Profumare casa con le piante: quali scegliere e come curarle

Ci sono piante che possono arricchire l'esperienza sensoriale in casa, grazie al loro profumo distintivo. Ecco quali varietà scegliere e come prendersene cura.
Pubblicato il

Qual è la pianta da interno che profuma di più


Rispondere con ragionevole certezza al quesito su quale sia la pianta da interno più profumata può essere una sfida ardua anche per gli appassionati attenti al design e all'arredamento degli spazi interni.
Esistono diverse piante da interno profumate che possono aggiungere una nota fragrante all'ambiente domestico, tra queste c'è sicuramente il Pelargonium graveolens, comunemente nota come geranio odoroso.

Il geranio odoroso è una pianta da interno profumata che può essere coltivata non solo in balcone ma anche all'interno di un appartamento che si distingue – nomen omen - per il suo aroma caratteristico.

Le sue foglie, infatti, rilasciano un profumo intenso e persistente, con sentori di rosa, agrumi e spezie, rendendola una scelta assai popolare tra gli appassionati di piante aromatiche.

Un'altra pianta profumata da prendere in considerazione per profumare la casa è la Gardenia jasminoides Kleim's Hardy. Con le giuste cure e attenzioni, questa varietà di gardenia può essere coltivata con successo in casa, offrendo fiori bianchi profumati e un'atmosfera incantevole.


Geranio odoroso o Pelargonium graveolens


Il Pelargonium graveolens, o geranio odoroso, è una pianta che, come già accennato, è apprezzata per il suo profumo intenso.

Piantine profumate - Flickr.com, Forest and Kim StarrPiantine profumate - Flickr.com, Forest and Kim Starr

Coltivare il geranio odoroso all'interno di casa è possibile ma richiede una serie di accorgimenti e l'osservanza di specifici requisiti per garantirne uno sviluppo sano.

Geranio odoroso: coltivazione e cura


Inizialmente, è fondamentale assicurarsi di scegliere un substrato di alta qualità, come un mix di torba, perlite e sabbia, che favorirà un buon drenaggio e una corretta aerazione delle radici.

Un'adeguata esposizione alla luce solare è essenziale per il geranio odoroso; pertanto, va posizionato in un'area ben illuminata, evitando, però, l'esposizione diretta ai raggi solari nelle ore centrali della giornata.

Pelargonium Graveolens - McZusatz, WikicommonsPelargonium Graveolens - McZusatz, Wikicommons

Durante il periodo di crescita attiva, è consigliato mantenere la stanza dove è posizionato ad una temperatura compresa tra i 18°C e i 24°C: questo clima favorirà uno sviluppo ottimale della pianta.

Come per tutte le piante, l'irrigazione costituisce un aspetto cruciale nella coltivazione del geranio odoroso; perciò, è consigliabile adottare un regime di innaffiatura moderato e regolare, evitando ristagni idrici e garantendo il completo asciugamento del terreno tra un'irrigazione e l'altra.

Fertilizzazione e potatura del geranio odoroso


Per contribuire a fornire i nutrienti necessari per una crescita florida, può essere una buona idea l'applicazione di un fertilizzante bilanciato, specifico per piante fiorite, una volta al mese durante la stagione primaverile ed estiva.



Inoltre, per favorire la comparsa di fioriture abbondanti, è opportuno procedere a una leggera ma regolare potatura eliminando le parti secche e promuovendo la ramificazione della pianta.

In ultimo, ma non per importanza, un adeguato controllo delle infestazioni di parassiti e malattie, mediante l'uso di prodotti fitosanitari appropriati o rimedi naturali, preserverà la salute del geranio odoroso.


Gardenia jasminoides Kleim's Hardy


La Gardenia jasminoides Kleim's Hardy è una varietà di gardenia nota per la sua resistenza al freddo e i suoi fiori profumati.

Come già discusso in precedenza, la gardenia è una pianta adatta a prosperare anche in un ambiente domestico a patto che le siano garantite cure e attenzioni specifiche.

Gardenia jasminoides, pianta interna - Pxfuel.com Gardenia jasminoides, pianta interna - Pxfuel.com

La gardenia Kleim's Hardy è una pianta da interno profumata originaria delle regioni tropicali e subtropicali, il che significa che per prosperare richiede temperature mediamente alte e molta umidità.

Gardenia jasminoides Kleim's Hardy: coltivazione e cura


Per cominciare, la gardenia Kleim's Hardy richiede una posizione luminosa ma protetta dalla luce solare diretta: un'illuminazione insufficiente potrebbe causare una crescita debole e una fioritura scarsa.

Per coltivare la gardenia jasminoides Kleim's Hardy al chiuso bisogna assicurarsi che riceva almeno sei ore di luce attraverso una finestra soleggiata.

Il substrato di coltivazione deve essere ricco di sostanza organica e ben drenato; è possibile utilizzare un terriccio specifico per piante acidofile o preparare una miscela di torba, perlite e sabbia per garantire un buon drenaggio.

Fiorellini bianchi profumatissimi della gardenia jasminoides - Pxfuel.comFiorellini bianchi profumatissimi della gardenia jasminoides - Pxfuel.com

L'irrigazione è una parte cruciale della cura della gardenia: questo tipo di gardenia preferisce un terreno costantemente umido, ma non inzuppato.

Per questo motivo è decisivo evitare sia l'eccesso che la scarsità d'acqua, monitorando attentamente l'umidità del substrato.

L'uso di acqua distillata può essere preferibile visto che la gardenia è sensibile all'accumulo di sali minerali presenti nell'acqua del rubinetto.

In termini di temperatura, la Gardenia jasminoides Kleim's Hardy può crescere dentro casa a patto che, durante il periodo di crescita attiva, siano mantenute temperature tra i 20°C e i 23°C durante il giorno e tra i 15°C e i 18°C durante la notte.

Fertilizzazione e potatura della gardenia Kleim's Hardy


L'applicazione di un fertilizzante specifico per piante acidofile, diluito secondo le istruzioni del produttore, può fornire i nutrienti necessari per una crescita sana e una fioritura abbondante ma attenzione: è importante evitare l'eccesso di fertilizzante, poiché potrebbe bruciare le radici.

La gardenia Kleim's Hardy non richiede una potatura intensa e per lo più viene potata per mantenere una forma equilibrata della pianta. È bene ricordarsi che la potatura va fatta esclusivamente in estate, dopo che tutti i fiori sono appassiti.

Fiore profumato gardenia jasminoides - Lucia Barabino pixabayFiore profumato gardenia jasminoides - Lucia Barabino pixabay

Così come per tutte le piante, è importante prestare attenzione a possibili infestazioni di parassiti come afidi, ragnetti rossi o cocciniglie: l'osservazione regolare delle foglie e l'adozione di misure preventive, tra cui la pulizia delle foglie con acqua o l'utilizzo di oli naturali, possono contribuire a mantenerli sotto controllo.


Quale pianta non porta frutti o fiori anche se odora


Esistono alcune piante che, nonostante il loro gradevole profumo, non producono fiori o frutti visibili.

Queste piante sono apprezzate specialmente per le loro qualità aromatiche, che possono contribuire a creare un'atmosfera piacevole in casa e spesso sono usate anche per cucinare.

Piante aromatiche odorose - RitaE, PixabayPiante aromatiche odorose - RitaE, Pixabay

Tra gli esempi che possiamo trovare di piante aromatiche che pur emanando un buon odore non producono frutti o fiori ci sono, tra le tante, il basilico, la menta, il timo e il rosmarino.

È importante ricordare che queste piante, pur non offrendo fioriture o frutti, possono comunque arricchire l'esperienza sensoriale all'interno della casa con il loro profumo distintivo.


Come creare un profuma ambienti con le piante


Creare un profumo per ambienti gradevole utilizzando le piante è un'ottima idea visto che può aggiungere un tocco naturale e rinfrescante alla casa.

Sachet fiori

Ecco alcuni consigli e strategia per sfruttare al massimo il potenziale aromatico delle piante profumate da interno

Consigli per profumare casa


Seppur scontato, il primo trucco è posizionare strategicamente le piante profumate in diverse aree della casa, come il soggiorno, la camera da letto o anche il bagno; in questo modo il loro profumo sarà distribuito uniformemente in tutta la casa.

Oppure, si può decidere di ritagliare uno specifico angolo di casa che sia interamente dedicato alle piante aromatiche, riunendo così diverse varietà che si completino a vicenda.

Oli essenziali e acque aromatiche


Oltre a posizionare le piante in luoghi strategici, puoi anche sfruttare il potere delle essenze naturali preparando oli essenziali o acque aromatiche utilizzando parti delle piante, come fiori o foglie, e diluendole in acqua o olio vettore.

Olio essenziale profumato alla gardenia - PexelsOlio essenziale profumato alla gardenia - Pexels

Questi composti possono essere spruzzati nell'aria o utilizzati per creare profumatori per ambienti fatti in casa.

Sachet profumati


Un altro approccio può essere quello di utilizzare foglie o petali di piante aromatiche per creare dei sachet profumati che possono essere posizionati in armadi o nei cassetti per profumare delicatamente gli ambienti chiusi.

Cose profumate, sachet - pxhere.comCose profumate, sachet - pxhere.com

Il consiglio principale, comunque, è quello di sperimentare con diverse combinazioni di piante e metodi di utilizzo per trovare la soluzione che si adatta meglio alle proprie preferenze e all'atmosfera che si desidera creare in casa.

riproduzione riservata
Quali sono le piante profumate da interno
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 1 voti.
gnews
  • whatsapp
  • facebook
  • twitter

Inserisci un commento



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
347.073 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI