Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Un 2013 pieno di novità grazie alla riforma del condominio

NEWS Condominio02 Gennaio 2013 ore 14:23
Il 2013 sarà un anno a suo modo storico per le norme condominiali; il 18 giugno, infatti, entrerà in vigore la riforma del condominio. E fino ad allora?

CondominioIl titolo dell'articolo, con cui apriamo quest'anno insieme, sintetizza ciò cui il condominio negli edifici andrà incontro quest'anno.
A giugno del 2013, infatti, esattamente il 18 giugno entrerà in vigore la legge di modifica delle disposizioni concernenti il condominio negli edifici, a più nota come riforma del condominio.



Perché proprio il 18 giugno?

La risposta è semplice: l'articolo 32 della legge n. 220/12 (quella di riforma del condominio) prevede espressamente che Le disposizioni di cui alla presente legge entrano in vigore dopo sei mesi dalla data di pubblicazione della medesima nella Gazzetta Ufficiale. Siccome la legge è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana lo scorso 17 dicembre 2012, i conti sono presto fatti.

È bene approfondire, di più è naturale farlo, un aspetto che possiamo così sintetizzare:
che cosa accadrà fino al 18 giugno 2013?

La risposta è semplice: poiché la legge n. 220/12 non prevede una disciplina transitoria (eccezion fatta per una specifica ipotesi relativa ad interventi dei singoli sulle parti comuni), fino a quella data tutto resterà com'è fino a quando lo abbiamo raccontato.
Articoli del codice civile e delle legge speciali, principi espressi dalla giurisprudenza, indicazioni dottrinarie: tutto resta pienamente valido.
Solo a partire da quel giorno di giugno, entreranno in vigore le nuove norme.
A questo punto è bene specificare un aspetto: i fatti accaduti nel vigore della vecchia disciplina restano regolati da questa anche dopo l'entrata in vigore della legge n. 220.
Un esempio Il 31 dicembre 2012 sono scaduti molti, moltissimi, anni di gestione delle compagini.
Con la normativa attuale, l'amministratore può essere revocato solamente se non presenta il conto della gestione per due annualità e non esiste altro limite temporale (a meno che non sia previsto dal regolamento).
Condominio2Con l'entrata in vigore della legge n. 220, il nuovo articolo 1130 c.c. specifica che redigere il rendiconto condominiale annuale della gestione e convocare l'assemblea per la relativa approvazione entro centottanta giorni (art. 1130 n. 10 c.c. nuova formulazione).
Ciò, però, non significa che per i rendiconti scaduti il 31 dicembre, a fa data da giugno, sia necessario presentarli all'assemblea entro i primi giorni di luglio.
Questa specifica disposizione, infatti, sarà applicabile a partire dal primo rendiconto scaduto dopo l'entrata in vigore delle nuove regole, vale a dire per quello che avrà scadenza al 31 dicembre 2013.
Lo stesso dicasi per la nomina dell'amministratore che, se avvenuta prima del 18 giugno, resterà valida solamente per un anno, senza la possibilità di applicare il rinnovo automatico previsto dal nuovo art. 1129 c.c.
Altri esempi possono essere fatti (si pensi alle delibere assembleari, ai quorum costitutivi e deliberativi) ma li faremo in altri articoli, per evitare inutili confusioni.
Insomma un 2013 denso di novità future e possibili incertezze presenti: tra i nostri obiettivi poniamo quello di accompagnarvi al 18 giugno in modo da avere chiaro come stanno le cose e come cambieranno.

riproduzione riservata
Articolo: Un 2013 pieno di novità grazie alla riforma del condominio
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Un 2013 pieno di novità grazie alla riforma del condominio: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Annalisa
    Annalisa
    Martedì 16 Aprile 2013, alle ore 12:05
    Quindi se volessi presentare oggi ricorso per la nomina giudiziale dell'amministratore per un condominio con 5 condomini e l'udienza venisse fissata al 30 di giugno, comunque il giudice dovrebbe disporre la nomina dell'amministratore (nonostante la nuova normativa imponga l'obbligo dell'amministratore per i condomini con più di 8 condomini)?Grazie
    rispondi al commento
  • Compenso Dell?amministratore Di Condominio
    Compenso Dell?amministratore Di Condominio
    Giovedì 3 Gennaio 2013, alle ore 17:24
    [...] sostanza dal prossimo 18 giugno e quindi per tutte le nomine intervenute dopo tale data, l’amministratore dovrà dire subito qual [...]
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
307.882 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidatebook
  • Marazzi
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Adeguamento antincendio autorimesse Condominiali
    Adeguamento antincendio...
    250.00
  • Ristrutturazioni Condomini
    Ristrutturazioni condomini...
    350.00
  • Porta basculante blindata
    Porta basculante blindata...
    690.00
  • Pergola edera autoportante
    Pergola edera autoportante...
    1424.00
Notizie che trattano Un 2013 pieno di novità grazie alla riforma del condominio che potrebbero interessarti


Riforma del condominio, molti amministratori rischiano il posto

Condominio - La così detta riforma del condominio, dal 18 giugno 2013 i condomini con meno di dieci partecipanti potranno decidere di revocare l'amministratore, così molti amministratori rischiano di restare disoccupati.

Obbligatorietà della nomina dell'amministratore condominiale

Amministratore di condominio - L'obbligo della nomina dell'amministratore condominiale scatta quando alla compagine partecipano almeno 9 condòmini e può essere ottenuta anche con ricorso al giudice.

Revoca giudiziale dell'amministratore e onere della prova

Amministratore di condominio - La revoca giudiziale dell'amministratore può essere chiesta da ogni condomino, che deve provare la ricorrenza della causa che consente l'emissione del decreto.

I registri condominiali dopo l'entrata in vigore della riforma

Assemblea di condominio - I registri condominiali, ossia il registro verbali, l'anagrafica condominiale e il registro di contabilità, rappresentano una delle novità della l. n. 220/12.

Lavori straordinari e compenso dell'amministratore di condominio

Condominio - Nel caso in cui vengano deliberati interventi di manutenzione straordinaria, l'amministratore ha diritto ad ulteriori compensi solo se preventivamente concordati.

La nomina dell'amministratore è obbligatoria

Amministratore di condominio - La nomina dell'amministratore è obbligatoria, se l'assemblea non provvede i comproprietari possono rivolgersi all'Autorità Giudiziaria affinché provveda alla nomina.

Nomina giudiziaria dell'amministratore di condominio

Condominio - La nomina dell?amministratore è un atto di competenza dell?assemblea dei condomini.Quando in un condominio ci sono più di quattro comproprietari

Attività fiscale dell'amministratore di condominio

Amministratore di condominio - L'amministratore di condominio, quale legale rappresentante dei condomini, deve compiere l'attività fiscale inerente la gestione dell'edificio in condominio.

Ristrutturazione e compenso amministratore per la pratica del 50%

Amministratore di condominio - In tema ristrutturazioni in condominio, la questione del diritto dell'amministratore ad avere un compenso per gli adempimenti fiscali non è così chiara come può sembrare.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img maryquant
Buonasera.Nell'ultima assemblea l'amministratore non ha raggiunto la maggioranza necessaria per la sua riconferma.Ora procederà in prorogatio, fintanto che non ci...
maryquant 02 Giugno 2015 ore 22:21 5
Img sisino
Un condominio è composto da 13 appartamenti, 4 di questi sono di proprietà di persone fisiche, gli altri 9 sono ancora intestati alla società costruttrice...
sisino 16 Ottobre 2014 ore 07:25 1
Img maryquant
Buongiorno.A fine maggio si è tenuta l'assemblea in cui l'amministratore in carica non è stato riconfermato, rimanendo in prorogatio sino a nomina del successore (o...
maryquant 23 Giugno 2015 ore 09:14 1
Img thelma63
Buongiorno,volevo chiedere un'informazione, abito in un condominio, siamo in 9 abitazione, posso imporre un amministratore esterno?Ci siamo sempre arrangiati tra di noi, ora lo...
thelma63 05 Marzo 2014 ore 18:32 6
Img 64brunica
Buon giorno,l'amministratore ha da poco nominato una s.a.s. a conduzione familiare.All'atto della nomina ha presentato una lettera di benvenuto con alcuni suoi dati (p. IVA,...
64brunica 17 Marzo 2015 ore 11:23 1