento
  • Carlofede
    Giovedì 6 Febbraio 2014, alle ore 22:22
    Gen.mo arch. Granata,se possibile vorrei sapere se posso usufruire della detrazione fiscale del 50% avendo acquisato, nel Novembre scorso, dei materiali da usare per la ristrutturazione di un appartamento di mia proprietà.Preciso che ho pagato i materiali con un bonifico valido per la detrazione (parlante) e che nel prossimo mese di Marzo presentero la Dia per iniziare i lavori di ristrutturazione.Grazie
    rispondi al commento
    • Arch.granata Carlofede
      Venerdì 7 Febbraio 2014, alle ore 10:11
      Avendo acquistato i materiali prima della presentazione della Dia potrebbero esserci dei problemi. Le consiglio di sentire l'Agenzia delle Entrate.
      rispondi al commento
  • Nives.benzoni@libero.it
    Giovedì 6 Febbraio 2014, alle ore 14:59
    Buongiorno,Per cortesia mi chiarisce? mautenzione straordinaria con: 1 impresa edile per lavori di muratura, 1 ditta x idraul, 1 x elettr, 1 x .gess. ecc. Il geometra ha presentato la SCIA al Comune con indicati tutti i lavori da eseguire, documento INPS x contributi. Non ho fatto comunicazione inizio lavori all'ASL. a questo punto cosa devo fare per rimediare? per ogni ditta devo farne una separata?come capisco se devo farla? Grazie mille
    rispondi al commento
    • Arch.granata Nives.benzoni@libero.it
      Venerdì 7 Febbraio 2014, alle ore 10:03
      Se ci sono più ditte la comunicazione va fatta. Naturalmente è unica per tutte.
      rispondi al commento
  • Step84
    Mercoledì 5 Febbraio 2014, alle ore 14:37
    Può questo crearmi problemi dal punto di vista delle autorizzazioni e/o per le detrazioni?Grazie in anticipo per la risposta
    rispondi al commento
  • Step84
    Mercoledì 5 Febbraio 2014, alle ore 14:36
    Buongiorno Architetto, inizierò a breve dei lavori di ristrutturazione edilizia di tipo straordinario che comprenderanno rifacimento impianti e edilizia (spostamento tramezzi e pavimenti). A tal proposito sto per presentare la CILA, e vorrei chiederle se è possibile indicare un'azienda di impiantistica all'interno della documentazione, anche se il progetto del tecnico prevede anche i lavori di muratura sopraindicati.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Step84
      Giovedì 6 Febbraio 2014, alle ore 09:53
      No, se ci sono anche lavori di muratura deve indicare tutte le ditte che interverranno.
      rispondi al commento
  • Aspenattimo
    Lunedì 3 Febbraio 2014, alle ore 12:38
    Salve Architetto Granata, volevo farle una domanda.... ho effettuato una ristrutturazione edilizia di un appartamento con apposita scia, comunicazione di inizio lavori all'asl ed effettuato tutti i pagamenti tramite bonifico bancario nell'anno 2013, vorrei se possibile delle delucidazioni per quanto riguarda la chiusura lavori, se è necessaria, a chi comunicarlo ed entro quanto tempo!!! La ringrazio anticipatamente
    rispondi al commento
    • Arch.granata Aspenattimo
      Lunedì 3 Febbraio 2014, alle ore 12:57
      In base alla norma nazionale non è prevista una fine lavori per la Scia (che consiglio comunque di fare sempre). Però i regolamenti comunali possono essere diversi e prevedere un termine massimo entro cui presentarla ed anche eventuali sanzioni. Quindi deve verificare presso il suo comune.
      rispondi al commento
      • Aspenattimo Arch.granata
        Lunedì 3 Febbraio 2014, alle ore 13:43
        Grazie per la risposta e la disponibilità, una buona giornata
        rispondi al commento
  • Valeria123
    Sabato 1 Febbraio 2014, alle ore 10:21
    Buongiorno Arch. Granata. Ho un quesito: un figlio (non sposato) ha acquistato un alloggio (come sua prima casa) nel quale verranno eseguiti dei lavori interni di manutenzione straordinaria. Essendo studente le fatture e le spese relative a questi lavori verranno sostenute dal padre. E' possibile che il padre usufruisca delle agevolazioni al 50%? Grazie.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Valeria123
      Lunedì 3 Febbraio 2014, alle ore 10:06
      Può usufruire della detrazione solo il familiare convivente. Quindi se suo figlio e il padre hanno residenza differente, il padre non può detrarre.
      rispondi al commento
  • Sherlock
    Giovedì 30 Gennaio 2014, alle ore 13:03
    Spett.le Architetto,ho letto i commenti sull'installazione di un impianto di allarme per il 2014, mi può confermare se ho capito bene?- anche la sola installazione dell'impianto di allarme è detraibile al 50% in 10 anni- è detraibile l'intera spesa (sia componenti sia manodopera)- non sono necessarie autorizzazioni, ma solo lo specifico bonifico- l'iva è al 10%
    rispondi al commento
  • Sadiamarone
    Martedì 28 Gennaio 2014, alle ore 14:37
    Mi scusi ancora architetto per essere più preciso:- posso considerare la sostituzione degli infissi manutenzione straordinaria poiché cambierei sagoma colore e materiale (prima alluminio colore argento ora pvc colore bianco) e beneficiare così del bonus mobili?- in questo caso trattandosi di manutenzione straordinaria posso beneficiare dell'iva al 10% sull'intero importo della fattura e quali comunicazioni devo fare al Comune?Grazie ancora.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Sadiamarone
      Mercoledì 29 Gennaio 2014, alle ore 09:34
      Sì, può avere la detrazione 50% solo per gli infissi e di consiguenza anche il bonus mobili. L'Iva 10% per tutti i lavori. La comunicazione necessaria dipende dal comune, dovrebbe essere sufficiente una CIL, ma alcuni richiedono la CILA.
      rispondi al commento
  • Sadiamarone
    Martedì 28 Gennaio 2014, alle ore 13:53
    Salve Architetto per lavori in cucina di: eliminazione rivestimento pareti, rasatura e tinteggiatura;applicazione nuovo pavimento sul vecchio;sostituzione termosifone; sostituzione infissi alluminio con infissi pvc, di quali detrazioni posso usufruire e quali comunicazioni devo fare?Posso acquistare i mobili della cucina con detrazione? Grazie.
    rispondi al commento
  • Gianluca.ambrosi.77
    Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 11:37
    Quindi architetto deposito la SCIA , invio la comunicazione con la data di inizio lavori alla ASL e poi deposito in comune apposita modulistica per Inizio Lavori con la stessa data messa nella comunicazione ASL. Inoltre, sa dove posso scaricare un buon modellino di questa lettera da madare alla ASL?Ancora grazie della disponibilità.
    rispondi al commento
  • Gianluca.ambrosi.77
    Domenica 26 Gennaio 2014, alle ore 19:44
    Salve Architetto le volevo chiedere:se i lavori vengono autorizzati con SCIA l'inizio lavori è contestuale con il deposito di quest'ultima visto che ha validità immediata,quindi la lettere quando la devo spedire?Prima del deposito SCIA?oppure posso inviarla dopo il deposito SCIA e poi depositare in comune modulistisca Inzio Lavori? Questa comunicazione all'ASL non è la notifica preliminare che manda il Resp. Sicurezza, sono due doc diversi?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Gianluca.ambrosi.77
      Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 10:18
      Sì, la comunicazione all'ASL che serve per le detrazioni è diversa dalla notifica preliminare. E' preferibile inviarla prima dell'inizio dei lavori.
      rispondi al commento
      • Gianluca.ambrosi.77 Arch.granata
        Lunedì 27 Gennaio 2014, alle ore 11:34
        Quindi architetto deposito la SCIA , invio la comunicazione con la data di inizio lavori alla ASL e poi deposito in comune apposita modulistica per Inizio Lavori con la stessa data messa nella comunicazione ASL.Ancora grazie della disponibilità
        rispondi al commento
  • Maxciaba
    Sabato 25 Gennaio 2014, alle ore 09:18
    Buon giorno ArchitettoDovrei cambiare la cucina spostare alcuni tubi di scarico e dell' acqua , istallare una stufa idro a pellet quindi per passare i tubi dovrei spaccare il pavimento che poi andrò a sostituire con un pavimento laminato hdf . Volevo sapere se queste spese possono usufruire delle agevolazioni al 55% per cento.Se si cosa devo fare prima di iniziare i lavori.grazie saluti
    rispondi al commento
  • Silviapiancastelli
    Giovedì 23 Gennaio 2014, alle ore 11:56
    Buongiorno Architetto, nella prossima privamera dovrò eseguire alcuni lavori presso la mia abitazione, nello specifico: sostituzione pavimentazione, sostituzione sanitari del bagno ed acquisto di nuovi mobili.Il comune di residenza ha classificato tali lavori come manutenzione ordinaria.Le chiedo se possono comunque usufruire della detrazione fiscale per questi lavori o se sono esclusi dalla detrazione?La ringrazio in anticipoCordiali Saluti
    rispondi al commento
    • Arch.granata Silviapiancastelli
      Giovedì 23 Gennaio 2014, alle ore 12:27
      Sì, sono esclusi perchè sono effettivamente interventi di manutenzione ordinaria.
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 14 Gennaio 2014, alle ore 10:39
    Non c'è bisogno di comunicare nulla all'AdE, l'importante è rimanere nel tetto di spesa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 14 Gennaio 2014, alle ore 10:10
    La unificazione all'ASL deve essere inviata dal committente, anche se è consuetudine che il tecnico si occupi della sua predisposizione. Per quanto riguarda il numero civico e il nome, si può tranquillamente correggere.
    rispondi al commento
    • Natoxcorrere Arch.granata
      Giovedì 16 Gennaio 2014, alle ore 13:51
      Grazie per la risposta
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 8 Gennaio 2014, alle ore 11:53
    No, è manutenzione ordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 10:58
    Non dovrebbero esserci problemi.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 10:29
    Le opere indicate non sono detraibili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 2 Gennaio 2014, alle ore 10:02
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 27 Dicembre 2013, alle ore 09:42
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 23 Dicembre 2013, alle ore 10:14
    No.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 23 Dicembre 2013, alle ore 09:55
    No, visto che ha già raggiunto il tetto dei 96.000 euro.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 19 Dicembre 2013, alle ore 12:42
    In genere per usufruire della detrazione 50% non c'è obbligo di residenza, ma il comodato d'uso non ha senso se non vi si abita.
    Potreste ad esempio acquistare la nuda proprietà per vostro figlio, avendo l'usufrutto e facendo a lui un contratto di comodato.
    Per il rogito a gennaio va bene, perchè la detrazione è stata prorogata di un anno.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Arch.granata
      Lunedì 23 Dicembre 2013, alle ore 10:13
      Non c'è un contratto di usufrutto.
      Voi acquistate l'immobile per vostro figlio, ma invece di intestargli l'intera proprietà, gli cedete solo la nuda proprietà e lasciate a voi genitori l'usufrutto.
      Ma tutte queste cose potrà spiegarvele meglio il notaio, insieme ad altri consigli.
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 18 Dicembre 2013, alle ore 10:45
    Se il committente pensa di perdere la detrazione perchè i lavori non sono ancora iniziati, è un timore infondato.
    Infatti stiamo parlando dell'onorario relativo alla parte progettuale della prestazione professionale, che deve essere corrisposto indipendentemente dall'inizio dei lavori.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 17 Dicembre 2013, alle ore 10:38
    La comunicazione all'asl va fata relativamente alle ditte che eseguiranno lavori edili nell'immobile.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 17 Dicembre 2013, alle ore 10:20
    E' impossibile che abbia chiesto la detrazione 50% perchè 5 anni fa non era in vigore.
    Inoltre, come è spiegato nell'articolo non si tratta di un rimborso, ma di una detrazione dalle tasse.
    Pertanto, se non si ha capienza fiscale sufficiente, purtroppo si perde l'incentivo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 17 Dicembre 2013, alle ore 09:58
    Nella legge non è fatto alcun riferimento alla chiusura lavori, l'importante è che il bonus sia legato a lavori eseguiti dopo il 26 giugno 2012.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 16 Dicembre 2013, alle ore 11:48
    Non è sbagliata, anche se a mio avviso è sempre meglio citare la legge originaria e successive modifiche ed integrazioni.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 13 Dicembre 2013, alle ore 11:07
    Sì, anche per l'Iva che fa parte del totale detraibile.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 12 Dicembre 2013, alle ore 11:59
    No, il Senato ha approvato la proroga con le scadenze indicate.
    Il provvedimento deve essere solo ratificato alla Camera.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 12 Dicembre 2013, alle ore 10:41
    No.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 12 Dicembre 2013, alle ore 09:47
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 11 Dicembre 2013, alle ore 12:54
    Non tutte le opere detraibili per l'AdE sono di manutenzione straordinaria.
    In tal caso non c'è bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 11 Dicembre 2013, alle ore 12:46
    Sull'acquisto dei materiali, detrazione sì, iva agevolata no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 11 Dicembre 2013, alle ore 12:44
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 12:52
    Il venditore non riceve un importo ridotto!
    Viene semplicemente effettuata una "trattenuta" del 4% rispetto a quello che dovrà pagare di Irpef.
    Significa che se deve pagare, ad es., il 23%, su quell'importo ha già pagato il 4 e quindi dovrà pagare solo il restante 19%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 5 Dicembre 2013, alle ore 10:09
    Sì.
    Ma non capisco perchè si pone il problema, visto che per l'acquirente non cambia niente.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 10:39
    I riferimenti catastali all'immobile vanno riportati in sede di dichiarazione dei redditi, quindi non è necessario metterli in fattura.
    Il ripristino dell'antenna è manutenzione oridnaria, quindi no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 10:23
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 4 Dicembre 2013, alle ore 10:20
    Sì, è possibile anche acquistare on line.
    Per quanto riguarda la ritenuta viene applicata al venditore, quindi l'importo che lei paga è sempre lo stesso.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 3 Dicembre 2013, alle ore 10:27
    Si, si perde il diritto perchè è una delle condizioni richieste.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 3 Dicembre 2013, alle ore 10:10
    Non conta quello che pensiamo noi, ma quello che l'Agenzia delle Entrate considera in questa categoria di interventi.
    Provi a interpellare direttamente l'AdE.
    rispondi al commento
  • Walter7072
    Lunedì 2 Dicembre 2013, alle ore 14:10
    Salve, il giorno prima di iniziare i lavori ho presentato al comune una comunicazione di inizio lavori su carta semplice specificando gli estremi catastali dell'immobile e il tipo di lavori da eseguire (ristrutt. di un bagno).
    E' valida la mia comunicazione, oppure avrei dovuto utilizzare un modulo particolare?
    Potrei perdere l'opportunità di beneficiare della detrazione per questo motivo?
    La detrazione vale anche per materiale acquistato prima?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Walter7072
      Martedì 3 Dicembre 2013, alle ore 09:46
      Sì, avrebbe dovuto fare una Cial a firma di tecnico abilitato.
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 2 Dicembre 2013, alle ore 12:40
    No, solo per quelli residenziali.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 2 Dicembre 2013, alle ore 10:18
    Sì, tra l'altro tutti i bonus sono stati prorogati di un anno.
    rispondi al commento
  • Walter7072
    Sabato 30 Novembre 2013, alle ore 18:17
    Salve, ho ristrutturato un bagno (impianto idraulico, elettrico , tramezzatura, sostituzione piastrelle, ecc).
    Il giorno dell'inizio dei lavori ho presentato una comunicazione in carta semplice al comune specificando i tipi di lavori da effettuare e gli estremi catastali dell'immobile.
    Sapendo che la detrazione spetta soltanto per lavori di manutenzione straordinaria, mi chiedo se la mia comunicazione è valida o avrei dovuto farne una specifica.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 29 Novembre 2013, alle ore 11:55
    Se la motorizzazione della serranda non ha la finalità di prevenire atti illeciti, non la si può usare come motivazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 11:50
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 11:44
    Sì, la registrazione del compromesso è condizione essenziale solo nel caso in cui siano stati versati degli acconti prima della stipula dell'atto.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 11:38
    Come ho già spiegato altre volte, dovrebbe farsi restituire la somma versata e rifare il bonifico con le modalità corrette.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 28 Novembre 2013, alle ore 09:45
    Le hanno dato diverse informazioni sbagliate: non poteva avere Iva agevolata al 10% acquistando direttamente lei i beni.
    In ogni caso, anche per chi ne ha diritto, non c'è nessun obbligo di pagamento con bonifico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 27 Novembre 2013, alle ore 10:02
    Se non ha fatto il bonifico corretto no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 25 Novembre 2013, alle ore 12:33
    Sì, se si tratta di pagamenti relativi ai lavori eseguiti prima della fine lavori.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 22 Novembre 2013, alle ore 11:07
    No.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 21 Novembre 2013, alle ore 10:33
    Sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 18 Novembre 2013, alle ore 12:16
    Fa fede la data di pagamento.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 15 Novembre 2013, alle ore 10:12
    Non è necessario chiudere la pratica, la scadenza riguarda soltanto le spese che possono essere detratte (a parte che probabilmente ci sarà una proroga).
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 15 Novembre 2013, alle ore 09:59
    No.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 13 Novembre 2013, alle ore 12:45
    L'intervento è di manutenzione ordinaria e si ha diritto all'IVA 10%.
    Solo per la precisione ricordo che "dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà" e "autocertificazione" sono la stessa cosa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 13 Novembre 2013, alle ore 09:52
    No, è manutenzione ordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 13 Novembre 2013, alle ore 09:38
    Non è necessario indicare tutte le specifiche.
    Rientra anche la sostituzione del videocitofono.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 10:11
    No, è meglio specificare nel dettaglio di che lavori si tratta.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 10:00
    Anche per la sostituzione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 4 Novembre 2013, alle ore 10:45
    Certo che sì, non c'è alcun limite al numero di bonifici.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 30 Ottobre 2013, alle ore 10:14
    No, la detrazione 50% è risarvata solo ad immobili residenziali.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 29 Ottobre 2013, alle ore 12:43
    Per quanto riguarda la fatturazione, sì.
    Per quanto rguarda il tramezzo, se l'intervento non influisce sulle strutture è necessaria comunque una Cial.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 29 Ottobre 2013, alle ore 12:39
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 22 Ottobre 2013, alle ore 12:54
    Sì, ma ovviamente non si possono cumulare entrambe le agevolazioni.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 18 Ottobre 2013, alle ore 09:47
    Non è possibile realizzare da sè gli impianti, che devono essere effettuati da installatori abilitati, che rilascino il certificato di conformità.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 16 Ottobre 2013, alle ore 10:28
    Non credo.
    Nulla vieta di versare acconti prima che siano iniziati i lavori.
    Oppure, mettiamo che lei paghi la parcella dell'architetto prima che questi presenti la Cila: perchè dovrebbe perdere la detrazione sul suo onorario?
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 16 Ottobre 2013, alle ore 10:25
    E' manutenzione straordinaria, ma se parliamo di un intervento su parti comuni condominiali non ha diritto a bonus mobili per casa sua.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 14 Ottobre 2013, alle ore 09:34
    Non è un intervento detraibile.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 11 Ottobre 2013, alle ore 12:52
    Certo, va bene anche un'autocertificazione.
    La Cil a cui mi riferivo è la Comunicazione Inizio Lavori (non asseverata dal tecnico), che può presentare tranquillamente lei al comune ottenendo protocollo e data, senza alcun costo.
    E' un consiglio che do per avere maggior certezza della data, ma va bene anche l'autocertificazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 10 Ottobre 2013, alle ore 10:32
    Le consiglio di presentare una Comunicazione di inizio lavori (Cil).
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 9 Ottobre 2013, alle ore 12:14
    Certo, il tecnico dovrà predisporre una documentazione aggiuntiva e andrà verificato se il comune richiede ulteriori diritti di segreteria e bolli.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 8 Ottobre 2013, alle ore 12:26
    No, ovviamente solo nel caso in cui decidesse di effettuare questo intervento, dovrà integrare la Scia e presentare comunicazione all'Asl.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 12:54
    No, è necessaria la CILA.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 10:20
    La causale corretta è quella indicata nell'articolo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 7 Ottobre 2013, alle ore 10:14
    Credo possa avere problemi, visto che la legge dice chiaramente che bisogna fare riferimento al numero di fattura.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 10:15
    Certo: per le detrazioni non è fatta nessuna distinzione tra prima e seconde case.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 10:09
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 09:54
    Certo, l'Iva agevolata per ristrutturazioni è a regime e quindi non è soggetta a scadenza.
    Inoltre non è legata alla detrazione 50%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 4 Ottobre 2013, alle ore 09:51
    Sì, può accedere al bonus mobili, ma i mobili possono essere pagati solo con bonifico o con carta di pagamento.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 2 Ottobre 2013, alle ore 08:39
    Sì è sufficiente l'autocertificazione.
    Può chiedere la detrazione, se è stato stipulato un preliminare di vendita.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 10:30
    L'intera spesa per il rifacimento del bagno è detraibile (lavori ed acquisto materiali).
    rispondi al commento
  • Massimo7026
    Lunedì 30 Settembre 2013, alle ore 00:07
    Salve, devo installare un antifurto+impianto videosorveglianza+cassaforte.
    Sono tutti e 3 utili per avere accesso alla detrazione per mobili?
    Il dubbio mi nasce perchè la circolare 29/E 18/09/13 al paragrafo 3.2 indica, come tipi di lavori, le lettere a b c d dell'art.3 DPR 380 2001, mentre nella guida dell'agenzia delle entrate del 6 giugno sono indicati come un'aggiunta (lettera H a pag.10) a tali lettere.
    Io la interpreto come limitazione.
    Grazie.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 26 Settembre 2013, alle ore 13:54
    Sì, dovrebbe farsi restituire la somma versata ed effettuare il pagamento con le modlaità previste.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 25 Settembre 2013, alle ore 11:07
    Fa fede l'elenco dell'Agenzia delle Entrate.
    rispondi al commento
  • Malkotalko
    Mercoledì 18 Settembre 2013, alle ore 17:54
    Esimio Arch. Granata, vorrei sapere se lo spostamento e la sostituzione di un radiatore non funzionante e di alcune prese elettriche con lavori di muratura (tracce) nonché ritinteggiatura, consentono di usufruire della detrazione del 50% e pertanto del Bonus mobili.
    Nel caso di risposta positiva, tali lavori richiedono qualche comunicazione (CIL, SCIA ecc.)?
    La ringrazio anticipatamente per la risposta, distinti saluti.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 18 Settembre 2013, alle ore 09:46
    Per Ezio: Già da subito.
    Non ci sono indicazioni sul fatto che la data della ristrutturazione debba essere antecedente all'acquisto dei mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 17 Settembre 2013, alle ore 09:48
    Per Francesco San Severino: in effetti esiste discrepanza tra ciò che la legge (d.p.r. 380/01) definisce manutenzione straordinaria, e gli interventi agevolabili secondo l'AdE.
    La sostituzione delle persiane è effettivamente manutenzione ordinaria, ma per l'AdE è agevolabile anche su edifici privati.
    Conta il parere di quest'ultima.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 17 Settembre 2013, alle ore 09:43
    Per Giulia: sì, si possono cumulare entrambe le agevolazioni.
    Naturalmente per gli interessi sul mutuo, devono essere rispettati determinati requisiti.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 13 Settembre 2013, alle ore 11:16
    Per Filippo Raimondi: no, visto lo spostamento della parete, è straordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 12 Settembre 2013, alle ore 09:49
    Per Luca: le consiglio di affidarsi ad un architetto locale che possa verificare la fattibilità dell'intervento.
    I regolamenti edilizi si trovano di solito on line sul sito del comune o si possono richiedere in loco e sono consultabili da chiunque, ma mi permetta di dire che è sempre meglio affidarsi ad un professionista.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 10:11
    Per Marco: in caso di vendita il beneficio si trasferisce automaticamente all'acquirente, a meno che non venga specificato diversamente nell'atto di trasferimento.
    La detrazione può essere applicata, con il tetto massimo di spesa, per ciascun immobile per il quale si richiede il beneficio.
    Il riferimento normativo è la legge istitutiva (L. 449/97) con tutte le successive m. e i.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 10:03
    Per Gianna: non ho capito la domanda: perchè vuole chiudere la pratica, se ci sono ancora lavori da completare?
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 09:59
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 9 Settembre 2013, alle ore 09:57
    Per Luca: come le ho già detto dipende dalle condizioni del rudere.
    Alcuni regolamenti edilizi dettano dei requisiti in base ai quali si può parlare di ristrutturazione o di nuova costruzione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 5 Settembre 2013, alle ore 10:05
    Per Luca: in effetti c'è stato un problema tecnico, del quale ci scusiamo.
    Se controlla adesso, potrà verificare che il calcolo funziona correttamente.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 4 Settembre 2013, alle ore 10:05
    Per Luca: non può detrarre il 25% per l'acquisto: questa detrazione è prevista per l'acquisto di immobili ristrutturati da imprese.
    Per quanto riguarda il 50%, invece, bisogna conoscere le condizioni del rudere e capire se si può parlare di ristrutturazione o di nuova costruzione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 4 Settembre 2013, alle ore 10:00
    Per Manuela: a mio parere sì, ma le consiglio di sentire l'Agenzia delle Entrate.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 3 Settembre 2013, alle ore 10:56
    Per Manuela: detrazione no per la parte in ampliamento.
    IVA 4% per la parte in ampliamento e 10% per la restante.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 3 Settembre 2013, alle ore 09:36
    Per Cosimo F.: sì, a condizione che sulla fattura sia indicata la percentuale di spesa da lei sostenuta, come indicato nella circolare.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 2 Settembre 2013, alle ore 10:22
    Per Franco: per la seconda domanda la risposta è negativa.
    La notifica preliminare presuppone la predisposizione di un piano di sicurezza e di coordinamento che deve essere fatta da un tecnico specificamente abilitato.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 11:09
    Per Franco: in realtà può essere una procedura da seguire, se chiude i lavori e poi apre una nuova pratica.
    Altrimenti, per non avere l'obbligo della notifica preliminare, i lavori devono essere eseguiti dalla stessa impresa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 10:41
    Per Luca: Detrazione 65%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 09:56
    Per Santo: sì, perchè il rifacimento della pavimentazione sarà conseguente agli altri lavori (spostamento pareti, rifacimento impianti, ecc.).
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 30 Agosto 2013, alle ore 09:55
    Per Sara: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 28 Agosto 2013, alle ore 09:50
    Per Giuseppe: purtroppo non conta quello che penso io, ma le indicazioni dell'Agenzia delle Entrate.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 27 Agosto 2013, alle ore 12:37
    Per Romeo: la procedura è sempre quella indicata nell'articolo.
    Per i pagamenti, però, solo bonifici: quindi ricevute e non scontrini.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 26 Agosto 2013, alle ore 10:43
    Per Codognotto Michele: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 26 Agosto 2013, alle ore 10:00
    Per Assunta: come ho già risposto in altri commenti, non è possibile avere detrazioni per questo tipo di intervento.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 26 Agosto 2013, alle ore 09:45
    Per Stefano: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 26 Agosto 2013, alle ore 09:44
    Per Marco: la non cumulabilità è sugli stessi interventi.
    Qui si tratta di un nuovo intervento, quindi può avere l'incentivo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 18:42
    Per Carlo61: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 18:09
    Per Marzia: sì, può usufruirne.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 18:08
    Per Cristian: la riqualificazione energetica non c'entra niente con il sistema d'allarme.
    Invece l'indicazione L.449 art. 16 bis dpr 917/1986 è corretta.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 17:51
    Per Sergio: se conseguente ai lavori indicati, sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 16:23
    Per Giuseppe: non serve titolo e non si può usufruire delle detrazioni.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 16:01
    Per Angelo: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 13:08
    Per Romeo: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 13:00
    Per Luigi: no ad entrambi i quesiti.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 22 Agosto 2013, alle ore 12:48
    Per Desi C.: sì, fa fede la data di pagamento.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 16:40
    Per Romeo: se il climatizzatore è ad alta efficienza e funge da riscaldamento invernale, può usufruire della detrazione 65%, ma in tal caso non si può avere il bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 16:24
    Per Stefano: sì ad entrambi i quesiti. Per l'IVA sui materiali, precisiamo che la ditta effettua fornitura e posa in opera, non è che li rivende al committente.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 13:10
    Per Giuseppe: no, assolutamente.
    Però, per avere la risposta al suo quesito è sufficiente leggere con attenzione l'articolo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 13:08
    Per Valeria: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 13:04
    Per Emanuele: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 12:36
    Per Francesco Fontana: , se legge la Guida dell'Agenzia delle Entrate, indicata in questo articolo, vedrà che rientrano negli interventi detraibili al 50%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 12:29
    Per Maurizio: dalla lettura della G.U. non mi risulta questo comma: forse lei si riferisce ad uno dei testi circolati prima dell'approvazione definitiva?
    Le consiglio, comunque, la lettura del primo paragrafo di questo articolo, per approfondimento.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 09:07
    Per Giuseppe: dipende cosa intende per "rifacimento del prospetto".
    Se è una semplice tinteggiatura, no.
    Se sono lavori più consistenti, ad es. rifacimento dlel'intonaco con diversi materiali, spostamento di finestre, creazione nuove aperture, tinteggiatura colori diversi, ecc., sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 9 Agosto 2013, alle ore 08:59
    Per Fedele: i lavori agevolabili sono indicati nella guida segnalata nel terzo paragrafo. Per l'IVA vedere qui.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 8 Agosto 2013, alle ore 10:32
    Per Romeo: leggere l'articolo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 8 Agosto 2013, alle ore 10:15
    Per Cosimo: può trovare il fac simile qui. Ad ogni modo iva agevolata e detrazione 50% sono due cose che non necessariamente devono essere legate, nel senso che non è indispensabile avere l'iva al 10% per fruire della detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 8 Agosto 2013, alle ore 10:08
    Per Angelo: no, perchè in sede di conversione in legge del Decreto del Fare, è venuta meno la semplificazione che assimilava tale intervento a ristrutturazione edilizia.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 8 Agosto 2013, alle ore 09:56
    Per Cristian: a mio parere non c'è alcun elemento per cui la detrazione non possa essere richiesta.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 8 Agosto 2013, alle ore 09:43
    Per Alessandro: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 8 Agosto 2013, alle ore 09:32
    Per Luca: per i nuovi lavori sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 2 Agosto 2013, alle ore 12:50
    Per Federico: le consiglio di informarsi presso il suo Comune di quale pratica è richiesta per questo intervento. Ogni comune, infatti, interpreta la normativa in maniera diversa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 2 Agosto 2013, alle ore 09:50
    Per Marzia: sì, la notifica preliminare può essere aggiornata nel corso del tempo, in caso di variazione delle imprese.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 2 Agosto 2013, alle ore 09:48
    Per Deborah: mi dispiace, ma le hanno dato informazioni sbagliate e fuorvianti.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 1 Agosto 2013, alle ore 12:47
    Per Riccardo: no, non sono interventi ammessi a detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 31 Luglio 2013, alle ore 10:06
    Per Francesco:
    1) La ritenuta d'acconto è un onere a carico del beneficiario del pagamento.
    2) Sì, non ci sono indicazioni dell'AdE che lo prevedano.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 31 Luglio 2013, alle ore 10:01
    Per Scilla: nel paragrafo Come richiedere la detrazione 50% è spiegato quando serve la comunicazione all'ASL.
    La comunicazione al comune, invece, non è obbligatoria in questo caso.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 31 Luglio 2013, alle ore 09:58
    Per Valeria: i sanitari sì, per il box doccia non sappiamo ancora se è possibile considerarlo nell'ambito dei "mobili" e quindi detraibile.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 31 Luglio 2013, alle ore 09:54
    Per Enrico: a parte che non ho capito perchè ha presentato una SCIA visto che non ci sono opere strutturali, per sapere quali interventi sono detraibili, leggere Per quali lavori spettano le detrazioni fiscali.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 30 Luglio 2013, alle ore 12:13
    Per Igor: no, ha capito bene.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 30 Luglio 2013, alle ore 12:09
    Per Iacopo: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 30 Luglio 2013, alle ore 10:00
    Per Paolo: non dovrebbero esserci problemi, ma su questo non posso darle una risposta certa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 30 Luglio 2013, alle ore 09:58
    Per Federico: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 29 Luglio 2013, alle ore 09:50
    Per Igor: è spiegato nel paragrafo Come richiedere la detrazione 50%
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 26 Luglio 2013, alle ore 12:17
    Per Igor: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 26 Luglio 2013, alle ore 10:41
    Per Laura: no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 26 Luglio 2013, alle ore 10:05
    Per Angela: la sostituzione di prese elettriche è manutenzione ordinaria, a meno che non serva per la messa a norma dell'impianto, allora diventa straordinaria e si ha diritto alla detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 25 Luglio 2013, alle ore 11:14
    Per Giuseppe: dalla banca ricevente, quella di cui è cliente il soggetto (l'impresa, ad es.), di cui questo 4% rappresenterà un anticipo delle imposte.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 25 Luglio 2013, alle ore 10:56
    Per Raffaele: no, può usufruire del bonus mobili solo chi ha già richiesto il bonus per la ristrutturazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 25 Luglio 2013, alle ore 10:20
    Per Luciagiugliano: per la dicitura del bonifico non ci sono problemi.
    La cosa importante è che ci sia corrispondenza tra gli interventi elencati in fattura e quelli del titolo autorizzativo.
    Ora, se nella mascherina il suo tecnico ha scritto "ristrutturazione", ma poi nella domanda ha specificato di che interventi si tratta, non mi preoccuperei.
    In caso contrario farei fare una rettifica.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 24 Luglio 2013, alle ore 10:54
    Per De Carli Cristiano: se il sottotetto è recuperabile a fini abitativi, sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 24 Luglio 2013, alle ore 10:51
    Per Angela: Bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 24 Luglio 2013, alle ore 10:48
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 23 Luglio 2013, alle ore 12:05
    Per Maria Zusi: per rifacimento inteso come rifacimento impianti e spostamento o sostituzione sanitari, sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 23 Luglio 2013, alle ore 11:07
    Per Mariov: è manutenzione straordinaria.
    Sì per la comunicazione all'ASL.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 23 Luglio 2013, alle ore 10:21
    Per Igor: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 23 Luglio 2013, alle ore 10:19
    Per Ivan: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 22 Luglio 2013, alle ore 12:49
    Per Mariov: in questo caso sì.
    Per l'IVA, leggere qui.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 22 Luglio 2013, alle ore 12:04
    Per Arianna: sì, è necessario rifarlo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 22 Luglio 2013, alle ore 12:00
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 19 Luglio 2013, alle ore 12:07
    Per Ivan: sì, ma anche se lo realizza in un'altra stanza.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 19 Luglio 2013, alle ore 11:16
    Per Giuseppe: non sono ammessi a detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 19 Luglio 2013, alle ore 10:49
    Per Amedea Del Medico: dalla norma si evince che non è possibile usufruire del bonus mobili per chi acquista immobili ristrutturati.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 19 Luglio 2013, alle ore 10:19
    Per Francesco C.: la legge non pone alcun limite al numero di box o posti auto pertinenziali che si possono acquistare.
    Di conseguenza non ci sono indicazioni specifiche neanche per la dichiarazione e il bonifico, per cui penso possa andare bene un'unica dichiarazione e un unico bonifico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 19 Luglio 2013, alle ore 10:10
    Per Marco: no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 18 Luglio 2013, alle ore 09:31
    Per Marzia: sì, anche per mobili non legati al garage.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Luglio 2013, alle ore 12:16
    Per Giovanna: come ho scritto nell'articolo, gli interventi di manutenzione ordinaria sono agevolabili solo se eseguiti sulle parti comuni di condomini.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Luglio 2013, alle ore 12:14
    Per Marina: posso accedere i familiari conviventi con i proprietari: poichè lei non ha residenza lì, no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Luglio 2013, alle ore 10:02
    Per Sara: può avere la detrazione 50% senza bisogno di attestare alcun risparmio energetico.
    Per l'applicazione dell'Iva leggere qui.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Luglio 2013, alle ore 10:00
    Per Valeria: sì, è corretto, incide solo sull'applicazione dell'Iva.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Luglio 2013, alle ore 09:57
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Luglio 2013, alle ore 10:54
    Per Valeria: se l'intervento consiste nella sola posa in opera del battiscopa, no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Luglio 2013, alle ore 10:51
    Per Antonio: Bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Luglio 2013, alle ore 10:50
    Per Francesco C.: non so da dove ha dedotto queste considerazioni.
    Se la spesa la sostiene tutta lei, ovviamente detrae solo lei per l'intera spesa possibile.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 15 Luglio 2013, alle ore 12:59
    Per Paolo Mazzo: sì, solo se riguarda l'intera facciata.
    E' sufficiente una Cial.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 15 Luglio 2013, alle ore 12:54
    Per Marilena: è scritto tutto nell'articolo!
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 15 Luglio 2013, alle ore 12:53
    Per Valerio: sì, 50%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 15 Luglio 2013, alle ore 12:52
    Per Antonino: del 50%.
    rispondi al commento
  • Vladmirdrakes
    Domenica 14 Luglio 2013, alle ore 17:30
    Buongiorno, io e la mia fidanzata ci sposiamo a Febbraio.
    La casa dove andremo a vivere è intestata a suo padre (2a casa).
    Lei non lavora quindi non può detrarre niente, io sono dipendente.
    Senza fare passaggi di proprietà esiste un modo per usufruire delle detrazioni?
    Grazie, cordiali saluti.
    rispondi al commento
    • Arch.granata Vladmirdrakes
      Lunedì 15 Luglio 2013, alle ore 12:57
      Per Arturo: se vuole usufruirne lei deve farsi fare un contratto di comodato d'uso da suo suocero.
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 11 Luglio 2013, alle ore 12:19
    Per Arianna: le consiglio di rileggere l'introduzione all'articolo, terzo capoverso.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 11 Luglio 2013, alle ore 12:06
    Per Maurizio: no, ai mobili non si applica.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 11 Luglio 2013, alle ore 11:43
    Per Francesco: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 10 Luglio 2013, alle ore 09:50
    Per Marco G.: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 10 Luglio 2013, alle ore 09:49
    Per Giorgio: art. 16, comma 2, decreto 63/2013.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 10 Luglio 2013, alle ore 09:44
    Per David: sì, esatto.
    I documenti sono solo quelli indicati nell'articolo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 8 Luglio 2013, alle ore 11:42
    Per Giampaolo: il tetto di 96.000 euro è comprensivo di IVA.
    Quindi il tetto massimo di detrazione annua è di 4.800 euro.
    L'importo residuo non potrà rientrare nel 36%.
    Se invece effettua nuovi lavori, con nuovi permessi, ecc., sì e il tetto di spesa ripartirà da zero.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 8 Luglio 2013, alle ore 11:35
    Per Alessandra: se "allarga" la terrazza, ne amplia la superficie, quindi è corretta l'interpretazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 8 Luglio 2013, alle ore 09:39
    Per Italo: il riferimento normativo è il decreto legge 63/2013, che proroga il 50% fino al 31 dicembre.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 8 Luglio 2013, alle ore 09:35
    Per Marco: solo per il portoncino.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 5 Luglio 2013, alle ore 11:10
    Per Giuseppe: l'intervento di frazionamento non è contemplato tra quelli agevolabili dalla Guida dell'Agenzia delle Entrare.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 5 Luglio 2013, alle ore 11:00
    Per Giorgio: art. 16bis dpr 917/86 lettera h: relativi alla realizzazione di opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici con particolare riguardo all'installazione di impianti basati sull'impiego delle fonti rinnovabili di energia.
    Le predette opere possono essere realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette, acquisendo idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici in applicazione della normativa vigente in materia.

    Quindi se lei chiede la detrazione 50% può avere giustamente il bonus mobili, ma poichè in teoria potrebbe chiedere anche il 65%, in tal caso non ne avrebbe diritto.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 5 Luglio 2013, alle ore 10:53
    Per Silvana: sì, per detrazione e IVA.
    Non è necessario indicare costo manodopera in fattura.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 11:14
    Per Luigi: comprensivo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 11:13
    Per David: no, questa differenza in base all'età non è più in vigore dal 2011.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 4 Luglio 2013, alle ore 10:52
    Per Giorgio: no, il bonus mobili è legato alla detrazione 50%, non a quella del 65% per risparmio energetico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 1 Luglio 2013, alle ore 11:33
    Per Alessandra: può trovare la risposta nel paragrafo Chi può usufruire della detrazione 50%?
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 1 Luglio 2013, alle ore 10:23
    Per Roberta: le tende da sole non sono al momento detraibili per risparmio energetico, nè possono essere considerate un mobile.
    Per le pavimentazioni esterne, si può detrarre se avviene sostituzione con materiale diverso.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 28 Giugno 2013, alle ore 09:56
    Per Paolo: forse l'agenzia delle entrate si riferiva ad interventi di riqualificazione energetica (detrazione ex 55%, oggi 65%). Per recupero abitativo di un sottotetto (detrazione 50%) è ovvio che gli impianti non sono presenti: si deve trasformare un volume non abitabile, in abitabile.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 27 Giugno 2013, alle ore 11:59
    Per Mauro C.: la detrazione è per tutti gli interventi e l'IVA al 10%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 12:11
    Per Cosimo: rischia che se fanno un controllo dovrà versare la differenza.
    Può usufruire detrazione 65% per miglioramento energetico o detrazione 50% per ristrutturazione.
    Solo in quest'ultimo caso può usufruire anche del bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 26 Giugno 2013, alle ore 10:04
    Per Domenico: sì, certo.
    Anzi in questo caso deve essere per forza l'impresa ad acquistare, per poi applicarla al committente.
    Iva per lavori edili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 11:41
    Per Mottola: la comunicazione va integrata con le variazioni, così come la notifica preliminare che andrà fatta a cura del tecnico incaricato per la sicurezza.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 10:29
    Per Luca P: l'autocertificazione è sufficiente conservarla.
    All'impresa per l'IVA basta una sua dichiarazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 10:24
    Per Camillo: è sufficiente chiedere la detrazione per l'intervento sul bagno, per poter richiedere anche il bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 10:45
    Per Riccardo: solo per il bagno.
    La documentazione richiesta è sempre la stessa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 10:43
    Per Paolo: se si tratta di recupero abitativo, sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 10:42
    Per Antonio: ha tempo fino al 31 dicembre, altrimenti potrà detrarre comunque, ma solo il 36%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 10:28
    Per Rosa: nell'articolo è spiegata tutta la documentazione che occorre.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 10:25
    Per Eli: 65%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 24 Giugno 2013, alle ore 10:24
    Per Donatella: a parte che la chiusura Dia corrisponde a fine lavori, ma comunque fatture e bonifici possono avere anche data successiva.
    rispondi al commento
  • Pcosmo
    Sabato 22 Giugno 2013, alle ore 19:10
    Buonasera, nella mia casa acquistata nel maggio 2012 ho intenzione di installare una stufa a pellet per i caloriferi.
    Il venditore mi ha riferito che l'IVA è del 4% essendo prima casa.
    Pensi che va bene?
    Posso usufruire della detrazione?
    Quale?
    rispondi al commento
    • Arch.granata Pcosmo
      Martedì 25 Giugno 2013, alle ore 10:27
      Per Cosimo: l'indicazione data dal rivenditore è assolutamente errata: l'IVA al 4% è solo per costruzione prima casa.
      Nel suo caso l'IVA è al 10%, ma solo se acquista la ditta che esegue l'installazione.
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 21 Giugno 2013, alle ore 10:24
    Per Mottola: una sola comunicazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 21 Giugno 2013, alle ore 10:23
    Per Flavia Rossi: è certo che gli elettrodomestici non sono compresi.
    Permangono dubbi solo su quelli ad incasso nelle cucine.
    L'IVA è quella oridnaria (21% o 22% dal primo luglio).
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 21 Giugno 2013, alle ore 10:21
    Per Giovanni De Cagna: il 4% non viene sottratto a chi fa al bonifico.
    La ritenuta d'acconto è un'anticipo dell'imposta che dovrà pagare il beneficiario, quindi vuol dire che l'avranno in meno l'impresa o il professionista che lei pagherà.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 21 Giugno 2013, alle ore 10:17
    Per Rosa: sì, ma il contratto deve essere registrato.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 21 Giugno 2013, alle ore 10:16
    Per Luisa: è tutto detraibile purchè rientri in un intervento di manutenzione straordinaria, quindi deve esserci almeno la sostituzione dei sanitari o il rifacimento dell'impianto.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 10:14
    Per Stefania Ardizzoni: premesso che attendiamo sempre indicazioni precise dall'Agenzia delle Entrate: il modulo di bonifico dovrebbe essere lo stesso predisposto per la ristrutturaizone; gli elettrodomestici non sono compresi nell'agevolaizone, ma non è chiaro ancora se ciò debbe intendersi anche per quelli ad incasso che fanno parte di una cucina.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 10:08
    Per Carmela: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 20 Giugno 2013, alle ore 10:08
    Per Marco: no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 19 Giugno 2013, alle ore 12:35
    Per Valeria: sì, se finalizzati al risparmio energetico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 19 Giugno 2013, alle ore 12:33
    Per Matteo: non c'è nessun obbligo di ultimazione. Semplicemente, le spese effettuate entro il 31/12/2013 potranno essere detratte.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 19 Giugno 2013, alle ore 12:28
    Per Davide: sì, rientra nel massimale di 96.000 euro.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 17 Giugno 2013, alle ore 11:51
    Per Valentina: trova qui tutte le informazioni sul bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 17 Giugno 2013, alle ore 11:37
    Per Giuliano: la detrazione deve essere richiesta per ogni anno di riferimento.
    Quindi, quest'anno, per la dichiarazione dei redditi 2013, può portare in detrazione quelle del 2012, l'anno prossimo quelle del 2013.
    rispondi al commento
  • Peppe55
    Domenica 16 Giugno 2013, alle ore 22:16
    Molto soddisfacente, semplice e dettagliata l'illustrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 14 Giugno 2013, alle ore 10:37
    Per Mark: la dizione "ristrutturazione" è generica.
    Il bonus è applicabile a tutti gli immobili che usufruiscono di detrazione 50% per lavori edili, quindi anche manutenzione straordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 14 Giugno 2013, alle ore 10:33
    Poichè gli art. 14, 15 e 16 del decreto legge 63/13 lasciano aperti molti dubbi interpretativi sull'applicazione delle detrazioni 65%, 50% e bonus mobili, restiamo in attesa di una circolare esplicativa dell'Agenzia delle Entrate, prima di dare una risposta certa ad alcuni quesiti degli utenti.
    Vi terremo sollecitamente informati.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 14 Giugno 2013, alle ore 10:30
    Per Emanuele: dal 6 giugno 2013.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 12 Giugno 2013, alle ore 11:47
    Per Davidev: guardi, in realtà nel decreto 63/13 non c'è alcun riferimento in merito, nè la Guida dell'Agenzia delle Entrate mette le tende tra gli interventi detraibili.
    Visti i dubbi che presenta la lettura dell'ultimo decreto, attendiamo circolare esplicativa dell'Agenzia della quale vi terremo informati.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 12 Giugno 2013, alle ore 10:45
    Per Luigi: no, dal 2012 la ripartizione è fatta unicamente in 10 rate, senza distinzione di età.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 11 Giugno 2013, alle ore 12:03
    Per Davidev: non solo gli arredi fissi sono detraibili, comunque quelli da lei descritti sì.
    Le tende da sole no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 11 Giugno 2013, alle ore 12:01
    Per Silvia: se non ha nessun intervento di ristrutturazione in corso, non può usufruire del bonus mobili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 10 Giugno 2013, alle ore 12:06
    Per Cristian: solo dopo che l'edificio è stato ultimato ed è stato rilasciato certificato di agibilità.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 10 Giugno 2013, alle ore 10:04
    Per Barbara: no, è manutenzione ordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 7 Giugno 2013, alle ore 12:28
    Per Massimo: la legge specifica che il privato può detrarre il "costo" sostenuto e il costo, ovviamente, non si può intendere escluso di IVA.
    Comunque tutti i riferimenti normativi sono elencati alla fine della Guida dell'Agenzia delle Entrate.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 6 Giugno 2013, alle ore 11:34
    Per Massimo: sull'importo comprensivo di IVA.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 6 Giugno 2013, alle ore 11:30
    Per M.luisa: può usufruire del bonus se farà tali interventi dopo l'ultimazione della casa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 4 Gennaio 2013, alle ore 10:03
    Per Ylenia: se si tratta di prima casa può usufruire dell'Iva al 4% per l'acquisto di beni finiti.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 3 Gennaio 2013, alle ore 09:33
    Per Ugo: no, perchè è manutenzione ordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 3 Gennaio 2013, alle ore 09:31
    Per Giorgia: per la verità il rifacimento integrale degli impianti rientra nelle opere di manutenzione straordinaria.
    In ogni caso è possibile fare fatture distinte per lavori detraibili e non.
    L'Iva al 10% è applicabile a tutte le opere elencate.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 2 Gennaio 2013, alle ore 11:03
    Per Lia: per quanto riguarda la parcella dell'architetto, lei dovrà effettuare il pagamento con bonifico, poi sarà la banca ad effettuare la ritenuta del 4%.
    E' la stessa procedura che si attua per il pagamento dei lavori all'impresa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 2 Gennaio 2013, alle ore 09:33
    Per Luca: no, solo se aggiunte in un secondo momento.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 2 Gennaio 2013, alle ore 09:30
    Per Cristina: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 28 Dicembre 2012, alle ore 09:46
    Per ANGELA: la realizzazione di un nuovo impianto di climatizzazione non è detraibile, la sostituzione di uno esisstente sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 28 Dicembre 2012, alle ore 09:40
    Per Giancarlo: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 27 Dicembre 2012, alle ore 10:11
    Per Luigi: non sono lavori detraibili.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 27 Dicembre 2012, alle ore 09:48
    Per Lia:
    1. non è corretto ciò che le dice il commercialista: la parcella dell'architetto è soggetta alla ritenuta del 4%.
    2. per la detrazione vale il criterio di cassa, cioè il momento in cui viene effettuato il pagamento; ma, poichè nel bonifico dovrà indicare i dati della fattura, può chiedere che venga emessa prima o lo stesso giorno.
    3. sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 27 Dicembre 2012, alle ore 09:38
    Per Alda: sì, può detrarre e si faccia rilasciare l'attestato dal costruttore.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 21 Dicembre 2012, alle ore 09:56
    Per Helga: può chiedere la detrazione del 50% (ristrutturazione edilizia).
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 20 Dicembre 2012, alle ore 09:50
    Per Fiammetta: la risposta è affermativa per entrambi i quesiti.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 18 Ottobre 2012, alle ore 10:04
    Per Eleonora: tutte le informazioni che le hanno dato non sono corrette. Lei invece ha compreso benissimo che il tipo di intervento realizzato non è purtroppo soggetto a detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 18 Ottobre 2012, alle ore 10:02
    Per Franco: il beneficio viene automaticamente trasferito all'acquirente. Tuttavia il venditore ha il pieno diritto di scegliere se continuare ad usufruirne, indicandolo esplicitamente. Non è corretto, invece, che lei debba anticipargli dei soldi e poi riceverli nel rimborso.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 18 Ottobre 2012, alle ore 09:55
    Per Luca Usai: trattandosi della realizzazione ex novo di un impianto, su di un ampliamento, l'intervento non è soggetto a detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Ottobre 2012, alle ore 12:53
    Per Giorgio: se tali lavori sono essenziali per l'esecuzione delle altre opere, non vedo dove sia il problema.
    Se non è così, è stato un errore farli fatturare a parte con questa dicitura.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Ottobre 2012, alle ore 10:21
    Per Roberto: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Ottobre 2012, alle ore 10:20
    Per Sara: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Ottobre 2012, alle ore 10:18
    Per Silvia: è la stessa che per le altre opere.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Ottobre 2012, alle ore 10:15
    Per Marco Verona: premesso che la sostituzione di un impianto con uno di altro tipo è manutenzione straordinaria, concordo anch'io che la semplice installazione di un camino a pellet non è sufficiente per un miglioramento che giustifichi la detrazione. Al sig. Zanellato ho risposto così perchè ha detto di essere in possesso della certificazione necessaria, quindi ho dato per scontato che il suo camino rspondesse alle prestazioni richieste.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Ottobre 2012, alle ore 10:04
    Per Giorgio: le fatture possono essere pagate a parte ai vari artigiani.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 17 Ottobre 2012, alle ore 10:02
    Per Niccolò Papucci: può richiedere l'iva al 10%. Come dico sempre, meglio fare cmq una comunicazione al Comune.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 11:39
    Per Doriano Sette: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 11:38
    Per Roberto Zanellato: si tratta di un intervento di riqualificazione energetica, per cui è necessaria una comunicazione telematica all'Enea e la predisposizione di alcuni documenti, come l'asseverazione e l'attestato di certificazione energetica, per cui è necessario rivolgersi a un tecnico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 11:14
    Per Cosimo: sì, se con macchinari esterni.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 11:13
    Per Gozzi Enrico: può richiedere la detrazione per ristrutturazione edilizia (quindi 50%) e non per risparmio energetico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 10:43
    Per Niccolò Papucci: sono in maggior parte opere di manutenzione ordinaria, ma essendoci qualche intervento di manutenzione straordinaria può detrarre, ed anche la parcella del tecnico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 10:40
    Per Fra: l'intervento è detraibile e può richiedere anche l'IVA al 10%.
    Pur non essendo necessario alcun tipo di permesso, le consiglio comunque di inviare una semplice comunicazione al Comune, per avere una documentazione scritta.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 10:17
    Per Gabriele: va bene una sola pratica, con fatture distinte.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 10:15
    Per Graziella: se non ci sono interventi sulle parti strutturali è sufficiente una CIL.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 10:13
    Per Elisabetta: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 11 Ottobre 2012, alle ore 12:50
    Per Rita: naturalmente no, la detrazione è sempre del 50%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 11 Ottobre 2012, alle ore 11:11
    Per Pattyli: è molto grave che non riescano a darle informazioni chiare nè il suo commercialista nè il suo tecnico, per quanto di loro rispettiva competenza. Sono professionisti che lei paga e dovrebbe pretendere di essere adeguatamente assistita. Come può immaginare, non posso essere io a rispondere a tutti questi numerosi quesiti, senza avere conoscenza diretta dell'intervento.
    rispondi al commento
    • Pattyli Arch.granata
      Giovedì 11 Ottobre 2012, alle ore 15:13
      Per Arch. Carmen Granata: le sarei immensamente grata se almeno mi confermasse se ho diritto alle detrazioni fiscali, anche per le opere edili di cui ai punti 3-4-5 (massetti e pavimentazioni esterne e pitture esterne), in quanto la casa è di recente costruzione e non vorrei che mi contestassero le detrazioni.
      Grazie mille
      rispondi al commento
      • Arch.granata Pattyli
        Martedì 16 Ottobre 2012, alle ore 10:12
        Per Pattyli: per tali opere (manutenzione ordinaria) ha diritto alle detrazioni solo se rientrano in un intervento più ampio di manutenzione straordinaria o ristrutturazione.
        rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 11 Ottobre 2012, alle ore 10:39
    Per Enzo: in teoria sì, anche se io consiglio sempre di inviare comunicazione al Comune, per avere un documento scritto. Non so quanto possa valere, in questo caso, l'autocertificazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 10 Ottobre 2012, alle ore 12:36
    Per Andrea Miola: del 36%, visto che i bonifici sono la rettifica di pagamenti effettuati nel 2011.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 10 Ottobre 2012, alle ore 12:26
    Per Frank: la Legge di stabilità riduce alcune detrazioni a partire dal 2013. Vi terremo infromati se ci saranno cambiamenti relativi alle detrazioni per l'edilizia.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 10 Ottobre 2012, alle ore 10:24
    Per Marco e Monica: no, la detrazione riguarda solo interventi sull'esistente.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 10 Ottobre 2012, alle ore 10:17
    Per Maurizio: sì, ma solo fino al 30 giugno 2013.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 20 Settembre 2012, alle ore 12:17
    Per LUCIANO: nessuna, è manutenzione ordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 20 Settembre 2012, alle ore 09:57
    Per Marcello: no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 18 Settembre 2012, alle ore 09:56
    Per Andrea: la materia è piuttosto ambigua. Come sa, la detrazione si applica solo per interventi sull'esistente e non sulle nuove costruzioni. Quindi lei dovrebbe prima acquistare, poi avviare una pratica di manutenzione straordinaria o ristrutturazione per le opere elencate. E' sufficiente una CIL.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 17 Settembre 2012, alle ore 10:17
    Per Giuseppe M.: è sufficiente che presenti lei una Cil con l'indicazione di questo ulteriore intervento.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 17 Settembre 2012, alle ore 10:13
    Per Marianna e per Davide: facciamo chiarezza: il comodato d'uso è una cosa, la coabitazione è un'altra. La detrazione può essere richiesta da diversi aventi titolo, tra cui i comodatari e i familiari conviventi con il possessore o detentore dell'immobile. Nel caso di Davide, siamo in questo secondo caso, quindi soffermiamoci su di esso. Davide può richiedere la detrazione, purchè sostenga le spese e siano intestati a lui bonifici e fatture.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 14 Settembre 2012, alle ore 12:53
    Per Claudio muzzolini udine: no, perchè non si tratta di intervento per riqualificazione energetica.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 14 Settembre 2012, alle ore 11:56
    Per Carlo Tani: E' tutto correttissimo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 14 Settembre 2012, alle ore 10:19
    Per Chiara: l'acquisto di una stufa a pellet è detraibile solo se avviene nell'ambito di interventi di ristrutturazione. Detto questo, l'aliquota al 50% è valida per tutti gli interventi che prima avevano l'aliquota al 36%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 13 Settembre 2012, alle ore 10:48
    Per Marco 64: è una spesa detraibile, ma l'aliquota Iva da applicare è sempre del 21%.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 13 Settembre 2012, alle ore 10:30
    Per Marco: è sufficiente una CIL.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 12 Settembre 2012, alle ore 12:03
    Per Valentina: solo se si tratta di parti comuni condominiali, perchè è manutenzione ordinaria. Bisogna fare comunicazione al comune.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 12 Settembre 2012, alle ore 11:23
    Per Igor: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 12 Settembre 2012, alle ore 10:37
    Per Igor: può detrarre praticamente tutti gli interventi.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 12 Settembre 2012, alle ore 09:54
    Per Valentina: sì, anche il solo acquisto dei materiali è detraibile. Tuttavia voglio chiarire cosa si intende per "lavori in economia": essi consistono nell'esecuzione diretta delle opere da parte del committente. Quindi, non c'entra nulla come si pagano i professionisti, che dovranno comunque fatturare.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 11 Settembre 2012, alle ore 11:25
    Per Tiziano Simonutti: l'installazione di un impianto fotovoltaico non è soggetta a detrazione fiscale, ma si può accedere agli incentivi del conto energia, che sono una forma di agevolazione diversa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 11 Settembre 2012, alle ore 10:37
    Per Carmelo: sarò lieta di risponderle se mi aiuta a capire qual'è la domanda...:-)
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 10 Settembre 2012, alle ore 10:15
    Per Peo: gli interventi di m.o. non rientrano nella detrazione. Se però per "rifacimento" bagno, intende anche rifacimento impianti e altri interventi che possano farlo rientrare nella m. s., allora potrà richiedere la detrazione per questo intervento ed anche per le finestre, inserendole in un'unica pratica di m. s..
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 6 Settembre 2012, alle ore 12:27
    Per Maria: la documentazione è la stessa descritta nell'art. Come richiedere la detrazione del 36%.
    In fattura non occorre una dicitura particolare, anche se è meglio specificare i lavori a cui si riferisce così come sono indicati sul titolo autorizzativo.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 6 Settembre 2012, alle ore 10:25
    Per Marco: no, perchè si tratta di un intervento di manutenzione ordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 4 Settembre 2012, alle ore 12:45
    Per MARCO: la semplice installazione del camino no, solo se rientra in un intervento di ristrutturaizone, manutenzione straordinaria, ecc. In tal caso si applica l'Iva al 10% e naturalmente ha titolo per la detrazione anche l'usufruttuario.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 4 Settembre 2012, alle ore 10:46
    Per Jean Paul: sì, se i lavori non sono ancora iniziati potrà usufruirne per tutti, altrimenti solo per le opere ancora da pagare.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 4 Settembre 2012, alle ore 10:18
    Per Annarosa Barone: se il climatizzatore viene installato in sostituzione dell'impianto di riscaldamento, può rientrare nelle spese per il risparmio energetico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 3 Settembre 2012, alle ore 10:34
    Per Francesco: sì è manutenzione ordinaria e quindi non c'è detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 3 Settembre 2012, alle ore 10:15
    Per Sergio Paoletti: la detrazione consiste unicamente in uno sconto sull'Irpef da pagare. Non è previsto alcun rimborso.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 3 Settembre 2012, alle ore 10:08
    Per Luciano V.: c'è un po' di confusione, a cui contribuisce anche lo stralcio dell'art. da lei citato. Innanzitutto chiariamo che detrazione del 36% e del 50% sono la stessa cosa: c'è semplicemente stato un aumento del bonus fino a giugno 2013. La detrazione del 55%, invece, è quella che riguarda gli interventi di riqualificazione energetica, come la sostituzione di caldaia di cui lei parla. Per essere detraibile l'intervento deve rispettare gli indici di prestazione energetica previsti dalla normativa.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 31 Agosto 2012, alle ore 12:51
    Per Marianna: in quale regione è ubicato il suo immobile?
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 30 Agosto 2012, alle ore 10:25
    Per Chiara: no, a meno che la loro installazione non rientri nell'ambito di lavori di ristrutturazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 28 Agosto 2012, alle ore 10:10
    Per Andrea: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 24 Agosto 2012, alle ore 18:11
    Per Pierluigi: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 24 Agosto 2012, alle ore 17:59
    Per Matteo: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 24 Agosto 2012, alle ore 17:57
    Per Lorena Riva: sì, non essendoci condominio, la fattura va intestata a tutti i comproprietari.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 24 Agosto 2012, alle ore 17:12
    Per Marian: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 24 Agosto 2012, alle ore 17:05
    Per SARA TONIOLO: rientra nella ristrutturazione ed è sufficiente il pagamento con bonifico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 24 Agosto 2012, alle ore 16:39
    Per Adriano: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 24 Agosto 2012, alle ore 16:36
    Per Alessandro: sì, ma dovrebbe avere il rimborso dell'assegno versato ed effettuare nuovo pagamento con bonifico.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 10 Agosto 2012, alle ore 12:52
    Per Andrea: no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 10 Agosto 2012, alle ore 12:50
    Per Lorenzo: la detrazione per acquisto direttamente dal costruttore di immobili ristrutturati spettava per atti stipulati entro il 30 giugno 2012. A quanto ne so non ci sono state proroghe. Si potrebbe però usufruire della nuova possibilità che permette di scegliere se detrarre le spese al venditore o all'acquirente. Però la detrazione in questo caso non si calcola sul prezzo d'acquisto, ma sulle spese sostenute per i lavori dal venditore.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 8 Agosto 2012, alle ore 18:07
    Per Elia susani: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 8 Agosto 2012, alle ore 09:33
    Per DANIELA PINO: per il rifacimento sì, solo per la tinteggiatura o finiture no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 7 Agosto 2012, alle ore 12:56
    Per Agata grassi: in questo articolo può trovare la definizione dei vari interventi edilizi, tra cui anche cosa si intende per nuova costruzione. La dicitura da apporre nella causale del bonifico è: "Bonifico ai sensi L. 449/97 art. 1 c. 3 saldo fattura n° xx del xx/xx/xx."
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 7 Agosto 2012, alle ore 10:12
    Per Massimo minetti: le detrazioni non si applicano ad immobili di nuova costruzione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 7 Agosto 2012, alle ore 09:07
    Per Elisa: se non sono infissi blindati, no.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 7 Agosto 2012, alle ore 08:56
    Per Clara Mazzali: sì.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 6 Agosto 2012, alle ore 11:56
    Per Lorenzo Novellini: essendo l'installazione di un nuovo impianto, sì. Però l'iva agevolata al 4% è applicabile solo per interventi effettuati in corso di costruzione. Essendo un intervento avvenuto dopo la consegna dell'opera, si avvale dell'aliquota agevolata del 10%.
    rispondi al commento
    • Sherlock Arch.granata
      Mercoledì 22 Gennaio 2014, alle ore 15:42
      Buongiorno Architetto,mi trovo nella stessa situazione di questo post del 2012.nel 2014 è sempre possibile usufruire della detrazione fiscale per la sola installazione di un impianto di allarme? Detrazione del 50% in 10 anni, più iva al 10% sulla spesa totale, è corretto?è necessaria qualche autorizzazione/documento particolare o è sufficiente l'apposito bonifico.Grazie in anticipo per l'aiuto, saluti
      rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 6 Agosto 2012, alle ore 09:36
    Per Ettore: certo, può detrarre anche il coniuge convivente purchè, ovviamente, le fatture e i bonifici siano intestati a lei.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 6 Agosto 2012, alle ore 09:28
    Per Fabio Galanti: sì, si tratta di manutenzione straordinaria.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 2 Agosto 2012, alle ore 11:02
    Per Donatella: sì. Attenzione, però, che sia possibile effettuare il cambio d'uso da locale cantina a locale abitabile.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 2 Agosto 2012, alle ore 10:15
    Per Sister0: è necessario che ci sia corrispondenza tra intestazione del bonifico e della fattura. Quindi, o sono entrambi intestati a tutti e due, oppure, si dividono le spese con fatture e bonifici separati.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 1 Agosto 2012, alle ore 10:53
    Per Carlo: la risposta è affermativa per tutto, tranno che per l'acquisto dei mobili. Gli impianti di condizionamento sono ammessi alle detrazioni per ristrutturazione, ma non per il risparmio energetico (quindi 50%).
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 1 Agosto 2012, alle ore 10:27
    Per Giuseppina Salerno: le porte blindate sì, le porte normali no. A meno che non siano uno dei lavori rientranti in una ristrutturazione generale dell'immobile.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Mercoledì 1 Agosto 2012, alle ore 10:10
    Per Ottavio: domanda interessante. Secondo la mia personale interpretazione sì, proprio perchè la costruzione dell'impianto integrato rientra nel rifacimento del tetto.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 31 Luglio 2012, alle ore 11:11
    Per MIchele: la sostituzione dei teli non è un intervento di manutenzione straordinaria. La dicitura sulla causale del bonifico richiama sempre la legge originaria, e non è necessario specificare l'ultimo decreto.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Martedì 31 Luglio 2012, alle ore 09:55
    Per Giuseppe Di Girolamo: non c'è nessun motivo di costituire un condominio, visto che si tratta di interventi di manutenzione straordinaria, quindi possono essere detratti dal privato cittadino.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 30 Luglio 2012, alle ore 10:06
    Per Pina: no, dal primo gennaio 2012 non è più prevista questa diversa modalità di ripartizione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 30 Luglio 2012, alle ore 10:03
    Per Mariarosa: sì, anche le spese per l'acquisto dei materiali sono ammesse all'agevolazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Lunedì 30 Luglio 2012, alle ore 09:35
    Per Carlo Bucci: se il comune rientra tra quelli per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza, certamente sì. La procedura da seguire è la stessa che per gli altri interventi ammessi a detrazione.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Venerdì 27 Luglio 2012, alle ore 10:55
    Per Paolo: ovviamente no, perchè il congiunto può detrarre solo se convivente con il proprietario nell'immobile dove si effettuano i lavori: Per Cris: come è spiegato nel paragrafo "Come comportarsi per lavori già iniziati?", il rimborso sarà del 36% per le spese sostenute prima del 26 giugno 2012, e del 50% per quelle sostenute dopo tale data.
    rispondi al commento
  • Arch.granata
    Giovedì 26 Luglio 2012, alle ore 12:13
    L'Agenzia delle Entrate riporta che "la detrazione spetta anche al familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo grado) convivente del possessore o detentore dell'immobile, purché sostenga le spese e le fatture e i bonifici risultino intestati a lui." Nel suo caso non essendoci, di fatto, un rapporto di parentela come su esposto, non sarebbe possibile ottenere la detrazione. L'unica altra possibilità sarebbe quella di avere un rapporto di comodato d'uso, ma ci vorrebbe una qualche forma contrattuale che lo attesti.
    rispondi al commento
    • Marco.comes.9 Arch.granata
      Venerdì 14 Febbraio 2014, alle ore 14:18
      Buongiorno e complimenti per il grande lavoro di risposte,anch' io sono in ristrutturazione e acquisto mobili e volevo chiedere questo:-alcuni materiali li sto prendendo a parte dalla ditta che fa la ristrutturazione, sempre però pagando con bonifico.Tutto quanto fa sommatoria di spese per la ristrutturazione, per ottenere poi anche un maggior tetto di ecobonus sui mobili?Grazie
      rispondi al commento
      • Arch.granata Marco.comes.9
        Lunedì 17 Febbraio 2014, alle ore 09:41
        Il bonus mobili ha sempre un tetto di 10.000 euro, indipendentemente dall'importo dei lavori.
        rispondi al commento
Notizie che trattano Detrazione 50% che potrebbero interessarti
Limiti di spesa per detrazioni sulla casa

Limiti di spesa per detrazioni sulla casa

Per la detrazione sulle ristrutturazioni edilizie, quella sul risparmio energetico ed il bonus mobili sono stabiliti diversi limiti massimi di spesa (o detrazione).
Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Cumulabilità incentivi sugli interventi edilizi

Chiarimenti sulla possibilità o meno di poter beneficiare di più detrazioni e contributi relativamente a interventi realizzati su edifici residenziali esistenti.
Pavimenti e detrazioni fiscali

Pavimenti e detrazioni fiscali

Il rifacimento del pavimento interno od esterno può beneficiare in alcuni casi delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni edilizie o sul risparmio energetico.
Tinteggiatura e detrazioni fiscali

Tinteggiatura e detrazioni fiscali

La tinteggiatura di pareti interne od esterne di un'abitazione esistente può beneficiare delle detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni e sul risparmio energetico?
Caloriferi e detrazioni fiscali

Caloriferi e detrazioni fiscali

Se si sostituiscono o installano nuovi caloriferi è possibile beneficiare di detrazioni fiscali, che però vanno valutate in base al contesto in cui si interviene.
IMMOBILIARE
prezzi ristrutturazione
costi ristrutturazione
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Velux
  • Casa.it
  • Novatek
  • Officine Locati
  • Murprotec
  • Sicurezzapoint
  • WaterBarrier
  • Geosec
  • Uretek
  • Zaccaria Monguzzi
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
    • Lampada a risparmio 20w compatta
      Lampada a risparmio 20w compatta...
      2.70
    • Lampada risparmio energetico decor e27
      Lampada risparmio energetico decor...
      2.68
    • Lampada a risparmio energetico spirale
      Lampada a risparmio energetico...
      2.43
    • Lampada risparmio energetico 24w e27
      Lampada risparmio energetico 24w...
      4.28
    • Lampada a risparmio spirale 20w
      Lampada a risparmio spirale 20w...
      2.80
    • Lampada a risparmio 15w e27
      Lampada a risparmio 15w e27...
      2.70
    • Faro a risparmio energetico 24w
      Faro a risparmio energetico 24w...
      21.25
    • Lampada a risparmio energetico 13w
      Lampada a risparmio energetico 13w...
      4.99
    • Lampada a risparmio 7w gx53
      Lampada a risparmio 7w gx53...
      4.99
    • Lampada a risparmio spirale 15w
      Lampada a risparmio spirale 15w...
      2.80
    • Serramenti risparmio energetico
      Serramenti risparmio energetico...
      220.00
    • Lampada risparmio energetico globo e27
      Lampada risparmio energetico globo...
      2.44

BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidatebook
  • Facebook
  • Preventivi
  • Casa.it