Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Come coltivare il rododendro in terra o in vaso

NEWS Piante11 Giugno 2019 ore 13:20
Scopriamo come si presenta il rododendro, arbusto fiorito molto spettacolare e colorato con fioritura ripetuta, adatto alla coltivazione in terra come nel vaso.

Caratteristiche del rododendro


Spesso proprio tra la stagione primaverile e quella estiva, camminando all'aria aperta, veniamo attratti dal profumo e dalla bellezza dei fiori al massimo del loro splendore.

Così, anche per caso, ci viene voglia di prendere spunto e decorare i nostri spazi all'aperto dedicandoci al giardinaggio, che si tratti del giardino come dei balconi di casa.
Le piante fiorite sono infatti molto decorative e ornamentali, portano colore e allegria in campagna come in città. Sono in effetti un vero toccasana per l'anima!

Non resta che capire su quali piante possiamo puntare in base al tipo di spazio verde che abbiamo a disposizione, all'esposizione al sole e al tipo di accortezze che la crescita rigogliosa e in salute delle piante necessita.


Il rododendro

Il rododendro

Il rododendro
Fioritura rododendro

Fioritura rododendro

Fioritura rododendro
Rododendro fiorito

Rododendro fiorito

Rododendro fiorito
Azalea e rododendro

Azalea e rododendro

Azalea e rododendro
Cura rododendro

Cura rododendro

Cura rododendro

Soffermiamoci sulle caratteristiche e le qualità del rododendro, una pianta comune, dalle origini molto antiche e proveniente dall'Oriente e dal Nord America. Questa è molto apprezzata per la bellezza della fioritura anche molto prolungata, da dicembre a settembre, ma gli ibridi si limitano a sbocciare da primavera ed estate.

Rododendro rosso
I fiori di rododendro sono considerati fragili e delicati, ma sono splendidi e creano una vera e propria chiazza colorata in differenti nuance in base al tipo scelto. I fiori hanno forma di piccolo imbuto con petali che possono essere lisci o ondulati. La fioritura è molto abbondante, specie in primavera.


Coltivazione e cura del rododendro


Il rododendro in natura si presenta come una pianta appartenente alla famiglia delle Ericacee ed è un arbusto che si caratterizza per i suoi fiori. Spesso si può fare confusione tra rododendro e azalea e capiremo il perché e come distinguerle. Le due piante, appartenenti alla medesima famiglia, si differenziano per una questione di dimensione e numeri: infatti, le azalee e i rododendri hanno un differente numero di stami.

Il rododendro è un arbusto sempreverde adatto alla coltivazione nella terra, spesso ha dimensioni da medie e grandi e gli stami sono 8 o 10, non meno, come accade per le azalee ci sono piante più piccole e a foglia caduca. L'arbusto di rododendro, quando viene coltivato nella sua pozione ideale, direttamente nella terra e all'esposizione richiesta, cresce molto e può raggiungere diversi metri di altezza. Il terreno più indicato alla coltivazione della pianta rododendro ha un ph acido, quattro o al massimo cinque ed è povero di calcio.

Il rododendro crea dei meravigliosi cespugli
L'innaffiatura della pianta deve essere abbondante e non creare ristagni.
L'ambiente deve essere umido e fresco mentre l'esposizione perfetta e da manuale è in ombra. soltanto ad altezze elevate, come in montagna vista l'altitudine, la pianta cresce meglio se esposta a diretto contatto con il sole visto che comunque non sarà mai troppo caldo.

La fioritura è ripetuta, avviene più volte nell'arco dell'anno e può avere colore bianco, rosa, giallo, lilla oppure di un rosso intenso. L'arbusto rododendro si presta ad essere esposto in una posizione riparata dal sole, anche sotto ad alberi. La pianta fatica a vivere al contrario se esposta in pieno sole e innaffiata di rado. La pianta può anche essere coltivata in vaso: in questo caso crescerà in maniera inferiore rispetto alla messa a dimora in piena terra, ma diventare in ogni caso una soluzione adatta a portare verde e colore anche in verande, terrazzi, balconi.

Per far crescere al meglio e rigogliosa la vostra pianta di rododendro è importante conoscere anche quali sono le malattie e i parassiti che più comunemente possono colpirla.

Foglie e fiori infatti danno il segnalare dello stato di salute del vegetale: quando questi diventano secchi e scuri, tendenti al marrone, allora è meglio spostare la pianta se in vaso in una zona più ombreggiante visto che così la pianta è in sofferenza e rischia di seccare e morire.

Rododendro  giallo
Anche l'eccessiva irrigazione è percepibile se vediamo che i fiori muoiono prima di sbocciare del tutto. In questo caso possiamo salvare la pianta smettendo di irrigarla per un pò prima di sospendere, come da indicazione adatta a questa pianta specifica.

Se le foglie si riempiono di mini ragnatele e ingialliscono allora questo è sintomo dell'attacco da parte del ragnetto rosso, un acaro infestante che spesso colpisce piante decorative ma anche ortaggi. Questo si ciba delle sostanze nutritive della pianta, specie clorofilla e pigmenti.

Per eliminare il ragnetto rosso si può ricorrere a insetticida appositi, ma anche in maniera naturale ci sono trucchi che ne aiutano la scomparsa. Odiando l'acqua si può tentare di sconfiggerlo vaporizzando abbondantemente le foglie colpite.


Coltivazione del Rhododendron in vaso


Chi vuole far crescere il rododendro in vaso può informarsi presso il proprio vivaista di fiducia che non avrà difficoltà a consigliare le specie più adatte allo scopo.

La terra nel vaso deve rimanere sempre umida, ma attenzione che non si formino ristagni idrici.

Le altre buone regole in merito alle abitudini di innaffiatura ed esposizione sono le stesse già elencate e valide per l'arbustro che cresce direttamente nella terra.

L'acqua va aggiunta nel terriccio e spruzzata anche su foglie e fiori: la nebulizzazione è indicata per inumidire la vegetazione in maniera costante e delicata.

Rododendro in vaso
Come accade per le altre piante da esterno come da appartamento, ogni pianta va rinvasata quando si capisce che le sue radici stanno ormai a fatica nel vaso. Per continuare a far crescere la pianta bisogna fornirgli il suo spazio vitale, spostandola in un vaso un pò più grande e spazioso. La pianta può anche essere aiutata con la concimazione: meglio optare per un concime liquido.


Rododendro e azalea: quali le differenze?


Concludiamo cercando di chiarire un dubbio che si presenta già al primo sguardo.
Infatti, ammirando la fioritura del rododendro, sorge il dubbio che ci si trovi davanti a una grande azalea.

Azalea: pianta simile al rododendro
Tra le due piante, molto simili, ci sono però alcune differenze: le dimensioni, maggiori nel caso del rododendro e inferiori per l'azalea spesso più adatta alla coltivazione in vaso, la perdita delle foglie che nelle azalee avviene nei mesi invernali e soprattutto il numero degli stami, inferiore per le azalee.

riproduzione riservata
Articolo: Rododendro coltivazione
Valutazione: 5.43 / 6 basato su 14 voti.

Rododendro coltivazione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
308.027 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Faidatebook
  • Marazzi
Quanto costa, dove lo trovo? Sei un Azienda ? Pubblica i tuoi Prezzi Quì !
  • Compo concime per azalee e rododendri camelie
    Compo concime per azalee e...
    5.10
  • Compo concime granulare per rododendri 1 kg
    Compo concime granulare per...
    6.76
  • Compo sana terriccio per azalee e rododendri
    Compo sana terriccio per azalee e...
    4.99
  • Maggiorana gentile marietta
    Maggiorana gentile marietta...
    2.20
Notizie che trattano Rododendro coltivazione che potrebbero interessarti


Piante acidofile: Camelie, Rododendri e Azalee

Piante - Arriva la primavera e arriva la fioritura di ca­melie, rododendri e azalee che può protrarsi fino ad estate inoltrata, con manifestazioni intense di profumi.

Azalea: cure e trucchi per coltivarla

Piante - L'azalea è un fiore molto popolare, che può essere coltivato in esterni ma può anche stare in appartamento. Produce fiori molto colorati e davvero decorativi!

Piante invernali che resistono al freddo: quali sono e come coltivarle

Giardinaggio - Sono tanti i fiori e le piante invernali che non temono il freddo e sbocciano anche con le basse temperature. Ecco le piante più belle da coltivare di inverno.

Piante che purificano gli ambienti

Arredamento - Sapevate che alcune piante da interni contengono degli enzimi che contribuiscono a neutralizzare le sostanze organiche volatili presenti in ambiente? Ecco le più note.

Glossario Giardinaggio: Terreno

Giardinaggio - L'utilizzo della corretta terminologia permette di svolgere con maggiore consapevolezza l'attività di giardinaggio, seguono i termini più comuni relativi al terreno.

Piante all'ombra

Giardino - Ci sono piante che non sopportano l'esposizione diretta ai raggi del sole, sia in estate che in inverno, soprattutto le piante coltivate in ambienti caldi e asciutti.

Fiori di Stagione

Giardino - La scelta delle specie vegetali adeguate e l'impiego di prodotti adeguati e delle cure giuste permettono di avere fiori sempre belli in ogni periodo dell'anno

Come curare i gerani

Giardinaggio - Il geranio è una pianta ornamentale diffusissima su tutti i balconi ed i terrazzi, perché è facile da coltivare e garantisce una splendida e ricca fioritura.

Rampicanti da balcone

Giardino - Dalle fioriture ricche o dal fogliame rigoglioso,le piante rampicanti sono da sempre un ornamento capace di decorare ed abbellire come un giardino qualsiasi balcone.