Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Proroga Superbonus unifamiliari e calcolo quoziente familiare

Prorogato il Superbonus per le unifamiliari ma con calcolo del quoziente familiare. Come funziona e come si calcola il coefficiente per accedere al beneficio fiscale
- NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali
Barra Preventivi Online

Superbonus 2023 unifamiliari


Il recente Decreto Aiuti quater (decreto legge n. 176/2022), come noto, è intervenuto in materia di bonus edilizi, prevendendo una proroga superbonus unifamiliari fino al prossimo marzo 2023.

Non si tratta di una proroga generalizzata, ma di un prolungamento dell’agevolazione fiscale del bonus villette unifamiliari, subordinata all’acclarata sussistenza di determinate condizioni.

Superbonus unifamiliari

Oltre agli ormai noti presupposti di carattere oggettivo che attengono più nello specifico alla tipologia di intervento che si intende realizzare o alla categoria dell’edificio, a partire da quest’anno, per effettuare interventi agevolabili su contesti unifamiliari, occorre fare attenzione a un ulteriore elemento.

Esso riguarda un aspetto di natura soggettiva, poiché afferente la posizione reddituale del componente o dei componenti del nucleo familiare che realizzano i lavori e che intendono fruire dell'agevolazione.

Si tratta del c.d. quoziente familiare, ovvero un meccanismo di calcolo, fondato sulla individuazione di un coefficiente in base al numero dei partecipanti alla famiglia, che deve essere rapportato al reddito familiare complessivo di ogni componente (genitore, figli o altri componenti a carico).


Superbonus 110 proroga unifamiliare


Come rilevato, gli ultimi provvedimenti emessi dal Governo hanno stabilito un ampliamento temporale dell’applicazione del beneficio fiscale del Superbonus unifamiliari anche per il 2023.

Per usufruire della proroga superbonus unifamiliari occorre che al 30 settembre 2022 siano stati effettuati almeno il 30% dei lavori complessivi, comprensivi o meno, a scelta, degli interventi agevolati con i bonus minori o non agevolati.

In tal caso, qualora siano rispettate tali condizioni, è prevista la fruibilità del superbonus unifamiliare nella misura piena e, dunque, con aliquota al 110% fino al 31 marzo 2023.

Per tutti gli altri beneficiari e potenziali fruitori, il Superbonus scende al 90% per i lavori effettuati entro il 31 dicembre 2023, come previsto dal Decreto Aiuti quater.


Superbonus unifamiliari reddito


Come anticipato, per accedere al beneficio del Superbonus unifamiliari a partire dal 1 gennaio 2023, è necessario valutare un ulteriore aspetto e calcolare attentamente anche un parametro di natura prettamente reddituale, ovverosia il quoziente familiare.

Si tratta di un parametro diverso dal noto ISEE che, come anticipato dal Viceministro dell’economia Maurizio Leo, presenta aspetti limitanti e controversi, tanto da non escludere un futuro ripensamento sull’indicatore, sostituendolo con il più rispondente quoziente familiare o modificandolo sensibilmente per alcune misure di welfare come l’assegno unico.

La sostanziale differenza risiede nel fatto che l’ISEE è una sommatoria di redditi singoli e situazione parimoniale complessiva.




Il coefficiente familiare è invece un parametro che va a determinare il reddito del nucleo familiare.

È bene precisare che per nucleo familiare si intende oltre al contribuente beneficiario del vantaggio fiscale, anche il coniuge o soggetto legato da unione civile o convivente se presente nel nucleo familiare o ancora dai familiari, diversi dal coniuge, di cui all'art. 12 del TUIR, oltre chiaramente ai figli a carico.


Superbonus unifamiliare: quoziente familiare


Il procedimento per determinare il quoziente familiare è abbastanza semplice.

A ogni componente del nucleo familiare è attribuito un valore la cui sommatoria rappresenta il coefficiente con cui dividere la somma dei redditi complessivi.

Al riguardo è importante precisare che il reddito complessivo del nucleo familiare da prendere in considerazione è rappresentato dal reddito conseguito nell’anno precedente a quello di sostenimento della spesa.

Nello specifico:

  • 1 per il contribuente;

  • + 1 per il coniuge, convivente di fatto o soggetto unito civilmente;

  • + 0,5 se c’è un familiare a carico diverso dai soggetti indicati al punto precedente ovvero il coniuge o il convivente o ancora il soggetto unito civilmente (+1 se i familiari a carico sono due; +2 se i familiari a carico sono tre o più).

Al riguardo è importante precisare che devono essere considerati esclusivamente i familiari o soggetti a carico. Ne consegue che, se a esempio un figlio non sia a carico del contribuente, tale soggetto, ancorché partecipante alla vita familiare, non è considerato nel calcolo del coefficiente.

È utile precisare, inoltre, che non è necessaria la sussistenza di più soggetti per calcolare il quoziente familiare e il relativo reddito.

Ciò significa che può beneficiare del Superbonus unifamiliari anche il singolo proprietario di un immobile non coniugato, non unito civilmente o non convivente e senza figli a carico.

In tal caso sarà il solo a determinare il quoziente (che sarà pari a 1) e il reddito di tale soggetto sarà l’unica fonte da considerare nel rapporto con il coefficiente.


Come si calcola il quoziente familiare per le unifamiliari


Compreso il valore da attribuire a ciascun soggetto partecipante del nucleo familiare, è possibile fare qualche esempio di calcolo.

Se dividendo il reddito complessivo conseguito dal nucleo familiare nell’anno precedente rispetto al sostenimento della spesa per il coefficiente, il risultato così ottenuto non supera la soglia di euro 15.000, in tal caso, in presenza di tutti gli altri requisiti previsti dalla normativa, si ha diritto al Superbonus per le villette e, in generale, per le unifamiliari.

Come si calcola il quoziente familiare per le unifamiliari

In tal caso, è possibile anche usufruire di un bonus extra, previsto dal Decreto Aiuti quater, la cui corretta applicazione, sarà oggetto di provvedimento da parte dell’Amministrazione finanziaria, per coprire le spese non rientranti nell’agevolazione fiscale.

Se invece tale limite reddituale è superato non si potrà beneficare dell’agevolazione fiscale.

riproduzione riservata
Superbonus unifamiliari: calcolo quoziente familiare
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 3 voti.

Superbonus unifamiliari: calcolo quoziente familiare: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
342.035 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Superbonus unifamiliari: calcolo quoziente familiare che potrebbero interessarti

Proroga Superbonus 110% per villette ma con vincolo

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Prevista proroga del Superbonus 110% anche per le villette e per le case unifamiliari con delle limitazioni per quanto riguarda il reddito e le detrazioni fiscali

Superbonus 110%: si parla di possibile proroga anche per le villette

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Dalla maggioranza di Governo è stata formulata un'ipotesi di proroga del Superbonus 110% non solo per i condomini ma anche per case singole, ville e villette.

Superbonus 110: proroga del SAL per le villette al 30 settembre

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Con l'approvazione del DEF, per fruire del Superbonus 110%, le unifamiliari dovranno rispettare il 30% del SAL entro il 30 settembre e non più entro fine giugno

Superbonus 110: proposta la proroga per le villette fino a giugno 2023

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Potrebbe allungarsi di altri 3 mesi la scadenza per il Superbonus al 110% per le villette. Lo propone un emendamento di Fratelli d'Italia al decreto Milleproroghe

Possibile proroga Superbonus 110 per villette senza tetto ISEE

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Avanzata dai partiti la richiesta al Parlamento Italiano di prorogare il Superbonus 110% senza il limite reddituale di 25mila euro per le villette unifamiliari

Guida alle ultime novità per il Superbonus 2023

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Governo ha varato nuove modifiche al Superbonus 110%, che cambia ancora una volta: nuovi presupposti, aliquote a scalare e quoziente familiare per le villette

Superbonus 110: probabile stop alla proroga per le villette

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Governo non avrebbe dato l'ok all'emendamento proposto da FI per prorogare di altri 3 mesi (30 settembre 2023) la scadenza del Superbonus 110 per le villette

Superbonus 110: come funziona per gli edifici unifamiliari in comproprietà?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Un cittadino che risiede in un edificio unifamiliare in comproprietà con un'altra persona che non vi risiede può fare richiesta della maxi agevolazione?

Superbonus 110%: probabile proroga del SAL per le unifamiliari

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Per fruire del Superbonus 110 le unifamiliari devono rispettare il 30% del SAL entro giugno. Probabilmente tale scadenza sarà rinviata dopo l'approvazione del DEF