• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Quando e come potare le ortensie per una fioritura perfetta

Quando potare le ortensie ma soprattutto il modo in cui lo si fa, ha un'importanza fondamentale per lo sviluppo e la salute di questa pianta bella pianta.
Pubblicato il

Quando si potano le ortensie e come farlo bene


Le ortensie, conosciute scientificamente come Hydrangea, sono piante da giardino ampiamente apprezzate per la loro bellezza e versatilità.

Queste piante decidue, originarie principalmente dell'Asia e delle Americhe, sono famose per i loro vistosi fiori raccolti in grandi infiorescenze globulari, che variano dal bianco al blu, al rosa e al viola.
Tuttavia, per mantenere la salute e la vitalità delle ortensie e per favorire una fioritura abbondante e spettacolare, è essenziale comprendere l'arte della potatura.

In questo articolo, esploreremo i benefici della potatura delle ortensie, mettendo in evidenza le pratiche corrette per farlo con successo.


Che succede se non si potano le ortensie?


La mancata potatura delle ortensie può comportare una serie di problematiche per queste piante da giardino. Innanzitutto, le ortensie tendono a diventare legnose e meno vigorose se non vengono potate regolarmente.

Questo può portare a una fioritura meno abbondante e meno spettacolare nel corso del tempo.

Inoltre, la mancata potatura può favorire la crescita disordinata dei rami, rendendo la pianta meno attraente esteticamente.

Ortensia potatura: fiore recisoOrtensie potatura: fiore reciso

Le ortensie possono anche diventare suscettibili a malattie e parassiti se non vengono potate in modo adeguato, poiché i rami densi e sovrapposti possono ostacolare la circolazione dell'aria.


Infine, questa pratica può aiutare a controllare la dimensione delle piante, impedendo loro di diventare troppo ingombranti per lo spazio circostante.

In sintesi, la mancata potatura delle ortensie può compromettere la loro salute, bellezza e longevità nel giardino.


Quando potare le ortensie


La potatura delle ortensie dovrebbe essere eseguita al momento giusto per garantire una fioritura ottimale.

Generalmente, il periodo ideale per potare le ortensie varia a seconda del tipo di ortensia.

Le ortensie potate doneranno bellissime fioritureLe ortensie potate doneranno bellissime fioriture

Le ortensie a fioritura estiva, come la Hydrangea macrophylla, vanno potate subito dopo la fioritura, di solito in primavera o inizio estate, poiché i fiori si sviluppano sui rami dell'anno precedente.

Foglie di ortensia: al centro un infiorescenza giovaneFoglie di ortensia: al centro un infiorescenza giovane

Le ortensie a fioritura tardiva, come la Hydrangea paniculata, possono essere potate a fine inverno o inizio primavera, poiché fioriscono sui nuovi rami.

Evitate la potatura in autunno o inverno, quando le piante sono in uno stato di dormienza, per evitare danni alla crescita futura.


Potatura ortensie: materiale necessario


Per potare le ortensie in modo efficace è essenziale disporre di alcuni strumenti specifici.

Innanzitutto, avrete bisogno di forbici o cesoie da potatura di alta qualità, con lame affilate per tagli netti e precisi.

Materiale necessario per potare ortensiaMateriale necessario per potare ortensia

Un paio di guanti da giardinaggio resistenti proteggerà le mani da eventuali spine o detriti.

Le forbici da potatura a lama lunga consentono di raggiungere rami alti o difficilmente accessibili.

cesoie potatura
Un troncarami o sega per rami più spessi può essere utile per rimuovere rami più robusti. Inoltre, un disinfettante per le lame aiuterà a prevenire la diffusione di malattie tra le piante.


Come potare le ortensie


La pratica del potare ortensie richiede un approccio attento e stagionale.
È consigliabile eseguire questa operazione in un determinato periodo dell'anno, concentrandosi su alcune importanti linee guida.

I rami verdi hanno meno di 3 anniI rami verdi hanno meno di 3 anni

Innanzitutto, è fondamentale effettuare la potatura durante la stagione giusta, di solito all'inizio della primavera.

Durante questo processo, si dovrebbe limitare l'intervento alla rimozione dei rami più deboli, favorendo così la crescita vigorosa del cespuglio.

I rami marroni hanno più di 3 anniI rami marroni hanno più di 3 anni

È essenziale eliminare i fiori secchi tagliando sopra l'ultima coppia di gemme, poiché queste porteranno i fiori nella stagione successiva.

Tuttavia, questa operazione di potatura dovrebbe coinvolgere solo le piante che hanno raggiunto almeno i 3-4 anni di età. Si nota che, i rami con più di 3 anni di età diverranno marroni e legnosi.

Consigli sulle potature ortensie per rinvigorire il cespuglio


Per rinvigorire il cespuglio, è consigliabile tagliare alla base gli steli di ortensia più vecchi, quelli di oltre tre anni, riconoscibili dal loro colore scuro quasi nero e dalla corteccia rugosa e squamata (vedi foto paragrafo precedente).

Per i rami già fioriti, è opportuno eseguire il taglio al di sopra di due o tre gemme.

Giovane gemma di ortensiaGiovane gemma di ortensia

Seguendo attentamente queste indicazioni e agendo nel periodo giusto, sarà possibile mantenere le ortensie in salute e garantire una fioritura abbondante e splendida.


Cosa fare dopo potatura ortensia


Dopo aver eseguito con successo la potatura delle ortensie, è fondamentale dedicare attenzione alla cura continua delle piante per garantire la loro salute e una fioritura rigogliosa.

Ecco alcuni passi cruciali per prendersi cura delle ortensie dopo la potatura:

  • Irrigazione adeguata: le ortensie richiedono un'irrigazione regolare. Mantenete il terreno umido, ma evitate ristagni d'acqua, poiché le radici possono marcire in terreni troppo bagnati;

  • Fertilizzazione bilanciata: applicate un fertilizzante specifico per ortensie in primavera e all'inizio dell'estate. Assicuratevi che il fertilizzante contenga gli elementi necessari per una crescita sana e una fioritura abbondante;

  • Controllo delle malattie e dei parassiti: monitorate attentamente le piante per segni di malattie o infestazioni da parassiti. In caso di problemi, trattate con prodotti adatti in modo tempestivo;

  • Protezione invernale: per le regioni con inverni rigidi, coprite le ortensie con uno strato di pacciame o paglia per proteggerle dal freddo e dai venti gelidi;

  • Rimozione dei fiori sfioriti: continuate a rimuovere regolarmente i fiori sfioriti per incoraggiare la formazione di nuovi boccioli e prolungare la fioritura;

  • Potatura di manutenzione: durante la stagione, eseguite potature di manutenzione per rimuovere rami deboli o danneggiati e mantenere la forma desiderata della pianta;

  • Monitoraggio costante: osservate attentamente le ortensie durante la stagione e rispondete alle loro esigenze specifiche, come il supporto per i rami pesanti di fiori.

Seguendo questi passi, potrete godere di ortensie robuste e belle nel vostro giardino, con una fioritura abbondante e splendida per tutta la stagione.


Cosa fare con le ortensie in inverno


Durante l'inverno, le ortensie richiedono attenzione speciale per affrontare le condizioni rigide. Evitate una potatura ortensie tardiva, poiché potrebbe eliminare i futuri boccioli.

I fiori secchi di ortensia vanno potatiI fiori secchi di ortensia vanno potati

Coprite le piante con uno strato di pacciame o paglia per proteggerle dal freddo e dai venti.

Riducete le annaffiature ma mantenete il terreno leggermente umido. Monitorate le ortensie per segni di parassiti invernali e trattate se necessario.

Guanti per potare
Lasciate che le piante riposino in inverno, evitando fertilizzazioni o disturbi e assicurandovi che le radici rimangano protette e calde.

In questo modo, le ortensie dovrebbero affrontare l'inverno in buona salute e pronte a rinascere in primavera.

riproduzione riservata
Quando potare le ortensie
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.942 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI