Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Per saperne di più o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, Leggi l'informativa.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Edilizia di recupero sul patrimonio immobiliare esistente

NEWS Architettura23 Febbraio 2009 ore 17:08
La crisi economica che si trascina ormai da un bel po' di tempo, ha imposto in tutti i settori un necessario ripensamento circa i tipi di opere da realizzare.

La crisi economica che si trascina ormai da un bel po' di tempo, ha imposto in tutti i settori
un necessario ripensamento circa i tipi di opere da realizzare.

Recuperare l'esistente: la crescita caotica del nuovoL'edilizia in genere vede rallentare la corsa all'edificazione di grandi opere e si concentra adesso più che mai sul recupero dell'esistente.

Destinare altri suoli a nuove edificazioni aumentando il degrado delle periferie non paga più, tutti questi elementi uniti alla mancanza di piani urbanistici adeguati, ha portato gli operatori del settore ad investire nella ristrutturazione di vecchi immobili.

Si è giunti quindi a riscoprire il centro delle città, il vecchio habitat, le varie forme di architettura minore o come si diceva una volta dell'architettura insignificante.

Recuperare l'esistente: abitazioni da recuperareOvviamente l'interesse per questa architettura minore ha di conseguenza stimolato la tendenza a mettere mano alle ristrutturazioni nel rinnovare l'oggetto dei desideri di una vita.

L'elemento che occorrerà valutare prima di acquistare un immobile da ristrutturare è il limite di convenienza economica dell'intervento che ci accingiamo a fare, ossia rapportare il costo dei lavori da effettuarsi al valore ultimo dell'edificio ad intervento concluso.


Se abbiamo quindi intenzione di acquistare un immobile da ristrutturare occorrerà effettuare una serie di verifiche (magari con l'assistenza di un tecnico abilitato) in modo da acquisire i seguenti elementi fondamentali:

Liceità dell'atto di provenienza ossia conoscenza dell'atto concessorio mediante il quale l'immobile è stato realizzato nel tempo, oltre ad eventuali atti accessori (Permessi, autorizzazioni ecc;)

Recuperare l'esistente: I danni esterni da valutareRispondenza delle destinazioni d'uso legittime con quelle future di nostra necessità (se ad esempio vogliamo trasformare un locale a piano terra destinato a magazzino in un laboratorio artigianale, occorrerà verificare che le norme del regolamento urbanistico vigente del Comune in cui ricade l'immobile siano conformi a quanto da noi desiderato;

Esame delle lesioni evidenti su parti strutturali; (interno, esterno) particolare attenzione andrà rivolta alle condizioni generali in cui si trova l'immobile da ristrutturare, sono da preferire alloggi inseriti in piccoli immobili possibilmente con confini liberi (questo aspetto è importante ai fini di ridurre il rischio di provocare danni ai fabbricati confinanti durante i lavori di demolizione delle parti da ristrutturare o consolidare).


Tipo di rifiniture e loro condizioni generali di conservazione


Una volta verificato quanto sopracitato, è necessario l'acquisizione di un certificato di destinazione urbanistica della zona in cui ricade l'immobile, da richiedere nel Comune in cui l'immobile è situato.

Da tale certificato, si potranno evincere la maggior parte dei vincoli urbanistici da rispettare nell'eventuale intervento futuro di ristrutturazione.

Con gli elementi citati sarà a questo punto possibile redigere un computo metrico preventivo delle opere a farsi unitamente ad una stima comparativa sintetica tesa a valutare il limite di convenienza economica dell'intervento che ci accingiamo a fare, ossia rapportare il costo dei lavori da effettuarsi al valore ultimo dell'edificio ad intervento concluso.

Se l'importo delle opere dovesse attestarsi attorno al 70% del valore dell'immobile a fine lavori, salvo casi particolari non risulterà conveniente intervenire per cui l'acquisto va certamente evitato.

Recuperare l'esistente: l'esame del grado di finitura Qualcuno si chiederà, ma se poi non mi conviene acquistare dovrò comunque sopportare il costo della prestazione professionale per conoscere il limite di convenienza all'acquisto?

Non esiste una risposta unica alla suddetta domanda, in ogni caso la modesta somma da pagare in rapporto al rischio di fare un acquisto sbagliato è necessaria se vogliamo affrontare l'impresa con tranquillità.

L'esperienza insegna che un acquisto non ponderato normalmente può comportare:

• Impossibilità del rilascio dei necessari permessi concessori alla ristrutturazione;

• Aumento notevole dei costi d'intervento a causa di imprevisti in corso d'opera;

• Litigiosità con eventuali proprietari confinanti;

• Lungaggini burocratiche e tempi di attesa notevoli per iniziare i lavori;

• Costo finale dell'opera non più prevedibile.

Si capisce quindi che operare in modo corretto è indispensabile al fine di ottenere quella convenienza all'acquisto che permetterà di poter pianificare i lavori nel rispetto dei tempi e delle nostre possibilità economiche senza ulteriori sorprese.

riproduzione riservata
Articolo: Recuperare l'esistente
Valutazione: 4.33 / 6 basato su 3 voti.

Recuperare l'esistente: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
318.715 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Recuperare l'esistente che potrebbero interessarti


Case popolari: incentivi per opere di efficientamento energetico e antisismico

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Sbloccati i finanziamenti per la riqualificazione energetica e antisismica degli edifici in edilizia convenzionata e agevolata. Pubblicata la delibera del CIPE.

Il bonus facciate esclude il bonus mobili

Detrazioni e agevolazioni fiscali - A fronte di lavori sula facciata di un edificio si godrà anche del bonus mobili solo se gli interventi si fanno rientrare tra quelli di recupero del patrimonio edilizio

Una ristrutturazione particolare

Restauro edile - La ristrutturazione di un vecchio mulino da adibire ad abitazione.

Bonus ristrutturazioni al proprietario unico di edificio per lavori su parti comuni

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Detrazioni fiscali a favore dell'unico proprietario di un edificio per i lavori di ristrutturazione eseguiti sulle parti comuni delle varie unità immobiliari.

Recupero edilizio: detrazione fiscale per prosecuzione di lavori iniziati

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Quali sono i limiti della spesa detraibile in caso di prosecuzione di interventi di ristrutturazione già iniziati. Ecco cosa sostiene l'Agenzia delle Entrate.

A Torino l'edizione 2019 di Restructura, il salone dell'edilizia

Materiali edili - È in arrivo la 32esima edizione di Restructura, il salone nazionale dell'edilizia che si terrà a Torino dal 14 al 17 novembre, negli spazi dell'Oval Lingotto.

Recupero abitativo dei seminterrati

Leggi e Normative Tecniche - Il piano seminterrato è quella parte di edificio il cui solaio di copertura è al di sopra del piano di campagna mentre quello di calpestio è al di sotto di esso.

Interventi nel centro storico per il recupero abitativo

Soluzioni progettuali - Per il recupero abitativo dei piccoli locali collocati nei centri storici è necessario procedere all'accorpamento di più unità edilizie.

Recupero di un cancello scorrevole

Ristrutturazione - Un intervento di recupero ed ampliamento di un vecchio cancello scorrevole.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img xf650xf
Buongiorno Ho il balcone sopra di me che ha dei calcinacci in "caduta libera", cosi come avevano quelli più sopra.Il vicino di sopra (a cui competono i lavori) intende...
xf650xf 12 Settembre 2014 ore 13:02 2
Img sonia.braggio
Salve a tutti.Ieri i nuovi proprietari dell'appartamento sopra al mio sono venuti a informarmi che da lunedì cominceranno i lavori di ristrutturazione.Hanno aggiunto che...
sonia.braggio 20 Giugno 2014 ore 13:42 4
Img giacuratolo
Salve.Il mio quesito è il seguente.Abito in condominio e sono proprietario oltre ad un appartamento anche di un giardino esclusivo il quale confina con due lati del...
giacuratolo 16 Aprile 2014 ore 00:26 1
Img stefano.solina
Salve,ho da poco in un fondo commerciale (contesto condominiale) tolto il controsoffitto in rete metallica e credo malta (pesa tantissimo) e ho rinvenuto sotto, le travi portanti...
stefano.solina 26 Dicembre 2013 ore 21:49 1
Img anonymous
Ciao a tutti.Situazione: abito in una bifamigliare.Sto al primo piano, i miei vicini al piano terra.Il mio terrazzo ha iniziato ad evere delle infiltrazioni.I miei vicini dicono...
anonymous 17 Agosto 2007 ore 10:02 3