Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Superbonus e SAL: i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate del Veneto

In caso di Superbonus 110%, per accedere alla cessione del credito o allo sconto in fattura è necessario che spesa e SAL al 30% siano entro il 31 dicembre 2021.
- NEWS Detrazioni e agevolazioni fiscali

Cessione del credito e sconto in fattura ammessi solo con SAL al 30%


Cosa succede se non si arriva al 30% dei lavori ammessi al Superbonus 110% entro il 31 dicembre 2021? Ce lo dice l’Agenzia delle Entrate del Veneto.

Con la risposta all’interpello numero 907-1595 del 2021 l’Amministrazione Finanziaria veneta sbarra le porte alla cessione del credito e allo sconto in fattura se non viene raggiunto il 30% dei lavori entro il 31 dicembre 2021.

Per il diritto alla maxi detrazione, attraverso le modalità alternative di fruizione del Superbonus 110%, è necessario che le spese e almeno il 30% dei lavori siano stati effettuati entro la fine dell’anno.

Superbonus e SAL
Dunque difficoltà in vista per chi ha avviato con ritardo l’esecuzione dei lavori rientranti nell'agevolazione di cui al Decreto Rilancio. In sostanza, spese e soglia minima del Sal (Stato di avanzamento lavori) pari al 30% dovranno ricondursi allo stesso periodo di imposta.


Superbonus 110% e SAL: il punto di vista dell'Agenzia delle Entrate del Veneto


Venendo al caso sottoposto all’attenzione dell’Agenzia delle Entrate del Veneto evidenziamo in primo luogo quelli che sono i dubbi sollevati e le considerazioni effettuate dall’istante.


Nella fattispecie considerata, l’istante evidenzia che il credito d’imposta può essere ceduto mediante una comunicazione da effettuarsi entro il 16 marzo dell’anno successivo a quello in cui sono state sostenute le spese agevolabili.

Come da normativa in materia, il diritto al Superbonus 110% sorge qualora il Sal sia pari ad almeno il 30%.

A dire dell’istante, però, il diritto alla detrazione sarebbe dovuto scattare comunque nel 2022 nel caso di raggiungimento della predetta solo nel corso di tale anno.

Cessione del credito e SAL 30%
Secondo l’Agenzia delle Entrate del Veneto le cose non stanno propriamente così.

Qualora infatti, come nel caso di specie, il contribuente entro il 31 dicembre 2021 arrivi solo al 10% dei lavori con pagamento di una spesa corrispondente a tale 10%, non sarà possibile avvalersi della cessione e dello sconto in fattura.

Unica alternativa sarà quella di usufruire della detrazione fiscale nella dichiarazione dei redditi 2022 per la spesa fino ad allora sostenuta. Solo per le quote successive alla prima parte già corrisposta, si potrà comunicare la volontà di optare per la Cessione del credito.

SAL al 30% entro il 31 dicembre 2021


L’Agenzia delle Entrate così sintetizza la sua posizione:

  • entro il 31 dicembre 2021 dovranno essere sostenute le spese ammesse al Superbonus 110% e posti in essere i lavori con uno stato di avanzamento pari al 30% dell’intervento complessivo per poter fruire della cessione del credito o dello sconto in fattura come alternative alla detrazione nella dichiarazione dei redditi;

  • la cessione del credito o lo sconto in fattura non potranno essere riconosciuti nel caso in cui la soglia del 30% sia raggiunta dopo il 31 dicembre, sia pure prima del termine fissato al 16 marzo, per poter comunicare le intenzioni del contribuente in proposito;

  • l’opzione per la cessione del credito e lo sconto in fattura può essere esercitata per ciascuno stato di avanzamento lavori, purché corrispondente ad almeno il 30% dell’intervento, fino ad un massimo di due;

  • in caso di lavori rientranti nel Sismabonus 110% e nell’Ecobonus 110% la regola del SAL al 30% potrà essere applicata separatamente in riferimento a ciascuno dei due bonus.


Superbonus 110% e SAL: facciamo un esempio


Per comprendere meglio il meccanismo descritto nella risposta all'interpello facciamo un esempio concreto: per una spesa pari a 2000 euro in riferimento a un intervento di sismabonus e a un altro rientrante nell'ecobonus si sono versati rispettivamente 650 euro e 200 euro.

In tal caso la cessione del credito o lo sconto in fattura saranno possibili per fruire del Superbonus 110% solo per il sismabonus (e non dunque per l'ecobonus).

Qualora si considerassero unitariamente i due interventi, per un ammontare complessivo di 4000 euro, tenuto conto che il 30% corrisponde a 1200 euro non si potrebbe beneficiare in nessun caso delle opzioni alternative, essendo stati versati soltanto 850 euro.

Sconto in fattura e SAL 30%
L'interpretazione dell'Agenzia delle Entrate tiene conto del fatto che per ciascuno dei due tipi di agevolazione sono richieste due asseverazioni differenti da parte dei tecnici professionisti abilitati.

Gli effetti dell'interpretazione dell'Agenzia delle Entrate del Veneto


È evidente come si sia di fronte a un problema non di poco conto se si pensa che, in mancanza di liquidità da parte del contribuente, le conseguenze nel caso in cui saltasse la cessione del credito per mancato raggiungimento dei requisiti sarebbero significative. Considerati i molti ritardi dovuti alla carenza di materiali o da intoppi burocratici, coloro che ne risentiranno potrebbero essere numerosi.


Che cos’è il SAL


Con il termine SAL, molto diffuso nella normativa relativa al Superbonus110% e acronimo di Stato di avanzamento lavori, siamo di fronte ad un documento contabile redatto dal Direttore dei lavori, sulla base di quanto disciplinato dall’articolo 14, comma 1, lettera d) del Decreto del Ministero Infrastrutture e Trasporti n. 49 del 2018.

È redatto su carta libera e contiene tutte le lavorazioni e somministrazioni eseguite dall’appaltatore fino a quel momento.
Vengono precisati il corrispettivo spettante per l’esecuzione dell’opera ed eventuali acconti eventualmente già corrisposti nonché la parte dovuta a saldo.

riproduzione riservata
Articolo: Superbonus e SAL fine anno: che succede se non si arriva al 30%?
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 4 voti.

Superbonus e SAL fine anno: che succede se non si arriva al 30%?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
333.839 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Superbonus e SAL fine anno: che succede se non si arriva al 30%? che potrebbero interessarti


Sconto in fattura e cessione del credito previsto nuovo modello online

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L’Agenzia delle Entrate ha previsto un nuovo modello online per comunicare la scelta di una delle due opzioni dello sconto in fattura o della cessione del credito

Superbonus 110%: proroga al 31 marzo del termine per comunicare la cessione del credito o lo sconto in fattura

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Slitta al 31 marzo il termine per poter inviare all'Agenzia delle Entrate il modulo con il quale optare per la cessione del credito in caso di Superbonus 110%

Al contribuente in regime forfettario spetta il Bonus ristrutturazione?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Il Bonus ristrutturazione edilizia con la scelta dello sconto in fattura o della cessione del credito è applicabile anche per i contribuenti in regime forfettario?

Sconto in fattura e cessione del credito, bisogna comunicare ogni intervento

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Cessione del credito e sconto in fattura, secondo le Entrate in caso di più interventi sullo stesso immobile i Bonus edilizi vanno contabilizzati disgiuntamente

Stop a cessione del credito nel 2022: previsto solo per Superbonus 110

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Dopo l’esclusione dello sconto in fattura e della cessione del credito dalla Legge di Bilancio 2022 è stata richiesta la proroga di questi due strumenti al 2024

Ecobonus 2018 e cessione del credito: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle Entrate, con circolare del 18 maggio fornisce ai contribuenti dei chiarimenti in merito alla cessione del credito per la fruizione dell'Ecobonus

Fatture già pagate, nessun visto di conformità per Bonus edilizi

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Resi chiarimenti da parte dell’Agenzia delle Entrate per quanto riguarda l’obbligo del visto di conformità per i Bonus edilizi introdotto dal decreto Controlli.

Novità Superbonus 110: prezzi fissi e più controlli antifrode

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Indicate le azioni che il Governo metterà in campo per evitare che a causa di eventuali frodi possa essere pregiudicata la credibilità di tutti i Bonus edilizi.

Con il diritto di enfiteusi spetta il Bonus Facciate 90%?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Viene formulato un quesito all’Agenzia delle Entrate in cui si richiede se con il diritto di enfiteusi è possibile beneficiare dell'incentivo Bonus Facciate 90%
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img ste2008
Salve, sto cambiando gli infissi usufruendo dello sconto in fattura, mi hanno fatto un paio di preventivi uno dei quali utilizzerebbe profili "Lis serie Armony" qualcuno lo...
ste2008 08 Ottobre 2021 ore 12:56 3
Img raffa euphoria aragona
Salve a tutti, chiedo già scusa perché non so se ho scelto la categoria giusta..Cercherò di essere il più breve e conciso:A febbraio io e la mia...
raffa euphoria aragona 23 Settembre 2021 ore 19:09 1
Img il mambo
Salve,c'è qualcuno che ha esperienza diretta con la cessione del credito ad una banca?Non parlo di finanziamenti ma di rimborso dopo le spese sostenute personalmente.Grazie...
il mambo 20 Agosto 2021 ore 09:54 4
Img claudio twok
Buongiorno a tutti,sto acquistando una casa antisismica con il sismabonus 110%, il costruttore mi farà lo sconto in fattura per un totale di € 96000. La domanda...
claudio twok 27 Luglio 2021 ore 22:51 2
Img maxfi
Buongiorno a tutti,sto acquistando una casa antisismica con il sismabonus 110%, il costruttore non vuole fare lo sconto in fattura e per questo motivo dovrò cedere il...
maxfi 25 Giugno 2021 ore 16:25 1