Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Tolleranza di cantiere

Nelle fasi di cantiere e di esecuzione delle opere, non è possibile rispettare con precisione le dimensioni previste in progetto.
- NEWS Soluzioni progettuali
cantiere , progetto esecutivo , esecuzione opera edile
Barra Progettazione Online

Misurazione di cantiereIn teoria gli interventi di costruzione o l'ampliamento di un fabbricato, devono rispettare in toto le indicazioni previste in progetto che sinteticamente riguardano: l'ingombro planimetrico (superficie coperta), la volumetria dell'edificio, le dimensioni interne di alloggi, pertinenze, ecc.

Nella pratica, vi è una discordanza (tra questi valori e quelli rilevabili in sede esecutiva) derivata fondamentalmente dai mezzi adoperati in cantiere (tracciamento di tramezzature, strutture portanti, ecc.), che non possono paragonarsi alla precisione dei sistemi informatici Cad utilizzati per la progettazione.

Per fare un esempio, si pensi alla differenza tra, una linea tracciata sullo schermo di un PC ed una corrispondente in cantiere, eseguita su un piano sconnesso e con un pennarello avente uno spessore in punta di due/tre millimetri.
Tracciamento di cantiere
È pur vero che attualmente sono disponibili dei sistemi a laser che consentono di eseguire tracciamenti più precisi, così come per le strutture portanti (interasse pilastri) tramite strumentazione topografica, ma alla fine, il tutto viene ricondotto alla manualità dell'operatore.

A queste discrepanze che, nei fatti sono di entità modesta, si associa l'eventuale errore umano che può comportare a incongruenze più o meno gravi.

Per far fronte a questo problema, è stato istituito il concetto di tolleranza di cantiere, ossia di un bonus che determina, in percentuale, la maggiore differenza delle dimensioni del manufatto (altezza, lunghezza, larghezza) rilevabili in corso d'opera, che incidono sui parametri edilizi (volumetria e superficie del fabbricato) riportati in progetto.

Questa piccola difformità non comporta nessuna presentazione di varianti architettoniche e né tantomeno di dichiarazioni da parte del Direttore dei Lavori.

Misurazione da parte di un operatore in cantiereI valori espressi in percentuale che determinano l'errore massimo, conseguibile in sede di realizzazione delle opere, possono variare in base a diversi regolamenti comunali o leggi regionali.

Come esempio si prenda quanto riportato all'articolo 103 del R.E. del Comune di Milano (comma 1) che indica diverse percentuali in funzione dell'entità delle misure lineari, e che include tra l'altro, anche altri parametri utili alla definizione di questa norma.

Citando un altro caso, si riporta quanto previsto dall'articolo 7 della L.R. Sicilia n°37/85 che prescrive una percentuale del 3% come limite massimo per il superamento dei parametri edilizi.

Questa disciplina urbanistica è stata da poco regolamentata, a livello Nazionale, dall'articolo 5, comma 2, lettera a, n.5) della legge 106 del 2011, introdotto successivamente nel Testo Unico dell'Edilizia (D.P.R. 380/01) al comma 2-ter, articolo 34.

Immagine tipica di misurazione di cantiereNei fatti la norma stabilisce che: non si ha parziale difformità del titolo abilitativo in presenza di violazione di: altezza, distacchi, cubatura o superficie coperta, che non eccedano, per singola unità immobiliare, il 2% delle misure progettuali.

Questo strumento legislativo diverrà di fatto un elemento di raffronto teso a riordinare le varie procedure riportate sui vari Regolamenti e leggi Regionali.

Un'altra considerazione riguarda il caso in cui la difformità, rientrante sempre all'interno della tolleranza prevista, incida sulle distanze tra confini, strade e fabbricati.

Per queste condizioni la questione si sposta su un fattore giuridico che lede il diritto dei terzi e quindi soggetta alla regolamentazione del Codice Civile.

Alla stessa stregua si pone l'ipotesi in cui la tolleranza incida su interventi edilizi eseguiti in fabbricati soggetti a vincolo paesaggistico.

sezione di fabbricato quotataIn questo ambito, vi possono essere delle indicazioni locali come ad esempio per la Circolare n°7 del 2007 emanata della Città di Potenza (Unità di Direzione edilizia e Territorio), che prescrive l'inapplicabilità di questa procedura su edifici vincolati ai sensi della legge 1089/39.

Tra l'altro in questo documento vengono richiamati anche altri casi tra cui: distanze minime tra fabbricati, da confini di proprietà, confini stradali, all'allineamento dei fabbricati, ecc.

La verifica e la responsabilità di queste difformità spetta chiaramente al Direttore dei Lavori, nonché alla Impresa che esegue i lavori.

In ultima analisi, se la tolleranza di cantiere è un ottimo strumento per sanare queste lievi difformità edilizie, questa procedura non deve essere studiata a tavolino, prima dell'inizio dei lavori, e tale da determinare anzitempo l'aumento della volumetria e dell'ingombro del fabbricato.

riproduzione riservata
Tolleranza di cantiere
Valutazione: 4.50 / 6 basato su 2 voti.

Tolleranza di cantiere: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Annalisa
    Annalisa
    Mercoledì 9 Gennaio 2013, alle ore 16:38
    La difformità della mia casa risale in un progetto di soprelevazione nel 1973 dove le misure delle mura principali non sono state prese bene, quindi ho difficoltà per avere un certificato di leggittimità dell'edificio.
    Tutto ciò è nel comune di San Lorenzello provincia di Benevento.
    Potete darmi un consiglio? Grazie
    rispondi al commento
    • Arch. Emanuele Distefano
      Arch. Emanuele Distefano Annalisa
      Giovedì 10 Gennaio 2013, alle ore 09:45
      Per Annalisa: Per questi casi è necessario innanzitutto avvalersi dell'ausilio di un professionista il quale, munito di documenti progettuali e rilievo dell'immobile, potrà individuare se le difformità ricadano all'interno delle tolleranze di cantiere.
      Se vi sono discrepanze di un certo rilievo si potrebbe attivare la procedura di Accertamento di Conformità (art. 36 del TU), ma è necessario verificare l'applicabilità o meno.
      rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
341.985 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Tolleranza di cantiere che potrebbero interessarti

Contabilità lavori

Restauro edile - La contabilità di cantiere comprende varie operazioni tecniche e contabili per il regolare pagamento all'impresa degli importi pattuiti per l'esecuzione dei lavori

Caratteristiche del Direttore Tecnico di Cantiere

Normative - La figura del Direttore Tecnico di Cantiere ha rilevanza nella conduzione di un cantiere edile e nel raggiungimento degli obbiettivi previsti in sede di progetto.

Cronoprogramma dei lavori

Normative - Indispensabile strumento di programmazione e coordinamento in ogni cantiere edile, è un elaborato del progetto esecutivo.

Direttore dei lavori

Restauro edile - Il Direttore dei Lavori è incaricato dal committente di verificare l'esecuzione delle opere a regola d'arte e la loro effettiva conformità al progetto autorizzato.

SAL: Stato Avanzamento Lavori

Restauro edile - Gli Stati di Avanzamento dei Lavori, emessi periodicamente dal Direttore dei Lavori, sono fondamentali per liquidare gli importi pattuiti all?impresa esecutrice.

Direzione Tecnica e Giornale dei Lavori

Normative - Le condizioni che regolano il rapporto tra Direzione Tecnica e Impresa esecutrice, possono essere documentate sul Giornale dei Lavori depositato in cantiere.

Capitolato per opere private

Normative - Insieme al disegno progettuale, esistono altri documenti importanti per l'esatta conoscenza delle caratteristiche dell'immobile.

Diagramma di Gantt per opere private

Progettazione - La gestione di un cantiere edile, si sviluppa a seguito di numerosi fattori e variabili che possono essere analizzati mediante un adeguato sistema di controllo.

Contratto d'appalto per lavori edili privati

Leggi e Normative Tecniche - Stipulato tra impresa e privato, regola gli aspetti economici legati all'appalto e tutela le parti riguardo all'insorgere di situazioni di difficile soluzione.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img hari seldon
Buongiorno,ho commissionato ad un'impresa i lavori di ristrutturazione nel mio appartamento. Essendoci un'unica impresa non ho nominato il CSP/CSE.Ora ho la necessità di...
hari seldon 31 Dicembre 2022 ore 10:21 1
Img ricsavi
Buonasera,sono una geometra direttore dei lavori di un nuovo magazzino a Perugia. È stata incaricata un'impresa con regolare contratto e computo metrico sottoscritto dalle...
ricsavi 27 Ottobre 2022 ore 19:30 2
Img pilgrim100
Salve,mio padre stava facendo il superbonus 110,(credo avesse ceduto il suo credito all'azienda edile)Aveva già raggiunto il 30% dei lavori a giugno.Purtroppo mio padre...
pilgrim100 27 Ottobre 2022 ore 19:17 2
Img fabio c
Buongiorno, scrivo sperando che qualcuno possa rispondere a questo mio dubbio visto che non riesco da nessuna parte a trovare una risposta chiara su come debba muovermi.Ho...
fabio c 30 Maggio 2022 ore 17:08 2
Img mony83
Ciao a tutti, sono nuova del forum. Sono disperata e cerco informazioni sulla base delle vostre esperienze.Io e mio marito stiamo costruendo una casa, abbiamo stipulato un...
mony83 14 Marzo 2022 ore 18:57 5