Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Quando rifare l’intonaco esterno e quali permessi richiedere

Il rifacimento dell'intonaco esterno può essere necessario per diverse ragioni e a seconda dell’intervento si parla di manutenzione ordinaria o straordinaria.
- NEWS Restauro edile
Barra Progettazione Online

Cosa si intende per rifacimento dell’intonaco esterno


L'intonaco è una finitura superficiale della muratura presente sia all’interno che all’esterno di un immobile. È realizzata con un composto fatto di calce, sabbia e acqua, che viene applicato sulla superficie delle pareti.

Nel caso dell’intonaco interno esso viene posato sulla superficie delle pareti interne per nascondere eventuali difetti o imperfezioni e per renderle più omogenee.

Rifacimento dell’intonaco
All’esterno invece viene applicato sulla facciata dell'edificio anche per un'azione protettiva nei confronti delle intemperie oltre che per conferire all’insieme un aspetto più uniforme e gradevole.

Il rifacimento dell'intonaco consiste nella rimozione dell'intonaco esistente e nella sua sostituzione con uno nuovo.


Rifacimento dell'intonaco esterno

Rifacimento dell'intonaco esterno

Rifacimento dell'intonaco esterno
Rifacimento dell'intonaco esterno seconda fase

Rifacimento dell'intonaco esterno seconda fase

Rifacimento dell'intonaco esterno seconda fase
Rifacimento dell'intonaco esterno seconda mano

Rifacimento dell'intonaco esterno seconda mano

Rifacimento dell'intonaco esterno seconda mano
Rifacimento dell'intonaco esterno: operazione completata

Rifacimento dell'intonaco esterno: operazione completata

Rifacimento dell'intonaco esterno: operazione completata

Il rifacimento dell'intonaco può essere necessario per riparare difetti o danni all'intonaco o per cambiare il colore dell'edificio.

Può essere un'operazione impegnativa, ma può avere molti benefici sulla casa, come ad esempio una maggiore protezione dalle intemperie, un miglioramento dell'isolamento termico e acustico.

Rifacimento dell’intonaco esterno effetto granuloso
L'intonaco è una finitura molto versatile, che può essere realizzata in diversi colori e texture, può essere liscio o stuccato e si possono ottenere effetti decorativi diversi.


Rifacimento dell'intonaco in manutenzione ordinaria


Il rifacimento dell'intonaco esterno di un edificio può essere fatto in regime di manutenzione ordinaria o straordinaria. Si considera manutenzione ordinaria se serve a riparare o a sostituire parti dell'intonaco che si sono deteriorate a causa dell'usura o dall'azione del tempo.

In generale, il rifacimento dell'intonaco è considerato manutenzione ordinaria quando viene effettuato per riparare difetti o danni all'intonaco, come crepe o parti mancanti.

Intonaco esterno da rifare
Ma anche per sostituire parti dell'intonaco deteriorate o che non soddisfano più le caratteristiche di qualità richieste e permigliorare l'aspetto estetico di un edificio, come il cambio di colore dell'intonaco.

Il rifacimento dell'intonaco è considerato manutenzione ordinaria anche quando viene effettuato per proteggere l'edificio dalle intemperie o per migliorare le prestazioni termiche e acustiche.

In generale, il rifacimento dell'intonaco è considerato manutenzione ordinaria quando serve a mantenere o a riparare l'edificio, senza apportare modifiche sostanziali alla sua struttura o alla sua destinazione d'uso.

Stesura dell'intonaco esterno
Per quanto riguarda gli edifici condominiali, il rifacimento dell'intonaco può essere considerato manutenzione ordinaria se viene effettuato sulla facciata o su altre parti comuni dell'edificio. In questo caso, i costi dei lavori sono a carico dei proprietari dei singoli appartamenti in base alle quote millesimali di proprietà.

Se invece il rifacimento dell'intonaco viene effettuato su parti private dell'edificio, come ad esempio i balconi o le terrazze, i costi dei lavori sono a carico del proprietario dell'appartamento.


Quando il rifacimento dell'intonaco è manutenzione straordinaria


Il rifacimento dell'intonaco può essere considerato manutenzione straordinaria se viene effettuato per apportare modifiche sostanziali all'edificio, come ad esempio l'ampliamento o la trasformazione dei locali.

In questo caso in ambiti condominiali, i costi dei lavori sono a carico dei proprietari dei singoli appartamenti in base alle quote millesimali di proprietà.

Paramento esterno che necessita il rifacimento dell’intonaco esterno
In generale, il rifacimento dell'intonaco è considerato manutenzione straordinaria quando viene effettuato per ampliare o trasformare i locali dell'edificio, se si fanno modifiche sostanziali all'edificio o se si fa una ristrutturazione dell’edificio significativa. Ad esempio si cambia la disposizione interna dei locali o si modifica la destinazione d'uso dell'edificio.

 Rifacimento dell’intonaco esterno di una palazzina
Il rifacimento dell'intonaco è considerato manutenzione straordinaria anche quando viene effettuato per apportare modifiche alla struttura dell'edificio, ad esempio l'installazione di nuove fondazioni o la realizzazione di un nuovo tetto.


Quando il rifacimento intonaco è in edilizia libera?


Per determinare se il rifacimento dell'intonaco rientra nella manutenzione ordinaria o straordinaria, conviene rivolgersi a un tecnico.

Ovviamente se si parla di manutenzione ordinaria o straordinaria occorreranno gli opportuni permessi ed elaborati da presentare al proprio Comune.

Finitura e rifacimento dell’intonaco esterno
Tuttavia, possiamo dire che il semplice rifacimento dell'intonaco esterno in caso di manutenzione ordinaria è uno degli interventi che rientrano nell'ambito dell'edilizia libera, per cui non occorre alcuna comunicazione al Comune.



Ma in questo caso, è bene ricordarlo, non si deve modificare la facciata dell’edificio.

Se invece, come accade spesso, il rifacimento dell’intonaco è legato a interventi di manutenzione straordinaria, occorrono permessi specifici a seconda degli interventi che si stanno eseguendo: SCIA o Permesso di costruire.

RIfacimento dell’intonaco esterno di nuova costruzione
Non solo. Se per rifare l'intonaco è necessario installare un ponteggio o altre strutture all’esterno è possibile che venga richiesta la CIL o CILA redatta da un tecnico abilitato.

Il rifacimento dell'intonaco, se rientra nella manutenzione straordinaria o nella ristrutturazione edilizi, è un intervento che consente di accedere alle detrazioni fiscali.

Rifacimento dell’intonaco esterno bianco
Per ottenere le detrazioni è necessario rispettare determinati requisiti tecnici e presentare la documentazione relativa dei lavori effettuati in sede di dichiarazione dei redditi.


Rifare l'intonaco esterno: i passaggi fondamentali


Il rifacimento dell'intonaco esterno può essere effettuato da un professionista o come intervento fai da te, a seconda della complessità dell’intervento.

Tuttavia ci sono dei passaggi semplici da compiere. Innanzitutto prima di procedere con il rifacimento dell'intonaco esterno, è importante preparare la superficie dell'edificio e rimuovere le parti danneggiate o le vecchie vernici con un martello e uno scalpello.

CONSIGLIATO amazon-seller
Martello per rimuovere intonaco
✔【appuntito, resistente all'usura, durevole e stabile】Corpo rotondo diametro 14 mm, lunghezza 250 mm, 75 mm x 250...
prezzo € 16.99
COMPRA


Poi si passa a mescolare il composto di intonaco: cemento, la sabbia e l'acqua secondo le indicazioni del produttore. Per questo si possono usare prodotti come Intomarc di San Marco, intonaco di fondo fibrorinforzato a base calce e cemento per interni ed esterni.

Rasanti e intonaci per esterni e interni by San Marco
Si procede quindi con l'applicazione dello stesso sulla superficie usando una spatola o un rullo, livellando bene e rimuovendo eventuali imperfezioni o bolle d'aria.
Una volta trascorse 24-48 ore, il tempo utile affinché l'intonaco si asciughi, si può procedere con la finitura.

Si passa quindi alla tinteggiatura esterna con una prima mano di vernice o di intonaco colorato. In tal caso, tra i migliori prodotti spicca l'intonaco ai Silicati Sikkens.
Intonaco ai Silicati SikkensUn rivestimento minerale fibrorinforzato a base di silicato di potassio a effetto granulato per uso all'esterno, disponibile bianco o colorato.


Rifacimento intonaco esterno e cappotto


Con il diffondersi di interventi volti all'efficientamento energetico, negli ultimi tempi il rifacimento dell'intonaco esterno degli edifici ha coinciso con l'applicazione del cappotto termico.

Il cappotto termico è uno strato di materiale isolante che viene applicato sulla superficie esterna di un manufatto per migliorarne l'isolamento termico.
Può essere applicato sull'intonaco esistente o su un nuovo intonaco appena rifatto.

Rifacimento dell’intonaco esterno e posa del cappotto
Per realizzarlo bisogna inserire come cappotto termico materiali isolanti che garantiscono un'elevata efficienza termica.

Si tratta di materiali come il polistirene espanso sinterizzato (EPS), il polistirene estruso (XPS), il poliuretano e la lana di roccia. Ne è un esempio il pannello rigido in lana minerale di roccia senza rivestimento Knauf Insulation Insulation Smartwall Fkd S Thermal.
Knauf Insulation Insulation Smartwall Fkd S ThermalGarantisce un’eccellente combinazione di isolamento termico invernale ed estivo (alta densità) in applicazione a cappotto (ETICS), con la massima sicurezza in caso di incendio.


Come fare il cappotto termico


Il rifacimento dell'intonaco esterno, effettuato in combinazione con l'applicazione di un cappotto termico, consente di accedere alle detrazioni fiscali previste dalla normativa italiana a condizione che i lavori siano stati effettuati su edifici esistenti e che siano stati rispettati determinati requisiti tecnici.

Ad esempio, il cappotto termico deve essere realizzato con uno spessore minimo di almeno 10 centimetri.

Il cappotto termico deve essere realizzato utilizzando una delle seguenti tecniche:

  • cappotto su intonaco esistente;

  • cappotto su intonaco nuovo;

  • cappotto su pannelli prefabbricati.


In questo modo, è possibile ottenere una doppia protezione per l'edificio, sia dalle intemperie che dal freddo e dal caldo.

Il cappotto esterno e posa dei pannelli
Il cappotto termico aiuta anche a mantenere la temperatura interna dell'edificio costante, riducendo la quantità di energia necessaria per il riscaldamento o il raffrescamento dell'ambiente e protegge l'edificio dalle intemperie e dall'umidità, riducendo il rischio di danni causati dalle infiltrazioni d'acqua.

Presenza umidità interna senza cappotto esterno
Con il cappotto la temperatura è più confortevole all'interno dell'edificio, sia in estate che in inverno.

riproduzione riservata
Rifacimento intonaco esterno manutenzione ordinaria o straordinaria
Valutazione: 5.50 / 6 basato su 2 voti.

Rifacimento intonaco esterno manutenzione ordinaria o straordinaria: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
REGISTRATI COME UTENTE
341.857 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Rifacimento intonaco esterno manutenzione ordinaria o straordinaria che potrebbero interessarti

Quali sono gli incentivi per la pavimentazione esterna?

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Che tipo di incentivi statali italiani possono essere richiesti nelle ipotesi di rinnovamento o di ristrutturazione della pavimentazione esterna di un immobile?

Rinzaffo

Facciate e pareti - La finitura di una parete è costituita da più strati di intonaco. Il primo tra questi è anche il più grossolano e si chiama rinzaffo, noto anche come abbozzo.

Rasatura

Restauro edile - La rasatura è l'ultimo strato d'intonaco che rifinisce una parete prima di tinteggiarla o apporvi la carta da parati. Com'è fatto e come si realizza correttamente?

Ripristino intonaco ammalorato: come e quando effettuarlo

Restauro edile - Il deterioramento dell’intonaco è un problema molto diffuso in edilizia nonché uno degli interventi più richiesti quando si interviene in una ristrutturazione

Detrazioni fiscali per lavori sulle facciate

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Una carrellata di esempi di lavori eseguibili su facciate di edifici esistenti e per i quali si può beneficiare della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni.

Preparazione di un muro in gesso

Facciate e pareti - La realizzazione delle pareti interne della nostra abitazione può essere finita con l'uso di un intonaco a base di gesso che rende le mura particolarmente lisce.

Bonus Facciate: aggiornato il vademecum di Enea

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Nuove indicazioni relative agli incentivi che i contribuenti possono richiedere per i lavori rientranti nella categoria del Bonus Facciate esterne degli edifici

Sistemi di deumidificazione e risanamento

Risanamento umidità - Intonaci risananti per il miglioramento del comfort abitativo

Intonaco premiscelato

Materiali edili - Gli intonaci premiscelati sono prodotti in azienda e portati in cantiere in cantiere gia' pronti per essere applicati sulle murature.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img catel_2022
Ciao a tutti,sono nuovo del forum e vorrei chiedervi supporto su come procedere per pitturare i muri esterni di una casa la mare.Si tratta di una villa indipentente degli anni '70...
catel_2022 03 Luglio 2022 ore 12:58 1
Img sorguido
Cari amici del Forum, buongiorno.Mi hanno fatto una traccia dentro al muro per elettrificare una tenda da sole alla finestra.Successivamente la traccia è stata chiusa al...
sorguido 11 Aprile 2022 ore 11:55 1
Img ginodenoni
Buongiorno, ho trovato la facciata di casa imbrattata dai soliti ignoti con discutibili geroglifici fatti con bombolette spray di colore nero a tratto spesso e pesante.Vorrei...
ginodenoni 27 Ottobre 2021 ore 12:33 1
Img clerima
Buonaserami servirebbe un'opinione su un lavoro in corso. Ho realizzato un anno fa un locale con pareti in legno, finite esternamente con rasatura che include rete di rinforzo -...
clerima 27 Settembre 2021 ore 09:19 2
Img michele spennato
Buongiorno,sono stato consigliato male sulla scelta della pittura per esterni su facciata ad intonaco grezzo, dopo aver dato fondo per tinta ai silicati ho scoperto grazie ad un...
michele spennato 15 Agosto 2021 ore 09:43 3