Bonus ristrutturazioni per il condominio minimo: i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali04 Maggio 2018 ore 09:39
Possibile per i condomini di un condominio minimo portare in detrazione le spese per lavori di ristrutturazione su parti comuni. Cosa dice l'Agenzia delle Entrate

Condominio minimo: detrazioni fiscali in caso di lavori di ristrutturazione


Quali sono le modalità con le quali un condominio minimo può fruire delle agevolazioni fiscali spettanti per i lavori di ristrutturazione effettuati?
Ecco le regole e i chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate in merito a codice fiscale e bonifici qualora gli interventi siano eseguiti sulle parti comuni di un condominio minimo che sia privo di codice fiscale.

L’Agenzia delle Entrate ha fornito dei chiarimenti ad un contribuente che chiedeva spiegazioni in merito alle modalità per portare in detrazione irpef le spese sostenute per interventi di recupero del patrimonio edilizio eseguiti all’interno di un condominio minimo.

Detrazioni fiscali condominio minimo
Vediamo innanzitutto cosa si intenda per condominio minimo. Si definisce condominio minimo un edificio che abbia un numero di condòmini non superiore a otto. Non vi è obbligo di nominare un amministratore di stabile né di disporre di un codice fiscale.
Con la circolare 11/E del 21 maggio 2014 è stato ricordato che in presenza di un condominio minimo, risulteranno comunque applicabili le norme del codice civile in materia di condominio, a eccezione degli articoli 1129 e 1138, che riguardano la nomina dell’amministratore e il regolamento di condominio, che deve essere redatto qualora vi siano più di 10 condòmini.

In riferimento alle modalità di fruizione della detrazione fiscale, l'Agenzia delle Entrate spiega che ciascun condòmino, per beneficiare della detrazione d'imposta in riferimento alla parte di sua spettanza, potrà inserire nella propria dichiarazione dei redditi il codice fiscale del condòmino che mediante bonifico ha effettuato il pagamento dei lavori posti in essere.
Qualora ciascun condòmino abbia eseguito il pagamento dei lavori per la propria quota, dovrà indicare il proprio codice fiscale.

Importante ricordare che in fase di controlli da parte del Fisco, ciascun contribuente dovrà dare dimostrazione del fatto che il lavoro è stato eseguito su parti comuni dell’edificio. Qualora ai fini della dichiarazione dei redditi ci si avvalga della prestazione di un Caf o di un intermediario abilitato, si dovrà fornire un’autocertificazione relativa alla tipologia dei interventi effettuati e che riporti i dati catastali delle unità immobiliari costituenti il condominio.
Si dovrà inoltre fornire la documentazione necessaria per comprovare il diritto all'ottenimento dei benefici fiscali.

riproduzione riservata
Articolo: Ristrutturazioni e condominio minimo: le detrazioni fiscali secondo l'Agenzia delle Entrate
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 3 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Ristrutturazioni e condominio minimo: le detrazioni fiscali secondo l'Agenzia delle Entrate: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Ristrutturazioni e condominio minimo: le detrazioni fiscali secondo l'Agenzia delle Entrate che potrebbero interessarti
Il Sismabonus spetta anche a chi demolisce e ricostruisce casa

Il Sismabonus spetta anche a chi demolisce e ricostruisce casa

Potranno fruire del Sismabonus anche i contribuenti che demoliscono e ricostruiscono l'abitazione. Ecco i chiarimenti forniti in merito dall'Agenzia delle Entrate...
Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.
Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Bonus ristrutturazioni 2018: online la guida dell'Agenzia delle Entrate

Pubblicata online la guida con la quale l'Agenzia delle Entrate spiega tutte le novità relative al bonus ristrutturazioni 2018. Chi può beneficiarne e molto altro...
Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Sismabonus anche per società e per immobili in locazione

Sismabonus: previsto anche a favore delle società che danno in affitto immobili sui quali sono stati effettuati interventi antisismici. Ecco cosa dice il Fisco.
Detrazione fiscale per la ristrutturazione dei condomini minimi

Detrazione fiscale per la ristrutturazione dei condomini minimi

Nella risoluzione n. 74/E l'Agenzia delle Entrate chiarisce che nel caso di condomini minimi, per fruire della detrazione per ristrutturazione occorre il codice fiscale.
Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.