Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Condominio minimo: come calcolare e approvare le tabelle millesimali

NEWS Tabelle millesimali22 Marzo 2019 ore 11:23
Tabelle millesimali, strumento necessario per il corretto funzionamento dell'assemblea e la ripartizione delle spese: servono anche nel caso di condominio minimo?

Tabelle millesimali


Il condominio minimo è quella particolare forma di condominio composta da due soli partecipanti. L’applicazione a questa fattispecie delle norme condominiali è stata affermata prima dalla giurisprudenza (Cass. SS.UU. 31 gennaio 2006 n. 2046) e poi dalla stessa legge (art. 1117-bis c.c., introdotto nel codice dalla legge n. 220/2012). Ciò vuol dire che anche il condominio minimo può avere delle tabelle millesimali.

Tabelle millesimali anche per il condominio minimoChe cosa sono le tabelle millesimali?

Come si approvano le tabelle millesimali?

Le tabelle millesimali sono obbligatorie per il condominio minimo?

Come si approvano le tabelle millesimali nel condominio minimo?

Come si applicano le tabelle millesimali nel condominio minimo?

Qui di seguito risponderemo a questi quesiti: vedremo che, per quanto singolare possa apparire la fattispecie delle tabelle millesimali nel condominio minimo, essa ha reale utilità.


Tabelle millesimali, nozione e funzione


Le tabelle millesimali sono uno strumento che consente il funzionamento del condominio.

La presenza delle tabelle millesimali, infatti, rende possibile:

- la ripartizione delle spese secondo i dettami di cui agli artt. 1123, 1124 e 1126 c.c.;

- la regolare costituzione dell’assemblea e conseguentemente il regolare funzionamento dell’assise.

Le tabelle millesimali esauriscono la loro funzione esclusivamente nell’ambito del funzionamento del condominio.

Esse non accertano il valore venale delle unità immobiliari che le riguardano, semplicemente esprimono il valore in una misura convenzione, i millesimi, per l’appunto, ai fini indicati.

Vediamo allora più da vicino come si arriva al calcolo delle tabelle millesimali.

Che un condominio, meglio che un edificio sia composto da due o più unità immobiliari, non ha importanza: è possibile quantificare numericamente un rapporto di valore proporzionale tra quei cespiti che, valorizzandone le differenze e le similitudini, ci dica esattamente quanto un’abitazione valga rispetto a un’altra.

Calcolo tabelle millesimali
Si ripete, per non essere imprecisi: il valore è limitato alle questioni afferenti funzionamento dell’assemblea o riparto delle spese, non anche al valore venale. Rispetto a questo, infatti, può accadere che una casa al piano terreno con giardino abbia un valore economico maggiore di una al secondo piano, mentre in termini millesimali è molto probabile il contrario.

Torniamo a noi: valutate le superfici delle unità immobiliari (o i loro volumi) e applicati dei coefficienti, detti riduttori, che servono a distinguere l’utilità dei vani che le compongono e più in generale ad apprezzare le differenze tra le varie unità immobiliari (es. esposizione, altezza, ecc.), si può arrivare a calcolare le tabelle millesimali.

Tali operazioni, sebbene non vi sia una legge a imporlo, sono fatte osservando le disposizioni contenute nella circolare n. 12480/1966 del Ministero dei Lavori Pubblici: testo riguardante la ripartizione dei costi di costruzione nelle cooperative edilizie che avevano fruito di finanziamenti pubblici, ma presa come punto di riferimento tecnico per le tabelle millesimali condominiali.


Approvazione e revisione tabelle millesimali


Arrivati al calcolo delle tabelle è utile domandarsi con quali maggioranze debbano essere approvate: in realtà la domanda è bene porsela fin dall’affidamento dell’incarico a  un tecnico per il loro calcolo.

Bene, per lungo tempo, lunghissimo tempo è meglio dire, la giurisprudenza, in via maggioritaria e non senza critiche, riteneva che l’approvazione delle tabelle millesimali necessitasse del consenso di tutti i condòmini.

Niente consenso unanime? Allora bisognava andare in tribunale e lì ottenere l’approvazione dei millesimi.

Approvazione tabelle millesimali
La situazione è mutata a partire dal 2010: per l’approvazione delle tabelle millesimali conformi ai criteri legali, si è detto nella sentenza n. 18477/2010 resa dalle Sezioni Unite, è sufficiente l’approvazione da parte della maggioranza dei presenti all’assemblea che rappresentino la metà del valore dell’edificio.

Motivo (lo sintetizziamo): le tabelle servono solo a far funzionare l’assemblea e a ripartire le spese, le tabelle sono un allegato del regolamento, il regolamento si approva a maggioranza, allora anche per le tabelle vale la medesima conclusione.

Quanto alla revisione delle tabelle: la sentenza citata giungeva alle medesime conclusioni (il caso risolto riguardava proprio una revisione di tabelle). Rispetto alla revisione, poi, la legge n. 220 del 2012 ha recepito quanto stabilito dalla Cassazione, andando a modificare l’art. 69 disp. att. c.c., norma che oggi prevede espressamente la revisione a maggioranza delle tabelle millesimali errate e non più attuali.


Approvazione tabelle millesimali nel condominio minimo


Il regolamento condominiale è obbligatorio quando i condòmini sono almeno undici: ciò vuol dire che anche le tabelle millesimali devono essere approvate superata questa soglia?

Risposta: no, le tabelle sono sempre obbligatorie, data la funzione che svolgono (funzione prima indicata).

E allora ciò vuol dire che si debbono approvare tabelle millesimali anche in caso di condominio minimo?

Sì, la risposta è positiva e trova conferma anche in sede giurisprudenziale (Trib. Trapani 28 febbraio 2008). Due abitazioni in una villetta bifamiliare costituente un condominio mimino, ai fini della ripartizione delle spese per la manutenzione delle scale, del tetto, ovvero della facciata (sempre che questi elementi siano in proprietà comune, è evidente) avranno valori differenti. Magari molto simili, ma non identici. Ecco allora che applicando i dovuti coefficienti alle superfici e quindi calcolando le tabelle millesimali, anche in relazione al condomino minimo si potrà arrivare alla corretta ripartizione delle spese. Corretta secondo legge, perché nulla vieta che le parti decidano per una diversa suddivisione dei costi.

Nel condominio minino, è evidente, le tabelle millesimali non possono essere approvate a maggioranza, ma necessitano sempre del consenso di entrambi i condòmini, ovvero del provvedimento di approvazione da parte di un giudice.

I condomini minimi, solitamente, non hanno un amministratore: ciò vuol dire che approvate le tabelle millesimali, spetterà ai condòmini farne applicazione.

Esse si applicano calcolando la spesa in proporzione al valore millesimale dell’unità immobiliare.

Esempio: se Tizio possiede un’abitazione con valore 600/1000 e Caio dei restanti 400/1000 e la spesa è 75, allora Tizio parteciperà alla spesa per i suoi 600/1000 e Caio per i 400/1000. In buona sostanza Tizio pagherà 45 e Caio 30.

riproduzione riservata
Articolo: Tabelle millesimali nel condominio minimo
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 1 voti.

Tabelle millesimali nel condominio minimo: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
306.911 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Cersaie
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Progettazione di interni
    Progettazione di interni...
    300.00
  • Facciate condominio
    Facciate condominio...
    50.00
  • Ristrutturazioni Condomini
    Ristrutturazioni condomini...
    350.00
  • Inferriate blindate di sicurezza
    Inferriate blindate di sicurezza...
    329.00
  • Ferro da stiro a caldaia Imetec
    Ferro da stiro a caldaia imetec...
    71.18
  • Tagliasiepi a batteria
    Tagliasiepi a batteria...
    189.99
Notizie che trattano Tabelle millesimali nel condominio minimo che potrebbero interessarti
Revisione tabelle millesimali senza unanimità

Revisione tabelle millesimali senza unanimità

Tabelle millesimali - Con la sentenza 18477 del 9 agosto delle sezioni unite della Cassazione sarà sufficiente la maggioranza in assemblea per avere la revisione delle tabelle millesimali.
Spese condominiali: le tabelle millesimali

Spese condominiali: le tabelle millesimali

Tabelle millesimali - Le tabelle millesimali sono uno strumento indispensabile per la corretta gestione del condominio ed alla loro approvazione si può giungere in tre diversi modi.

Sentenza Cassazione n. 18477 del 9 agosto 2010

Condominio - Con la recente sentenza n. 18477 del 9 agosto delle sezioni unite della Corte di Cassazione si fa finalmente un po? di chiarezza riguardo alla questione

Revisione tabelle millesimali

Condominio - Con una sentenza del 2010, la n. 3001 del 10 febbraio, la Corte di Cassazione si è occupata di tabelle millesimali per la ripartizione delle spese condominiali.

Tabelle millesimali giudiziali

Tabelle millesimali - La formazione delle tabelle millesimali può essere anche domandata al giudice competente, ossia al Tribunale, ma in questo caso essa avranno valore solo per il futuro.

Tabelle millesimali del supercondominio

Tabelle millesimali - Il supercondominio è quella particolare tipologia edilizia nella quale più edifici, che di per sè possono costituire autonomi condomini, hanno in comune alcuni beni.

La modifica delle tabelle millesimali contrattuali

Tabelle millesimali - La modificazione delle tabelle millesimali contrattuali deve avvenire con il consenso di tutti i condomini.Diversamente la deliberazione di modifca è nulla.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img kito
Salve a tutti,qualcuno sa come si ripartisce correttamente la bolletta dei consumiidrici?C'è qualche software o foglio di calcolo in Excel?Grazie.So che è compito...
kito 12 Giugno 2006 ore 07:41 9
Img lmontuschi
Ciao!ho comprato un appartamento in un condominio composto da :6 appartamenti ... i proprietari sono 5.sotto ci sono 2 negozi di un altro proprietario ...è obbligatorio...
lmontuschi 04 Luglio 2006 ore 13:12 1
Img robbie1956
A corredo del mio appartamento vi è già un garage detenuto in proprietà indivisa con altro condomino.L'accesso al box con una autovettura, anche piccola,...
robbie1956 25 Luglio 2007 ore 07:03 5
Img nicodemus
Buona giornata a tutti.Questo è la mia prima partecipazione al forum, e Vi ringrazio in anticipo per la disponibilità accordatami.Il quesito è il seguente:Il...
nicodemus 08 Febbraio 2011 ore 08:03 6
Img anonimo
Buongiorno,e grazie in anticipo a chi saprà dipanare alcuni dei miei dubbi.Vi spiego le mie perplessità:sono proprietario di una maisonette in una palazzina da 4...
anonimo 06 Novembre 2008 ore 08:21 2