Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

I vantaggi di un riscaldamento a pavimento privo di massetto

La posa a secco è una soluzione rapida ed economica per chi deve installare un riscaldamento a pavimento e non ha la possibilità di realizzare un massetto.
14 Febbraio 2015 ore 14:27 - NEWS Impianti di riscaldamento

Cosa significa costruire a secco


La costruzione a secco è un antico metodo ripreso recentemente nell'edilizia moderna perché veloce, economico e a basso impatto ambientale.

Questa tecnica rivoluziona il modo di concepire l'azione stessa del costruire e prevede il semplice assemblaggio di pezzi che compongono una costruzione o un impianto mediante incastri o fissaggi con chiodi e bulloni, senza l'utilizzo di malte o collanti.

L'arte del costruire a secco inoltre, si avvale dell'utilizzo di elementi prefabbricati come lastre, pannelli, tubazioni, che sono stati preventivamente certificati in azienda, quindi offrono garanzie maggiori durante la fase di assemblaggio sul posto, che avviene seguendo le regole dei giunti degli incavi e rispettando le perfette geometrie degli elementi.

riscaldamento a secco di UponorQuesta tipologia costruttiva comporta numerosi vantaggi:
- garantisce una maggiore resistenza ai terremoti e ai movimenti sismici;
- collabora nell'isolamento acustico contenendo i rumori;
- conduce a consumi energetici a bilancio zero;- rende la casa antiallergica e priva di muffe e batteri, rendendo l'ambiente salubre;
- assicura tempi di realizzazione contenuti che si sviluppano nell'arco di circa 5/6 mesi.

Questa tecnologia così rapida ed efficiente non è applicabile esclusivamente all'elemento casa prefabbricata o costruita a secco nel suo complesso ma la si può ritrovare anche nella realizzazione di singoli elementi costruttivi o negli impianti, come nel caso specifico del riscaldamento a pavimento.


Riscaldamento a pavimento a secco


Quando si parla di riscaldamento a secco s'intende la posa e l'installazione di un riscaldamento a pavimento senza l'utilizzo di materiali come CLS, granuli argilla, anidride. La posa degli elementi del Sistema EPS, polistirolo espanso, avviene a secco con lastre integrate in alluminio come conduttore termico.


Tra le azienda produttrici di sistemi di riscaldamento a pavimento a secco, c'è la Thermisto che propone un impianto a reazione veloce, ciò significa che il suo funzionamento si basa sull'uso di basse temperature con un notevole risparmio energetico garantendo una situazione di comfort all'interno dell'ambiente riscaldato.

Installare un sistema di questo tipo comporta un risparmio di energia fino al 18% in più rispetto ai sistemi tradizionali in CLS.

Poi si tratta di un sistema regolabile, che reagisce velocemente alle influenze esterne, come l'irraggiamento solare o l'aumento del numero di persone negli ambienti.

Nel riscaldamento a pavimento in CLS questa variabile non è considerata, perché il massetto in CLS richiede molto tempo per riscaldarsi e di conseguenza si raffredda lentamente.

riscaldamento a secco di ThemistoInfatti, il riscaldamento a pavimento classico, anche se spento, continua a dare calore, perfino quando aumenta il numero di persone in un ambiente o l'irradiazione del sole è forte.
Si creano quindi situazioni in cui una stanza diventa troppo calda e si tende ad aprire la finestra disperdendo energia.
Il sistema a secco, invece, non ha una massa termica come il CLS e quindi si raffredda e si riscalda altrettanto rapidamente.
Per questo motivo porta a un conseguente risparmio di energia.

A differenza delle altre aziende che utilizzano materiali di origine sintetica come ad esempio pannelli in polistirolo la Thermisto propone anche il sistema ECO, costituito da pannelli in fibra di legno riciclati che presentano delle lastre radianti integrate di alluminio; queste lastre, proprio perché la posa in opera è a secco, sono sagomate con canali a forma di Omega per permettere il fissaggio del tubo dell' impianto di riscaldamento .

riscaldamento a secco di ThemistoIl Sistema ECO offre, oltre al materiale ecologico, vantaggi efficienti per quanto riguarda l'anticalpestio, rispettando così i nuovi regolamenti edilizi per le norme del controllo acustico.

Lo spessore di tutto l'impianto è di soli 3 cm.
Non essendoci la necessità d'installare un massetto in CLS, si evita il tempo di asciugatura dello stesso, che può anche durare fino a 6 settimane.

In questo impianto gli elementi in fibra di legno resistenti a carichi, con lastre radianti integrate di alluminio, sono in grado di distribuire omogeneamente la temperatura.

Sempre nell'ambito delle costruzioni a secco il sistema Uponor Siccus, proposto dall'azienda Uponor costituisce una soluzione ottimale per gli interventi di ristrutturazione degli impianti negli edifici civili.

riscaldamento a secco di UponorAnche in questo caso la posa è particolarmente semplice e veloce.

Uponor Siccus può essere installato anche direttamente sopra le pavimentazioni esistenti.

Ha un ingombro minimo di 50 mm più il rivestimento, la costruzione è molto leggera e ha una veloce risposta alla regolazione della temperatura per ogni zona.

Lo spessore del pannello in EPS è 25 mm; ogni modulo è di 75 mm con un interasse minimo di 150 mm e prevede l'istallazione di un sistema a serpentina.
L'impianto, inoltre, prevede la presenza di lamelle in alluminio conduttrici di calore, al fine di rendere la distribuzione omogenea su tutta la superficie.

riscaldamento a secco di Uponor

Installare un impianto di questo tipo risolve molti problemi sopratutto in fase di ristrutturazione e garantisce un ottimo risultato prestazionale, considerando anche la rapidità d'installazione e l'economicità nell'utilizzo.

riproduzione riservata
Articolo: Riscaldamento a pavimento con posa a secco
Valutazione: 3.79 / 6 basato su 96 voti.

Riscaldamento a pavimento con posa a secco: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Ing.montesano
    Ing.montesano
    Lunedì 26 Agosto 2019, alle ore 14:01
    È doveroso fare un chiarimento altrimenti si creano equivoci.L'articolo parla di posa a secco dell'impianto di riscaldamento a pavimento. L'impianto di riscaldamento a pavimento  può essere realizzato in due modi: 1) con le tubazioni annegate nel massetto di cls ; 2) a secco, con le tubazioni incastrate in elementi tipo pannelli come appunto indicato nell'articolo. Il massetto di allettamento della pavimentazione e' bel altra cosa.Infatti una volta creato l'impianto di riscaldamento a pavimento  a secco si può decidere di continuare con la costruzione a secco, utilizzando pavimenti che prevedono un sistema d'installazione ad incastro come accade per alcuni tipi di parquet ( in questo caso non si adopera alcun tipo di collante essendo anche la posa del pavimento a secco) , oppure si può scegliere di posare in opera un qualsiasi pavimento realizzando quindi un sottile massetto di allettamento, che ha la funzione di regolarizzare la superficie su cui poi andrà posato in opera il pavimento con il relativo collante. 
    rispondi al commento
  • Ing.montesano
    Ing.montesano
    Lunedì 26 Agosto 2019, alle ore 11:50
    Tecnicamente è necessatio prima di qualsiasi pavimentazione un minimo di massetto di allettamento, non si può incollare il pavimento diretammente sui pannelli.
    rispondi al commento
    • Lobby1
      Lobby1 Ing.montesano
      Lunedì 26 Agosto 2019, alle ore 13:28
      Ma quanto dice lei mi sembra contraddire quanto riportato nell'articolo; con il massetto si perderebbero i vantaggi legati all'uso dei pannelli, ovvero la riduzione dello spessore necessario per la posa del pavimento e la velocità con cui si raffredda e riscalda lo stesso. 
      rispondi al commento
  • Ing.montesano
    Ing.montesano
    Lunedì 26 Agosto 2019, alle ore 11:07
    Le consiglio di consultare questa discussione presente sul nostro forum che riguarda l'argomento https://forum.lavorincasa.it/edilizio/info-colla-e-fughe-piastrelle-su-riscaldamento-a-pavimento-37434.html
    rispondi al commento
    • Lobby1
      Lobby1 Ing.montesano
      Lunedì 26 Agosto 2019, alle ore 11:41
      Grazie della risposta. purtroppo la discussione indicata verte sul collante da usare in caso di massetto (che è un caso già affrontato in passato e che non mi crea problemi). il caso in questione è diverso non essendoci massetto, dovendo incollare il pavimento direttamente sui pannelli 
      rispondi al commento
  • Lobby1
    Lobby1
    Sabato 24 Agosto 2019, alle ore 10:57
    Devo posare il pavimento sul pannello radiante a secco, quale collante tra l'alluminio del pannello e il gres porcellanato?
    rispondi al commento
  • Ferdinando2
    Ferdinando2
    Mercoledì 31 Luglio 2019, alle ore 11:45
    Vorrei sapere se è possibile posare il parquet su un sistema di riscaldamento a pavimento con posa a secco.
    rispondi al commento
  • Ing.montesano
    Ing.montesano
    Martedì 19 Gennaio 2016, alle ore 10:38
    Buongiorno, questa tipologia di riscaldamento può essere posata in opera anche su un pavimento esistente, dovrai solo fare delle verifiche con le porte regolandole . Per quanto riguarda lo spessore, è variabile in funzione della tecnologia che utilizzi se scegli il pannello in polistirolo o altro. Ma questa info la puoi reperire sui siti delle aziende richiamati nell'articolo. Buon lavoro
    rispondi al commento
  • Francescomantovanelli
    Francescomantovanelli
    Martedì 19 Gennaio 2016, alle ore 10:04
    Articolo molto interessante. Ho un riscaldamento classico con termosifoni in ghisa. Visto che mia moglie voleva cambiare il pavimento rimuovendo le vecchie piastrelle mi chiedevo se potevo sfruttare l'occasione di cambiare sistema di riscaldamento. Ci sarebbe bisogno di abbassare il massetto attuale di qualche cm o va direttamente sopra? sopra il pannello va fatta una gettata di cemento? Quale sarà lo spessore risultante? grazie
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.136 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Riscaldamento a pavimento con posa a secco che potrebbero interessarti


Pavimenti radianti ribassati

Impianti - Il nuovo sistema di riscaldamento radiante a pavimento permette un piu' ampio utilizzo rispetto ai tradizionali impianti.

Sistemi edilizi in gesso e cellulosa

Ristrutturazione - Oggigiorno il mondo delle costruzioni richiede alle industrie del settore la produzione di componenti per l?edilizia che abbiano una buona resistenza

Pavimenti modulari

Pavimenti e rivestimenti - I pavimenti modulari a incastro rappresentano una svolta nel mondo dei rivestimenti, bastano poche semplici mosse e un click per avere un pavimento pronto all'uso!

Guasti e ripristino del pavimento

Ristrutturazione - Il pavimento flottante e' una soluzione economica e gradevole per rinnovare il pavimento di una stanza in seguito alla compromissione di alcune piastrelle.

Detrazioni 55% su pompe di calore VRV

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Fino al 31.12.2012 è possibile avvalersi delle detrazioni fiscali del 55% per le pompe di calore ad alte prestazioni, ma non esistono riferimenti per i sistemi VRV.

La posa dei parquet sui massetti radianti

Pavimenti e rivestimenti - In presenza di riscaldamento a pavimento cosa cambia quando il pavimento è costituito non da materiali convenzionali come ceramiche o marmo ma da parquet in legno?

Guida ai sistemi di posa a secco per pavimenti

Pavimenti e rivestimenti - In fase di ristrutturazione dell'abitazione il sistema di posa a secco del pavimento può risultare conveniente sotto vari punti di vista, anche quello economico

Regolazione Impianto a Pavimento

Impianti - Gli impianti a pavimento risultano particolarmente vantaggiosi, rispetto agli altri tipi di impianti, ma richiedono maggiori attenzioni per la regolazione.

Comfort climatico e risparmio energetico

Impianti - Tutta la progettazione degli impianti di climatizzazione si sta uniformando al raggiungimento del comfort climatico e del risparmio energetico.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img albertozorzi
Ciao a tutti, avrei bisogno di un confronto con chi ha esperienza di riscaldamento a pavimento.Da una settimana sono entrato come affittuario in un bilocale (piano terra di un...
albertozorzi 26 Gennaio 2021 ore 12:25 3
Img pietromannino
Buongiorno a tutti, Ho acquistato da qualche anno una casa con riscaldamento a pavimento. I primi anni l'impianto funzionava correttamente, mentre quest'anno da quando ho riacceso...
pietromannino 25 Gennaio 2021 ore 11:45 1
Img wiegin
Buongiorno! Bellissimo Forum con ottime discussioni. Anch'io sono in procinto di ultimare/ristrutturare un appartamento duplex (primo piano più mansarda/sottotetto) di...
wiegin 10 Gennaio 2021 ore 20:03 7
Img chris0811
Ciao a tutti, sono nuovo nel forum. vi scrivo questo messaggio per chiedervi un parere per la mia situazione. sto ristrutturando un appartamento posto su 2 piani di circa 180 mq.
chris0811 30 Dicembre 2020 ore 09:51 4
Img federico37
Buongiorno a tutti, Siamo intenzionati all'acquisto di un appartamento in costruzione, con ancora possibilità di modifica alle suddivisioni degli ambienti interni...
federico37 07 Settembre 2020 ore 13:44 6