Il nuovo Regolamento europeo per il contenimento energetico degli impianti di ventilazione

NEWS DI Impianti di climatizzazione15 Gennaio 2016 ore 14:03
Da gennaio, in vigore nuovi requisiti minimi di efficienza energetica per le unità di ventilazione e nuove informazioni obbligatorie sulle etichette energetiche

Efficienza energetica anche per gli impianti di ventilazione


Dal 1° gennaio 2016 è in vigore il Regolamento Europeo n.1253, col quale si obbligano i costruttori di impianti di ventilazione ad attenersi a specifici requisiti minimi di efficienza energetica per i propri prodotti.

Impianto ventilazione
Il rispetto dei nuovi requisiti e la loro comunicazione sull’etichetta energetica e sulla documentazione tecnica di prodotto costituisce condizione irrinunciabile per l’immissione sul mercato di qualsiasi unità di ventilazione.


Quali apparecchiature rientrano nelle unità di ventilazione?


Le unità di ventilazione sono apparecchi ad alimentazione elettrica dotati di almeno un girante, un motore e una cassa, destinati ad effettuare il ricambio dell’aria esausta con aria proveniente dall’esterno.

Esistono diversi tipi di unità di ventilazione.

Ventilazione unidirezionaleCi sono le unità di ventilazione dette unidirezionali, ossia quelle che producono un flusso d’aria in una sola direzione, sia essa proveniente dall’interno e diretta all’esterno (espulsione) o proveniente dall’esterno e diretta all’interno (immissione).

Il flusso d’aria generato meccanicamente è bilanciato da sistemi naturali di immissione o espulsione dell’aria.

Ad esempio, sono unità di ventilazione unidirezionali le ventole preposte al ricambio d’aria di bagni ciechi, che prelevano aria dall’ambiente interno e la conducono all’esterno.
Il flusso avviato meccanicamente causa una depressione nel bagno, bilanciata poi naturalmente con l’ingresso di nuova aria dalle stanze vicine attraverso i pertugi della porta.

Ventilazione bidirezionaleLe unità di ventilazione bidirezionali, invece, producono un flusso d’aria tra interno ed esterno attraverso ventilatori sia di espulsione sia di immissione. Il flusso è quindi doppio: l’unità estrae e immette contemporaneamente aria.

Sono unità di ventilazione bidirezionali gli impianti che siamo soliti chiamare ventilazione meccanica controllata, in grado di rinnovare costantemente l’aria degli ambienti domestici. A questi apparati si associa spesso un sistema di recupero del calore nell’aria espulsa, rattenuto e utilizzato per preriscaldare l’aria immessa.

La costanza di utilizzo di sistemi di ventilazione per il ricambio d’aria di locali abitati giustifica senza dubbio un regolamento volto a contenerne i consumi energetici.

Uno studio della Commissione Europea ha evidenziato, infatti, che il consumo energetico delle unità di ventilazione costituisce la caratteristica più rilevante in termini ambientali per questi prodotti e presenta potenzialità significative di risparmio energetico.


Unità di ventilazione residenziali e non residenziali


AreazioneEsiste un’ulteriore classificazione delle unità di ventilazione, molto importante ai fini dei requisiti energetici da rispettare dal 2016 in avanti:
- unità di ventilazione residenziali (Uvr);
- unità di ventilazione non residenziali (Uvnr).

Le unità di ventilazione residenziali hanno una portata massima inferiore a 250 m3/h oppure una portata massima compresa tra 250 e 1.000 m3/h con dichiarazione da parte del produttore che l’apparecchio è destinato solo alla residenza.

Le unità di ventilazione non residenziali hanno invece una portata massima superiore a 250 m3/h e, qualora essa sia compresa tra 250 e 1.000 m3/h, non presentano alcuna dichiarazione del produttore su finalità prettamente residenziali.


Cosa prevede il Regolamento Europeo per le unità di ventilazione residenziali?


Regolamento Europeo unità ventilazioneIl Regolamento 7 luglio 2014 n. 1253/2014/UE, in attuazione della direttiva 2009/125/Ce sulla progettazione ecocompatibile dei prodotti connessi con l’ energia , fissa le specifiche di ecoprogettazione per le unità di ventilazione.

Le regole si applicano dal 1° gennaio 2016, con ulteriori restrizioni dei requisiti minimi dal 1° gennaio 2018.

Non tutte le tipologie di unità di ventilazione sono incluse nel campo di applicazione del Regolamento Europeo 1253/2014, come ad esempio le unità di ventilazione:

- unidirezionali con potenza nominale assorbita inferiore a 30 W (ad eccezione degli obblighi in materia di informazione);

- bidirezionali con potenza nominale totale dei ventilatori inferiore a 30 W per flusso d’aria (ad eccezione degli obblighi in materia di informazione);

- destinate esclusivamente per casi di emergenza e per un lasso di tempo limitato;

- che comprendono uno scambiatore di calore e una pompa di calore per il recupero del calore;

- classificate come cappe aspiranti per cucine che ricadono nel Regolamento UE n. 66/2014 sugli apparecchi da cucina.

Per quanto riguarda le unità di ventilazione residenziali, i requisiti richiesti dal Regolamento Europeo a partire dal 1° gennaio 2016 sono i seguenti:

- il valore del SEC (consumo specifico di energia, espresso in kWh/m2a) non deve essere superiore a 0 kWh/m2a;

- per le unità non da canale (ossia le unità destinate a ventilare un solo locale) il valore massimo di Lwa (livello di potenza sonora) è 45 dB;

- tutte le unità di ventilazione, tranne le unità a doppio uso (unità di ventilazione progettate sia ai fini della ventilazione che del contrasto agli incendi o estrazione fumi), devono essere dotate di azionamento a velocità multiple o variatore di velocità;

- tutte le unità di ventilazione bidirezionali devono essere dotate di un dispositivo di bypass termico.


Obblighi dei produttori di unità di ventilazione in materia di informazione


Oltre a rispettare specifiche tecniche di progettazione, i fabbricanti e importatori sono tenuti a informare in modo chiaro gli acquirenti e potenziali acquirenti.

Etichetta energetica unità ventilazione
Le etichette energetiche delle unità di ventilazione commercializzate dopo il 1° gennaio 2016 devono contenere le seguenti informazioni:
I) nome o marchio del produttore
II) modello
III) efficienza energetica
IV) livello di potenza sonora
V) portata massima

Informazioni più precise devono poi essere disponibili nella documentazione tecnica delle unità di ventilazione e sui siti web dei fabbricanti, dei loro mandatari e degli importatori.

Per chi desidera approfondire tutti i requisiti da dichiarare, segnalo che il Regolamento Europeo 1253/2014 ne riporta la lista completa nell’Allegato IV – Prescrizioni in materia di informazione per le Unità di Ventilazione Residenziali.

riproduzione riservata
Articolo: Regolamento europeo sistemi ventilazione
Valutazione: 5.88 / 6 basato su 8 voti.

Regolamento europeo sistemi ventilazione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Regolamento europeo sistemi ventilazione che potrebbero interessarti
Ventilazione Meccanica e Climatica: Innovazione a Klimahouse

Ventilazione Meccanica e Climatica: Innovazione a Klimahouse

Impianti di climatizzazione - Novità ed innovazione tecnologica in mostra per soluzioni ecosostenibili nel settore delle costruzioni
Recuperatori di Energia Fredda

Recuperatori di Energia Fredda

Impianti - Ventilatori in grado di recuperare energia termica, in freddo ed in caldo, dall'aria estratta dagli ambienti concorrono alla riduzione della spesa energetica.
Soluzioni per problemi di condensa superficiale

Soluzioni per problemi di condensa superficiale

Ristrutturazione - La ventilazione meccanica controllata permette di aerare i locali evitando la formazione di condensa e muffe sulle pareti interne.

Aerazione e Ventilazione

Impianti di sicurezza - La presenza di adduzioni del gas, dell'acqua e dell'elettricità rendono la cucina ed il bagno i luoghi generalmente più pericolosi di una casa per chi la abita.

Funzionamento della Ventilazione Meccanica Controllata Puntuale

Impianti di climatizzazione - VMC e qualità dell'aria: un binomio necessario per assicurare il benessere in tutti gli ambienti della nostra casa. Vediamo in dettaglio le diverse tipologie.

Finestre e ventilazione naturale

Infissi - L'influenza del tipo di aperture nella creazione della ventilazione naturale.

Sistemi di ventilazione a recupero di calore

Impianti di climatizzazione - Diversi sono i sistemi proposti dall'industria del settore che permettono di ventilare gli ambienti senza aprire le finestre e recuperando il calore dissipato.

Sistemi per la ventilazione meccanica controllata

Affittare casa - La ventilazione meccanica controllata è fondamentale per arieggiare i vani ciechi e aiuta a mantenere il comfort ambientale integrando il ricambio d'aria naturale.

Impianto di ventilazione

Impianti di climatizzazione - Ecco quanto è semplice e poco costoso, rispetto ai benefici che apporta, utilizzare un impianto di ventilazione meccanica controllata nelle nostre abitazioni.
REGISTRATI COME UTENTE
294.534 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
QUANTO COSTA, DOVE LO TROVO?
  • Climatizzatore condizionatore General Electric GE Appliances Inverter linea FUTURE
    Climatizzatore condizionatore...
    748.99
  • Climatizzatore condizionatore HAIER serie TUNDRA Inverter
    Climatizzatore condizionatore...
    450.00
  • Mitsubishi electric climatizzatore inverter kirigamine plasma quad
    Mitsubishi electric climatizzatore...
    1139.00
  • Samsung condizionatore climatizzatore inverter 24000 btu a++
    Samsung condizionatore...
    1140.00
BACHECA: CONSIGLI DALLE AZIENDE
  • Mansarda.it
  • Pensiline.net
  • Officine Locati
  • Black & Decker
  • Weber
  • Faidatebook
  • Kone
MERCATINO DELL'USATO
SERVIZI SULLA CASA PER GLI UTENTI REGISTRATI
I NOSTRI VIDEO SU YOUTUBE
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.