Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Risintonizzazione dei canali TV e incentivi per l'acquisto di decoder e nuovo televisore

Da gennaio bisogna risintonizzare i canali TV, mentre il Mise ha rifinanziato gli incentivi per comprare tv e decoder compatibili con il nuovo standard Dvb-T2n.
- TV ed elettronica
Barra Progettazione Online

Per continuare a vedere la tv bisogna risintonizzare i canali e adeguarsi al nuovo standard Dvb-T2n


Per poter continuare a guardare i programmi televisivi è necessario risintonizzare i canali Tv.
Da gennaio 2022 il processo interesserà alcune Regioni del Nord Italia e poi, via via, tutte le altre. Entro la fine del 2022 dovrà essere completato in tutto il Paese.

I motivi della risintonizzazione del TV e gli incentivi per il cambio dei nuovi televisori


La causa è il passaggio di frequenze dai broadcaster alle telco, chiamate a utilizzarle per il 5G.
Sulla base di un obbligo europeo, gli operatori TV devono cedere la banda 700 MHz ai gestori di telefonia (refarming). Il passaggio al DVB-T2 è necessario poiché dovrà consentire alle emittenti TV di continuare a trasmettere la stessa quantità di canali, per passare a quello di seconda generazione (Dvb-T2). Pertanto, sarà necessario avere televisori adeguati o decoder ad hoc.

Risintonizzazione dei canali tv
Proprio per questo motivo, il Mise ha introdotto degli incentivi per il cambio dei televisori.

Dall'8 marzo 2022, infatti, le emittenti televisive nazionali dismetteranno la codifica di trasmissione Mpeg-2 e attiveranno in tutto il Paese la codifica Mpeg-4, sullo standard tecnologico DVBT.

Fino al 31 dicembre 2022, comunque, le emittenti televisive nazionali continueranno a trasmettere simultaneamente con entrambe le codifiche. Poi, dal 1° gennaio 2023, il Dvb-T2 sarà l'unico standard.

Con la Legge di Bilancio 2022, sono stati rifinanziati altri 68 milioni di euro per incentivare il cambio del televisore o l'acquisto di un decoder. Inoltre, sono considerati rottamabili gli apparecchi acquistati prima del 22 dicembre 2018.

In pratica, il bonus corrisponde a uno sconto del 20% (fino a un massimo di 100,00 euro) sul prezzo finale di acquisto del nuovo televisore (Iva compresa). Non ci sono limiti di reddito. Nel caso di rottamazione di un televisore ante 22 dicembre 2018, questa va comunicata con apposito modulo sul sito del Mise.

Come capire se l'apparecchio va sostituito


Per il passaggio da Mpeg-2 a Mpeg-4, occorre verificare se il televisore ci consente di vedere almeno uno dei canali attualmente già disponibili in Hd, come Canale 501 per Raiuno Hd, 505 per Canale 5 Hd e 507 per LA7 Hd.

Per capire invece se il televisore sarà in grado di funzionare con l'arrivo dell'upgrade tecnologico, la prova andrà fatta sui canali 100 e 200, verificando che compaia la scritta “Test Hevc Main10”.

Nessun problema per coloro che attualmente utilizzano i decoder Timbox di Timvision o Sky Q o tivùsat.

riproduzione riservata
Risintonizzazione dei canali tv
Valutazione: 5.86 / 6 basato su 7 voti.

Risintonizzazione dei canali tv: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img utrecht1
Buongiorno,nella parete del soggiorno ho fatto predisporre una colonna in cartongesso ( 1mt lunghezza x 65cm di profondità circa) dove incassare in basso l'inserto a pellet...
utrecht1 09 Marzo 2016 ore 23:30 1