• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Telecamera sul pianerottolo del condominio: cosa sapere

Installare una telecamera in condominio comporta il rigoroso rispetto di una serie di obblighi in materia di privacy, finalizzati a garantire la riservatezza.
Pubblicato il / Aggiornato il

Telecamere in condominio


Negli ultimi anni il tema della privacy riguarda sempre più da vicino anche il comparto condominiale.

L'aumento di piccoli furti nelle abitazioni ma anche la necessità di controllare il comportamento, non solo di terzi, rispetto al condominio ma anche di condomini stessi a che seguano quando deliberato in assemblea o quanto deciso con regolamento condominiale, sono le principali cause che convincono i condomini a installare telecamere nel condominio per garantire una videosorveglianza condominiale.

Videosorveglianza condominio

È evidente che l'installazione telecamere condominio comporta una serie di valutazioni preventive in merito ai profili che tale decisione comporta in tema di privacy.

Ciò in quanto, nella quasi totalità dei casi si procede con la c.d. telecamera pianerottolo.


Videosorveglianza regole


Il tema dellavideosorveglianza condominio presuppone, seppur brevemente, una preliminare analisi della normativa in materia di privacy per comprendere le implicazioni di tale disciplina in ambito condominiale.

Il primo riferimento normativo in materia di privacy è rappresentato dal Codice della privacy (D.Lgs. 196/2033) oggetto di modifiche non sostanziali a seguito della entrata in vigore del GDPR (Regolamento UE 2016/679),recepito nel nostro ordinamento giuridico, con il D.Lgs. 101/2018, il quale non ha abrogato il codice della privacy, ma si è semplicemente limitato a una riorganizzazione delle fonti e attualizzazione dei rifermenti normativi.

La privacy rappresenta da sempre un terreno scivoloso in qualsivoglia contesto di applicazione.

Ciò in quanto, l'applicazione della normativa, necessita di un corretto bilanciamento fra esigenze contrapposte, quali il diritto alla riservatezza nonché di protezione di dati personali nel rispetto della dignità umana e delle libertà fondamentali, tutelato costituzionalmente e il diritto, altrettanto legittimo e normativamente previsto, a effettuare, nel caso di videosorveglianza, un controllo.


Come funziona la videosorveglianza nei condomini: telecamere in condominio normativa


Installare una telecamera in condominio significa essere consapevoli che da tale atto conseguono profili di privacy da conoscere e rispettare.

I passaggi preliminari da compiere sono diversi a seconda che si proceda alla installazione di una telecamera in condominio o una telecamera porta ingresso e, dunque, una telecamera privata.

Nel primo caso, ovverosia nelle ipotesi di montaggio di telecamere pianerottolo per la videosorveglianza in condominio, l'obiettivo è la tutela delle parti comuni.

In tal caso, occorre rilevare che a seguito della riforma condominiale (Legge n. 220/2012), la videosorveglianza è considerata un atto di gestione inteso come tutela dei beni comuni, demandato pertanto dall'art. 1135 c.c. all'esclusiva competenza dell'assemblea.

Ciò significa che nel caso in cui si voglia garantire una videosorveglianza condomini, occorre l'assunzione di una preventiva decisione da parte dell'assemblea che consenta l'installazione di una telecamera condominio, anche nel caso di autorizzazione installazione telecamere esterne.

Telecamere in condominio
Chiarito che il potere di deliberare in merito alla installazione di telecamere è dell'assemblea dei condomini, quale autorizzazione è obbligatoria per l'installazione delle telecamere nelle parti comuni condominiali?

In tale caso, ai sensi dell'art. 1122 ter c.c., la maggioranza per l'autorizzazione videosorveglianza da considerare, ai fini della adozione della delibera, deve avvenire con l'ottenimento di un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell'edificio.


Telecamera privata parti comuni


Diverso è il caso in cui la telecamera non sia condominiale a tutela dunque delle parti comuni, ma sia una telecamera privata e, in quanto tale a tutela e difesa della proprietà privata del singolo condomino.

Legittimi sono i dubbi che spesso vengono sollevati con rifermento alla possibilità di installare telecamere condominio.

Si può installare una telecamera sulla porta di casa oppure posso installare una telecamera sul balcone, o ancora posso mettere una telecamera fuori casa?

Telecamere sul pianerottolo in condominio
A queste domande ricorrenti è possibile dare risposta positiva.

Il condomino che voglia tutelare esclusivamente la propria proprietà privata ha il diritto di installare una telecamera porta di casa a esempio, anche usufruendo di spazi comuni.

Con specifico riferimento alla installazione di una telecamera sul balcone di casa, la Corte di Cassazione ha precisato che non viola la privacy la ripresa di immagini dell'edificio condominiale ancorché esterne di proprietà di altri condomini ma che non sono protetti alla vista degli estranei, in quanto assimilabili a luoghi esposti al pubblico (in tale senso, Cass. n. 44156/2008).


Telecamere in condominio senza autorizzazione


Nel caso di installazione di telecamere abitazione privata a tutela della proprietà sul pianerottolo condominiale, non occorre una apposita autorizzazione da parte dell'assemblea.

Ciò nondimeno, l'installazione di telecamere private in condominio a tutela del proprio immobile che sia montata sul pianerottolo e, dunque, sulle parti comuni ma in un luogo di transito per condomini e non solo, non deve violare la privacy condominiale.

Per evitare di essere chiamato a rispondere per potenziali violazioni della normativa in materia di privacy, di primaria rilevanza è il posizionamento delle telecamere.



La telecamera privata in condominio non può riprendere immagini di luoghi in cui si svolge la vita privata degli altri condomini, ma deve essere funzionale a garantire il rispetto di ragioni di sicurezza dell'abitazione di chi la installa, evitando di riprendere altre parti dell'edificio se non strettamente necessario, ma deve trattarsi di telecamera fuori porta del condomino.

Al riguardo, la Corte di Cassazione, in diverse occasioni, ha affermato che una telecamera che riprenda le scale condominiali e, conseguentemente, chi vi transita non integra il reato di interferenze illecite nella vita privata (art. 614 c.p.), atteso che si tratta di luoghi che non assolvono propriamente alla funzione di consentire l'esplicazione della vita privata al riparo da sguardi indiscreti, perché sono, in realtà, destinati all'uso di un numero indeterminato di soggetti e di conseguenza la tutela penalistica non si estende alle immagini eventualmente ivi riprese.


Regole videosorveglianza per la telecamera in condominio


In considerazione del posizionamento delle telecamere la videosorveglianza può configurare un trattamento di dati personali e, in quanto tale, è soggetto tuttavia a specifiche norme in materia di privacy, poiché, riprendendo momenti della vita condominiale, raccoglie una serie di informazioni e dati di condomini e non solo.

In primo luogo, è importante che la videosorveglianza in condominio segua regole di trasparenza.

In forza di tale principio, i condomini ma in generale tutti gli interessati, devono essere informati che si trovano o stanno per accedere a un luogo soggetto a videosorveglianza.

Per ottemperare a tale obbligo di trasparenza, occorre l'affissione di cartelli recanti l'avviso che ci si trova in una “Area videosorvegliata”.


riproduzione riservata
Telecamera sul pianerottolo del condominio
Valutazione: 5.67 / 6 basato su 3 voti.
gnews

Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Giacomo
    Giacomo
    Lunedì 21 Agosto 2023, alle ore 16:42
    Buongiorno, vorrei installare sul mio uscio di casa una telecamera privata a tutela del mio appartamento, e uno in un posto auto di mia proprietà, sulla parete della cantina.
    Sono in condominio, devo mettere un cartello che segnali la presenza, devo comunicarlo all'amministratore ?
    Grazie mille
    rispondi al commento
  • Filippo
    Filippo
    Mercoledì 31 Maggio 2023, alle ore 14:17
    E se tramite telecamere condominiali si scoprono comportamenti non idonei al decoro del condominio o che danneggiano parti comuni o contrari al regolamento condominiale;
    il responsabile può venire in qualche modo sanzionato dall'amministratore?
    Perchè altrimenti le telecamere sono perfettamente inutili dato che ognuno continuerebbe a fare i cavolacci suoi senza una sanzione.
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
346.604 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI