• progetto
  • cadcasa
  • ristrutturazione
  • caldaia
  • clima
  • forum
  • consulenza
  • preventivi
  • computo
  • mercatino
  • mypage
madex

Inquinamento acustico in casa: rumori dannosi e soluzioni efficaci

L'inquinamento acustico domestico rappresenta una problematica particolarmente rilevante che può provocare danni alla salute e al benessere degli abitanti.
Pubblicato il

Quando il rumore in casa diventa dannoso?


L'inquinamento acustico è una problematica che spesso si associa all'ambiente esterno, come il traffico stradale o i rumori delle attività industriali.

Tuttavia, è importante rendersi conto che anche all'interno delle abitazioni si può essere esposti a rumori dannosi.
La tranquillità e il silenzio che dovrebbero caratterizzare lo spazio personale possono essere compromessi da una serie di fattori acustici indesiderati.


Che cos'è il suono e come si propaga


Per comprendere appieno l'inquinamento sonoro, è importante approfondire il concetto di suono.

Il suono è un tipo di energia che si propaga attraverso l'aria o altri mezzi elastici sotto forma di onde sonore. Quando queste onde raggiungono l'orecchio umano, vengono percepite come suoni.

Come si propaga il suono
Nel contesto dell'inquinamento, il suono diventa rilevante poiché determina la qualità dell'ambiente in cui viviamo. Le onde si propagano all'interno degli spazi domestici, attraversando pareti, pavimenti e soffitti, e possono essere amplificate o attenuate in base alle caratteristiche strutturali dell'edificio.


Norme inquinamento acustico


Il DPCM 14 novembre 1997 e la Legge 447/95 rappresentano strumenti legislativi fondamentali per la gestione dell'inquinamento sonoro in Italia.

DPCM 14/11/97


Il DPCM 14 11 97 stabilisce le direttive e le misure per la prevenzione e la riduzione dell'inquinamento acustico, al fine di tutelare la salute pubblica e garantire la qualità dell'ambiente.

Questo decreto fornisce linee guida sulle attività di controllo e prevenzione dell'inquinamento sonoro, stabilendo limiti di rumorosità per diverse tipologie di aree, come residenziali, commerciali e industriali.

Inoltre, il DPCM prevede anche la classificazione acustica del territorio, che aiuta a definire le azioni necessarie per il monitoraggio e la gestione del rumore ambientale.

Legge 447/95 aggiornata 2020


La Legge 447/95 rappresenta il quadro normativo di riferimento per la tutela dall'inquinamento acustico in Italia. Questa legge stabilisce i principi generali e i criteri per la prevenzione, la riduzione e la sorveglianza del rumore ambientale, nonché le modalità di misurazione e valutazione dell'inquinamento sonoro.

Norme per l'inquinamento acustico
La Legge 447/95 definisce i diritti e i doveri dei cittadini, delle autorità locali e delle imprese in materia di inquinamento acustico. Inoltre prevede sanzioni per coloro che violano le disposizioni normative, al fine di garantire l'applicazione e l'efficacia delle misure di contrasto all'inquinamento sonoro.


Inquinamento acustico cause


L'insorgere dell'inquinamento acustico all'interno delle abitazioni può essere attribuito a diverse fonti che contribuiscono alla sua diffusione.
Comprendere il suo sviluppo è fondamentale per adottare misure efficaci per contrastarlo.

Rumori ambientali


Una delle principali fonti di inquinamento sonoro domestico è rappresentata dal rumore ambientale causato dal traffico stradale.

Se la nostra abitazione è situata in prossimità di una strada trafficata, i rumori dei veicoli possono penetrare all'interno, disturbando la tranquillità dell'ambiente domestico.

Inoltre, i rumori provenienti dalle attività industriali nelle vicinanze possono contribuire ulteriormente all'aumento del livello di fastidio percepito.

Rumori interni


Un'altra fonte comune di inquinamento sonoro è costituita dagli elettrodomestici.
Frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie e altri apparecchi domestici emettono rumori durante il loro funzionamento.

Sebbene possano sembrare di bassa intensità, l'accumulo di tali suoni nel corso della giornata può risultare fastidioso e influire sul benessere generale.

Inquinamento acustico musicale


La musica ad alto volume rappresenta un'altra causa di inquinamento sonoro. L'ascolto prolungato di musica a elevata intensità può danneggiare l'udito e disturbare il riposo.


È importante prestare attenzione al volume dei dispositivi audio utilizzati e considerare l'utilizzo di cuffie o altoparlanti isolati acusticamente per limitare la diffusione del suono.

Rumori provenienti dai vicini


I rumori provenienti dai vicini possono costituire una fonte di disturbo all'interno delle abitazioni. Che si tratti di rumori provocati da lavori di ristrutturazione o semplicemente di attività quotidiane, come camminare o spostare mobili, questi suoni possono trasmettersi attraverso le pareti con facilità, interferendo con il riposo e la tranquillità degli abitanti.

Scarso isolamento acustico


Per quanto riguarda lo sviluppo dell'inquinamento sonoro, è importante considerare anche le caratteristiche strutturali della casa stessa.

Uno scarso isolamento acustico delle pareti, dei pavimenti e dei soffitti favorisce la trasmissione del suono da una stanza all'altra, amplificando l'effetto del rumore indesiderato.


Soglia del dolore decibel


La soglia del dolore è il livello di rumore oltre il quale si avverte dolore fisico nell'orecchio umano. Questo valore varia da persona a persona, ma generalmente si aggira intorno ai 120 dB (decibel).

Livello di rumore
È importante evitare l'esposizione a rumori superiori a tale soglia, in quanto possono causare danni permanenti all'udito. Utilizzare protezioni auricolari adeguate e limitare l'esposizione a rumori intensi sono misure preventive efficaci per proteggere l'udito.


Inquinamento acustico rimedi


Esistono diverse soluzioni pratiche e efficaci per diminuire l'inquinamento acustico domestico.

Adottare queste misure può contribuire a creare un ambiente domestico più tranquillo e silenzioso, favorendo il benessere abitativo.

Isolamento acustico


Una delle prime soluzioni da considerare è l'isolamento acustico.
Questa tecnica prevede l'utilizzo di materiali speciali per ridurre la trasmissione del suono attraverso le pareti, i pavimenti e i soffitti.

L'installazione di pannelli fonoassorbenti, vetri isolanti e porte insonorizzate può notevolmente ridurre l'ingresso del rumore esterno.

Pannelli per l'isolamento acustico
Un'opzione efficace è l'impiego finestre a doppio vetro con spazio d'aria interposto che hanno la funzione di ridurre significativamente la penetrazione del rumore esterno. Anche l'installazione di guarnizioni o tenute acustiche intorno alle porte può contribuire a sigillare gli spazi e impedire l'ingresso di rumori indesiderati.

Tappeti e rivestimenti fonoassorbenti


Un'altra soluzione consiste nell'utilizzo di tappeti e rivestimenti per pavimenti.
I tappeti, soprattutto quelli spessi e con una buona capacità di assorbimento acustico, possono attenuare i rumori dei passi e ridurre l'eco all'interno degli ambienti.

Inoltre, i rivestimenti per pavimenti realizzati con materiali fonoassorbenti possono contribuire a ridurre la propagazione del suono tra i piani superiori e inferiori dell'edificio.

Elettrodomestici silenziosi


L'utilizzo di elettrodomestici silenziosi rappresenta un'altra soluzione.
Quando si sceglie un nuovo elettrodomestico, è consigliabile prestare attenzione al livello di rumorosità dichiarato dal produttore.
Optare per apparecchi con un basso livello di rumore può aiutare a ridurre l'accumulo di suoni indesiderati in casa.

Arredi per attenuare i rumori


È possibile ricorrere a strategie di arredamento mirate a ridurre l'inquinamento acustico. L'uso di materiali morbidi, come tende pesanti o pannelli di tessuto, può aiutare ad assorbire e attenuare i suoni, riducendo l'eco e la risonanza all'interno degli ambienti.

Inoltre, è importante promuovere un'educazione e una consapevolezza condivisa tra i membri della famiglia e i vicini. Rispettare gli orari di riposo e limitare l'utilizzo di dispositivi audio ad alto volume per contribuire a mantenere un ambiente domestico più tranquillo e silenzioso.

riproduzione riservata
Quali rumori provocano l'inquinamento acustico in casa
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 4 voti.
gnews

Inserisci un commento o un'opinione su questo contenuto



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
Alert Commenti
346.839 UTENTI
SERVIZI GRATUITI PER GLI UTENTI
SEI INVECE UN'AZIENDA? REGISTRATI QUI