Rifinire le connessioni tra i mattoni con la stilatura dei giunti

NEWS DI Facciate e pareti27 Novembre 2015 ore 13:30
La stilatura dei giunti è un'operazione che va a perfezionare le connessioni tra i mattoni, riempiti di malta, migliorandone sia l'estetica sia il funzionamento.

La stilatura dei giunti


Quando si ristruttura una casa o si seguono i lavori di costruzione di un nuovo edificato comprendente la propria unità abitativa, sovente si rivolge la propria attenzione ai membri principali e sostanziali del fabbricato, trascurando alcuni dettagli d’importanza estetica quanto funzionale.

Disegno di stilatura semplice e doppia
Nel caso di una muratura in mattoni, la scelta riguarda per lo più la tipologia di laterizio da adottare, la loro disposizione, la geometria di posa con relativa evidenziazione dei ricorsi orizzontali e/o verticali, meno riguardo alla connessione degli elementi costituenti l’apparecchiatura muraria dunque alla stilatura dei giunti.


Stilare i giunti per evidenziare i filari dei mattoni


La stilatura dei giunti è un’operazione da attuarsi sulla malta di riempimento dei giunti tra i mattoni , utile a rifinire meglio le connessioni tra gli elementi, a eliminare ogni genere di sbavatura, rilevare maggiormente i filari e creare solchi decorativi con la funzione di smaltire l’acqua piovana.

Quest’operazione può essere semplice o doppia: si definisce semplice se consiste solamente nell’incidere una serie di solchi orizzontali e verticali in corrispondenza del collegamento in malta, dunque, lungo ogni corso di mattoni e ogni connessura; doppia, nel momento in cui si vanno a tracciare due linee parallele, abbastanza ravvicinate, solamente lungo il corso orizzontale dei mattoni.

Nel disegno sovrastante, sono state schizzate due porzioni di muro attraverso le quali si può osservare il trattamento della malta dei giunti tra i mattoni eseguito in modo semplice oppure doppio.

Il trattamento, che coinvolge sia le connessioni verticali sia quelle orizzontali, è eseguito mediante un ferro a punta smussata oppure con la lama della cazzuola accompagnata da un regolo ligneo collocato in modo orizzontale.

L’operazione di tipo doppia, invece, è realizzata con uno specifico strumento a due denti oppure con un calcagnolo che è fatto scorrere lungo una guida.

In commercio esistono diversi ferri da poter utilizzare per la creazione dei giunti:
- tondi per l’andamento a gola;
- quadri per giunti ad angolo o a sguincio;
- piatti con sezione rettangolare per la stilatura dei giunti poco incavati;
- ad alette per incavi stondati.

Nell’immagine sottostante è stata rappresentata la tipologia di ferro tondo, l’attrezzo più utilizzato per la resa del giunto arcuato.

Il calcagnolo o dente di cane, molto usato anche nella lavorazione del marmo, è invece uno scalpello corto e tozzo con un taglio a V nel centro, una specie di tacca che consente di poter graffiare la malta tracciando due linee parallele.

Disegno di ferro tondo per la stilatura dei giunti
È da precisare ulteriormente che tali mezzi sono utilizzati solo per questa specifica operazione e che per altre fasi lavorative, tipo ergere il muro, posare i mattoni, ci si deve avvalere di altri utensili, come ad esempio: cazzuole di grandi dimensioni con la punta arrotondata e non squadrata giacché impiegate per l’intonaco; cazzuole utili a prendere la malta dal secchio, cospargerla sui mattoni, eliminare le sbavature, assestare gli elementi con piccoli colpi dati col manico di legno; cazzuole di minor dimensione per i dettagli.

Poi, si possono impiegare:
- sparviere per sostenere la malta che è presa di volta in volta con la cazzuola;
- sega da banco per tagliare i mattoni in modo più preciso;
- strumenti di controllo come il metro di legno , la classica matita a sezione piatta, livella a bolla d’aria, filo elastico di nylon oltre che quello a piombo per verificare l’effettiva verticalità del muro e degli spigoli.

Insomma, a ogni fase operativa è da corrispondere il suo specifico attrezzo per un seguito più facilitato e scorrevole e il raggiungimento di un migliore risultato a prova di tenuta e di colpo d’occhio.
La fugatura, attraverso l’operazione di stilatura e mediante l’attrezzo che si sceglie di adottare, potrà avere diverse sezioni, com’è possibile scorgere dall’immagine sottostante.

Disegno sezioni di fugature
Il primo esempio, con un profilo arcuato, rotondo, concavo, è quello maggiormente adottato poiché conferisce semplicità e pulizia visiva alla muratura e non consente all’acqua di stagnarsi.

Il secondo giunto, raffigurato in sezione, ha una concavità triangolare, due facce che convergono verso l’interno; a seguire esempi con parte centrale sporgente a toro ed estremità lineari, andature a trapezio, a scivolo, a sguincio nel caso in cui lo spigolo superiore del mattone è lasciato in vista, a doppia inclinazione con punta verso l’esterno lì dove c’è la possibilità di avere un giunto maggiorato in spessore, ad angolo con la formazione di un canaletto a facce piane congiungenti verso l’interno del muro.

Scelto il tipo di giunto desiderato, completata la fase di lisciatura e dunque di conseguente stilatura, messa in pratica principalmente sulla faccia a vista della muratura, quella che non è mascherata dallo strato d’intonaco, il lavoro giunge a termine pulendo accuratamente la superficie trattata ed eliminando le sbavature, tracce in malta sui laterizi.

L’operazione di pulizia va compiuta sulla muratura secca, ovvero quando la malta si è indurita a sufficienza, dunque è da compiersi lavando il muro prima con aceto e mediante una spazzola o una pennellessa, poi risciacquando con straccio di iuta e acqua quando la muratura è ancora abbastanza fresca, oppure con acido cloridrico in soluzione acquosa al 10%, con prodotti a base di composti acidi.

I dettagli da tenere a bada, ovviamente, sono davvero numerosi ma di fondamentale importanza per migliorare l’aspetto funzionale e decorativo, ridurre al minimo gli interventi di manutenzione straordinaria con conseguente risparmio economico e temporale.

La difficoltà, però, può essere limitata lasciandosi aiutare da esperti nel settore o comunque informandosi mediante strumenti informatici così da sapere di alcune parti, magari non conosciute, trascurate e in realtà di fondamentale importanza, e chiedere conseguentemente spiegazioni agli operatori di cantiere, alla direzione dei lavori.

riproduzione riservata
Articolo: La stilatura dei giunti di malta
Valutazione: 5.86 / 6 basato su 7 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

La stilatura dei giunti di malta: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano La stilatura dei giunti di malta che potrebbero interessarti
Difetti di posa in opera dei mattoni

Difetti di posa in opera dei mattoni

I muri di mattoni durevoli e belli a vedersi, nascondono tante piccole difficoltà nella loro realizzazione, basta prestare attenzione ed essere molto meticolosi.
Come si compongono e come miscelare malta e cemento

Come si compongono e come miscelare malta e cemento

Malta e cemento sono i prodotti più utilizzati in edilizia, ne esistono diverse tipologie a seconda della composizione e dell'uso: ecco qualche indicazione in più.
Preparare malte di calce e cemento rapido

Preparare malte di calce e cemento rapido

Per piccoli interventi di muratura in casa, può essere necessario ricorrere alla preparazione della malta, variando le caratteristiche a seconda dell'uso.
Tecniche di posa dei mattoni a vista su letto di malta

Tecniche di posa dei mattoni a vista su letto di malta

Malta per murature: caratteristiche, preparazione e tecniche di posa dei mattoni raffigurate con disegni per creare piccole opere murarie in modalità fai da te.
Integrazione delle lacune nel restauro degli intonaci di pregio

Integrazione delle lacune nel restauro degli intonaci di pregio

Nel restauro di un intonaco di pregio le tecniche di integrazione delle lacune sono fondamentali per garantire la leggibilità dell'apparato decorativo.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.318 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Stucco in polvere Habito Premium
    Stucco in polvere habito premium...
    7.02
  • Blocco in laterizio Porotherm BIO PLAN 45-25-19.9 T - 0.09
    Blocco in laterizio porotherm bio...
    125.00
  • Laterizio a incastro Porotherm BIO PLAN 30-25-19.9 ETICS
    Laterizio a incastro porotherm bio...
    125.00
  • Controsoffitto malta 60x60
    Controsoffitto malta 60x60...
    3.95
  • Tenda 224 diamante
    Tenda 224 diamante...
    241.00
  • Bastone tenda ferro-battuto
    Bastone tenda ferro-battuto...
    180.00
  • Pavimenti resina milano
    Pavimenti resina milano...
    75.00
  • Antico dipinto italiano paesaggio architetture del xviii
    Antico dipinto italiano paesaggio...
    7500.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Kone
  • Black & Decker
  • Weber
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 28.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.