Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Terreno composizione

Il fenomeno della variazione della vegetazione naturale è legato alla com­posizione del suolo del quale denuncia determinate caratteristiche fisiche e chimiche.
10 Maggio 2012 ore 00:38 - NEWS Giardino
terreno , terreni , vegetazione , vegetazioni

Spesso guardando un paesaggio naturale si rimane colpiti dall'aspetto mutevole della vegetazione spontanea, spesso si alternano gruppi di singole specie e associazioni fisse di specie diverse, che si ripetono con incredibile costanza in regioni molto lontane come pure in ambienti climatici alquanto limitati. Il fenomeno è legato alla composizione del suolo, del quale denuncia determinate caratteristiche fisiche e chimiche.

tuberiQuindi, sebbene la maggior parte delle piante ornamentali si adatti a quella che comunemente e con termine molto vago viene definita terra da giardino, altre esigono substrati particolari mentre tutte indistintamente rispondono con un notevole rigoglio, una fioritura più abbondante e prolungata e una maggiore resistenza alle malattie quando la terra di coltura soddisfa al massimo le loro esigenze specifiche.

Quella che chiamiamo terra è composta da elementi di origine differente materiali inorganici minerali più o meno finemente disgregati o grossolani, mescolanza di sostanze derivanti dalla decomposizione di detriti vegetali e animali che spontaneamente si accumulano con il tempo o che, vengono apportate con le concimazioni a base di letame e simili; questa ultima con il tempo ed un lento processo di decomposizione, si trasforma nel noto humus.

A una semplice osservazione questo appare come un materiale bruno, soffice, permeabile che con il progredire della decomposizione fornisce alle piante indispensabili elementi nutritivi direttamente assimilabili e rappresenta un prezioso regolatore dell'economia idrica del suolo, in quanto mantiene una giusta riserva di umidità senza dar luogo a ristagni.

È il substrato indispensabile alla vita della numerosa e multiforme microflora batterica e fungina, parte attiva nelle trasformazioni bio-chimiche che stanno alla base della fertilità. La composizione chimica del terreno risulta dalla quantità e dalla qualità degli elementi nutritivi apportati sia dai minerali sia dalle sostanze organiche e che possono essere individuati solamente mediante analisi chimica fatta eseguire dai laboratori specializzati.

Questi elementi si trovano nel terreno quasi sempre in forma complessa e vengono assimilati dai vegetali soltanto dopo essere stati ridotti in forma semplice. Ciò avviene con un processo naturale le cui possibilità e intensità di svolgimento sono condizionate da reazioni chimiche e biologiche le quali possono a loro volta verificarsi o non verificarsi soltanto se il terreno possiede determinate caratteristiche che favoriscono oppure ostacolano la crescita delle piante.

In generale si possono distinguere nei terreni nostrani uno scheletro composto da ghiaia e ciottoli di diametro compreso tra 2 e 20 mm, una terra fina composta da sabbia, argilla e limo in ordine decrescente di diametro delle particelle, comunque inferiore a 2 mm. terreno con ghiaia

La struttura del terreno può risultare incoerente o compatta o di tipo intermedio a seconda della percentuale reciproca dei vari materiali. Su di essa ha influenza determinante la quantità di humus, che è in grado di attenuare sia l'eccessiva incoerenza sia l'eccessiva compattezza, entrambe incompatibili con la vita delle piante.

Per esempio non occorrono particolari indagini per riconoscere che un terreno con una troppo elevata percentuale di sassi e ghiaia non è adatto alla coltivazione perché, oltre a non trattenere l'acqua e i concimi, non permette un buon radicamento. In pratica si possono riconoscere tre tipi di terreno in base alla percentuale dei vari materiali che li compongono, da ciò deriva in particolare che un terreno sabbioso viene definito sciolto e un terreno argilloso molto compatto.

riproduzione riservata
Articolo: Terreno composizione
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Terreno composizione: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
329.228 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Terreno composizione che potrebbero interessarti


Prepara giardino fai da te

Giardino - Può presentarsi l'esigenza di adibire a giardino un vecchio terreno abbandonato o riservato ad un alto tipo di attività, con semplici operazioni è possibile.

Ici sui terreni

Normative - Sono soggetti al regime impositivo dell'Ici non solo gli edifici ma anche i terreni, siano essi edificabili o di tipo agricolo.

Investire in terreni agricoli e relativi annessi

Normative - La terra conserva valore nel tempo, ma le variabili che incidono sulla determinazione del suo valore sono varie e complesse.

Tipologie terreni

Giardino - Per individuare l'acidità o meno del terreno in commercio esistono innumerevoli kit, spesso essi sono anche utilizzati anche nell'ambito degli impianti tecnologici.

Il consolidamento dei terreni con metodi poco invasivi

Restauro edile - Sono diffuse le situazioni di danni a fabbricati generati da cedimenti dei terreni di fondazione delle abitazioni. Novatek,in alcuni casi specifici può risolverle con le resine espandenti.

Nuovo iter per il Catasto

Catasto - Avviata una fase sperimentale per la nuova procedura di iscrizione in Catasto di immobili di nuova costruzione.

Piante acidofile: Camelie, Rododendri e Azalee

Piante - Arriva la primavera e arriva la fioritura di ca­melie, rododendri e azalee che può protrarsi fino ad estate inoltrata, con manifestazioni intense di profumi.

Alofite, piante amanti della salsedine

Piante - Specie vegetali particolarmente resistenti in luoghi e terreni salini, che non temono la salsedine e la scarsa presenza d'acqua, ideali per giardini in riva al mare.

Irrigazione disidratazione

Irrigazione giardino - In generale le piante sono tanto più resistenti al fred­do quanto più il terreno è asciutto ed alcune specie non hanno necessità di essere irrigate durante il riposo.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img robi77
Nel mio terreno di proprietà (guaio) si è verificata una frana, a 5-40 mt dalla casa di residenza. - Sapete se posso fruire di detrazioni o sconto in fattura per...
robi77 15 Maggio 2021 ore 11:51 3
Img giaptz73
Ciao a tutti, e grazie in anticipo per l'interessamento. In questi giorni sto eseguendo dei lavori di ristrutturazione in cucina (villette a schiera di tre piani partendo dal...
giaptz73 17 Gennaio 2020 ore 22:44 4
Img carlacop
Buonasera a tutti, come da titolo ho acquistato un terreno edificabile, ma ora non so come muovermi. Qualcuno è così gentile da spiegarmi i vari passi? Mio marito si...
carlacop 22 Settembre 2019 ore 21:28 12
Img dome92
Buongiorno, Recentemente ho comprato una casa indipendente con terreno di proprietà.L'immobile è libero solo sul lato di accesso frontale, dove ho il giardino, il...
dome92 02 Agosto 2019 ore 17:01 4
Img antonio77lavori
Salve, causa divisione di un lotto di circa 1800 mq, la mia fossa biologica si trova nel terreno frazionato venduto a terzi. Dalla biologica, il tubo di scarico della fogna...
antonio77lavori 08 Febbraio 2019 ore 22:47 2