Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Purificatore acqua, c'è da fidarsi?

Come funziona il depuratore d'acqua e a cosa serve. L'acqua del rubinetto è veramente buona? In questo articolo verrà data una risposta a tutte queste domande.
23 Ottobre 2020 ore 09:36 - NEWS Piccoli elettrodomestici

Depuratore acqua: facciamo chiarezza


Depuratore acqua domestico, è utile?

E come funziona?

Prima di parlarne però è doverosa una premessa molto importante.

Si fa spesso confusione tra acqua potabile e acqua minerale, sulle loro caratteristiche e l'utilizzo che se ne fa. Possono essere bevute entrambe anche se si tratta di prodotti differenti.
Le acque minerali sono solo da bere e hanno origine da una falda che mantiene la sua composizione invariata nel tempo.
L'acqua del rubinetto o potabile, invece, ha un'origine che la normativa definisce qualsiasi: acque superficiali, fiumi, laghi e in alcuni casi anche acque che andranno prima desalinizzate.

Come fa quindi l'acqua della fontana a diventare potabile?

Questo è possibile grazie a dei trattamenti particolari. Alla fine di questi processi potrà arrivare nelle nostre case per essere utilizzata e consumata. Premettiamo, inoltre, che questi trattamenti sono regolati da leggi estremamente rigide, tramite il Decreto Legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, creato sulle indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

L'acqua nelle nostre case ha un minimo utilizzo alimentare (bere e cucinare). La maggior parte invece viene utilizzata per usi domestici (lavarsi, scarichi del bagno, lavare piatti e biancheria, innaffiare, pulire casa etc.).

tipico uso di acqua a scopo civile
Un italiano consuma in media circa 250 litri al giorno di cui ben 245 circa sono destinati ad uso civile (o non potabile).

La differenza essenziale tra acqua minerale e potabile è che i trattamenti a cui è sottoposta quest'ultima, lasceranno dei residui nell'acqua del rubinetto. Tante volte ad esempio, sarà capitato di sentire sapore di cloro che viene aggiunto per permettere all'acqua di rimanere pulita per tutto il percorso nelle tubature che scongiura la possibilità di contrarre malattie batteriche e virali come il colera, il tifo e la dissenteria..

Quindi detto questo l'acqua minerale sembra più sicura dell'acqua potabile.
In realtà sono entrambe sicure anche se quella potabile presenta qualche residuo (non presenti nelle minerali perché non vengono trattate). Questi residui dovranno essere per norma di legge sotto certi limiti per far si che l'acqua del rubinetto risulti sicura.

In realtà anche le acque minerali potrebbero presentare dei problemi derivanti soprattutto da un errato imbottigliamento o da problemi derivanti dal trasporto, che avviene soprattutto tramite trasporto su gomma. Sarebbe buona norma comprare acque minerali prodotte in zone vicine a quelle in cui abitiamo.


Depuratore acqua: cosa assumiamo quando beviamo acqua?


Quando beviamo, assumiamo anche i minerali disciolti in essa. Il calcio, il magnesio, il potassio, fluoro, lo iodio etc. sono elementi fondamentali per la salute dell'essere umano. Conoscere la composizione esatta dell'acqua può indirizzare il consumatore a scegliere quella che fa al caso suo, al netto delle preferenze di sapore.

Come scoprire la composizione dell'acqua del rubinetto?


Qualità dell'acqua della città di Napoli

Qualità dell'acqua della città di Napoli

Qualità dell'acqua della città di Napoli
L'acqua di Roma considerata dura nell'immaginario collettivo, non lo è per nulla invece.

L'acqua di Roma considerata dura nell'immaginario collettivo, non lo è per nulla invece.

L'acqua di Roma considerata dura nell'immaginario collettivo, non lo è per nulla invece.
Qualità dell'acqua di Milano

Qualità dell'acqua di Milano

Qualità dell'acqua di Milano

L'ente gestore dell'acquedotto fa analisi continue e in alcuni casi sui siti ufficiali, questi dati sono di pubblico dominio. In alternativa si può chiedere ad un laboratorio privato di effettuare l'analisi.

Nella gallery in alto si possono consultare tre tabelle che riportano i valori della qualità dell'acqua di tre grandi città italiane, Napoli, Milano e Roma. Come si evince dai dati riportati risultano tutte molto leggere, sicure da bere e perfettamente a norma di legge.


Depuratore Acqua: tubature vecchie


Sarà sicuramente capitato a tutti di veder sgorgare dal rubinetto un'acqua sporca color ruggine. Questo problema è sempre relazionato alle condutture di vecchi appartamenti e mai al servizio idrico. Quest'ultimo infatti è costantemente controllato per renderlo efficiente e sicuro al cento per cento.

Il tipico colore che assume l'acqua quando le tubature dell'appartamento sono da sostituire.
Quando negli appartamenti si presenta questa problematica bisognerà prendere in seria considerazione una ristrutturazione dell'impianto. Un depuratore potrebbe funzionare ma non risolve il problema alla base.

Le tubature dopo qualche anno potrebbero addirittura rompersi causando problemi ben più gravi, costringendo il proprietario di casa a spendere cifre veramente ingenti.


Purificatore acqua: a cosa servono


Esistono tre diversi tipi di sistemi filtranti in commercio:

  • Impianti di depurazione da installare sotto il lavello (ad osmosi inversa):

  • Depuratori installati direttamente sul rubinetto;

  • Caraffe filtranti;

Una caraffa filtrante
Gli impianti da installare sotto il lavandino risulteranno i più costosi, arrivando anche oltre ai 4000 euro. A seguire quelli da rubinetto più economici che difficilmente supereranno i 200 euro e infine le caraffe filtranti, decisamente gli articoli più economici.

L'acqua del rubinetto è perfettamente sana e controllata costantemente.

Non bisogna però scordarsi che la manutenzione per il cambio dei filtri inciderà non poco sulla spesa.

Ma a cosa servono esattamente i depuratori d'acqua?


In pratica tolgono il calcio e il magnesio rendendola meno dura. Quelli ad osmosi inversa (almeno sulla carta) rimuovono quasi tutti i sali minerali presenti in essa oltre ad altre millantate sostanze dannose, a detta delle case produttrici.

Per i primi due il parere, dopo accurate ricerche non è favorevole perché appunto, rimuovono i sali presenti nell'acqua che in realtà risultano essere molto importanti per il nostro organismo.
Si fa credere al consumatore che questi sali possano far male al consumatore o che il calcare presente nell'acqua possa dare origine ai calcoli renali.

In realtà il calcare non è proprio presente nell'acqua ma lo sono il calcio e il magnesio che invece sono utilissimi per l'organismo.

È solo riscaldando l'acqua che che questi due elementi chimici si trasformano in carbonato di calcio e carbonato di magnesio comunemente chiamati con il termine di calcare.
Qui si arriva ad un controsenso. Si mettono alla berlina queste due molecole presenti nell'acqua per poi andare ad acquistare alimenti come yogurt fortificati con il calcio, o bevande ricche di sali minerali tra cui appunto, anche il magnesio.


Purificatore acqua: la prova del calcare e altri miti da sfatare


Molti venditori di depuratori d'acqua cercano di convincere l'acquirente in tutti i modi che l'acqua del rubinetto non è sicura. Il primo tentativo di fuorviare spesso avviene puntando il dito sul calcare presente nell'acqua. Viene spesso detto, come poco fa accennato, che è causa della formazione dei calcoli renali.



Niente di più falso visto che la molecola che forma i calcoli è l'ossalato di calcio che nulla ha a che vedere con quel che si beve. Inoltre l'acqua in se non contiene calcare ma si forma solamente quando l'acqua viene bollita (o scaldata) per via della scomposizione del calcio. Questa molecola non solo non è dannosa ma risulta estremamente importante per il corpo umano per la salvaguardia dell'apparato scheletrico.

Altrettanto di frequente viene anche demonizzata la durezza dell'acqua impuntando anche ad essa la formazione del calcoli. Falso anche questo anzi, spesso le acque molto mineralizzate sono estremamente utili al nostro fisico. L'acqua è a tutti gli effetti una derrata alimentare e i sali minerali presenti in essa sono fondamentali per l'equilibrio del nostro corpo.

Solo in alcuni casi le acque molto mineralizzate sono sconsigliate, ma solo per persone con gravi patologie renali. E' bene in questi casi seguire i consigli di un medico e non certo quelli di un produttore di purificatori domestici.


Depuratore acqua: cos'è la ionizzazione inversa?


In quasi tutte le pubblicità dei depuratori domestici è sempre spiegata in maniera molto vaga la tecnologia della ionizzazione inversa. Spesso viene semplicemente detto che elimina dall'acqua particelle che potrebbero danneggiare la salute, abbattendone anche la durezza.

Viene spessissimo nominato dai venditori il fantomatico arsenico, probabilmente perché evoca ricordi ancestrali di ambito scolastico, visto che uccise Madame Bovary e fu ingerito dall'innamorato Romeo.

L'acqua effettivamente può contenere piccole quantità di questo elemento ma la legge prevede che le sue concentrazioni siano infinitesimali e che in nessun caso può recar danno alla salute. Tornando alla ionizzazione inversa, ecco qui sotto uno schema che spiega a grandi linee come funziona questa tecnologia.

Schema della ionizzazione inversa.

Tramite una pressione l'acqua viene fatta passare attraverso speciali filtri che in teoria dovrebbero catturare le particelle non desiderate, ottenendo acqua pura come quella di montagna (anche questa frase è spesso utilizzata nelle pubblicità). Il teoria, perché questi filtri tendono a catturare sia le molecole indesiderate che quelle utili.

Questa tecnologia viene utilizzata da enormi depuratori in paesi come Israele che hanno grandi problemi di approvvigionamento idrico. L'acqua in effetti viene depurata e resa potabile ma attenzione, in seguito vengono aggiunti dei sali minerali per renderla più adatta per il consumo umano.

Questo esempio è stato proposto appositamente per far capire quanto siano importanti i sali minerali presenti naturalmente nell'acqua che i filtri dei depuratori tendono invece a rimuovere.


Depuratore acqua domestico: conviene comprarne uno?


Basterebbe cercare un po' in rete per vedere che questo acquisto, oltretutto nemmeno economico, è in linea di massima fortemente sconsigliato.

Tramite le ricerche effettuate infatti si evince che potrebbe risultare addirittura dannoso per la salute. Bere acque troppo leggere trattate con questi purificatori domestici, potrebbero portare a lungo andare a contrarre patologie come l'osteoporosi.

Si tiene a sottolineare nuovamente come l'acqua del rubinetto venga sottoposta a controlli giornalieri dagli esperti degli acquedotti e come la legge vigente sia estremamente rigida per quanto riguarda le sue proprietà organolettiche.

Ma esistono casi in cui un depuratore può risultare utile?


Diciamo che esistono delle zone in Italia dove effettivamente l'acqua non è di qualità eccelsa o anche, dove il sapore non risulti proprio il massimo a causa dell'aggiunta del cloro, che comunque non è dannoso per la salute, nei dosaggi previsti dalla legge.

In questo caso quindi l'acquisto potrebbe essere preso in considerazione anche se l'effettiva eliminazione di alcune sostanze non è realmente provato da alcuno studio.

Può anche risultare utile l'acquisto dei depuratori da rubinetto o delle caraffe filtranti solo se l'acquirente dovesse presentare determinate patologie che implichino il consumo di un'acqua più leggera. In altri casi però si rischia solamente di andare ad eliminare tutti quegli elementi che fanno invece molto bene alla salute.

Il purificatore, inoltre, ha bisogno di una costante manutenzione. Spesso le ditte la offrono ma quasi mai a titolo gratuito. L'alternatva è il fai da te ma in caso di dimenticanza, errori o lassismo, i filtri potrebbero diventare delle vere fonti di inquinamento batteriologico realmente pericolose per la salute.

Un ultimo sguardo al lato ecologico. In Italia secondo il sito del quotidiano La Repubblica, ogni anno si consumano 8 miliardi di bottiglie da 1,5 litri di acqua minerale (dal conto oltretutto, sono escluse le bottiglie più piccole), il che ne fa di noi i primi consumatori in Europa e terzi nel mondo, dopo Messico e Arabia Saudita.

Solo un terzo delle bottiglie di plastica viene effettivamente riciclato
Quindi un altro buon motivo per comprare un purificatore domestico, se proprio non ci si fidasse della qualità di quel sgorga dai rubinetti di casa, potrebbe essere il caso in cui si ha a cuore la salute del nostro pianeta.

riproduzione riservata
Articolo: Purificatore acqua
Valutazione: 5.75 / 6 basato su 8 voti.

Purificatore acqua: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
320.296 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Purificatore acqua che potrebbero interessarti


Depuratori d'aria per appartamento

Impianti di climatizzazione - Piccoli, funzionali ed esteticamente belli: sono i nuovi depuratori da appartamento, che sempre più spesso integrano il verde nei loro sistemi.

Depuratori d'acqua domestici

Impianti - Aumenta l'abitudine degli italiani di bere l'acqua direttamente dal rubinetto, cosi' si diffonde anche l'uso dei depuratori domestici.

Macchina per depurare l'acqua conviene? Una guida ai vantaggi e svantaggi

Piccoli elettrodomestici - Le macchine per depurare l'acqua ad uso domestico, facili da utilizzare e dotate di molteplici funzioni permettono di avere sempre in casa acqua fresca e pulita

Come funzionano i purificatori d'aria?

Piccoli elettrodomestici - Purificatori d'aria: ecco come possono migliorare la qualità di quel che respiriamo e di conseguenza la qualità della vita. Le regole da seguire tutti i giorni.

A cosa serve l'addolcitore per acqua

Impianti idraulici - L'addolcitore per acqua è un sistema efficiente per evitare l'utilizzo di acqua piena di crestalli di calcare, dannosi per la salute e l'economia domestica.

Soluzioni per l'acqua di casa

Impianti idraulici - Si calcola che tra i problemi più gravi che l'umanità si troverà ad affrontare nel prossimo futuro ci sarà quello della carenza di acqua.

Sprechi d'acqua in casa: accessori e idee per contenerli

Sanitari - Dalle soluzioni antispreco per il bagno alla classe energetica degli elettrodomestici, passando per i consigli green: ecco come ridurre il consumo idrico a casa

Purificatori d'aria contro allergeni e inquinanti

Piccoli elettrodomestici - Chi soffre di allergie o asma può pensare di acquistare un purificatore d'aria per migliorare il benessere dentro casa. Tanti i modelli per igienizzare l'aria.

Limitare il consumo di plastica in casa con prodotti e materiali alternativi

Pulizia casa - Per evitare di restare sepolti dai rifiuti di plastica, in casa e durante la spesa cambiamo abitudini e prediligiamo materili alterntivi ecosostenibili e green.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img gabibbo57
Ho un pozzo artesiano nel giardino, che raccoglie anche le acque piovane, vorrei depurare l'acqua del pozzo solo per usarla con  lavatrice sanitari doccia.Che tipo di...
gabibbo57 05 Giugno 2019 ore 11:50 5