Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Vetri fotovoltaici e cromogenici

La nuova tecnologia del vetro fotovoltaico per i nostri infissi, un modo innovativo che sfrutta l'energia rinnovabile del sole per produrre energia a basso costo.
05 Novembre 2013 ore 00:58 - NEWS Impianti rinnovabili
infissi , vetro , vetro fotovoltaico , vetro cromogenico



La bioedilizia, volta al risparmio energetico oggi si sta diffondendo sempre di più e oramai quando si progetta le prime cose che si guardano sono il rispetto per l'ambiente e il risparmio energetico.

Il sistema di utilizzo dell'energia rinnovabile che si sta maggiormente diffondendo è quella del fotovoltaico, quindi l'utilizzo delle radiazioni solari per produrre energia.

La ricerca su questa fonte rinnovabile di energia, il sole, è riuscita a definire una serie di prodotti che sono in grado di catturare la luce del sole producendo energia pulita.


Un nuovo sistema è quello dei vetri fotovoltaici: questi sono dei normalissimi e comunissimi vetri che potremmo applicare a tutti i nostri infissi, e che presentano sulla loro superficie un film sottilissimo realizzato con una specie di vernice che riveste il vetro, che si presenta sottoforma di gel e viene cosparso sulla superficie del vetro.
Questo sistema inizialmente non veniva considerato idoneo per le civili abitazioni poiché dopo l'applicazione di questo gel il vetro perdeva la sua trasparenza assumendo una venatura opaca.

Successivamente però si è riusciti ad ovviare a questo problema raggiungendo la perfetta trasparenza del vetro, e ottenendo così un normale prodotto per l'edilizia che però ha la funzionalità di un pannello fotovoltaico applicato alle superfici verticali della nostra abitazione, con un costo molto ridotto.

Infatti il costo di questo tipo di vetro fotovoltaico è davvero irrisorio rispetto ad un comune pannello fotovoltaico, infatti la cifra si aggira intorno ai 2 euro per watt.

Perché questo vetro diventa fotovoltaico?

vernice fotovoltaica
La vernice che viene applicata è costituita da questo gel nella cui composizione è presente il silicio amorfo, che noi sappiamo essere l'elemento posto alla base del processo fotovoltaico.

Questo silicio amorfo attraverso una serie di processi di lavorazione in laboratorio viene reso semiconduttore, in questo modo attraverso degli altri procedimenti potrà essere trasformato e lavorato così da poter essere poi applicato nelle intercapedini o superficialmente ai vetri dei nostri infissi di casa .

Applicazioni su vetri con doppia camera e su vetri singoli


Il principio di funzionamento del vetro fotovoltaico è lo stesso sia se utilizziamo il gel interposto nelle intercapedini, sia se applichiamo la vernice sulla superficie del vetro.

Ipotizziamo il caso del gel al silicio amorfo interposto nella vetrocamera dell'infisso, questo sottoposto all'irragiamento solare è in grado di trasformare l'energia solare in energia elettrica, la sua produzione è abbastanza consistente infatti riesce a produrre fino a 300 watt per metro quadrato.

vetro fotovoltaicoLa tecnologia del vetro fotovoltaico può essere applicata anche ad infissi già esistenti. Infatti l'infisso esistente dovrà essere smontato, poi l'intercapedine presente dovrà essere riempita di gel al silicio amorfo e poi dovrà essere dotato di due contatti elettrici.

Terminata questa operazione il vetro verrà nuovamente rimontato sulla finestra e connesso alla centralina.

Se invece abbiamo un vetro semplice, quindi senza intercapedine, il gel al silicio amorfo, viene sostituito con uno spray che presenta la stessa composizione. Questo spray verrà applicato sulla superficie del vetro in strati infinitamente sottili di materiale nebulizzato in grado di generare energia, rendendo in questo modo il vetro fotovoltaico, la sua produzione di energia è più bassa del gel fotovoltaico ma arriva a produrre anche 100 watt per metro quadrato.

Il vetro fotovoltaico per le sue caratteristiche di semplicità di utilizzo e perfetta integrabilità architettonica in una prospettiva futura, andrà praticamente a sostituire almeno nelle civili abitazioni i pannelli fotovoltaici laddove sono presenti e si andrà diffondendo laddove non ci sono proprio per i suoi modici costi.

spray fotovoltaicoInoltre architettonicamente un vetro fotovoltaico è molto più gestibile di un pannello fotovoltaico e per questo motivo non è soggetto a limitazioni legate all'integrazione architettonica, pur svolgendo esattamente la stessa funzione.

Lo spray fotovoltaico non è ancora in commercio ma probabilmente nel 2016 sarà disponibile sul mercato.

Questa pellicola solare spray potrà essere spruzzata su qualsiasi tipo di supporto senza alterarne le proprietà. Inoltre questo spray studiato per i vetri potrà essere adoperato anche sulle pareti opache come una normale vernice fotovoltaica.
Ovviamente una superficie fovoltaica come potrebbe essere una parete ha un'efficienza minore rispetto all'equivalente in superficie di un pannello infatti il quantitativo di luce solare che lo spray riesce a trasformare in energia elettrica è pari al 20%.


Vetri cromogenici


I vetri cromogenici sono una particolare tipologia di vetri, dall'aspetto camaleontico, ovvero assumono un comportamento diverso a seconda del tipo di luce che li investe, della temperatura alla quale sono sottoposti o se sono soggetti ad una differenza di potenziale elettrico applicata dall'esterno.

Questi vetri cromogenici assumono differenti denominazioni a seconda del fattore che stiamo considerando e che ne influenza quindi il cambio di proprietà, si dicono fotocromici quando la loro trasparenza ed il controllo solare variano nel tempo in funzione della luce alla quale sono esposti e all'intensità di questa.
Infatti per i vetri fotocromici maggiore è la radiazione solare e più diventano scuri, al buio invece tornano chiari e trasparenti.

vetri cromogeniciSi dicono termocromici se è la temperatura a modificare tali caratteristiche, maggiore è la temperatura, più il vetro si opacizza.
Se si decide di farne un utilizzato nel settore edile, è importante impostare che la temperatura alla quale si innesca il fenomeno sia nell'intervallo del benessere termico e visivo dell'uomo.

Invece si dicono elettrocromici se la causa è la variazione di una tensione elettrica.

I vetri elettrocromici rappresentano il classico esempio dei vetri a strati, la struttura è costituita da un elettrolita che è inglobato tra due elettrodi che a loro volta sono incorporati tra due conduttori trasparenti.
Tutta questa struttura poi è inserita tra due lastre di vetro.

Il procedimento che questa tipologia di vetro adotta è di natura chimica infatti quando viene applicata una tensione elettrica, si verifica una reazione elettrochimica che consiste in una migrazione di ioni da un elettrodo all'altro, nel momento in cui poi al sistema viene applicata una tensione, il vetro si colora, perdendo la sua trasparenza, che potrà essere ripristinata semplicemente invertendo la polarità.

Un'altra tipologia è invece quella dei vetri a cristalli liquidi nei quali i cristalli che ne costituiscono la struttura cambiano orientamento nel momento in cui tra gli elettrodi del sistema vi è una differenza di potenziale applicata.

Lo stesso vale per i sistemi con particelle sospese, la trasparenza di questi vetri copre tutto lo spettro della radiazione solare. Quando il dispositivo è acceso, la vetrata è trasparente perché i cristalli o le particelle sono allineate. Quando il dispositivo è spento, la vetrata appare traslucida.

riproduzione riservata
Articolo: Vetri fotovoltaici e cromogenici
Valutazione: 5.08 / 6 basato su 26 voti.

Vetri fotovoltaici e cromogenici: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Ing.montesano
    Ing.montesano
    Lunedì 16 Marzo 2020, alle ore 22:03
    Per avere qualche informazione in più bisgona contattare le ditte che si occupano di queste installazioni 
    rispondi al commento
  • Massimo
    Massimo
    Lunedì 16 Marzo 2020, alle ore 16:29
    Buonasera ing Montesano, scrivo da Pescara in Abruzzo e volevo avere maggiori informazioni sui vetri con pannelli fotovoltaici da poter montare in sostituzione in un condominio ed al 4 piano e ultimo piano di 5 (p.t+4piani).
    Grazie e buon lavoro.
    rispondi al commento
  • Ing.montesano
    Ing.montesano
    Martedì 19 Maggio 2015, alle ore 14:53
    Buonasera,il valore di 300 w/mq ovviamente non è uno standard valido sempre, dipende dalle condizioni d'irraggiamento e quindi dall'esposizione solare. Prestazioni di picco con insolazione standard, secondo degli studi fatti sul gel fotovoltaico posso arrivare anche a 1000 w/mqsaluti
    rispondi al commento
    • Andrea
      Andrea Ing.montesano
      Giovedì 30 Giugno 2016, alle ore 12:44
      É possibile sapere la stratigrafia del vetro e soprattutto i coefficienti di riflessione per il massimo irraggiamento ?
      rispondi al commento
  • Danilode luca
    Danilode luca
    Martedì 19 Maggio 2015, alle ore 11:32
    Scusate ma avete scritto 300 w per mq!!?!?!?!?!?
    rispondi al commento
  • Ameli Mario
    Ameli Mario
    Sabato 9 Novembre 2013, alle ore 21:36
    DOMANDA: ma una volta che la luce è stata utilizzata per produrre energia fotovoltaica se incontra un secondo pannello fotovoltaico produce una seconda volta?
    Ovvero posso fare un impianto multipiano?
    Su più livelli?
    Dove il primo è trasparente?
    Grazie.
    rispondi al commento
    • Ing.montesano
      Ing.montesano Ameli Mario
      Lunedì 11 Novembre 2013, alle ore 15:14
      In realtà il vetro già di per sé produce energia, la possibilità che questa stessa luce che oltrepassa il vetro possa produrre energia, dipende dal sistema di captazione del secondo sistema fotovoltaico che viene adoperato, ovvero di quanta luce il sistema ha bisogno affinché s'inneschi il processo di trasformazione delle radiazioni solari in energia.
      Saluti.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
325.418 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Vetri fotovoltaici e cromogenici che potrebbero interessarti


Consigli su infissi in legno

Progettazione - Il legno rimane sempre una scelta particolarmente gradevole per gli infissi esterni, in questo articolo vediamo le caratteristiche e i consigli per proteggerli.

Scala fotovoltaica

Impianti - Integra nel parapetto un sistema di moduli fotovoltaici e combina le esigenze progettuali legate alla sicurezza con quelle inerenti il risparmio energetico.

Isolamento acustico con gli infissi afonici

Isolamento Acustico - Un buon isolamento parte dai serramenti giusti.

Pannelli fotovoltaici in vetro curvato

Impianti - Il fotovoltaico rappresenta l?energia del futuro perché permette di produrre energia elettrica catturando la luce del sole. Quindi è senz?altro una

Facciate degli edifici sostenibili con i mattoni fotovoltaici

Materiali edili - I mattoni fotovoltaici sono l'ennesimo tassello dello sviluppo della tecnologia nel campo della bioedilizia: anche le facciate potranno produrre energia pulita.

Gel fotovoltaico

Impianti rinnovabili - Tutta italiana la nuova tecnologia brevettata dalla Energy Saving Company che permette al vetro, grazie a un gel fotovoltaico sovrapponibile, di produrre energia.

Calcolo Trasmittanza Infissi

Infissi Esterni - Per una rapida valutazione della trasmittanza degli infissi di casa occorrono una serie di dati incluse le misure dell'infisso e le caratteristiche termiche.

Generatore fotovoltaico

Impianti - Un interessante caso di studio rappresentato da un impianto fotovoltaico installato su un terreno agricolo a Recanati.

Girasoli di vetro

Arredamento - Un impianto fotovoltaico può essere costituito da un insieme di pannelli dotati di un dispositivo meccanico che permette di orientarli perpendicolarmente
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img marco8993
Salve,vorrei sostituire gli infissi e gli scuri di casa mia, ho visto che grandi catene come Bricoman hanno iniziato la campagna sconto in fattura 50%, andandomi ad informare da...
marco8993 06 Febbraio 2021 ore 20:10 1
Img mircos1965
Buongiorno, da poco nel mio garage ho sostituto degli infissi esterni in ferro con quelli in PVC di marca SHÜCO.Il vetro è di tipologia : 4/16GASWE/33BEMi succede che...
mircos1965 21 Gennaio 2021 ore 09:03 8
Img nik72
Salve, dovrei fare una parete in cartongesso e vorrei metterci dei mattoncini in vetrocemento, mi servirebbe una dritta per come fare, grazie.
nik72 10 Gennaio 2021 ore 12:19 9
Img lea1983
Buongiorno. Volevo spiegarvi il mio problema. 4 mesi fa ho acquistato degli infissi da un negozio vicino casa. L'artigianato che prese le misure mi fece un doppio preventivo, uno...
lea1983 19 Dicembre 2020 ore 10:38 8
Img linomarco
Ciao a tutti, non so se c'è qualche esperto del settore, ma vorrei chiedere se lo smontaggio e rimontaggio di un grande infisso scorrevole, potrebbe destare problemi...
linomarco 16 Dicembre 2020 ore 18:19 2