Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA

Consigli per coltivare il prezzemolo in casa o nell'orto

Come coltivare il prezzemolo nell'orto e in cucina in modo che possa dare il meglio di sé? Ecco i consigli e le risposte per avere una pianta veramente rigogliosa.
12 Novembre 2020 ore 13:20 - NEWS Piante

Pianta prezzemolo: come coltivarla al meglio


Il prezzemolo o Petroselinum crispum è un'erba molto utilizzata nelle cucine italiane.
Del resto a conferma del suo ampio impiego c'è anche il detto popolare: sei sempre in mezzo come il prezzemolo.


Tipica forma delle foglie di prezzemolo

Tipica forma delle foglie di prezzemolo

Tipica forma delle foglie di prezzemolo
Dettaglio dell'apparato radicale del prezzemolo

Dettaglio dell'apparato radicale del prezzemolo

Dettaglio dell'apparato radicale del prezzemolo
Prezzemolo in fiore

Prezzemolo in fiore

Prezzemolo in fiore

Andremo a vedere in questo articolo come avere sempre un prezzemolo rigoglioso e profumato, sia per la coltivazione in vaso, sia per quella a terra.


Caratteristiche della pianta e dei semi di prezzemolo


Il prezzemolo è relativamente semplice da curare, ma con alcune accortezze potrà dare il meglio di se. È una pianta erbacea, biennale e molto versatile, che resiste decisamente bene anche ai climi freddi.

Ma quando seminare il prezzemolo esattamente?

Tra marzo e ottobre senza alcun problema, vista appunto la sua elevata adattabiità.
Dopo un paio di mesi la pianta in teoria può già essere raccolta. Il periodo di germinazione può variare tra i 15 e i 25 giorni se le temperature sono basse.

CONSIGLIATO
Semi prezzemolo
Sementi in busta ermetica termosaldata...
prezzo € 0.8
COMPRA


Un buon trucco per velocizzare la germinazione è prendere i semi del prezzemolo, mettendoli all'interno di un panno umido (va benissimo anche la carta assorbente da cucina) per 6/8 ore circa. Questo renderà più morbida la cuticola dei semini facilitando la germinazione.


Quale terreno è ideale per coltivare il prezzemolo?


Questa pianta ama un terriccio sciolto, leggero e ben concimato. L'ideale sarebbe un composto con le seguenti caratteristiche:

  • torba di sfagno 35%;

  • letame animale 30%;

  • Compost 20%;

  • terra vegetale 15%


Il ph deve essere abbastanza basso. In generale, va bene anche il terriccio universale che si usa per svasare i fiori , aggiungendo letame maturo, stallatico pellettato o il concime granulare di sintesi chimica. Basta che sia comunque un buon composto azotato

Il prezzemolo è una pianta molto golosa e un terreno così darà ottimi risultati in termini di fogliame.


Coltivare prezzemolo: meglio i vasi in coccio


È preferibile utilizzare i vasi in coccio. Essendo un prodotto ceramico si scalda meno la superficie se colpita dal sole e quindi le radici all'interno soffriranno meno gli stress termici.

Il coccio è inoltre un materiale ecosostenibile, il che male non fa. I contro sono che è più pesante, soprattutto se le dimensioni del vaso sono ingenti e se dovesse cadere ovviamente, si romperà.

Il vaso ideale per piantare il prezzemolo
Attenzione perché essendo la ceramica un materiale poroso, bisognerà lavarla a fondo prima di piantare il prezzemolo se in precedenza ha ospitato altre piante .
Questo perché potrebbero rimanere funghi e batteri all'interno, provocando malattie alle radici e il deperimento della pianta.


Preparare il vaso per il prezzemolo


La prima cosa da fare è chiudere il forellino di drenaggio con cocci rotti di un altro vaso.
Si usa questo metodo in modo da non provocare perdite di terriccio ma allo stesso tempo evita il ristagno d'acqua.

Se non si hanno i cocci va benissimo anche una rete a maglia sottile (come quella delle zanzariere), l'importante è che trattenga il terriccio senza ostruire il foro.

Per un perfetto drenaggio sistemare i cocci in questa maniera
Provvedere, quindi, sistemando uno strato di pomice o argillaespansa che fungerà da strato drenante, di circa 3 o 4 cm. Questo farà sì che l'acqua non ristagni sul fondo provocando l'asfissia radicale: un passaggio decisamente fondamentale per la salute della pianta di prezzemolo.

Ora è arrivato il momento di mettere il terriccio, arrivando fino a 2 o 3 cm dal bordo superiore del vaso, premendolo leggermente con la mano per compattarlo, ma senza esagerare.


Semina prezzemolo


A questo punto con un ramo (o una cannuccia) praticare dei fori a una distanza di circa 2 cm l'uno dall'altro, profondi circa mezzo centimetro. Inserire 2 o 3 semi di prezzemolo per ogni fossetta, che andranno successivamente ricoperti con il terriccio.

Aiutarsi con un rametto o una cannuccia per praticare piccoli fori
I semi sono molto piccoli, quindi, ci si può aiutare con delle pinzette, anche quelle da ciglia andranno benissimo. Finita la semina bisognerà innaffiare.


Prezzemolo sole o ombra?


È bene piazzare il vaso appena seminato in una zona dove arrivi la luce ma che non colpisca direttamente il vaso. Una situazione in cui la mattina riceva i raggi solari e il pomeriggio no sarebbe l'ideale.

Dopo circa un mese la pianta di prezzemolo dovrebbe essere cresciuta. Ricordarsi di mantenere sempre umido il terriccio in modo che dopo un ulteriore mese sarà pronto per la raccolta.


Semina del prezzemolo in campo diretto


La semina del prezzemolo in terra è più o meno la stessa cosa.
I semi del prezzemolo però andranno posizionati in buche che siano distanti 20 cm l'una dall'altra con un'interfila di circa 25 cm. Si pongono questa volta 5 o 6 semini in ogni buca a circa 1 cm di profondità.

Dopo circa un mese, le piante avranno le prime foglie e bisognerà scegliere le migliori, andando a diradare quelle cresciute peggio. Amano un terriccio fresco, leggero e friabile che non abbia ristagno idrico. Il prezzemolo predilige un terreno umido ma non bagnato, quindi, è consigliabile innaffiare costantemente senza mai esagerare.

Consigliabile anche in questa situazione l'aggiunta di fertilizzanti ricchi di azoto.
Come per la coltivazione in vaso andrà scelta una posizione di mezz'ombra, evitando l'esposizione al sole diretto, accanto a una siepe ad esempio, sarebbe l'ideale. In questa situazione durante l'arco di un anno produrrà molte più foglie andando più difficilmente in fioritura.


Stallatico ideale per il prezzemolo


Per quanto riguarda la pianta in vaso, il problema è risolto alla base visto che il terriccio è già fertilizzato di suo. Per la semina in campo diretto invece si dovrà procedere con un fertilizzante organico di origine ovina.

CONSIGLIATO
Fertilizzante ovino
...
prezzo
COMPRA


Questo perché il prezzemolo ama sì l'azoto ma ha anche bisogno di molto potassio.
Il letame di pecora offre esattamente quello che vuole questa pianta.


Travasare il prezzemolo


Se non si ha voglia o tempo di coltivare il prezzemolo partendo dal seme, si potrà sempre comprare una pianta già cresciuta. Ormai si trovano in qualsiasi supermercato ma di certo, la qualità della terra non sarà proprio il massimo.

Spesso in queste situazioni le radici della pianta avranno occupato tutto lo spazio disponibile Quendi travasare il prezzemolo si renderà necessario.

Svasare la pianta dividendolo in fasci facendo attenzione a non danneggiare troppo le radici. Usare sempre un vaso con non meno di 20 cm di profondità perché le radici del prezzemolo hanno bisogno di spazio. Provedere quindi come sopra, mettendo un substrato drenante e del terriccio.

Radici di prezzemolo evidentemente costipate
Una volta svasata la pianta bisognerà, con molta cura, cercare di dividere le varie piante che avranno presumibilmente un apparato radicale molto costipato (vedi foto in alto).

Aiutarsi anche con un paio di forbici, tagliando però solo la parte inferiore delle radici, cercando di lasciare solo tre piante per fascio.

Dettaglio del colletto da non ricoprire assolutamente durante il travaso
Questa operazione è preferibile farla di sera in modo che le piante non subiscano lo stress della luce solare. Infine, interrare le piante facendo ben attenzione a non ricoprire la parte del colletto (foto sopra), per evitare che marcisca quando viene innaffiata, costipando bene il terriccio intorno.


Come raccogliere il prezzemolo


È preferibile non andare a rimuovere direttamente dallo stelo le foglie perché la pianta poi tenderà a crescere verso l'alto formando foglie più dure e meno saporite.

Molto meglio tagliare direttamente con le forbici un intero gambo poco sopra il colletto rimuovendo un intero stelo.



In questo modo la pianta verrà stimolata all'emissione di nuovi steli rendendola nel tempo un cespuglio ben compatto e rigoglioso.


Il prezzemolo in cucina


Piccola premessa: prezzemolo tossico?
Dipende. In passato sembra si usassero i decotti di prezzemolo per indurre aborti spontanei ma ne servono veramente quantità ingenti anche se la soglia massima di tolleranza non è scientificamente nota.

Comunque l'ideale è di consumare la pianta senza cuocerla e in quantità non eccessive soprattutto se ci si trova in stato interessante.

Il prezzemolo è ottimo anche per condire crostacei
Quest'erba aromatica è irrinunciabile se si vuole insaporire o semplicemente guarnire moltissimi tipi di piatti. Dalla pasta alle vongole alle decorazioni per piatti di fritti in linea di massima è un'erba che va molto d'accordo con il pesce.

Inoltre, mangiare prezzemolo fa bene. È infatti ricco di vitamine C, A, K ed è anche una preziosissima riserva di flavonoidi che sono ottimi antiossidanti per le cellule.

riproduzione riservata
Articolo: Prezzemolo nellorto e in cucina
Valutazione: 5.88 / 6 basato su 16 voti.

Prezzemolo nellorto e in cucina: Commenti e opinioni


Nome visualizzato nel commento

Indirizzo E-Mail da confermare
ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
Sostieni Lavorincasa
REGISTRATI COME UTENTE
320.745 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Prezzemolo nellorto e in cucina che potrebbero interessarti


Semina di febbraio

Giardinaggio - Con l'arrivo della metà di febbraio iniziano le operazioni di semina sia allaperto che in semenzaio, per l'orto di primavera e pe le verdure estive.

Cicuta maculata, caratteristiche della pianta velenosa per antonomasia

Piante - Sia che vogliate coltivarla in casa o che dobbiate estirparla dal giardino, ecco qualche consiglio per riconoscere e/o prendersi cura della cicuta maculata

Lavori nell'orto di Maggio

Orto e terrazzo - I lavori da fare nell'orto del mese di maggio comprendono, tra l'altro, la semina e il trapianto di diverse specie di ortaggi, frutta ed erbe aromatiche.

Orto sul terrazzo e ortaggi da piantare

Giardino - L'idea di realizzare un orticello sul proprio balcone o terrazzo consente di coniugare risparmio, sana alimentazione e vita all'aria aperta senza uscire di casa.

Piante aromatiche

Giardinaggio - Avere a portata di mano erbe aromatiche in casa preparate con le nostre mani o colte all'occorrenza è davvero comodo: consigli e coccole per le vostre piante.

Inverno: inizia un nuovo anno in giardino

Orto e terrazzo - Narciso e tulipano ma anche carote, prezzemolo e lattuga: eccovi una breve rassegna delle principali semine da effettuare in giardino e nell'orto durante l'inverno.

Coltivazione aglio orsino

Piante - L'aglio orsino è un'erbacea perenne simile per sapore e odore all'aglio, facile da coltivare e da sfruttare in cucina come insaporitore per carne o pesce.

L'orto in vaso: prodotti freschi anche sul balcone

Orto e terrazzo - L'orto vi è sempre sembrato qualcosa di troppo complicato? Niente paura: provate a coltivare gli ortaggi in vaso e teneteli sul balcone. Il risultato è garantito

Lavori nell'orto di febbraio

Orto e terrazzo - Il mese di febbraio, per i lavori dell'orto, con le temperature che diventano più miti, è caratterizzato dalla preparazione della semina dell'imminente primavera.