• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Rivestimento al quarzo plastico

Il rivestimento al quarzo plastico è una tecnica utilizzata per la finitura delle superfici esterne: ecco alcune indicazioni in caso di deterioramento delle stesse.
Pubblicato il

Cos' è il quarzo plastico


Che si viva in un condominio o in una casa singola, uno dei problemi più annosi e più costosi nell'ambito delle ristrutturazioni è l'ammalorarsi del rivestimento della facciata.

Rivestimento in quarzo plastico
Esso può essere composto da una semplice tinteggiatura per esterni o da una pellicola a base di copolimeri vinilversatici, pigmenti resistenti e quarzo selezionato:
si tratta, appunto, del cosiddetto rivestimento al quarzo.

Questo tipi di finitura è stato da sempre utilizzato per le sue caratteristiche.

Se siamo dinanzi ad un buon prodotto, esse sono: la traspirabilità, la durabilità e la resistenza agli agenti atmosferici.





Cause del degrado del rivestimento al quarzo plastico


tinteggiatura facciataCome tutte le superfici, specialmente quelle poste a ricoprire superfici esterne, anche il quarzo plastico è sottoposto a deterioramento.

Se applicato con le giuste tecniche, e se non presenta quindi rigonfiamenti o crepe, il rivestimento ha una lunga durata, circa 20-25 anni.

Trascorso questo periodo di durata fisiologica, e se lo stabile non è stato soggetto a dissesti o azioni sismiche, il quarzo presenta segni di ammoloramento dovuti essenzialmente all'azione degli agenti atmosferici, quali piogge, neve e alte temperature.


Rimozione del quarzo plastico


applicazione vernice con rulloPer procedere all'eliminazione dello strato di rivestimento deteriorato e alla successiva posa in opera del nuovo prodotto, è necessario operare una pulizia profonda della superficie, al fine di eliminare qualsiasi corpo estraneo presente, che sia esso un oggetto o semplici polveri e sporco, che impedirebbero il fissaggio del nuovo strato al supporto.

Questa operazione viene effettuata tramite una pistola a caldo che agevola il distacco del quarzo e ne facilita l'asportazione con spatola e raschietto.

La pulizia totale viene poi portata a termine in svariati modi: tramite lavaggio nebulizzato, con vapore o acqua calda a pressione, con spazzolatura meccanica o a secco, con idrosabbiatura.

Una volta asciugate le superifici, operazione indispensabile alla successiva presa del prodotto, si controlla che non vi siano imperfezioni o irregolarità, eventualmente da sanare tramite ripristino di intonaco e stuccature.


Applicazione del nuovo rivestimento al quarzo


facciata in quarzoUna volta eliminato lo strato di rivestimento al quarzo deteriorato, si procede alla stesura di un rasante di base, indispensabile al fine di garantire l'omogeneità del successivo rivestimento e della facciata complessiva. In caso contrario, si noterebbero avvallamenti o rigonfiamenti non piacevoli da vedere.

Dopo aver fatto asciugare le superfici, si effettua l'applicazione finale, tramite pennello o rullo, dell'idropittura lavabile al quarzo per esterni, a base di polimeri acrilici, cariche silicee e pigmenti minerali.

La stesura deve essere effettuata in condizioni climatiche idonee, non nelle ore centrali della giornata, in assenza di pioggia e preferibilmente in primavera o inizio autunno, quando le temperature sono tali da non impedirne fissaggio ed asciugatura rapida.

L'aspetto finale che ne deriva è di una superficie colorata in qualsiasi tinta, liscia o ruvida a seconda della grandezza dei granuli utilizzati, ma comunque omogenea, simile ad una pellicola: da qui il nome quarzo plastico.


Il quarzo plastico sul mercato


prodotto impaIl quarzo è stato molto utilizzato per le finiture di facciate esterne negli stabili degli anni Ottanta e Novanta.

Le prime applicazioni del prodotto, fatte probabilmente in maniera sbagliata o con materiali plastici di non alto livello, hanno fatto sì che tali superfici si deteriorassero rapidamente: rigonfiamenti e distacchi ne erano, e tutt'oggi ne sono, la manifestazione della mancanza di traspirabilità.

Oggi con le tecniche utilizzate, se vengono rispettati i passaggi progettuali giusti, la resa è di ottimo livello e di lunga durata.

Molte aziende specializzate in prodotti per l'edilizia vendono pitture al quarzo.

Tra queste Impa, FASSA BORTOLO Mapei aziende italiane che propongono pitture per esterni con buone caratteristiche prestazionali: elevata resistenza agli agenti atmosferici ed agli alcali, ottimo potere riempitivo, una buona traspirabilità ed una elevata resistenza al lavaggio.

Consultando i siti intenet delle aziende è possibile richiedere preventivi su tali prodotti, che nel caso di lavori condominiali affidati ad un'impresa edile, dovranno essere maggiorati dei costi derivanti dalla manodopera.

riproduzione riservata
Tinteggiatura al quarzo plastico
Valutazione: 4.13 / 6 basato su 52 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
  • Cristina Biancofiore
    Cristina Biancofiore
    Giovedì 15 Luglio 2021, alle ore 18:03
    Salve, forse non è il posto giusto ma volevo sapere come pulire dalla polvere il quarzo plastico bianco che ho trovato nell'appartamento quando l'ho comprato e che non ho voluto togliere. Vi mando una foto. Ho provato di tutto, spugne, microfibra ma rimangono residui di polvere. Potreste darmi un consiglio? Grazie mille per la disponibilità 
    rispondi al commento
  • Salvatore
    Salvatore
    Venerdì 13 Gennaio 2017, alle ore 17:08
    Volevo sapere, se possibile, la differenza tra tintura al quarzo, silossinata e acrisilossinata.
    E quale fra queste mi consiglierebbe per tinteggiare una parete esterna di circa 150 mq intonacata a buccia d'arancia. 
    rispondi al commento
  • Egidio
    Egidio
    Lunedì 11 Febbraio 2013, alle ore 12:27
    Vorrei sapere se è possibile tinteggiare un rivestimento plastico in buone condizioni per rinnovare l'aspetto superficiale e come risanare piccole lesioni superficiali orizzontali per non asportare l'intero rivestimento che appare in buone condizioni.
    Grazie
    rispondi al commento
  • Attilio Borelli
    Attilio Borelli
    Venerdì 5 Ottobre 2012, alle ore 09:29
    Sono in possesso di un recipiente con pittura al quarzo color bianco, il quantitativo è molto, vorrei usare il prodotto per vericiare la soffitta della mia sala, è consigliabile?
    Che preparazione è consigliata?
    Grazie Attilio Borelli
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
346.794 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img xcloudx
Buongiorno, vorrei tinteggiare per la prima volta le pareti esterne di una nuova costruzione che sono probabilmente già rasate e quindi pronte ad essere tingeggiate (vedi...
xcloudx 05 Maggio 2024 ore 14:51 3
Img elettram
Buonasera a tutti,abbiamo da pochissimo ritinteggiato casa (la scorsa primavera) e con sommo raccapriccio abbiamo appena notato che si sta riformando una bolla su una parete dove...
elettram 29 Gennaio 2024 ore 14:28 12
Img rafuel
Ciao a tutti,vi chiedo aiuto per una problemtica relativa al muro, che si era sporcato di macchioline di umidità, lo sono andato a pulire con un fazzoletto e un poco di...
rafuel 25 Gennaio 2024 ore 13:09 6
Img andreix
Salve a tutti,Ho da poco messo persiane in alluminio però la facciata non essendo perfettamente pari essendo una casa vecchia non ha fatto aderire perfettamente il telaio...
andreix 04 Novembre 2023 ore 11:07 2
Img pasquale scoppetta
Salve Devo fare dei lavori nella parte esterna della casa (sostituzione pavimentazione tetto casa, è una zona calpestabile) e da quanto ho capito per questa tipologia di...
pasquale scoppetta 25 Settembre 2023 ore 10:28 1