• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Regolamento condominiale contrattuale e posizione dell'inquilino

Il regolamento condominiale non dev'essere rispettato dall'inquilino se il proprietario non l'ha accettato o se non c'è uno specifico accordo
Pubblicato il / Aggiornato il
Indice dei Contenuti

RegolamentoTizio e proprietario di un'unità immobiliare ubicata nel condominio Alfa.

Il condominio è dotato di un regolamento approvato dall'assemblea.

Lo statuto della compagine (com'è altrimenti detto il regolamento) se non impugnato dev'essere rispettato dal proprietario, dai suoi eredi e dagli aventi causa a titolo particolare (art. 1107 c.c.).

Anche il conduttore è tenuto al rispetto del regolamento (cfr. ex multis Cass. 15756/01).

Che cosa accade, invece, se il regolamento condominiale non è stato accettato dal proprietario?

Per il regolamento assembleare nulla quaestio: esso, al pari di una delibera, dev'essere rispettato da tutti i condomini, dissenzienti inclusi.

Si pensi, per comprendere meglio il senso della domanda, all'ipotesi non tanto rara del regolamento contrattuale non firmato da tutti i condomini.

Il quesito, più o meno nei termini su esposti, è stato posto alla Cassazione che ha dato risposta con una sentenza, la n. 10185, dello scorso 20 giugno.

In sostanza un condominio chiedeva il rispetto del regolamento contrattuale ad un inquilino che, per tutta risposta, si opponeva affermando che non era tenuto a rispettarlo in quanto il proprietario del bene non l'aveva mai accettato.


Il quesito di diritto posto all'attenzione degli ermellini, più precisamente, è stato il seguente:

Può il conduttore (in generale e, in particolare, quello finanziario) di una unità immobiliare facente parte di un condominio obbligarsi al rispetto del regolamento condominiale, indipendentemente dal fatto che al suo rispetto sia obbligato anche il proprietario e locatore della stessa unità immobiliare, sottoscrivendo in prima persona tale regolamento?
(Cass. 20 giugno 2012 n. 10185)

Di seguito la risposta.
A tale quesito, con riferimento al caso di specie, va data risposta negativa.In linea di principio si può ammettere che il conduttore si impegni nei confronti del condominio (a seguito di accordo con lo stesso) a rispettare un regolamento il quale non sarebbe impegnativo per il locatore-condomino.

Regolamento condominialeNella specie, però, il condominio ricorrente non spiega da quali elementi sarebbe desumibile che la sottoscrizione da parte della (-) del contratto di acquisto della (-) costituirebbe accettazione di una proposta proveniente dal condominio (ed a quest'ultimo comunicata) o viceversa, in modo da ritenersi concluso l'accordo in questione.

Ne consegue che con tale sottoscrizione, anche volendo attribuire alla stessa il significato al quale fa riferimento il condominio, sarebbe stato posto in essere un negozio unilaterale inefficace in base al principio generale stabilito dall'art. 1987 cod. civ.
(Cass. 20 giugno 2012, n. 10185).

In sostanza:
per ottenere il rispetto del regolamento da parte del conduttore di un'unità immobiliare di proprietà di una persona che non ha firmato il regolamento è necessaria la firma di un accordo bilaterale tra condominio e conduttore.

L'impegno generico di quest'ultimo non ha valore.

riproduzione riservata
Regolamento condominiale da chi deve essere rispettato?
Valutazione: 2.67 / 6 basato su 3 voti.
gnews

Regolamento condominiale da chi deve essere rispettato?: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
  • Pietro Mariano Salis
    Pietro Mariano Salis
    Domenica 21 Febbraio 2021, alle ore 17:22
    Mi sembra un ginepraio perchè ho sempre saputo che nel regolamento contrattuale il costruttore potesse inserire delle clausole anche sulla proprietà dei singoli condomini, come per esempio quello che una eventuale sopraelevazione all'ultimo piano non richiederebbe nessun indennizzo ai condomini sottostanti.
    Quindi mi fate capire?
    rispondi al commento
Torna Su Espandi Tutto
346.251 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img maurizio35
Espongo questo caso.Presso la mia abitazione è presente un vialetto privato esterno condominiale che consente l'accesso a quattro separate villette a schiera.La superficie...
maurizio35 30 Gennaio 2024 ore 09:33 1
Img antipodo
Ciaovivo in un abitazione insieme ad altre 3 famiglie.La situazione è questa, abbiamo una stradina parte comune dove loro 3, in questa stradina, la usano quotidianamente...
antipodo 05 Dicembre 2023 ore 19:33 2
Img umberto umberto
"A seguito della concessione o autorizzazione in sanatoria viene altresì rilasciato il certificato di abitabilità o agibilità anche in deroga ai requisiti...
umberto umberto 27 Ottobre 2022 ore 15:59 1
Img impele
Signori buongiorno, mi chiamo Giovanni Puddu e abito a Cagliari, la domanda è relativa alla ripartizione delle spese relative al rifacimento cortile e spazi di manovra...
impele 21 Aprile 2022 ore 16:11 5
Img giggiu
Ciao a tutti,avrei bisogno di supporto.Vorrei acquistare un appartamento che mi piace molto, ma ho dovuto rimandare la firma del preliminare perchè sembra esserci un...
giggiu 21 Agosto 2021 ore 23:55 1