Retrofitting e risparmio energetico

NEWS DI Ristrutturazione27 Gennaio 2012 ore 16:18
Alcune strategie progettuali per riqualificare un edificio, migliorarne le prestazioni ed adeguarlo alle normative vigenti in materia di risparmio energetico.
retrofit , ristrutturazione , riqualificazione , energia

Il retrofitting, o riqualificazione energetica, è quell'insieme di operazioni volte al miglioramento delle prestazioni di un edificio sotto il profilo dell'impatto ambientale.


Lo scopo finale è avere una struttura che, contemporaneamente, funzioni bene al suo interno e non produca, o almeno riduca, le emissioni nell'ambiente.


Negli ultimi anni frequenti sono gli edifici interessati dall'efficientazione dal punto di vista energetico, soprattutto nell'ambito dell'archeologia industriale, ossia per edifici prima destinati ad ospitare attività produttive, rimesse, vecchi arsenali, ed ora interessate da destinazioni d'uso diverse: abitazioni, uffici, musei, scuole, etc.


È infatti impellente la necessità di adeguarsi alle direttive che la Comunità Europea impone per il contenimento dei consumi energetici.

Basti pensare che il 33% delle emissioni di CO2 nell'ambiente provengono dal settore edilizio.


Ed in quest'ottica si sente viva la necessità di limitare la realizzazione di nuovi edifici, puntando quindi a risolvere due problemi: evitare la creazione di nuove strutture che contribuiscano all'inquinamento ed efficientare quelle già esistenti contenendo gli sprechi, ed incrementandone il loro valore nel mercato immobiliare.

Proprio per questo motivo, considerando l'alto numero di edifici storici presenti o di quelli caratterizzati da stati di abbandono e degrado, nel nostro paese tale fenomeno potrebbe avere un'ampia diffusione.

Potrebbe essere un'occasione per integrare l'antico con il contemporaneo, con molta attenzione al futuro.


Diversi sono gli accorgimenti da adottare per raggiungere l'obiettivo finale: lo sfruttamento delle energie rinnovabili, l'applicazione di materiali e tecniche volte ad isolare l'edificio e quindi il miglioramento del comfort termoigrometrico.
Tutte soluzioni derivanti da attenti studi svolti nei centri di ricerca delle università o delle aziende, sulla diffusione del calore, sull'ambiente e le risorse in esso intrinseche.


I provvedimenti devono essere messi a sistema con analisi preliminari relative al sito sul quale sorge l'edificio, con lo studio del tessuto urbano circostante, delle preesistenze naturali e architettoniche, nonché degli aspetti climatici che sull'edificio influiscono, e, procedendo oltre, con un'analisi delle caratteristiche intrinseche dell'edificio, relative al suo stato di obsolescenza dal punto di vista termico, elettrico, idrico, acustico, etc.

A livello pratico tali soluzioni si concretizzano nell'applicazione di diverse strategie.

La prima riguarda sicuramente la struttura perimetrale che definisce l'edificio: si può amplificare il livello di isolamento di una struttura muraria in mattoni, in cemento armato, in legno, o mista, applicandovi degli isolanti o all'interno o meglio all'esterno, con un tipo di isolamento definito a cappotto, proprio perché protegge l'edificio e limita la presenza di ponti termici, causa della formazione di condensa.


È possibile, inoltre, amplificare il comfort con la sostituzione della vecchia copertura con l'adozione di un tetto ventilato o di un tetto giardino nel quale è possibile provvedere al recupero dell'acqua piovana, utile per i servizi igienici o per irrigare le aree verdi eventualmente presenti.


La sostituzione dei vecchi serramenti con l'applicazione di nuovi, magari a giunto aperto o a taglio termico, o l'applicazione dei doppi infissi, è fondamentale nell'ottica del risparmio energetico.

In questo modo tutto il calore prodotto dall'edificio rimane al suo interno senza dannose dissipazioni.


Unitamente all'ammodernamento degli impianti, da quello elettrico a quello idraulico, a quello di climatizzazione, anche l'uso di lampadine a risparmio energetico o led, e di sistemi di rilevazione della qualità dell'aria, contribuisce a rendere l'edificio autosufficiente e non impattante.

L'uso di materiali locali, di originale naturale, la limitazione nell'uso di vernici tossiche rende il progetto, dal punto di vista stilistico, più in sintonia con il luogo nel quale è sito e rispettoso degli ecosistemi: in questo modo infatti si evitano spese e inquinamento derivanti dal trasporto dei prodotti, che avviene, spesso, con il trasporto su gomma.


L'utilizzo di fonti rinnovabili appare scontato: sfruttare il sole per la produzione di energia elettrica con pannelli fotovoltaici o di acqua calda con il solare termico, il vento con l'installazione, ad esempio, di micropale eoliche, aiuta nell'autosostentamento.

Insomma, si tratta di una serie di azioni che non rientrano nell'ambito della manutenzione ordinaria, che richiedono un certo investimento, ma tale spesa è finalizzata ad un risparmio futuro in termini di consumi.

Per chi voglia cimentarsi in tale pratica, consiglio di dare prima uno sguardo alle normative in vigore nel campo del contenimento energetico.

Sono, infatti, spesso presenti provvedimenti tesi a favorire l'ammodernamento degli edifici, con detrazioni che variano da periodo a periodo e a seconda dell'intervento che si andrà a realizzare.


Nel nostro paese, i primi esperimenti di retrofitting portati a termine con successo, sono presenti in regioni come l'Umbria, la Lombardia, il Lazio, la Toscana, che fanno da capofila per un progetto che dovrebbe espandersi su tutto il territorio.

riproduzione riservata
Articolo: Retrofitting e risparmio energetico
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 8 voti.

Retrofitting e risparmio energetico: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Retrofitting e risparmio energetico che potrebbero interessarti
Riqualificazione di un Edificio

Riqualificazione di un Edificio

Ristrutturazione - Per un recupero coerente ed efficace del costruito, è bene stimare velocemente il fabbisogno energetico di un edificio, pianificando gli interventi di risanamento più idonei.
Future Build 2014

Future Build 2014

Architettura - Dal 13 al 16 febbraio 2014 torna a Parma Future Build: sarà l'occasione per trattare, con professionisti, imprese e cittadini, dei temi legati alla sostenibilità.
Retrofit energetico e consumi

Retrofit energetico e consumi

Ristrutturazione - Il retrofitting, una pratica oggi molto diffusa, volta al risparmio energetico ed economico: ecco alcune considerazioni in merito ed alcuni consigli da seguire.

Arredi da ufficio accoglienti

Arredamento - Sperimentazioni e non sull'arredo da ufficio, mediante riuso di giacenze, nuova produzione e colore, all'insegna della privacy e del relax negli ambienti di lavoro.

Retrofit energetico per edifici esistenti

Ristrutturazione - Non solo edifici di nuova costruzione con prestazioni energetiche elevate: anche i fabbricati esistenti possono essere migliorati, grazie al retrofit energetico.

Proroga delle scadenze fiscali per i lavori di ristrutturazione

Fisco casa - Slitta al 9 marzo il termine per gli adempimenti degli amministratori di condominio che dovranno comunicare i dati relativi agli interventi di ristrutturazione.

Bonus casa 2019: le novità in arrivo con la Legge di Bilancio

Leggi e Normative Tecniche - Approvata la manovra fiscale del governo con proroga per tutto il 2019 delle detrazioni fiscali relative a spese sulla casa. Ecco quali sono gli sconti previsti

Guide aggiornate alle novità 2015 sulla detrazione 50% e 65%

Detrazioni e agevolazioni fiscali - L'Agenzia delle entrate ha aggiornato le guide on line sulle detrazioni fiscali per la casa, la detrazione 50% per la ristrutturazione e al 65% per la riqualificazione.

Nuovi Inverter

Impianti - Lo scorso Aprile è stata pubblicata dall'AEEG la delibera 26 Aprile 2012, 165/2012/R/EEL che ha rivoluzionato i parametri di riferimento per gli inverter fotovoltaici.
REGISTRATI COME UTENTE
295.776 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Scalda acqua a pompa di calore Rapax V2
    Scalda acqua a pompa di calore...
    2698.00
  • Termostufa a pellet KING IDRO SLIM 16 KW bourdeaux
    Termostufa a pellet king idro slim...
    2154.32
  • Ristrutturare il bagno rinnovando arredi e materiali
    Ristrutturare il bagno rinnovando...
    100.00
  • Tramezza ad incastro Porotherm PLANA+ Revolution 12
    Tramezza ad incastro porotherm...
    300.00
integra
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Officine Locati
  • Faidacasa.com
  • Black & Decker
  • Kone
  • Weber
  • Faidatebook
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.