Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

In scadenza il saldo Imu 2021

Come ogni dicembre si avvicina la scadenza del termine prevista per il pagamento del saldo Imu 2021. In vigore importanti esenzioni e riduzioni della seconda rata
- NEWS Fisco casa
imu 2021 , saldo imu , scadenza saldo , imu ed f24

Saldo Imu al tempo del Covid


È ormai prossima la scadenza per il pagamento del saldo IMU per il 2021.

L’emergenza causata dall’epidemia da Covid 19 non ha, infatti, modificato i termini di scadenza imu dicembre.

Come ogni anno, il 16 dicembre i proprietari di immobili sono tenuti a corrispondere il saldo del nuovo tributo, a seguito della abolizione della Tasi, prevista dalla Legge di Bilancio 2020, sulla base delle aliquote stabilite con provvedimento dal MEF.

Saldo Imu 2021
Sul calcolo imu seconda rata hanno effetto una serie di disposizioni emergenziali adottate dal Legislatore per fronteggiare l’emergenza sanitaria che si aggiungono ad altre specifiche esenzioni previste per talune categorie di soggetti.

Non si tratta di esenzioni generalizzate, ma di esoneri ad hoc previste dagli ultimi Governi, per fornire un supporto economico ai contribuenti e lavoratori colpiti dalla crisi economica in atto e da altri eventi calamitosi.


Chi paga IMU seconda rata?


Come noto, sono tenuti a versare il saldo dell’IMU i soggetti che possiedono fabbricati, esclusa l’abitazione principale, aree fabbricabili e terreni agricoli, che siano proprietari dell’immobile, o titolari di un diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie e il locatario per gli immobili, anche da costruire o in corso di costruzione, concessi in locazione finanziaria.

È altresì tenuto al versamento dell’imposta anche il genitore assegnatario della casa familiare sulla base di un provvedimento del giudice.

Giova ricordare che sconta il pagamento dell’imu 2021 anche l’immobile adibito ad abitazione principale classificato nelle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in ville) e A/9 (castelli e palazzi di eminente pregio storico e artistico).


Esenzioni saldo IMU 2021


Come rilevato, in sede di imu seconda rata, occorre tenere presente le diverse esenzioni previste dalla normativa emergenziale per determinate categorie di soggetti maggiormente colpite da chiusure o altri eventi legati alla situazione pandemica.

Esenzione saldo imu
Oltre alla esenzione dal pagamento dell’imposta per gli anni 2021 2022, per gli immobili rientranti nella categoria catastale D/3 (destinati a spettacoli cinematografici, teatri e sale per concerti e spettacoli, a condizione che i relativi proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate), disposta dal Decreto di Agosto (art. 78, comma 3, D.L. n. 104/2020), ci sono altre significative esenzioni previste per alcune categorie di immobili siti in determinate zone del nostro Paese.

Esenzione imu saldo per gli immobili abitativi con sfratto per morosità


Il Decreto Sostegni bis (art. 4-ter, D.L. n. 73/2021) ha riconosciuto l’esenzione dal pagamento imu 2021 per l’anno 2021 a favore delle persone fisiche che possiedono un immobile, concesso in locazione a uso abitativo, che abbiano ottenuto in proprio favore l'emissione di una convalida di sfratto per morosità entro il 28 febbraio 2020, sospesa sino al 30 giugno 2021 o successivamente al 28 febbraio 2020, la cui sospensione è stata sospesa fino al 30 settembre 2021 o fino al 31 dicembre 2021.

Esenzioni saldo Imu per immobili siti in zone colpite da eventi sismici


Oltre alle esenzioni previste specificamente per dare ossigeno a categorie di lavoratori colpiti duramente dalla pandemia, vi sono specifici esoneri a carattere straordinario che riguardano i proprietari di immobili, quelli colpiti da terremoti.

Con la Legge di Bilancio 2020 (L. 27 dicembre 2019, n. 160) il Governo ha stabilito l’esenzione dal versamento dell’IMU 2021 per tutti i proprietari e titolari di altri diritti reali di immobili siti in comuni appartenenti alle regioni Veneto e Lombardia duramente colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio 2012, nonché per le unità immobiliari situate nella regione Emilia-Romagna interessate dalla proroga dello stato di emergenza.

Saldo Imu esenzioni
Stessa esenzione per i proprietari di unità immobiliari distrutte o danneggiate dal terremoto del 24 agosto 2016 che ha colpito le regioni del centro Italia, e per i titolari di medesimi immobili siti nell’isola di Ischia in ragione del sisma del 21 agosto 2017.

Per tali soggetti è prevista l’esenzione dal pagamento della seconda rata IMU.

Riduzione imu 2021 per pensionati


Altra significativa esenzione è prevista per i pensionati non residenti nel territorio dello Stato.

L’art. 1, comma 48, Legge di Bilancio 2021 ha previsto che, a partire dal periodo di imposta 2021, l’IMU è dovuta nella misura ridotta del 50%, per soggetti pensionati non residenti in Italia che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con il nostro Paese, residenti all’estero, con riferimento a una sola unità immobiliare a uso abitativo, non locata o data in comodato d'uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto.


Come si versa il saldo IMU 2021?


Per tutti gli altri soggetti non interessati dalle principali esenzioni in precedenza previste, entro il 16 dicembre, come rilevato, scade il termine per il versamento del Saldo Imu 2021.

Come avviene da ormai diversi anni, si può scegliere di pagare l’imposta a mezzo modello F24, con bollettino di c/c postale o mediante la piattaforma PagoPa.

In caso di compensazione del debito Imu con un credito maturato con altro tributo (a esempio Irpef), occorre provvedere al pagamento con modello F24.



In linea generale, in caso di versamento a mezzo F24, è necessario procedere alla compilazione l’apposito campo, relativo al codice del comune di ubicazione degli immobili. Occorre, inoltre inserire il numero di immobili per i quali si procede al pagamento, il codice tributo, l’anno di riferimento e l’importo da versare.

È importante, inoltre, ricordarsi di barrare la casella Saldo Imu.

Nelle ipotesi in cui si intenda compensare il debito Imu, è obbligatorio riportare il credito da compensare.

riproduzione riservata
Articolo: Saldo Imu
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 4 voti.

Saldo Imu: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
335.397 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Saldo Imu che potrebbero interessarti


Scadenza Imu 2020: prorogato il conguaglio a febbraio 2021

Fisco casa - Prorogato al 28 febbraio 2021 il termine per effettuare il pagamento del conguaglio dell'Imu, l'imposta sulla casa. Ferma la data per la seconda rata al 16 dicembre

IMU e TASI 2018 scadenza al 17 dicembre

Fisco casa - È ormai vicina la scadenza per il versamento della seconda rata dell'IMU e della TASI. Quando i contribuenti dovranno effettuare il saldo e modalità di calcolo.

Quali sono le scadenze per Imu e Tasi 2018?

Fisco casa - Si avvicinano gli appuntamenti con il Fisco per quanto concerne l'Imu e la Tasi 2018. Vediamo quando devono essere pagate le imposte sulla casa: acconto e saldo

Tasi 2017: scadenza e modalità di pagamento della seconda rata

Fisco casa - Si avvicina l'appuntamento annuale con le imposte sulla casa: fissata al 18 dicembre la scadenza della seconda rata della Tasi, la tassa su servizi indivisibili

Scadenza Imu: previsto il pagamento entro il 18 dicembre 2017

Fisco casa - Il 18 dicembre è la data prevista per il pagamento della seconda rata dell'Imu, l'imposta municipale unica sugli immobili; quali sono le modalità di pagamento?

Aliquote TASI 2015

Fisco casa - Prossima la scadenza per il pagamento del saldo della TASI per il 2015. Quali sono le aliquote da applicare nei vari comuni? Ecco le indicazioni per non sbagliare

Cedolare secca: quali sono le ultime novità?

Affittare casa - La Legge di Bilancio 2021 ha introdotto diverse novità che mirano a limitare l'accesso al regime della cedolare secca e a ridefinire modalità e termini di versamento

Scadenze Imu 2020: per chi slitta al 2021?

Fisco casa - Si avvicina la scadenza del 16 dicembre prevista per il pagamento della seconda rata dell’Imu. Vediamo quali sono le novità di quest’anno per la tassa sulla casa

TARI: le scadenze per il pagamento della tassa rifiuti

Fisco casa - Cambiano da comune a comune le scadenze di pagamento per la TARI del 2015, la tassa sui rifiuti che dal 1 gennaio 2014 ha sostituito TARSU, TARES, TIA1 E TIA2.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img doctorwho
Sto ristrutturando una casa appena acquistata. Se il PRECEDENTE proprietario non fosse in regola con i pagamenti IMU posso perdere la detrazione?...
doctorwho 02 Febbraio 2016 ore 11:55 1