Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Superbonus: che fare se i lavori non sono finiti o eseguiti male?

Quali sono le tutele a favore del committente se i lavori ammessi al Superbonus 110 sono stati eseguiti male o non vengono terminati entro i termini stabiliti.
- NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali
Barra Progettazione Online

Superbonus lavori non terminati o eseguiti male


Immaginiamo che l’impresa a cui ti sei rivolto per l’esecuzione di lavori ammessi al Superbonus non proceda nei tempi stabiliti.

Purtroppo quando si intraprendono dei lavori di ristrutturazione può succedere che la ditta che abbia assunto l’incarico a un certo punto, per le motivazioni più disparate, interrompa i lavori, anche dopo aver incassato l’anticipo.

La mancanza dei materiali, ad esempio, può essere una delle ragioni.

Superbonus 110
Altra situazione nella quale ci si può purtroppo trovare è che le opere non siano realizzate a regola d’arte e presentino, anche in corso di realizzazione, dei difetti o vizi.

Gli interventi non a norma non saranno asseverabili e, considerato che l’asseverazione è un requisito imprescindibile per usufruire della detrazione fiscale, in caso di sua mancanza si potrà perdere l’agevolazione.

Quali sono i rimedi da adottare?

È possibile cambiare impresa esecutrice?

Cosa succede all’agevolazione fiscale?

Vediamo quale sia il miglior modo per affrontare situazioni di questo genere che certamente non sono infrequenti.


Scioglimento del contratto di appalto se i lavori non vengono finiti


Se non si finiscono i lavori del Superbonus cosa succede?

L'aumento dei costi delle materie prime, le difficoltà a reperire i materiali creano non pochi problemi alle imprese di ristrutturazione che si ribaltano sul committente.

Spesso accade infatti che tali imprese, con o senza colpa, non riescano a portare a termine i lavori entro le scadenze stabilite. Questo si ripercuote sui contribuenti ai quali può essere negato l’accesso ai bonus edilizi.


Partiamo dal presupposto che, in base alla normativa in materia di appalto, il committente ha diritto di controllare lo svolgimento dei lavori e di verificarne lo stato.

Quando nel corso dell’opera si accerta che la sua esecuzione non procede secondo le condizioni stabilite dal contratto e il termine di scadenza non viene rispettato, il committente può fissare un congruo termine entro il quale l’appaltatore si dovrà conformare a quanto pattuito.

Trascorso inutilmente tale termine il contratto potrà dirsi risolto.


Superbonus 110% e lavori non terminati: variazione dell'impresa


Per quanto concerne il bonus 110 per l'ammissione all'agevolazione fiscale può essere necessario che i lavori si siano conclusi entro una certa data o che entro una certa data una determinata percentuale dell'intervento sia stata realizzata rispetto al complesso dell’opera.

In che modo può tutelarsi il committente nel caso in cui l’impresa non finisca i lavori nel termine pattuito?

Ecco che, qualora l'impresa non sia intenzionata a riprendere i lavori sospesi, il committente potrà cambiare la ditta esecutrice, chiedendo alla precedente la restituzione dell’anticipo versato, unitamente al risarcimento del danno subito, qualora accertato.

Superbonus 110 lavori non in regola
Per procedere con il cambio della ditta generalmente il Comune prevede un apposito modulo che dovrà essere presentato al fine di mantenere la regolarità della CILAS. Ricordiamo che la Cilas è il titolo abilitativo che il tecnico deve presentare al Comune, indispensabile per non perdere il diritto all’agevolazione fiscale.

Sostituendo l'impresa con un'altra più celere che lavori comunque in qualità, il contribuente potrebbe riuscire a rientrare nei tempi previsti dalla legge per usufruire dei benefici fiscali.


Superbonus 110% e lavori non eseguiti a regola d'arte


Immaginiamo che nell'ambito di un intervento di riqualificazione energetica vi sia stata un’errata posa del cappotto termico che pertanto non risulterà asseverabile.
In questo caso siamo di fronte a lavori non eseguiti a regola d’arte.

Al momento del Sal, o comunque prima della consegna finale, il committente ha diritto di verificare l’opera compiuta.

In presenza di vizi e difformità il committente può chiedere:

  • che vengano eliminati a spese dell’appaltatore;

  • che il prezzo sia diminuito proporzionalmente, salvo il diritto al risarcimento del danno eventualmente subito.

Se però i vizi e i difetti sono tali da rendere l’opera del tutto inadatta alla sua destinazione, il committente può chiedere la risoluzione del contratto, anche in presenza di un general contractor.

Si può in tal caso cedere il contratto d’appalto a altra impresa (o general contractor)?
Anche in questo caso si potrà sostituire, per la continuazione dei lavori, una nuova impresa al precedente appaltatore, aggiornando il modulo relativo alla Cilas.

Superbonus lavori con difformità
In questo caso la sostituzione dell'impresa non sarà totalmente risolutiva in quanto, se i lavori non sono stati eseguiti a regola d’arte, sorgono maggiori problemi poiché i suddetti interventi non risulteranno asseverabili alla chiusura dei lavori dal punto di vista dei risultati energetici.

Sarà certamente necessario apportare delle modifiche dall'opera, con l’effetto che, una volta ultimati i lavori, il prezzo sarà aumentato e quindi difficilmente si potrà conseguire l’asseverazione in merito alla congruità del prezzo.

Nel rilasciare l'asseverazione, infatti, il professionista tecnico deve fare riferimento al prezzo da applicare per gli interventi necessari ad ottenere il conseguimento delle classi energetiche previste dalla normativa in materia ed eseguiti a regola d'arte.


Superbonus 110%: che succede se la spesa non è congrua


Ricordiamo che quando il prezzo richiesto dall'appaltatore non risulta congruo, la parte in sovrappiù non rientrerà nell'agevolazione fiscale.

Ne consegue che, in caso di modifica e/o completamento dell'opera, necessari per eliminare i difetti, pena la perdita anche della quota di detrazione già ceduta, non si potrà ottenere il Superbonus su tutta la cifra spesa e dunque il committente subirà comunque una perdita economica.

Fermo restando la possibilità di avviare un'azione legale nei confronti della ditta esecutrice, dal punto di vista civilistico, un'altra tutela, sia pure non esaustiva, può essere la previsione di una penale nel contratto di appalto.

La penale scatterà dunque nel caso in cui i lavori non vengano terminati o eseguiti correttamente.

riproduzione riservata
Superbonus lavori eseguiti male o non terminati, che succede?
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Superbonus lavori eseguiti male o non terminati, che succede?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
342.033 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Superbonus lavori eseguiti male o non terminati, che succede? che potrebbero interessarti

Superbonus 110: cosa si fa per i contratti già firmati senza CCNL?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Per richiedere il Superbonus è obbligatorio indicare il CCNL dal 27 maggio 2022. Cosa succede per i contratti firmati prima e i lavori non sono ancora iniziati?

Definizione del contratto d'appalto

Leggi e Normative Tecniche - Il codice civile, il Decreto Legislativo 81/08 e gli articoli 86 ed 87 del decreto Legislativo 163/2006 definiscono in maniera univoca tutte le possibilità di gestione di un appalto.

Il comodatario può fruire del Superbonus 110%?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Per l'Agenzia delle Entrate è possibile beneficiare della detrazione fiscale del Superbonus 110% quando l'immobile è oggetto di un contratto di comodato d'uso?

Superbonus 110%: come funziona per le unità collabenti?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Via libera dall'Agenzia delle Entrate al Superbonus 110 su unità collabenti, se in possesso di un impianto di riscaldamento e categoria catastale a fine lavori.

Superbonus 110%: ecco le novità con il Decreto Semplificazioni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Tra le novità introdotte con il Decreto Semplificazioni vi è la modifica alla normativa relativa al Superbonus 110. Per l'avvio dei lavori basterà la Cila.

Contratto d'appalto per lavori edili privati

Leggi e Normative Tecniche - Stipulato tra impresa e privato, regola gli aspetti economici legati all'appalto e tutela le parti riguardo all'insorgere di situazioni di difficile soluzione.

Esecuzione dell'appalto prima del permesso di costruire

Leggi e Normative Tecniche - In tema di validità del contratto d'appalto, deve considerarsi nullo quel contratto che viene eseguito prima del rilascio delle necessarie autorizzazioni comunali.

SAL: come si calcola se le spese sono state effettuate in due anni?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Per poter fruire del Superbonus e cedere il credito occorre calcolare lo Stato Avanzamento Lavori. Ma cosa accade se le spese sono state sostenute in due anni?

Superbonus, è possibile per lavori a un edificio danneggiato da incendio?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Un condominio danneggiato da un incendio è stato risarcito dall'assicurazione. Nonostante ciò può usufruire del Superbonus e del bonus ristrutturazione 50%?
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img farlocco antonia2
Buongiorno,abito in um mini condominio dove a giorni inizieranno i lavori.L'impresa mi ha comunicato che la società con cui ha un accordo quadro che gli acquisterà...
farlocco antonia2 05 Febbraio 2023 ore 12:22 1
Img sotrebla
Buongiorno a tutti.Spero che qualcuno di Lor Signori, abbia una risposta per il mio quesito.Lavori fotovoltaico ultimati, ma con molti problemi per cu, non è stata da me...
sotrebla 10 Gennaio 2023 ore 12:05 2
Img nes23
Salve,io e la mia compagna stiamo definendo l'acquisto di una casa che è suddivisa in due unità distinte (con partitee rendite catastali distinte, entrambe categoria...
nes23 05 Gennaio 2023 ore 13:07 2
Img marcor91
Buonasera, vorrei chiedere alcuni pareri e opinioni sul mio solo TENTATIVO di effetture il bonus per mesi senza aver mai alla fine concluso nulla.Allora, per almeno sei mesi da...
marcor91 03 Gennaio 2023 ore 18:14 2
Img stefano cirillo
La condizione relativa al reddito di riferimento si applica anche alle unità immobiliari situate all'interno di edifici plurifamiliari che siano funzionalmente indipendenti...
stefano cirillo 15 Dicembre 2022 ore 10:00 4