Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Realizzare un impianto termico con caldaia a condensazione

Ancora oggi il sistema di riscaldamento più diffuso è quello autonomo composto da caldaia e radiatori, ma ad alta efficienza energetica e con maggiori rendimenti
27 Ottobre 2020 ore 13:47 - NEWS Impianti di riscaldamento

Impianto di riscaldamento autonomo


L'impianto termico ancora maggiormente diffuso è quello autonomo composto da caldaia e termosifoni. Le attuali normative sono volte a favorire il rinnovamento dell'impianto di riscaldamento e la sostituzione della vecchia caldaia a gas con una caldaia a condensazione, con incentivi e sgravi fiscali, al fine di una maggiore attenzione all'impatto ambientale e al risparmio energetico.


Impianto termico, fase di realizzazione

Impianto termico, fase di realizzazione

Impianto termico, fase di realizzazione
Impianto termico con circuito a collettore

Impianto termico con circuito a collettore

Impianto termico con circuito a collettore
Impianto termico, attacco dal collettore alla caldaia

Impianto termico, attacco dal collettore alla caldaia

Impianto termico, attacco dal collettore alla caldaia
Impianto termico fase di realizzazione

Impianto termico fase di realizzazione

Impianto termico fase di realizzazione
Impianto termico, collegamenti al termosifone, cantiere

Impianto termico, collegamenti al termosifone, cantiere

Impianto termico, collegamenti al termosifone, cantiere

Anche i radiatori sono realizzati con tecniche e materiali (acciaio e alluminio) capaci di potenziare i vantaggi prodotti dalle caldaie di nuova generazione e dagli impianti a bassa temperatura, non tralasciando l'estetica e divenendo ormai elementi di design.

Nell'impianto di riscaldamento autonomo la caldaia ha la funzione di generare il calore, mentre i termosifoni hanno il compito di diffonderlo negli ambienti.
L'impianto va dimensionato opportunamente da un tecnico impiantista, tenendo conto delle effettive necessità, considerando anche un adeguato isolamento dell'edificio.


Sistemi di impianti termici


Il sistema di impianto di riscaldamento autonomo più diffuso consiste in un Circuito a collettori, detto anche impianto a ragno, in cui dalla caldaia si diparte un condotto principale che porta l'acqua calda ai collettori di distribuzione e da qui ai singoli termosifoni, con i rispettivi collegamenti.

Questo sistema comporta la posa di tubi di piccolo diametro, a pavimento o in tracce a parete; l'acqua è inviata contemporaneamente a tutti i termosifoni che entrano in regime circa nel medesimo tempo. Può essere diviso a zone e installando valvole termostatiche è possibile impostare diverse temperature.

Impianto termico con circuito a collettore
Il sistema a Circuito Monotubo è chiamato anche ad anello, poiché dalla caldaia parte un tubo di mandata che collega un primo termosifone, da cui parte il collegamento al secondo termosifone e così via, fino a connetterli tutti e a riportare l'acqua alla caldaia.

Questo tipo di intervento è meno invasivo del precedente perché i tubi sono di meno e più corti, ma l'ultimo termosifone, trovandosi più lontano dalla caldaia, risulterà penalizzato in quanto riceverà acqua a temperatura più bassa degli altri, occorrerà quindi aumentarne la resa con una dimensione maggiore.

Una pompa elettronica a inverter avrà la funzione di distribuire l'acqua dalla caldaia ai termosifoni, a portata variabile per consentire alle valvole termostatiche il contenimento dei consumi energetici.
Il vaso di espansione permetterà di assorbire le dilatazioni termiche dell'acqua una volta riscaldata.


Installazione della caldaia


L'installazione o la sostituzione della caldaia di un impianto esistente richiede l'intervento di un tecnico abilitato che dovrà valutare la potenza necessaria e al termine dei lavori dovrà rilasciare la Dichiarazione di conformità dell'impianto (D.M. n. 37/2008) e consegnare il relativo libretto, necessario per la manutenzione dell'apparecchio, oltre al risultato della prova di combustione.

Tutte le parti dell'impianto termico devono essere a norma, a cominciare dalla canna fumaria, da cui si espellono i fumi della combustione. Il condotto deve essere esclusivo, solo in caso di condominio è consentita una canna fumaria di tipo collettivo ramificata.
Caldaia a condensazione CIAO GREEN - BerettaIn appartamenti termoautonomi la potenza della caldaia può arrivare fino a 35 Kw. Se la caldaia deve produrre anche acqua calda sanitaria deve avere una potenza di 25 Kw.
L'etichetta energetica è obbligatoria a partire dal 26/09/2015 per tutte le nuove caldaie con potenza fino a 70 Kw. Vengono distinte due classi: una relativa al riscaldamento e l'altra alla produzione di acqua calda sanitaria, in una scala tra A+++ e G.

La caldaia può essere a produzione istantanea di acqua calda, soluzione consigliabile per nuclei familiari di 3-4 persone, oppure ad accumulo, dove l'acqua viene immagazzinata e mantenuta calda in un apposito serbatoio, di tipo integrato oppure separato (più capiente), sistema più indicato per famiglie numerosi, abitazione a più piani e con più bagni.


Caldaia a condensazione


Le caldaie più efficienti sono quelle a condensazione, con rendimenti più elevati e maggior risparmio energetico rispetto alle caldaie tradizionali.

Prima di prevederne l'installazione, il tecnico impiantista che effettua il sopralluogo, deve valutare la possibilità di realizzare una canna fumaria a norma, cioè con materiali idonei a sopportare la condensa che i fumi tiepidi producono (acciaio con guarnizioni di tenuta alla pressione).

Caldaia a condensazione ecoTEC plus - Vaillant
Mentre in una caldaia tradizionale parte del calore prodotto si disperde nell'ambiente attraverso la canna fumaria, nella caldaia a condensazione questo calore viene riutilizzato circa al 60%, poiché i fumi vengono fatti condensare su uno scambiatore, che riesce a recuperare il calore.

I fumi in uscita invece vengono immessi in atmosfera a temperature più basse, circa 40 °C.
Il rendimento calorico è più elevato, con un minore consumo di energia e minore inquinamento, con una notevole riduzione di emissione di gas nocivi, fra cui il monossido di carbonio e gli ossidi di azoto.

Nella caldaia a condensazione l'aria di combustione viene presa dall'esterno, tramite un sistema elettrico di ventole, tiraggio forzato, attraverso un apposito condotto, quindi è a camera stagna.


Caldaie murali combinate da interno/esterno


L'azienda Beretta Clima propone caldaie a condensazione, per impianti con termosifoni e radiatori (ad alta temperatura) combinate da interno/esterno.

Queste caldaie sono dotate:

  • di post scambiatore condensante in lega di alluminio;

  • grado di protezione elettrica IPX5D;

  • sistema di autoregolazione ambientale (S.A.R.A.);

  • circolatore basso consumo 6m (EEI≤ 0,20);

  • dima, raccordi idraulici, rubinetti gas e sanitario a corredo;

  • kit cassetto neutralizzatore raccogli condensa, copertura raccordi idraulici (optional);

  • possibilità di installazione all'esterno con kit resistenze antigelo (optional).

Tra i modelli disponibili menzioniamo: Mynute Sinthesi 25 C.S.I e 29 C.S.I., e CIAO GREEN studiati appositamente per impianti tradizionali ad alta temperatura (termosifoni e radiatori).
Caldaia a condensazione Mynute Sinthesi - Beretta
La caldaia è dotata di recuperatore di calore sui fumi e combustione in camera stagna; ciò permette di ottenere elevate prestazioni in termini di rendimento e quindi un sensibile risparmio energetico.

Questi modelli costituiscono la soluzione ideale sia nella prima installazione che nella sostituzione.


Caldaie a gas a condensazione per ottimizzare l'impianto di riscaldamento


Al fine di ottimizzare l'impianto di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria, migliorando l'efficienza e il risparmio energetico dell'abitazione, l'azienda Vaillant presenta una panoramica sui modelli di condensazione.


Ad esempio la caldaia murale a condensazione ecoTEC plus VMW, presenta un'efficienza etas=94%, se abbinata a una termoregolazione di classe VI (come vSmart), raggiunge un'efficienza di sistema pari a 98% e quindi la classe energetica ErP in riscaldamento A+.


Disponibile nelle potenze da: 25, 30 e 34 KW, la caldaia è di facile installazione grazie alle dimensioni: di 70 cm altezza, 44 cm di larghezza e 35 cm di profondità e peso ridotto.

Al suo interno è installato il sistema Vaillant ELGA che amplia il campo di modulazione, regola e monitorizza elettronicamente la combustione per assicurare sempre il minor consumo di gas garantendo il massimo rendimento.

riproduzione riservata
Articolo: Impianto termico con caldaia a condensazione
Valutazione: 5.91 / 6 basato su 11 voti.

Impianto termico con caldaia a condensazione: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
320.608 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Impianto termico con caldaia a condensazione che potrebbero interessarti


Temperatura Fumo Caldaia

Impianti di riscaldamento - Il sistema di scarico dei fumi delle caldaie costituisce parte integrante dell'impianto gas e richiede una specifica progettazione per potenze superiori ai 35 kW.

Rendimento Impianto Termico

Impianti di riscaldamento - Il rendimento di un impianto termico è espresso dal rendimento globale medio stagionale, costituito dal prodotto di quattro fattori.

Moderno Impianto Centralizzato

Impianti di riscaldamento - Caratteristiche, qualità e convenienza nella realizzazione di impianti centralizzati per il riscaldamento degli appartamenti di uno stesso edificio condominiale.

Il sistema ibrido caldaia a condensazione con pompa di calore ad aria

Impianti di riscaldamento - Con il nuovo sistema ibrido caldaia a condensazione con pompa di calore ad aria, riscaldare la casa e produrre l'acqua calda sanitaria costa meno e conviene!

Scarico a parete caldaia

Impianti di riscaldamento - Per una nuova caldaia è possibile realizzare lo scarico dei fumi a parete e non a tetto, la caldaia deve essere a condensazione con basse emissioni di ossidi di azoto.

Detrazione 65% per sistemi di riscaldamento integrati caldaia+pompa di calore

Detrazioni e agevolazioni fiscali - Pubblicata sul sito dell'Enea una faq che chiarisce la detraibilità al 65% di sistemi di riscaldamento integrati costituiti da caldaia a condensazione e pompa di calore.

Collettori Impianti Termici

Impianti - La maggior parte degli impianti termici moderni indipendentemente dalla tecnologia adottata, ventilazione, convezione o radiazione, sono realizzati con dei collettori.

Dimensionamento radiatori e caldaia

Impianti di riscaldamento - Raccogliendo informazioni sugli ambienti e sul tipo di radiatori da utilizzare è possibile stimare il numero di elementi necessari e scegliere anche la caldaia.

Temperature di Riscaldamento in casa

Impianti di riscaldamento - La tecnologia impiantistica ha ridefinito le temperature dei terminali riscaldanti riducendone i valori con il migliorare delle prestazioni dei generatori termici.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img franze2020
Buonasera, ho richiesto dei preventivi (non qui su Lavorincasa.it) per la sostituzione di una vecchia caldaia con una nuova caldaia a condensazione. L'appartamento è...
franze2020 20 Novembre 2020 ore 10:18 1
Img stefano21
Salve, avrei bisogno di sapere cosa bisogna fare per mettere a norma una caldaia a gasolio del metà '80, funziona perfettamente e preferirei non venisse cambiata.
stefano21 07 Ottobre 2020 ore 11:19 1
Img torotaxi
Buongiorno, Ho visto da poco un immobile per un possibile acquisto. Si tratta di una villetta a schiera anni 70 (200m2 totali) con impianto di riscaldamento ad aria canalizzata. 7...
torotaxi 04 Settembre 2020 ore 17:05 1
Img francescapierro
Salve, sto ultimando la costruzione di una villetta a Roma, zona Infernetto. Ho previsto, a livello di tubi, il gas ma ora vorrei da voi un consiglio per capire se, per il...
francescapierro 03 Agosto 2020 ore 22:53 5
Img lcusati
Ciao a tutti, Vi propongo un quesito a cui nessuno ha saputo ancora darmi una risposta. Sto per ristrutturare un appartamento (in un condominio) dalla a alla z. Dovrei rifare...
lcusati 18 Maggio 2020 ore 09:19 4