• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Fermaporta a parete: in quali casi conviene metterlo

Il fermaporte a parete è un elemento di fondamentale importanza nell'ambito dell'arredamento e del design degli interni. Ecco quando e come metterlo in casa
Pubblicato il

Cos'è un fermaporta a parete


Un fermaporta a parete, noto anche come fissaporta da muro, rappresenta un elemento di fondamentale importanza nell'ambito dell'arredamento e del design degli interni.
Questo dispositivo, che si trova in varie tipologie di materiali, è utile per una duplice funzione: mantenere le porte aperte, agevolando il passaggio e il flusso di aria, e quella di evitare la chiusura indesiderata, prevenendo il possibile schiacciamento di dita o spiacevoli danni alle pareti circostanti.

La sua applicazione a parete si rivela strategica in virtù dell'ottimizzazione dello spazio, consentendo una maggiore versatilità nella disposizione degli arredi e una resa estetica raffinata.
Olivari fermaporta magnetico cubo b136c - ManiglieriaOlivari fermaporta magnetico cubo b136c - Maniglieria

I fermaporta a parete si distinguono per la loro varietà stilistica, abbracciando linee minimaliste e moderne, nonché forme classiche e artistiche, al fine di soddisfare le esigenze di ogni contesto architettonico e di ogni concezione estetica.

La loro funzionalità ingegneristica, affiancata alla scelta di materiali pregiati, ne fa degli autentici complementi d'arredo, capaci di coniugare perfettamente forma e funzione nei progetti di design degli spazi abitativi.


Fermaporta a muro: quale materiale scegliere


La scelta del materiale per la realizzazione di un fermaporta a parete è cruciale per garantire la sua durabilità e integrazione nell'ambiente circostante.

Ci sono diverse opzioni a disposizione per soddisfare le diverse esigenze estetiche e funzionali.

Blister 1 pz fermaporta in zama cromata ø 45 mm - OBIBlister 1 pz fermaporta in zama cromata ø 45 mm - OBI

La sintesi tra questi due elementi potrebbe essere il fermaporte in zanna cromata da 45mm, come il modello Blister proposto da OBI

La prima è il metallo, tra cui acciaio inossidabile, ottone, e ferro battuto; questo materiale offre una robustezza strutturale senza pari e può essere lavorato per creare dettagli decorativi sofisticati.

Tra i modelli in ottone la Maniglieria propone il fermaporte a muro Olivari stilo.

Olivari Fermaporta stilo b123 - ManiglieriaOlivari Fermaporta stilo b123 - Maniglieria

L'acciaio inossidabile, in particolare, è resistente alla corrosione, ideale per ambienti umidi come bagni e cucine.

Fermaporte a muro in legno e polipropilene


Il legno, invece, aggiunge un tocco di calore e naturalezza all'ambiente, con varie essenze come quercia, ciliegio e noce che consentono di abbinare il fermaporta al resto del mobilio.

Il modello di fermaporte in legno Inofix, in vendita anche su Mediterraneo Garden, è un ottimo esempio di fermaporte utile e piacevole alla vista
INOFIX Fermaporta a muro Legno Faggio - Mediterraneo GardenINOFIX Fermaporta a muro Legno Faggio - in vendita su Mediterraneo GardenINOFIX Fermaporta a muro Legno Faggio - in vendita su Mediterraneo Garden

Infine, il polipropilene, un materiale plastico altamente versatile, è leggero, resistente alle intemperie ed economico, adatto per l'uso esterno.

Ogni materiale presenta le proprie peculiarità e va selezionato con cura, tenendo conto delle caratteristiche dell'ambiente in cui il fermaporta verrà collocato e dell'estetica complessiva del design d'interni


Come si lavano i fermaporta


La cura e la manutenzione dei fermaporta, indipendentemente dal materiale di cui sono composti, sono fondamentali per preservarne la bellezza e la funzionalità nel tempo.

Come discusso precedentemente, i materiali possono variare notevolmente, e di conseguenza, anche le procedure di pulizia e manutenzione saranno diverse.

Per i fermaporta in metallo, ad esempio, è consigliabile utilizzare un panno morbido in microfibra, leggermente inumidito con una soluzione di acqua e detergente neutro.

Dopo la pulizia, asciugare accuratamente il fermaporta per prevenire la formazione di macchie d'acqua. Inoltre, l'applicazione periodica di un sottile strato di cera o olio specifico per il metallo può aiutare a conservarne la lucentezza e proteggerlo dall'ossidazione.

Per i fermaporta in legno, la manutenzione richiede attenzione speciale: un panno leggermente inumidito con acqua e sapone neutro può essere utilizzato per la pulizia quotidiana.
INOFIX Fermaporta a muro Legno Sapelly - in vendita su Mediterraneo GardenINOFIX Fermaporta a muro Legno Sapelly - in vendita su Mediterraneo Garden

È fondamentale evitare l'uso di detergenti aggressivi che potrebbero danneggiare il legno o rimuovere la finitura protettiva. Periodicamente, è bene applicare uno strato di cera o olio per legno specifico per mantenerlo idratato e resistente.

Inoltre, indipendentemente dal materiale, è importante verificare periodicamente la stabilità e il funzionamento del fermaporta, assicurandosi che le parti mobili, se presenti, siano lubrificate e funzionino senza intoppi.


Quando mettere un fermaporta a parete


La decisione di collocare un fermaporta a parete all'interno di un ambiente è un aspetto cruciale nella progettazione degli spazi, richiedendo una valutazione attenta delle esigenze funzionali ed estetiche.

Innanzitutto, i fermaporta trovano il loro impiego ideale in zone soggette a frequenti spostamenti, come ad esempio corridoi, sale d'ingresso e aree di passaggio.

Le condizioni climatiche locali devono essere tenute in considerazione quando si decide di installare un fermaporta a parete; in ambienti esposti all'umidità o a cambiamenti significativi di temperatura.

Infatti, è consigliabile scegliere materiali resistenti alla corrosione e all'usura per garantire una durata ottimale.

Blister 1 pz fermaporta in zama cromato ø 36 mm - OBIBlister 1 pz fermaporta in zama cromato ø 36 mm - OBI

Infine, dal punto di vista estetico, i fermaporta a parete possono diventare un elemento di decorazione e personalizzazione degli spazi.

Possono essere scelti per armonizzare con il design globale dell'ambiente, integrandosi con il mobilio, i colori e lo stile architettonico.

Inoltre, possono rappresentare un'opportunità per introdurre elementi artistici o tematici, aggiungendo valore estetico e raffinatezza all'intero contesto.


Fermaporte a muro: come si monta


Il processo di installazione di un fermaporta a parete richiede precisione e attenzione per garantire un risultato sicuro e funzionale.



Ecco i passaggi chiave per il corretto montaggio di un fermaporta a muro.

  • Preparazione degli strumenti: prima di iniziare, è essenziale disporre degli strumenti appropriati, tra cui, un trapano elettrico con punte adatte al materiale murario, tasselli e viti, una livella a bolla d'aria, un metro a nastro, e un cacciavite.

  • Scelta della posizione: selezionare con attenzione la posizione del fermaporta, tenendo conto delle esigenze di funzionalità e del design d'interni. Utilizzare il metro a nastro e la livella per garantire un'installazione precisa e allineata.

  • Foratura del muro: usare il trapano elettrico per praticare i fori nel punto prescelto, assicurandosi che siano adatti al tipo di materiale murario.

  • Installazione del fermaporta: di solito, il fermaporta è dotato di supporti o staffe che devono essere fissati al muro utilizzando le viti. Assicurarsi che il fermaporta sia posizionato in modo che possa svolgere efficacemente la sua funzione di trattenere la porta aperta.

  • Verifica dell'allineamento: utilizzare la livella a bolla d'aria per garantire che il fermaporta sia perfettamente orizzontale o inclinato nella direzione desiderata, a seconda del design e delle esigenze funzionali.

  • Verifica della stabilità: assicurarsi che il fermaporta sia saldamente fissato al muro e che non presenti giochi o movimenti indesiderati.

  • Finitura: una volta completata l'installazione, effettuare una pulizia accurata dell'area circostante per rimuovere eventuali detriti o tracce residue.

  • Verifica dell'operatività: infine, verificare che il fermaporta funzioni correttamente, consentendo alla porta di essere tenuta in posizione aperta e di chiudersi senza ostacoli quando necessario.


I migliori pregi di un fermaporte da parete


Pur essendo un elemento apparentemente semplice nell'arredamento e nel design d'interni, il fermaporta a parete offre una serie di vantaggi che contribuiscono alla sua popolarità e utilità.

fermaporte a muro
Ecco i cinque principali pregi di un fermaporta da parete:

  1. Funzionalità: i fermaporta agevolano il flusso d'aria e semplificano il passaggio tra gli spazi; questa funzione è particolarmente utile in ambienti in cui la circolazione d'aria o la facilità di movimento sono essenziali.

  2. Estetica: un fermaporta ben progettato può fungere da elemento decorativo e integrarsi armoniosamente nell'arredamento complessivo. La vasta gamma di materiali, stili e finiture disponibili consente di selezionare un fermaporta che si adatti perfettamente allo stile e all'estetica dell'ambiente.

  3. Prevenzione di danni: un fermaporta ben posizionato e funzionante previene la chiusura improvvisa delle porte, riducendo il rischio di schiacciamento delle dita e di danni alle pareti e agli arredi circostanti.

  4. Durabilità e manutenzione semplice: a seconda del materiale scelto, i fermaporta a parete possono essere estremamente resistenti e richiedere una manutenzione minima. I materiali come l'acciaio inossidabile o il legno di alta qualità sono noti per la loro durata e la facilità di pulizia e manutenzione.

riproduzione riservata
Quando conviene mettere un fermaporta a muro
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.943 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI