Skyfarming, la fattoria verticale

NEWS DI Giardino26 Luglio 2011 ore 12:40
La nuova sfida metropolitana e' questa: nei grattacieli, non più mini appartamenti e uffici ma campi, alberi e stalle per una produzione ecologica e sostenibile di beni primari.
agricoltura

Il grattacielo - fattoria a pianta circolare di Chris JacobsIrridono la forza di gravita' e trascinano la tecnologia a livelli poco prima inimmaginabili: sono i grattacieli, che continuano a stupirci per la rapidita' e la maestosita' con le quali vengono innalzati in ogni parte del mondo, ben oltre i tredici piani del loro progenitore, l'edificio sede dell'Home Insurance Company, sorto a Chicago nel 1885, quasi un secolo e mezzo fa.

Se la competizione giocata sulle altezze e sulle forme sempre più avveniristiche coinvolge ormai a pari merito Oriente e Occidente, sembra che una nuova sfida stia trovando terreno fertile (ed è proprio il caso di dirlo) proprio nella patria dello skyscraper, gli Stati Uniti, attraverso la proposta provocatoria di un professore di microbiologia della Columbia University, Dickson Despommier.

Il ricercatore, consapevole dell'evidente penuria di terreno da destinare all'agricoltura e all'allevamento rispetto alla sempre più estesa e variegata richiesta di prodotti alimentari per una popolazione in costante crescita, propone di riciclare le grandi altezze di edifici metropolitani in disuso per destinarli allo skyfarming, ossia alla coltivazione agricola e alla conduzione di animali svolta su larga scala (o sarebbe meglio dire alta scala) in fattorie impiantate su vari piani.

Un esempio per spiegarmi meglio.

Una proposta di Gordon GraffPrendiamo un classico grattacielo della Big Apple e da simbolo della colossale ricchezza della multinazionale che vi ha sede e come tale lo sbandiera al mondo intero, proviamo a riconvertirlo in qualcosa che sia ecologico, a basso impatto ambientale, ecosostenibile, autosufficiente, in grado di produrre beni di consumo per una bella manciata di cittadini e, perché no, anche poetico e suggestivo.

Ai piani più alti potremmo coltivare, con il pieno beneficio dei raggi solari e dell'acqua piovana, ortaggi e piante da frutto, lasciando un po' di posto anche a qualche filare di vigneti. Immediatamente sotto, campi di grano irrigati dalla pioggia convogliata in apposite tubature lascerebbero il passo, ai piani intermedi, a nuovi inquilini: ovini e bovini per la produzione di latte, carne e lana, al pascolo libero e protetto in un ambiente controllato e confinato, al riparo da epidemie e contaminazioni. Alla riconversione degli scarti sarebbero invece adibiti i piani inferiori, con una centrale termodinamica che provvederebbe a fornire energia pulita e rinnovabile.

Lo studio dell'agricoltura verticale di Blake KurasekL'insieme, arricchito da un buon numero di pannelli solari e fotovoltaici, oltre che da pale eoliche e da complessi sistemi di ricircolo e trattamento, prefigura il modello di un nuovo tipo di produzione, lontana dallo sfruttamento e amica della riforestazione; concentrare in un punto e mirare verso l'alto permette infatti di far crescere alberi tutt'intorno alla skyfarm, abbattendo i livelli di anidride carbonica dell'atmosfera e delineando un paesaggio urbano molto più verde e a misura d'uomo rispetto ad oggi.

Inoltre, niente più camion in transito continuo da e verso la città, carichi di prodotti alimentari, ma solo limitati trasporti verticali e spostamenti calibrati ad una scala da commercio al dettaglio.

Sostenuta da associazioni ambientaliste e da politici e progettisti d'avanguardia, l'iniziativa trova attualmente limitate concretizzazioni in qualche stato americano e non manca di suscitare accese critiche, talvolta scadenti in un'aspra ironia. Dennis Avery, dell'Hudson Institute, parla dello skyfarming come di una buona idea che purtroppo non funziona: i costi di adeguamento o costruzione degli edifici, le risorse necessarie per l'illuminazione e la climatizzazione sarebbero eccessivi rispetto alle quantità da produrre e non paragonabili con quelle dell'agricoltura e dell'allevamento tradizionali, costi per spostamenti e trasporti compresi, incidenti per il solo 3% nel ciclo produttivo.

www.verticalfarm.com


arch. Nora Santonastaso

riproduzione riservata
Articolo: Skyfarming, la fattoria verticale
Valutazione: 3.00 / 6 basato su 1 voti.

Skyfarming, la fattoria verticale: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Skyfarming, la fattoria verticale che potrebbero interessarti
L'Orto in Campania

L'Orto in Campania

Giardino - Si chiama L'Orto in Campania un'iniziativa ludico-didattica destinata ai bambini tra i 6 e i 12 anni, iniziata ad aprile, ed in corso di svolgimento
Orto su ruote

Orto su ruote

Orto e terrazzo - Soluzioni originali per il proprio orto ne sono giunte parecchie, questa ci mancava, parliamo spesso di prodotti a km zero, con Truck Farm sembra sia fattibile.
Orto aeroponico in attesa del volo

Orto aeroponico in attesa del volo

Giardino - Orto e aeroporto sembra sia un binomio che va di moda. Poco tempo fa avevamo parlato dello storico aeroporto di Berlino Tempelhof

Made Expo 2011

Arredamento - Inizia oggi, 5 ottobre, MADE expo, la grande manifestazione legata al mondo dell?architettura, del design e dell?edilizia, giunta quest?anno alla

Sovescio nell'orto

Giardino - Per fertilizzare e arricchire di sostanze nutritive tutte naturali il terreno del nostro piccolo orto, possiamo utilizzare la tecnica agricolturale del sovescio.

Citta' ecosostenibile

Progettazione - Sorgera' nei pressi di Shangai la prima citta' completamente ecosostenibile della Cina.

Concimi e ammendanti organici

Giardinaggio - Per ristabilire l'equilibrio ecologico e rendere meno poveri i terreni largamente sfruttati, si può procedere con la somministrazione di concimi organici.

Nutrirsi di Paesaggio a Torino

Giardino - Arriva a Torino il grande evento sulla valorizzazione, la progettazione e la gestione del paesaggio, con incotri di B2B e tavole rotonde.

L'Orto delle Donne

Giardino - L?Orto delle Donne è un?interessante iniziativa promossa dall?associazione di volontariato Donne del Sud, realizzata con il patrocinio dell?Ufficio
REGISTRATI COME UTENTE
295.487 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Agritela nera per pacciamatura larghezza 420 cm
    Agritela nera per pacciamatura...
    3.66
  • Agritela tela intrecciata per pacciamatura larghezza 50
    Agritela tela intrecciata per...
    0.61
  • Agritela nera arrigoni larghezza 210 cm
    Agritela nera arrigoni larghezza...
    2.07
  • Agritela nera tessuta quadrettata larghezza 105 cm
    Agritela nera tessuta quadrettata...
    1.04
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Kone
  • Faidatebook
  • Weber
  • Black & Decker
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.