Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Contro l'aumento tassi d'interesse c'è la rinegoziazione mutuo

Per far fronte all'innalzamento dei tassi di interesse la Legge di Bilancio 2023 ha introdotto a favore dei mutuatari una procedura di rinegoziazione mutui.
- NEWS Mutui e assicurazioni casa
Barra Progettazione Online

Mutuo ipotecario: che fare in caso di aumento dei tassi di interesse


A seguito del considerevole aumento dei tassi di interesse sui mutui cui assistiamo in questi ultimi tempi sono in molti a chiedersi come poter effettuare la rinegoziazione del proprio mutuo.

Alle tradizionali possibilità di rinegoziazione, surroga e sostituzione del mutuo si aggiunge un' ulteriore modalità introdotta dalla Legge di Bilancio 2023 in presenza di determinate condizioni.

In tal caso la rinegoziazione del mutuo sarà possibile entro il 31 dicembre 2023 per i mutui ipotecari già sottoscritti.

In questa sede spiegherò quali sono le varie opzioni previste per il mutuatario che voglia modificare le condizioni applicate al proprio mutuo anche al di fuori di quanto previsto dalla recente manovra economica.


La rinegoziazione del mutuo: in cosa consiste


Dopo aver stipulato un contratto di mutuo il mutuatario, per le motivazioni più disparate, potrebbe ritenere le condizioni applicate non più adeguate alle proprie esigenze.

Nasce così la volontà di modificare, ad esempio, la durata, lo spread oppure il tasso di interesse.

Rinegoziazione mutuo
Si può procedere chiedendo al proprio istituto di credito una rinegoziazione del contratto di mutuo che consiste, di fatto, nella revisione dei termini di contrattazione. Si potrà, previo accordo di entrambe le parti, modificare le pattuizioni inizialmente intercorse.

La banca resta invariata ma cambia il contenuto del contratto.
L’operazione di rinegoziazione mutuo è gratuita e quindi nessun costo aggiuntivo addebitabile al mutuatario richiedente. Si tratta di una procedura semplice che può essere ripetuta una serie illimitata di volte ma che richiede il consenso della banca che non è obbligata ad aderire.


Rinegoziazione del mutuo ipotecario in base alla Legge di Bilancio 2023


Il rialzo dei tassi di interesse dei mutui stipulati a tasso variabile inizia a essere motivo di preoccupazione per molti, soprattutto per le fasce di popolazione che si trovano in situazione di disagio economico.

Ad attutire i colpi di questa situazione è intervenuta la Legge di Bilancio 2023 pubblicata nella G.U. n. 3033 del 29 dicembre che mette nero su bianco la possibilità di rinegoziare il mutuo ritenuto non più conveniente.

Rinegoziare mutuo Legge di Bilancio 2023
I mutuatari beneficiari della misura sono coloro che hanno sottoscritto un mutuo ipotecario per acquistare o ristrutturare la propria casa.

Per attuare la rinegoziazione del mutuo è necessario il rispetto delle seguenti condizioni:

  • Il contratto di mutuo deve essere stipulato prima dell’entrata in vigore del provvedimento;

  • l'importo del mutuo non deve essere superiore a 200 mila euro;

  • il tasso e rata devono essere variabili;

  • al momento della richiesta della rinegoziazione si deve presentare un modello ISEE non superiore a 35mila euro;

  • deve sussistere l'assenza di ritardi nel pagamento del rate del mutuo, a meno che non sia stato sottoscritto un diverso accordo tra le parti.

Quali sono le variazioni che potranno essere richieste per rinegoziare mutuo?

  • Adozione di un nuovo tasso fisso al posto del tasso variabile originariamente previsto;

  • un allungamento del piano di rimborso per massimo 5 anni purché all’atto della rinegoziazione la durata residua del mutuo non sia superiore a 25 anni.


Si ricorda infine che la procedura di rinegoziazione mutui deve essere attivata entro il 31 dicembre 2023 e non prevede alcun costo aggiuntivo.


L’obiettivo del Governo è quello di porre qualche rimedio all’incremento, in parte già avvenuto e che ci si aspetta per il futuro, dei tassi di riferimento.

Il meccanismo della rinegoziazione del mutuo deve ancora essere definito nei dettagli e in merito non sono ancora giunte informazioni specifiche.


La surroga del mutuo: in cosa consiste


Altra opzione a favore del mutuatario il cui mutuo non è più conforme alle sue esigenze è la surroga del mutuo, o altrimenti detta portabilità, procedura leggermente più complessa della rinegoziazione poiché prevede l'intervento di un altro istituto di credito. Anche in questo caso sarà possibile modificare le condizioni del mutuo quando non sono più ritenute soddisfacenti.

Nella fattispecie, dunque, oltre che il contenuto del mutuo viene variata la banca con la quale esso è stato sottoscritto.

L’importo del mutuo erogato viene mantenuto ma esso sarà disciplinato da condizioni migliorative. Seguendo la procedura introdotta con il Decreto Legge 7/2007, il finanziamento viene trasferito ad altro istituto di credito che potrà apportare delle modifiche alle condizioni contrattuali applicate.

Surroga mutuo
Per effettuare la surroga del mutuo, in primo luogo occorre effettuare una comunicazione scritta, mediante lettera raccomandata, alla nuova banca al fine di prendere un appuntamento per trovare un accordo.

Alla vecchia banca si dovrà altresì comunicare la propria intenzione di surroga del mutuo. Per poter procedere con lo spostamento del mutuo, quest’ultima deve dare il proprio consenso e fornire il nulla osta al passaggio entro il termine di 30 giorni, pena l'applicazione di alcune sanzioni.


La sostituzione del mutuo


Terza possibilità per modificare le condizioni del mutuo, soprattutto in presenza di uno scenario economico che vede l'innalzamento dei tassi di interesse, è la sostituzione del mutuo. In questa ipotesi, a differenza delle altre sopra descritte, si accende un nuovo mutuo presso un altro istituto di credito previa estinzione del mutuo precedente.

Nella fattispecie il contratto viene interamente ridefinito per ciò che concerne durata, tassi e piano di rimborso. La procedura tuttavia implica dei costi aggiuntivi relativi all'istruttoria, alla perizia e all'atto notarile.

riproduzione riservata
Rinegoziazione mutuo: come fare
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.

Rinegoziazione mutuo: come fare: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
342.033 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Rinegoziazione mutuo: come fare che potrebbero interessarti

Mutuo tasso variabile: rate ancora più pesanti nel 2023

Mutui e assicurazioni casa - Pare che la BCE aumenterà di nuovo i tassi d'interesse. I mutuatari con un prestito a tasso variabile potrebbero quindi ritrovarsi a pagare rate ancora più care

Mutuo di cittadinanza: di cosa si tratta?

Affittare casa - Come funziona il mutuo di cittadinanza, requisiti per accedere alla misura inserita in un disegno di legge presentato il mese scorso dal senatore Emanuele Dessi

Sensibile aumento dei tassi di interesse sui mutui

Mutui e assicurazioni casa - I tassi di interesse fissi sui mutui hanno subìto un forte aumento rispetto a 5 mesi fa. Vediamo nel dettaglio cosa è cambiato

Niente detrazione interessi del mutuo se l'affitto è in corso

Detrazioni e agevolazioni fiscali - È possibile detrarre gli interessi passivi del mutuo contratto per l'acquisto di un immobile non adibito ad abitazione principale? Vediamo cosa dice la legge.

Come risparmiare sul mutuo per la casa

Mutui e assicurazioni casa - Il mercato dei mutui sta riprendendo quota: ecco un utile vademecum per stipularne di nuovi o rinegoziare le condizioni non favorevoli di quelli già in corso.

Aumento tassi interesse mutui: come chiedere sospensione di 18 mesi

Mutui e assicurazioni casa - Grazie al Fondo Gasparrini, in presenza di specifiche condizioni, è possibile chiedere una sospensione del pagamento delle rate del mutuo per massimo 18 mesi

Stop al pignoramento prima casa: novità del decreto fiscale

Proprietà - Dal 2020, con l'entrata in vigore del Decreto Fiscale, sarà possibile chiedere la sospensione del pignoramento prima casa. A quali condizioni spetta il beneficio?

Covid-19: c'è la sospensione dei mutui

Mutui e assicurazioni casa - L'Italia si tinge di rosso. Si è estesa la zona rossa su tutto il territorio nazionale e mutui sospesi per tutti purché si è in regole con i pagamenti delle rate

Mutui: aumento delle domande e tassi sempre più bassi

Mutui e assicurazioni casa - Aumentano le richieste di mutuo da parte dei più giovani (under 36) e si registra un calo dei tassi di interesse sia per il tasso fisso che per quello variabile