Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Progettare una copertura per tetto piano performante

Nell'ottica di un'edilizia sana e performante, è necessario che la protezione per la copertura sia adeguatamente pensata. Vediamo insieme come realizzarla.
29 Maggio 2020 ore 17:20 - NEWS Spazio esterno
copertura piana , copertura terrazzo , tetto , protezione termica

Copertura tetto: importanza e progettazione


Un edificio si deve considerare come un organismo fatto di parti interconnesse che vanno progettate tutte con attenzione, affinché l'intero insieme funzioni nel modo giusto.

A chiudere rispetto all'esterno tale organismo ci sono le pareti e la copertura ed entrambe vanno tenute nella giusta considerazione, per poter proteggere la nostra casa dagli agenti atmosferici.


A protezione di una copertura si può scegliere una pavimentazione (Pinterest)

A protezione di una copertura si può scegliere una pavimentazione (Pinterest)

A protezione di una copertura si può scegliere una pavimentazione (Pinterest)
Il ghiaietto può essere una soluzione protettiva per coperture piane

Il ghiaietto può essere una soluzione protettiva per coperture piane

Il ghiaietto può essere una soluzione protettiva per coperture piane
Esistono ottime vernici protettive impermeabilizzanti (Pinterest)

Esistono ottime vernici protettive impermeabilizzanti (Pinterest)

Esistono ottime vernici protettive impermeabilizzanti (Pinterest)
I sistemi di raccolta e smaltimento delle acque sono fondamentali

I sistemi di raccolta e smaltimento delle acque sono fondamentali

I sistemi di raccolta e smaltimento delle acque sono fondamentali
Il verde è un ottimo sistema di protezione della copertura

Il verde è un ottimo sistema di protezione della copertura

Il verde è un ottimo sistema di protezione della copertura

Progettazione e posa corrette sono alla base, dunque, di un'ottima performance dell'intero pacchetto, in quanto anche solo un piccolo errore in uno di questi due ambiti può determinare infiltrazioni dall'esterno e compromettere la prestazione del sistema costruttivo in termini strutturali ed energetici.


Principali problematiche per copertura tetti piani


Le problematiche più riscontrate nelle coperture piane sono quelle relative a:

  • formazione di acqua stagnante nel massetto, causata spesso da una non corretta pendenza

  • dilatazioni termiche, che riguardano principalmente lo strato impermeabile molto sensibile alle escursioni termiche

  • distacco delle piastrelle e formazione di crepe nelle coperture pedonabili, causato per lo più dalla formazione di vapore acqueo negli strati sottostanti, che riduce l'adesione della colla.

I punti singolari


Nella realizzazione dei sistemi di protezione di una copertura ci sono dei punti critici che sono quelli in cui bisogna adattare in modo corretto lo strato impermeabilizzante.

Sto parlando dei cornicioni, degli imbocchi delle pluviali, dei risvolti verticali e dei giunti di dilatazione.

Per i cornicioni è bene realizzare una membrana posata in aderenza in modo da coprire tutto omogeneamente, con risvolti per la sovrapposizione degli strati superiori e all'imbocco dei pluviali discendenti.

Per quanto riguarda poi i raccordi con gli elementi verticali come i parapetti e le canne fumarie, ad esempio, bisogna creare una sede incassata che accolga l'impermeabilizzante risvoltato.
In alternativa si può proteggere il risvolto con una scossalina fatta di lamiera metallica opportunamente sigillata.


Coperture per tetti piani: tipologie


Fondamentalmente esistono due tipologie di tetti: le coperture piane e le coperture a falda.
In questo articolo ci occuperemo della copertura tetto piana.

Un'ulteriore suddivisione si può fare poi tra tetto caldo e tetto rovescio, se guardiamo al comportamento energetico.

Infine, in base alla destinazione d'uso di una copertura piana, essa si può dividere in:

  • Tetto piano non praticabile

  • Tetto pedonabile

Tetto caldo e tetto rovescio


Per quanto riguarda il comportamento termico di un tetto, come si è visto possiamo distinguere tra tetto caldo e tetto rovescio.


Nel caso di un tetto caldo lo strato isolante è posto al di sotto dello strato di impermeabilizzazione.

Per evitare danni a questo isolante è necessario che esso venga protetto con una adeguata barriera al vapore.

In questa prima configurazione, poiché è la cosiddetta guaina – strato impermeabile – a stare a contatto con gli agenti atmosferici, è necessario proteggerla, essendo tra l'altro molto sensibile alle escursioni termiche. Vedremo in seguito come farlo.

Il secondo caso è quello del tetto rovescio, in cui lo strato isolante si trova al di sotto di quello impermeabile, quindi perfettamente invertito, per cui in tal caso bisognerà proteggere lo strato isolante dagli agenti atmosferici. In genere viene utilizzato uno strato di tessuto geotessile e poi uno di ghiaia, che attutisce l'effetto dilavamento.

Anche se meno impiegato il sistema del tetto rovescio presenta molti più vantaggi rispetto a quello del tetto caldo. Tali vantaggi sono legati per lo più al fatto che lo strato impermeabile è protetto e dunque:

  • non c'è possibilità di formazione di giunti deboli;

  • è facile individuare una possibile infiltrazione perché aderisce perfettamente alla struttura;

  • la guaina non subisce l'influenza di escursioni termiche e di sollecitazioni meccaniche che possono danneggiarla e ridurne notevolmente la durata.

Classificazione delle coperture piane in base alla destinazione


In base alla destinazione d'uso della copertura, una copertura può essere non praticabile, pedonabile e anche carrabile.

Isolare le coperture piane
Non c'è grande differenza come pacchetto tra i tre tipi, ma quello pedonabile è un tipo di copertura che richiede una finitura ulteriore mediante pavimentazione.
Questa tipologia viene anche comunemente detta terrazzo.

Per le coperture piane non praticabili è necessaria comunque l'ispezionabilità per poter effettuare le opere di manutenzione ordinaria.


Coperture per tetti piani: caratteristiche


Ecco dunque quali sono gli elementi che costituiscono una copertura a cui prestare attenzione, perchè nel loro insieme garantiscono una adeguata protezione:

  • massetto delle pendenze
  • barriera al vapore e isolamento termico
  • strato impermeabile
  • strato di protezione
  • elementi di completamento

Il massetto e la pendenza


Il massetto delle pendenze serve a canalizzare le acque meteoriche verso i punti di scarico. Perché sia efficace la pendenza deve essere compresa in un range che va da 0,5% a 5%.

In genere questo strato viene realizzato con calcestruzzo o materiali leggeri che possono avere spessori variabili, spianati in opera per eliminare le irregolarità.

Protezione tetto piano
Le pendenze vanno realizzate in modo che le linee di impluvio convoglino sempre le acque meteoriche verso i bocchettoni di raccolta e che le linee di colmo siano tali da non indirizzare mai l'acqua verso i muri.

Per poter realizzare un massetto a regola d'arte è necessario che vengano studiati bene gli spessori e le pendenze stesse in funzione della posizione esatta degli impluvi.

La barriera al vapore e l'isolamento termico


La barriera al vapore ha la funzione di frenare la eventuale formazione di vapore acqueo durante la stagione invernale, per effetto della risalita dagli ambienti riscaldati sottostanti, bloccato dallo strato impermeabile.

La sua presenza è importante anche durante l'estate, in quanto garantisce che non si formino bolle sullo strato impermeabile.

Pannelli isolanti Rockwool per coperture piane
Per quanto riguarda lo strato isolante esso riduce le dispersioni termiche e scongiura il formarsi della condensa in copertura.

Ci sono vari tipi di isolanti per coperture. Tra questi i sistemi a pannelli per coperture piane di Rockwool , in lana di roccia, progettati per garantire alte performance termiche, acustiche e di resistenza meccanica.

Lo strato di impermeabilizzazione


Anche l'impermeabilizzazione può essere realizzata in vari modi. La sua funzione è quella di evitare infiltrazioni.
Esistono tecniche a caldo, a freddo, con membrane bituminose o sintetiche, prodotti sfusi che si adattano ad ogni situazione o in pannelli, a singolo o doppio strato.

Strato di protezione


Al fine di ridurre il degrado a cui le coperture vanno incontro si possono adottare vari sistemi protettivi.

Innanzitutto, si può ricorrere a strati impermeabilizzanti costituiti da membrane autoprotette, realizzate in modo che la superficie sia ricoperta di scaglie di materiale vario come ardesia o metalli come rame o alluminio, con la possibilità di personalizzarne il colore secondo la finitura scelta.
Membrana autoprotetta di PolyglassUn esempio è Alushield di Polyglass , con lamina di alluminio goffrata.

In alternativa si può optare per l'applicazione di idonei prodotti che riducano le isole di calore.

Si tratta di vernici applicabili a rullo o a pennello o ancora con spatola, come Acriflex Fybro di DiaSen Srl , impermeabilizzante liquido bicomponente a base acqua.

Impermeabilizzante Acriflex Fybro di Diasen
C'è poi un'ulteriore soluzione che consiste nella posa in opera di un ghiaietto, di 4-5 cm di spessore, al di sopra di una membrana di separazione filtrante costituita da geotessile o tessuto non tessuto. In questo modo si riesce a ridurre gli effetti delle escursioni termiche.

LECABLOCK produce LecaPiù e Argilla Espansa Leca impiegabili per la protezione degli strati impermeabili del tetto piano, con un peso ridotto fino all'85% rispetto ad altri inerti.

Protezione per tetto piano in argilla espansa di Leca
Un'altra soluzione è quella con pavimentazione su massetto. In questo caso la stratificazione è così composta, dall'esterno verso l'interno:

  • Pavimentazione

  • Massetto di allettamento

  • Strato di separazione filtrante

  • Strato di sabbia di circa 2 cm

  • Strato impermeabile.


Infine, possiamo avere anche un pavimento drenante, realizzato con lastre di calcestruzzo appoggiate sullo strato impermeabile con degli angolari che formano giunti aperti.

Questo sistema consente una facile manutenzione della copertura e in particolare della membrana impermeabilizzante.

Elementi di completamento per copertura piana


A completamento del sistema per lo smaltimento delle acque meteoriche vanno previsti degli elementi per la raccolta delle stesse acque, posizionati in funzione delle pendenze e degli impluvi.

Dai bocchettoni le acque verranno poi smaltite attraverso le discendenti pluviali.


La normativa per copertura continua


Dal 17 gennaio 2019 è in vigore la nuova norma UNI 8178-2:2019 che è il principale riferimento in materia, in quanto essa ha per oggetto :

l'Analisi degli elementi e strati funzionali delle coperture continue e indicazioni progettuali per la definizione di soluzioni tecnologiche.


Altre normative di riferimento sono:

  • UNI 11442:2015 – Criteri per il progetto e l'esecuzione dei sistemi di coperture continue – Resistenza al vento

  • UNI 11540:2014 – Linea guida per la redazione e corretta attuazione del piano di manutenzione di coperture continue realizzate con membrane flessibili per impermeabilizzazioni


Protezione in copertura e tetto giardino


Tra le tipologie di copertura che abbiamo menzionato non sono stati elencati i tetti giardino.

Spesso, infatti, e sin da tempi antichi, le terrazze superiori degli edifici sono state impiegate per realizzare degli splendidi giardini che, oltre ad avere un effetto scenico assicurato e a far bene all'ambiente e in particolare all'aria delle nostre città, hanno molti altri vantaggi.

Tra questi c'è sicuramente la protezione che il verde assicura per gli strati di copertura, aumentandone la durata.

Inoltre, il verde è un ottimo termoregolatore che ci permette quindi anche di risparmiare energia.

Strato drenante protettivo di Delta
A fronte, dunque, di costi di realizzazione più alti rispetto a un normale tetto, veniamo ripagati con risparmi sui consumi e nel lungo termine sulla durata della copertura.

Questo tipo di soluzione necessita, però, di molta cura per la giusta sistemazione degli strati impermeabilizzanti, i quali possono subire danni provocati dalle radici delle piante, e per il drenaggio, al fine di evitare ristagni d'acqua.

Delta realizza membrane alveolari a due strati per la protezione e il drenaggio di tetti piani, giardini pensili e pedonabili, ad alta resistenza, con geotessile integrato che impedisce l'intasamento dei canali alveolari da parte del terreno vegetale.

riproduzione riservata
Articolo: Protezione delle coperture piane
Valutazione: 5.94 / 6 basato su 18 voti.

Protezione delle coperture piane: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
331.102 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Protezione delle coperture piane che potrebbero interessarti


Spese di ristrutturazione del terrazzo

Condominio - La copertura dell'edificio condominiale, sia essa del tipo tetto o terrazzo, necessita periodicamente d'interventi manutentivi.

Falda di copertura

Architettura - La falda di copertura è una superficie piana normalmente di forma rettangolare, triangolare o trapezoidale, che insieme ad altre falde compone i tetti inclinati.

L'attico

Progettazione - Questa tipologia edilizia, pur essendo un appartamento in citta', presenta molte analogie con la villetta unifamiliare.

Copertura in rame captante

Tetti e coperture - Oggi è possibile accoppiare agi indubbi vantaggi di una copertura in rame anche quello ulteriore della sostenibilità ambientale, grazie all'utilizzo delle energie rinnovabili.

Che cos'è una terrazza a livello e a chi appartiene e a chi spettano le spese di manutenzione?

Parti comuni - La terrazza a livello si differenzia dal lastrico solare perché è posta a servizio esclusivo di un'unità immobiliare presente nell'edificio.

Sistema tetto unico

Tetti e coperture - Realizzare un tetto ventilato, impermeabilizzato e isolato con un pannello portante isolante in polistirene espanso sinterizzato di cui è composto il sistema.

Come ricavare un terrazzo in mansarda

Sottotetto - Di seguito illustro il progetto della realizzazione di un terrazzo all'interno di una mansarda: eliminando una camera da letto, si è ricavato un terrazzo vivibile.

Creare la pendenza del tetto per il deflusso delle acque meteoriche

Tetti e coperture - Ecco cosa fare per creare una corretta pendenza del tetto, affinché si abbia un adeguato deflusso delle acque meteoriche, evitando problemi di infiltrazioni.

Tegole in acciaio

Tetti e coperture - Le coperture delle nostre case spesso devono richiamare le tradizioni locali, ecco come con le tegole in acciaio si sfrutta tecnologia e si rispetta il contesto.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img alberto985
Buongiorno, scrivo per chiedere un info sulla ripartizione di una spesa ,abito in una quadrifamiliare, divisa a croce in 4 parti simili, con ingressi indipendenti, tutte con piano...
alberto985 13 Luglio 2021 ore 19:16 1
Img pelvix
Salve,sto rifacendo integralmente il tetto di casa (coibentato e areato): il sottotetto è a vista (c'è una mansarda abitabile) e mi è stato realizzato con...
pelvix 28 Giugno 2021 ore 16:01 11
Img yelnipeto
Ciao,attualmente sto scrivendo la mia tesi sul design del mobile utilizzato come sperimentazione per l'architettura.Nel corso del XX secolo sono stati numerosi gli architetti che...
yelnipeto 26 Giugno 2021 ore 10:20 4
Img anbama!!
Buongiorno,ho in corso opere di sostituzione di una porziione del manto di copertura del tetto e rifacimento della pavimentazione esterna, ho regolarmente aperto una CIL.Trattasi...
anbama!! 28 Maggio 2021 ore 17:27 1
Img paolino76
Buongiorno,vorrei sapere se la riparazione/sostituzione di un lucernario (per infiltrazione d'acqua) sul tetto condominiale è a carico del proprietario della soffitta...
paolino76 25 Maggio 2021 ore 11:10 1