Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Sanatoria catastale e elenco immobili fantasma

NEWS Catasto28 Dicembre 2012 ore 10:44
Il 30 novembre 2012, sulla G. U. n°280, è stato reso noto l'elenco di quei Comuni in cui si sono rilevati immobili esistenti e non denunciati regolarmente al Catasto.
sanatoria catastale , catasto , immobili fantasma , marzo 2013

In questi giorni si è tornati a parlare di sanatoria catastale.

Il 30 novembre 2012, infatti, sulla Gazzetta Ufficiale n°280, è stato reso noto l'elenco di quei Comuni in cui si sono rilevati immobili esistenti sì, ma non denunciati regolarmente al Catasto .

Sanatoria catastale

Nella fattispecie, è stato pubblicato da parte dell'Agenzia del Territorio l'
Elenco dei Comuni interessati dalla seconda fase dell'attività di attribuzione della rendita presunta ai fabbricati non dichiarati in Catasto, ai sensi dell'art. 19, comma 10, del decreto- legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Attività di pubblicazione per la notifica degli esiti.

Con tale pubblicazione, l'Agenzia del Territorio pone termine alla seconda fase di tutte quelle attività necessarie alla regolarizzazione degli immobili, attribuendo, motu proprio, una presunta rendita catastale.


Iter della sanatoria catastale


Le attività ricadenti nella sanatoria catastale sono state introdotte dal D. L. n°78 del 31 maggio 2010, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n°125 del 31 maggio 2010.

In esso si sono stabilite le Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica, misure che si sono potute adottare grazie ad una lunga serie di rilievi aereo-fotogrammetrici, iniziati nel 2007.

Il Decreto Legge è stato emesso con l'intento di far emergere tutti quegli edifici presenti sul territorio, ma mai dichiarati al Catasto, ivi comprese le variazioni edilizie che, se pur autorizzate dall'ente preposto, non hanno trovato seguito nell'aggiornamento dei dati catastali.

Sanatoria catastale

Va comunque chiarito che non si tratta di un condono.

Durante i rilievi che sono stati condotti sul territorio, infatti, si è potuto accertare l'esistenza del bene, valutandone la rispondenza, e/o presenza negli atti catastali, della sola consistenza edilizia.

Al tempo stesso, dai rilievi non si è potuti risalire all'esistenza, o meno, di autorizzazioni o titoli abilitativi, sia urbanistici che edilizi, in base ai quali il bene è stato realizzato.


Termini di adesione alla sanatoria catastale


Gli immobili stanati e, per questo, definiti fantasma, alla luce della pubblicazione di questo elenco, si vedranno applicata una presunta rendita, derivata dalla consistenza emersa durante i rilievi di accertamento.

Il proprietario di un immobile fantasma, qualora si vedesse attribuita una rendita, a suo avviso errata e non rispondente all'effettivo stato dei luoghi, potrà presentare un ricorso alla Commissione Tributaria della Provincia di competenza, entro e non oltre il 30 gennaio 2013.

Si tratta, in definitiva, di operare un ricorso, qualora i valori delle rendite presunte, attribuite agli immobili, non si trovassero in linea con quanto rilevato dalla proprietà.

In questo caso si potrà ricorrere entro 60 giorni dalla data di pubblicazione dell'elenco sulla Gazzetta Ufficiale.

Di fatto, anche in riferimento a quanto stabilito e previsto dal D. L. n°16 del 2 marzo 2012, riguardante Disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento (DL Semplificazioni fiscali), i proprietari degli immobili rientranti in tale elenco, si dovranno attivare per effettuare l'aggiornamento catastale entro 120 giorni dalla pubblicazione degli stessi, in capo alla Gazzetta Ufficiale del 30.11.2012 n°280.

Le attività di aggiornamento catastale, quindi, andranno presentate entro il 30 marzo 2013.

Dal momento che sono stati stanati, i proprietari sono obbligati a procedere con l'aggiornamento degli atti catastali, pena il vedersi quadruplicate le sanzioni amministrative, così come è stabilito dal D.L. n°23 del 14 marzo 2011, avente ad oggetto le Disposizioni in materia di federalismo Fiscale Municipale.

Cosa aspettarsi dalla sanatoria catastale


Sanatoria catastaleIl fatto che si sia passati alla seconda fase di un procedimento iniziato ormai due anni orsono, ci lascia ben sperare.

Dai dati emersi, infatti, risulta che le attività riguardanti la prima fase sono state ultimate nel maggio 2012, riportando ottimi risultati.

Il gettito che si è avuto nelle casse dello Stato è stato valutato in poco più di 470 milioni di euro, di cui buona parte riguardanti il pagamento dell' IMU .

È chiaro che i beni immobili stanati sono tassati in funzione delle loro consistenze catastali e delle relative rendite.

L'Agenzia del Territorio, per arrivare all'attivazione della seconda fase, ha istituito e reso ufficiale, con la manovra per la stabilizzazione finanziaria e la competitività economica, del 2010, l'anagrafe immobiliare integrata.

Si tratta di un servizio, disponibile in 117 Comuni, attraverso il quale è possibile acquisire informazioni catastali e ipotecarie direttamente da due archivi, sino ad allora separati anche nella gestione.

Questo riassetto, di cui la sanatoria catastale è parte integrante, permetterà ai Comuni di avere totale consapevolezza del patrimonio immobiliare presente sul proprio territorio e, al tempo stesso, di disporre di dati catastali allineati e coincidenti con i dati riportati sui registri immobiliari.

riproduzione riservata
Articolo: Sanatoria catastale e immobili fantasma
Valutazione: 4.41 / 6 basato su 17 voti.

Sanatoria catastale e immobili fantasma: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Nicola
    Nicola
    Giovedì 3 Gennaio 2013, alle ore 13:16
    Ho appreso da un conoscente che, l'abitazione di mia madre è presente nell'elenco delle case fantasma per una tettoia che copre l'uscita nell'orto; vorrei sapere:
    1) il comune deve informare mia madre di questa inadempiezza o può poi inviare la richiesta di pagamento e relative sanzioni amministrative;
    2) trattandosi di una tettoia può fare ricorso.
    Grazie
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
REGISTRATI COME UTENTE
307.941 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Weber
  • Internorm
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Ristrutturazione villa
    Ristrutturazione villa...
    89.00
  • Rifacimento coperture Prato e provincia
    Rifacimento coperture prato e...
    50.00
  • Ristrutturazione Appartamento Chiavi in mano
    Ristrutturazione appartamento...
    249.00
  • Ristrutturazione facciata Caserta
    Ristrutturazione facciata caserta...
    90.00
Notizie che trattano Sanatoria catastale e immobili fantasma che potrebbero interessarti


Proroga sanatoria catastale

Catasto - Con l'approvazione di un emendamento al Decreto Milleproroghe viene posticipato al 30 aprile 2011 il termine ultimo per presentare la sanatoria catastale.

Sanatoria catastale

Normative - La manovra finanziaria approvata ieri contiene, tra le altre misure, una nuova forma di condono edilizio.

Scaduta sanatoria catastale

Catasto - Il 30 aprile scorso è scaduto il termine ultimo per presentare la sanatoria catastale e mettere in regola i cosiddetti immobili fantasma.

Case fantasma

Fisco casa - Diffusi i dati dell'Agenzia del Territorio relativi a più di un milioni di immobili completamente sconosciuti al Fisco e per questo ribattezzati: case fantasma.

La riforma del catasto non sarà presente nella Nadef

Catasto - Saltata la riforma del catasto 2020 nella nota di aggiornamento al Documento di Economia e Finanza. Possiamo dire addio alla revisione del sistema catastale.

Immobili non accatastati

Catasto - Scoperti nel corso del 2009 oltre 570.000 immobili non censiti in Catasto.

Visura catastale e ipotecaria

Catasto - Cosa sono e a che cosa servono la visura ipotecaria e quella catastale.

Aggiornamento catastale

Normative - La pubblicazione sulla G.U. del Decreto Legge n. 78 del 31 maggio 2010 ha escluso la possibilita' che le procedure nascondano una sorta di condono mascherato.

Condono per mini abusi

Normative - Allo studio un condono per le piccole irregolarita' edilizie, prima della presentazione della Manovra Finanziaria in Commissione Bilancio.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img antonio.tra
Salve,non riesco ad ottenere una risposta univoca ad un problema che ho trascurato per anni.Ho ricevuto in donazione da mio padre la mia prima casa, da lui regolarmente...
antonio.tra 12 Novembre 2014 ore 12:53 1
Img mauri.rivo
Buongiorno,vorrei perfezionare l'acquisto di un immobile che presenta una difformità catastale risalente al periodo della costruzione avvenuta ad inizio 1900.In particolare...
mauri.rivo 17 Dicembre 2014 ore 15:07 6
Img alex72dipi
Buongiorno a tutti, avrei bisogno di un consiglio.Ho appena acquistato un'abitazione singola.Durante la ristrutturazione, mi sono accorto che l'altezza dei piani abitativi sono...
alex72dipi 06 Agosto 2015 ore 14:20 5
Img nibbio10
Salve a tutti, questo è il mio primo post, contento di essere parte integrante di questa bella famiglia. Una domanda: come sappiamo tutti il catasto non è probatorio...
nibbio10 04 Maggio 2019 ore 16:47 1
Img syrio78/
Salve,come posso fare a sapere se dei parcheggi davanti ad un negozio nel condominio dove ho un appartamento sono condominiali o di proprietà del negozio?Perché nel...
syrio78/ 17 Febbraio 2016 ore 11:28 3