Prima casa: agevolazione prevista per i proprietari di studi professionali

FLASH NEWS DI Detrazioni e agevolazioni fiscali
La Cassazione con recente ordinanza afferma che il possessore di uno studio professionale può ottenere benefici prima casa in caso di acquisto di nuovo immobile
27 Novembre 2017 ore 17:18
Manuela Margilio

Agevolazione prima casa e studio professionale


Il beneficio fiscale riconosciuto dalla legge sulla prima casa può essere concesso all’acquirente della nuova abitazione anche qualora si possieda già un secondo immobile.
È quanto affermato dalla Corte di Cassazione con una recentissima ordinanza (27376/2017).
Vediamo a quali condizioni.

Agevolazioni prima casa e studio professionale
Per poter beneficiare delle agevolazioni fiscali prima casa è necessario che alla stipula dell’atto di compravendita l’immobile già posseduto sia inidoneo all’uso abitativo.
Questa non idoneità ad un uso abitativo sussiste, secondo il punto di vista della Corte di Cassazione, anche qualora l’immobile sia destinato allo svolgimento di un’attività di tipo professionale.

Spiega la Suprema Corte che:

chi abbia il possesso di altra casa valutata come non idonea all’uso abitativo, sia per circostanze di natura oggettiva (es.: inabilità) che di natura soggettiva (es: fabbricato inadeguato per dimensioni o caratteristiche qualitative) può ugualmente godere dell’agevolazione. Ha, inoltre, diritto alla suddetta agevolazione pure chi, al momento dell’acquisto, sia proprietario di altro immobile utilizzato come studio professionale Cassazione Ordinanza 27376/2017


La Cassazione ritiene che il beneficio prima casa si può ottenere anche se si è proprietari di altra unità immobiliare, purché la stessa risulti inidonea all’uso abitativo.
La Suprema Corte, nell'interpretare la legge, introduce il requisito della non idoneità del precedente immobile.
L'uso abitativo è dunque il discrimine per la concessione del beneficio fiscale.
L’immobile già posseduto dall’acquirente, può essere considerato come non idoneo ad un uso abitativo per motivi di natura oggettiva (si pensi all’inabitabilità) o per ragioni di carattere soggettivo (dimensioni e caratteristiche). Tuttavia, ed è qui la novità rilevante, tra i casi di inidoneità ad uso abitativo la Corte Suprema ricomprende la destinazione dell’immobile a studio professionale.

Dunque, chi è titolare di uno studio professionale e compra altro immobile da utilizzare come abitazione principale, potrà godere delle agevolazioni previste dalla legge sulla prima casa. Requisito comprovante l’inidoneità dello studio professionale è l’accatastamento come A/10.


riproduzione riservata
Articolo: Prima casa: benefici per proprietari di studi professionali
Valutazione: 5.00 / 6 basato su 3 voti.
  • fs
  • fs
  • fs
  • fs

Prima casa: benefici per proprietari di studi professionali: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Notizie che trattano Prima casa: benefici per proprietari di studi professionali che potrebbero interessarti
Alloggi sociali: le agevolazioni fiscali

Alloggi sociali: le agevolazioni fiscali

In vigore dal 29 marzo 2014 la detrazione fiscale fruibile dai soggetti titolari di contratti di locazione per alloggi sociali adibiti ad abitazione principale.
Tagli alle detrazioni fiscali

Tagli alle detrazioni fiscali

Approvata alla Camera la legge di conversione della Manovra Finanziaria che introduce una serie di tagli a tutte le agevolazioni fiscali, comprese quelle per la casa.
Agevolazioni prima casa: requisiti e decadenza dal beneficio

Agevolazioni prima casa: requisiti e decadenza dal beneficio

In cosa consistono le agevolazioni fiscali prima casa e quali sono i casi di decadenza dal beneficio; quanto tempo ha il Fisco per effettuare gli accertamenti.
Legge 27 dicembre 2002, n. 289

Legge 27 dicembre 2002, n. 289

Finanziaria 2008 Approvata Detrazione IRPEF del 36% sui lavori di ristrutturazione, richiamo alla Legge 27 dicembre 2002, n. 289 articolo 2, comma 5.
Manuale Fiscale: Quando si acquista un Immobile

Manuale Fiscale: Quando si acquista un Immobile

Quando si acquista una casa a seconda se sia un privato o un soggetto IVA (es. costruttore), bisogna versare le imposte di registro e le imposte ipotecarie e catastali.
Discussioni Correlate nel Forum LavorincasaTag ForumAgevolazioni prima casa
Img enryko
Salve, avrei bisogno di un vostra consulenza. Nel 2013 ho ricevuto con una donazione la nuda proprietà di un immobile nel comune di Roma (nel quale risiedo) usufruendo...
enryko 06 Marzo 2017 ore 23:21 1
Img nefer_88
Buongiorno, sto acquistando casa (classe B) da costruttore, ma non credo di riuscire ad effettuare il rogito entro il 2016.Chiedo se per il 2017 saranno confermati i seguenti...
nefer_88 17 Novembre 2016 ore 16:44 1
Img erikapo
Salve,vorrei una delucidazione, ho acquistato un'immobile allo stato di grezzo avanzato, con mutuo e agevolazioni prima casa, se non riesco a trasferire la residenza nel nuovo...
erikapo 14 Luglio 2016 ore 16:40 1
Img spflipper
Ciao a tutti,ho comprato qualche anno fa' una casa in regime di prima casa, ho pagato la casa con IVA al 4%.Visto che sono passati 5 anni se volessi comprare una nuova casa senza...
spflipper 20 Gennaio 2016 ore 15:07 1
Img vitopappa
Salve A breve insieme a mia moglie con la quale siamo in comunione legale dei beni sto per acquistare un immobile che diverrà la nostra abitazione principale sul quale...
vitopappa 19 Marzo 2017 ore 16:18 3
cookie

Utilizzo dei Cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti, navigando ne accetti l'utilizzo. Leggi l'informativa.
ok