Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Tinteggiare il ferro

NEWS Pittura e decorazioni03 Marzo 2012 ore 16:51
Uno dei tipici lavori primaverili è la tinteggiatura dei manufatti in ferro, come ringhiere, recinzioni, termosifoni o finestre ed infissi con telai metallici.
tinteggiare , verniciare , pitturare , ferro

ferroCon l'avvicinarsi della primavera l'attenzione degli appassionati del fai da te si sposta verso l'esterno della casa: infatti le belle giornate sono favorevoli per l'esecuzione di alcuni lavori che vanno svolti all'aperto e che necessitano di un clima favorevole.

Uno di questi lavori è quello della ritinteggiatura di manufatti in ferro, come ringhiere, recinzioni, o anche finestre ed infissi con telai metallici. Infatti il ferro è un materiale dotato di elevata tenacità e resistenza meccanica, caratteristiche che lo rendono adatto per la realizzazione di opere da esterno.
Però come per tutti i materiali, l'azione degli agenti atmosferici così come il trascorrere del tempo sottopongono anche il ferro a degrado.


Preparazione prima di tinteggiare il ferro


tinteggiare il ferroSe la vernice con cui è ricoperto il ferro è in buone condizioni, basterà sgrassare il supporto con un apposito detergente e procedere alla nuova verniciatura, ma se è presente ruggine, il discorso diventa più complesso.

Infatti il ferro, come altri metalli, tende a ossidarsi, cioè a legarsi con l'ossigeno presente nell'ambiente formando ossido di ferro che altro non è se non ruggine.

Un ruolo importante in questo processo è rappresentato dall'acqua che funge da catalizzatore e fa assumere al ferro il caratteristico colore rossastro.

Se sul ferro è presente della ruggine è necessario quindi rimuoverla prima di passare alla verniciatura, perché essa fa diminuire con il tempo lo spessore del materiale e la sua tenacità.

Ma anche se la pittura esistente è in cattivo stato è necessario per prima cosa rimuoverla utilizzando una delle diverse tecniche disponibili. Qualunque scegliate, non dimenticate di indossare occhiali e mascherina per proteggervi da eventuali schegge.

La prima consiste nell'utilizzare un raschietto per rimuovere le parti di pittura incoese, e poi spazzola e carta vetrata per levigare la superficie.
Un'altra tecnica consiste nell'utilizzare uno sverniciatore chimico da applicare a pennello, di solito avente una consistenza in gel, così che non coli.

Esso andrà applicato in più mani in strati spessi e regolari (2 - 3 mm), lasciando agire da 3 a 30 minuti, a seconda delle indicazioni del produttore, finchè il supporto non apparirà allo stato naturale, riconoscibile dal colore scuro.
Infine si può utilizzare un trapano dotato di spazzola metallica circolare o un'apposita levigatrice.
In effetti lo stesso risultato si ottiene utilizzando anche fiamma ossidrica e la spatola, ma questo tipo di intervento è consigliabile solo alle persone più esperte.

Se notate che ci sono delle zone corrose o delle cavità colmatele con dello stucco per ferro, applicandolo con un coltello per stucco . Con la lama del coltello asportate la parte in accesso, in modo da avere poi una superficie perfettamente liscia.

Una volta riportato il supporto allo stato natuale si pulisce con una spazzola metallica e con dell'acquaragia e, dopo che si sia perfettamente asciugato, si applicano due mani di vernice antiruggine.


Tinteggiatura del ferro


Passiamo ora alla verniciatura vera e propria: nel caso in cui interveniamo su ferro nuovo, esso sarà ricoperto di grasso, per cui prima di passare l'antiruggine andrà sgrassato con un panno imbevuto di trielina o acquaragia.

verniciare il termosifoneNel caso di interventi su ferro già verniciato, andrà innanzitutto effettuata la sverniciatura come in precedenza spiegato.
È importante non far trascorrere troppo tempo dalla applicazione dell'antiruggine e procedere subito con la verniciatura.

Quindi andranno passate due mani di verniciatura con smalto opaco o lucido colorato, del tipo sintetico o all'acqua. Essi vanno intervallati di diverse ore, di solito 24 nel caso dello smalto sintetico, 6 per quello all'acqua. Ma in ogni caso andranno seguite le istruzioni del fabbricante riportate sulle confezioni.

Tra i manufatti in ferro che possono essere riverniciati ci sono i termosifoni. In questo caso bisogna scegliere degli appositi smalti per termosifoni, perché si tratta di prodotti particolarmente elastici che resistono bene all'alternarsi di differenti cicli di temperatura.

La scelta del colore per il ferro è ovviamente soggettiva e dipende dai colori predominanti nella casa . Tuttavia ci sono delle indicazioni generali che vale la pena considerare. Ad esempio colori come il rosso e il blu risentono maggiormente dell'azione della luce e quindi tendono a sbiadire più presto.
Il nero è il colore più mascherante e quello su cui si notano di meno le prime macchioline di ruggine, ma magari non a tutti può piacere. Il bianco, in tutte le sue numerose varianti, resiste molto bene all'azione del sole ma eventuali macchie di ruggine si notano subito.

riproduzione riservata
Articolo: Tinteggiare il ferro
Valutazione: 4.48 / 6 basato su 42 voti.

Tinteggiare il ferro: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Leonardo3
    Leonardo3
    Martedì 13 Novembre 2018, alle ore 19:38
    Sto tinteggiando il cancello in ferro di colore nero, solo che questa vernice, che contiene antiruggine, diventa quasi trasparente e non nero.
    Premetto che ho passato anche un fondo di colore beige.
    È normale?
    O c'è qualche trattamento da fare?
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Leonardo3
      Mercoledì 14 Novembre 2018, alle ore 08:38
      Lo smalto deve essere "coprente". Se non assolve questa funzione vuol dire che è stato diluito eccessivamente oppure la qualità del prodotto non è delle migliori. Le consiglio di provare su un una superficie ristretta l'applicazione dello smalto, a due passate,  diluito al 10%. Se la resa finale è soddisfacente bene, diversamente cambi prodotto. Cordiali saluti.
      rispondi al commento
      • Leonardo3
        Leonardo3 Pasquale
        Sabato 17 Novembre 2018, alle ore 18:28
        Grazie!
        rispondi al commento
  • Anna
    Anna
    Mercoledì 8 Marzo 2017, alle ore 07:09
    Ho appena comprato casa e sto facendo qualche lavoretto.
    C'è una scala che dall' interno porta direttamente in taverna.
    È di ferro.
    Ho deciso di verniciarla dinuovo perché era un po' rovinata.
    Ho usato sverniciatore e la carta vetrata per renderla più liscia.
    Devo procedere con antiruggine anche se è all' interno?
    Inoltre consigliate un tipo di pittura in particolare? 
    rispondi al commento
    • Pasquale
      Pasquale Anna
      Giovedì 9 Marzo 2017, alle ore 22:20
      Il ferro è sempre esposto all'aria, in particolare all'ossigeno, per questo motivo è consigliato fare il trattamento. In commercio ci sono svariate vernici che contengono, già miscelato, l'antiruggine. E' consigliabile uno smalto di qualità a base di resine sintetiche. Cordiali saluti.  
      rispondi al commento
  • Lorenzo17
    Lorenzo17
    Mercoledì 11 Febbraio 2015, alle ore 16:55
    Salve, vorrei tinteggiare la mia ringhiera in ferro ma volevo sapere se la vernice bianca che la ricopre deve essere eliminata tutta o è sufficiente rimuovere quella che viene via con spazzola di ferro e carta vetro, quindi passare solvente e poi vernice antiruggine. Grazie!
    rispondi al commento
    • Anonymous
      Anonymous Lorenzo17
      Giovedì 12 Febbraio 2015, alle ore 09:56
      Bisogna rimuoverla tutta.
      rispondi al commento
      • Lorenzo17
        Lorenzo17 Anonymous
        Giovedì 12 Febbraio 2015, alle ore 17:02
        Grazie!
        rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
308.538 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Cancello ferro battuto
    Cancello ferro battuto...
    1900.00
  • Compo floranid prato con ferro 3 kg
    Compo floranid prato con ferro 3 kg...
    25.48
  • Ferro raccogli asparagi in acciaio inox 70
    Ferro raccogli asparagi in acciaio...
    23.18
  • Cornice  specchio ferro battuto
    Cornice specchio ferro battuto...
    240.00
  • Ferro da stiro vaporella Polti
    Ferro da stiro vaporella polti...
    67.00
  • Ferro da stiro a caldaia Rowenta
    Ferro da stiro a caldaia rowenta...
    119.99
Notizie che trattano Tinteggiare il ferro che potrebbero interessarti


Tinteggiare e Verniciare in Casa

Fai da te - Semplici regole ed attenzioni per tinteggiare pareti e soffitti di casa e verniciare oggetti, occorre saper scegliere prodotti ed applicare semplice tecniche

Rulli per pittura

Pittura e decorazioni - Tra le varie tecniche di pitturazione, quella che adopera il rullo è sicuramente tra le più facili e veloci, ecco qualche informazione per saperne di più.

Consigli per tinteggiare le pareti

Decorazioni - Per una buona tinteggiatura domestica è importante curare ogni dettaglio, dalla preparazione della vernice alle tecniche di stesura del colore su pareti e soffitti.

Prodotti per Tinteggiare e Prodotti per Verniciare

Fai da te - Per cimentarsi nelle tipiche operazione di manutenzione casalinga quali sono la tinteggiatura e la pitturazione è necessario conoscere i principali prodotti

Pitturare casa

Decorazioni - Tinteggiare le pareti rappresenta un'occasione di rinnovo dei locali della vostra casa: vediamo ora come procedere dopo aver scelto ed acquistato il colore giusto.

Verniciare i caloriferi

Decorazioni - L'aria calda e la polvere che si deposita sui caloriferi possono rovinarli con il passare del tempo: ecco come riverniciarli per dare loro nuova vita e aspetto.

Tinteggiare pareti e soffitto fai da te

Fai da te Muratura - Scopriamo come approcciarsi alla tinteggiatura di casa con il fai da te, seguendo i giusti passaggi, per risparmiare e vivere in un ambiente sano e rinnovato.

Affitto: non sono dovuti i lavori di tinteggiatura a fine locazione

Affittare casa - Quando si lascia la casa in affitto l'inquilino non è obbligato a tinteggiare le pareti. Lo dice la Corte di cassazione con la recente sentenza n. 29329 del 2019

Tinteggiare con il rullo

Decorazioni - Dimensioni, materiali e tessitura permettono di individuare il rullo più adatto a qualsiasi tipo di parete e di intervento pittorico, rendendo il lavoro facile e rapido.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img vincenzodl11
Sto provando a tinteggiare casa ma ho dei piccoli problemi.I soffitti li sto tinteggiando di bianco e le pareti color sabbia con il bianco oltre il soffitto sto realizzando una...
vincenzodl11 16 Febbraio 2014 ore 19:50 1
Img vincenzodl11
Ciao a tutti, sono nuovo del forum.Ho affittato casa e ho in mente di cambiare colore alle porte interne, attualmente sono delle porte classiche tamburate di colore marrone e...
vincenzodl11 15 Dicembre 2013 ore 19:05 7
Img mirkotomasina
Ciao a tutti.Ho un portoncino che qualche anno fa abbiamo fatto verniciare.L'imbianchino che ha fatto il lavoro, non ha minimamente rimosso la vernice sotto ed ora il portoncino...
mirkotomasina 21 Giugno 2014 ore 08:50 1
Img stefanoccio
Ciao a tutti, il titolo non so se è idoneo ma si avvicina alla mia richiesta.. in pratica ho i muri esterni di casa che sono intonacati con classico intonaco grigio.Ora,...
stefanoccio 03 Marzo 2014 ore 08:57 2
Img sandro80
Ciao a tutti, volevo un consiglio da voi per imbiancare la cucina.Ho ordinati una cucina moderna tutta laccata bianca e dei pannelli rosso lampone.Che colore mi consigliate?...
sandro80 05 Agosto 2014 ore 10:00 6