Scegliere il fertilizzante giusto

NEWS DI Giardinaggio21 Ottobre 2012 ore 10:27
L'uso del fertilizzante è fondamentale per la lo sviluppo e la crescita di piante e prato. Vediamo come scegliere quello giusto tra le varie tipologie esistenti.
fertilizzante , concime , cornunghia , pollina
Tiziana Loprete

La scelta del fertilizzante è senza dubbio uno degli aspetti più importanti da considerare quando si vuole coltivare un giardino domestico oppure far crescere al meglio delle piante nella propria casa.

Attraverso i concimi infatti le piante assumono i nutrienti necessari per uno sviluppo ed una crescita più corretti possibile.

Per poter scegliere correttamente il fertilizzante è quindi fondamentale conoscere sia le caratteristiche delle piante che si andranno a coltivare sia la composizione dei vari concimi.


Classificazione dei fertilizzanti


I fertilizzanti si suddividono in diverse categorie. Innanzitutto si distingue tra concimi chimici, realizzati industrialmente, e concimi organici, ossia di origine biologica.

Esiste poi una terza categoria che riunisce le due precedenti, ovvero quella cosiddetta organominerale.
I concimi chimici sono senza dubbio quelli che meglio si prestano ad una cura mirata della pianta poiché contengono miscele micro e macro nutrienti spesso su misura per le diverse problematiche o le varie tipologie di piante da trattare.
Piantine interrate
Il concime organico, detto anche stallatico, si presenta invece sotto diverse forme.
Può infatti essere costituito da compost, ricavato dal trattamento dei rifiuti umidi, da humus o torba.
Ci sono poi quelli a base di pollina, sostanza che deriva dagli escrementi dei polli, il sangue di bue e la cornunghia, concime molto ricco in azoto e particolarmente indicato per la cura di giardini domestici, orti e piante sempreverdi.
Il problema principale che si presenta nella scelta di un concime organico è purtroppo quello di una scarsa disponibilità di sostanze a fronte di superfici molto ampie o un elevato numero di piante da trattare.

Nel caso di concimi ottenuti industrialmente, questo problema invece non si pone.

Qualunque sia il tipo di concime scelto, un aspetto importantissimo da considerare è poi la composizione in macroelementi, mesoelementi e microelementi.

Si tratta di sostanze fondamentali per lo sviluppo, la crescita e la sopravvivenza della pianta o del tappeto erboso.
Concime granulare
I macroelementi sono dei componenti essenziali per la vita della pianta.
Essi sono l'azoto, il fosforo ed il potassio.
E a seconda del numero di nutrienti di cui è composto il concime, questo può essere definito semplice o complesso. Nell'ambito di quelli complessi, troviamo ad esempio i concimi binari che contengono due macroelementi, o ternari, che li contengono tutti e tre.

Ciascuno dei macroelementi svolge poi una funzione specifica. L'azoto ha ad esempio un ruolo primario nello sviluppo e nella crescita dei boccioli e del fogliame, a cui dona rigogliosità e colori intensi. Il nitrito di calcio, il nitrato di sodio, il solfato ammonico e l'urea sono i principali fertilizzanti ad alto contenuto di azoto.

Il fosforo è di particolarmente importanza nello sviluppo dei fiori e dei frutti delle piante e degli alberi. Concimi cosiddetti fosfatici sono il fosfato di calcio ed il fosfato di ammonio.
Il potassio, infine, consente di intensificare il sapore dei frutti ed il colore dei fiori.
Tra i concimi potassici più diffusi, troviamo senza dubbio i nitrati potassici.
I micro e meso elementi, infine, vanno a completare e a rafforzare il nutrimento della pianta svolto dai macroelementi.
Trattamento del tappeto erboso
I principali mesoelementi sono il Calcio, il Magnesio, lo Zolfo ed il Cloro.
I microelementi sono costituiti invece da Boro, Manganese, Rame, Zinco, Molibdeno, Cobalto e Ferro.

Un'ultima classificazione dei concimi è poi quella effettuata in base alla consistenza, che può essere principalmente liquida o granulare.

Queste due tipologie si differenziano principalmente per la velocità di rilascio delle sostanze contenute. I concimi liquidi infatti rilasciano tutti gli elementi in modo molto più veloce e richiedono quindi un maggior numero di applicazioni nel tempo.
Quelli granulari invece presentano un rilascio molto più lento e rappresentano una forma di concimazione che garantisce una distribuzione uniforme dei nutrienti sia alle piante che al tappeto erboso.


Scelta del fertilizzante


Considerate le caratteristiche principali dei diversi fertilizzanti a disposizione, come scegliere il migliore per il proprio giardino e per le piante che andremo a coltivare?

Fermo restando che la presenza dei tre macroelementi è fondamentale, bisognerà considerare che ogni varietà ha un diverso fabbisogno in grammi di azoto, di fosforo e di potassio.
Per conoscere la quantità di macroelementi da somministrare e quindi per scegliere un fertilizzante che li contenga in modo adeguato, è consigliato ricorrere alla consulenza di un esperto, almeno nella scelta iniziale.
Somministrazione di concime granulare
Per quanto riguarda il tappeto erboso, sono molto importanti anche altri elementi minori come il magnesio ed il ferro.
Da tenere presenti nella scelta del concime sono anche le condizioni di salute oppure le fasi di crescita di piante e prato.

Nel caso di tappeti erbosi in condizioni particolarmente cattive ed in presenza di attacchi di malattie fungine, sarà fondamentale un importante apporto di azoto, da somministrare con un concime in forma liquida, così da accelerare i tempi di ripresa.

Sempre per il prato, lo stesso trattamento è consigliato nella fase di crescita e sviluppo.
Per quanto riguarda invece le piante, se ad esempio sono in piena fioritura oppure se sono proprio i fiori a soffrire, sarà senz'altro utile somministrare prodotti a base soprattutto di fosforo e di potassio.
Concimazione delle piante da fiore
Nel caso in cui sia i tappeti erbosi che le piante siano in salute, è consigliato rispettare la periodicità di concimazione con prodotti preferibilmente in forma granulare che contengano il giusto apporto di nutrienti richiesti dalle varietà da trattare.

Molto più facile è invece la concimazione delle piante domestiche in vaso.
Per queste sono infatti disponibili sul mercato una vasta gamma di fertilizzanti specifici, soprattutto in forma liquida, da applicare facilmente e velocemente seguendo le istruzioni riportate sull'etichetta.

riproduzione riservata
Articolo: Scegliere il fertilizzante
Valutazione: 5.25 / 6 basato su 4 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Scegliere il fertilizzante: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Scegliere il fertilizzante che potrebbero interessarti
Concimi e ammendanti organici

Concimi e ammendanti organici

Per ristabilire l'equilibrio ecologico e rendere meno poveri i terreni largamente sfruttati, si può procedere con la somministrazione di concimi organici.
I concimi organici

I concimi organici

Per rendere più sani i giardini e frutteti, si possono usare concimi naturali e fertilizzanti, in grado di ristabilire la giusta quantità di sostanze nutritive.
Cuoio torrefatto come concime

Cuoio torrefatto come concime

Il cuoio torrefatto è un concime per il giardino e l'orto di tipo organico, che può essere utilizzato al posto della cornunghia, per la sua lenta cessione.
Cornunghia

Cornunghia

La cornunghia è un concime a lenta cessione che si ottiene dalla polverizzazione della farina d'ossa animale e arricchisce il terreno di orto e giardino.
Dipladenia, sempreverde decorativa

Dipladenia, sempreverde decorativa

Pianta rampicante o ricadente molto scenografica, la Dipladenia si adatta benissimo sia in appartamento che all'aperto, con il caldo estivo.
usr REGISTRATI COME UTENTE
290.482 Utenti Registrati
usr
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Tunnel solare VELUX
    Tunnel solare velux...
    408.70
  • Tapparella elettrica e solare VELUX INTEGRA
    Tapparella elettrica e solare...
    435.54
  • Tenda oscurante a rullo VELUX
    Tenda oscurante a rullo velux...
    85.00
  • Tenda alla veneziana VELUX
    Tenda alla veneziana velux...
    95.16
  • Pavimento adesivo senso
    Pavimento adesivo senso...
    48.00
  • Retino con manico telescopico 140 240 cm
    Retino con manico telescopico 140...
    48.92
  • Tavolo vetro temperato
    Tavolo vetro temperato...
    510.00
  • Purificatore aria Jonix Cube
    Purificatore aria jonix cube...
    499.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Inferriate.it
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Weber
  • Kone
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
€ 49 000.00
foto 6 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 500.00
foto 2 geo Roma
Scade il 31 Luglio 2018
€ 59 000.00
foto 4 geo Torino
Scade il 16 Settembre 2018
€ 380.00
foto 6 geo Frosinone
Scade il 31 Dicembre 2018
€ 40.00
foto 1 geo Napoli
Scade il 30 Giugno 2018
€ 68.00
foto 1 geo Milano
Scade il 31 Ottobre 2018
VENDI SUBITO IL TUO USATO DI CASA
Inserisci annuncio
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.