Questo sito utilizza cookie tecnici per annunci non profilati sulla tua esperienza di navigazione e cookie di terze parti per mostrarti invece annunci personalizzati in linea con le tue preferenze di navigazione.

Per conoscere quali annunci di terze parti sono visibili sulle nostre pagine leggi l'informativa.
Per negare il consenso dei soli cookie relativi alla profilazione clicca qui.

Puoi invece acconsentire all'utilizzo dei cookie personalizzati accettando questa informativa.

ACCETTA
madex

Prevenire gli incendi

Per evitare incendi in casa bisogni essere attenti nell'uso quotidiano degli impianti.
06 Gennaio 2010 ore 11:12 - NEWS Impianti
incendio

Tipi di fuocoL'incendio a combustione costituisce una reazione chimica tra due elementi: il combustibile e il comburente. Il fuoco rappresenta la manifestazione sensibile della combustione, che si esplica attraverso l'emissione di energia, sottoforma di luce e calore.

Le diverse caratteristiche dei combustibili determinano la classificazione dei fuochi, fondamentale per individuare il mezzo più idoneo per procedere allo spegnimento.
Varie classi individuano i diversi tipi di fuoco.
Gli incendi che si possono creare in casa sviluppano fuochi di classe A, dovuti a combustibili solidi, come legno, carta, carbone, di classe B, da combustibili liquidi, come benzina e cherosene, di classe C, da combustibili di natura gassosa, o di classe E, originati dagli impianti elettrici.

In quest'ultimo caso, quando ad esempio l'incendio è generato da corto circuito, non bisogna usare l'acqua per spegnere l'incendio, se gli apparecchi sono sottotensione, ma bisogna prima staccare la spina. Allo stesso modo contro i fuochi di classe C, quelli di origine gassosa, non bisogna mai usare l'acqua.
Legna da ardere
Il combustibile è un materiale in grado di bruciare, cioè una sostanza che reagisce con l'ossigeno.
In casa, come detto, si possono trovare combustibili allo stato solido, come legno, truciolato, plastica, tessuti.
Si tratta spesso di materiali autoestinguenti, che cioè, quindi, quando bruciano non sprigionano fiamme ma gas tossici, come avviene nel caso della combustione del PVC.
Altri combustibili presenti possono essere allo stato liquido. Ad esempio una delle cause più frequenti di incendio è dovuta alla vicinanza dell'alcol ai fornelli.


Sui detersivi, quando sono infiammabili, è riportato lo specifico simbolo.
Allo stato gassoso possiamo trovare combustibili come metano, propano o idrogeno.
Le bombole non vanno mai lasciate nei pressi di fonti di calore perché possono esplodere.

I materiali di arredo, come tende, tessuti e moquette, sono contrassegnati a seconda di come sono trattati, con un numero che va da 0 a 5. Ad esempio il marmo, che è incombustibile, è segnato con 0, mentre la classe 5 indica che il materiale è infiammabile.

Per gli impianti elettrici i principali dispositivi di protezione sono la messa a terra e l'interruttore differenziale, che interrompe il passaggio di corrente in caso di guasto.
L'interruttore differenziale è detto anche salvavita e va fatto funzionare periodicamente per verificarne l'efficacia. Insieme con la messa a terra evita i pericoli principali dell'impianto elettrico, l'elettrocuzione o scossa, e la propagazione di fiamme e scintille. Si riconosce nel quadro elettrico come un pulsante contrassegnato dalla lettera T.
I cavi che conducono la corrente sono due: la fase, dove entra la corrente e il neutro, da cui la corrente esce. Generalmente la corrente in entrata è uguale a quella in uscita, il differenziale scatta quando avverte una differenza.

Gli impianti a gas sono sottoposti alla medesima normativa degli impianti elettrici. La caldaia deve essere marcata CE a garanzia di qualità e deve essere accompagnata da un libretto di istruzioni per la manutenzione. È importante stipulare con un tecnico un contratto di manutenzione annuale. Gli apparecchi destinati a locali chiusi devono essere a tenuta stagna e forniti di un dispositivo specifico che eviti l'accumulo di gas incombusti. Cavi elettrici.

Per evitare incendi in casa bisogni seguire alcuni accorgimenti nell'uso quotidiano degli impianti. Bisogna ad esempio evitare l'uso di prese multiple perché, collegando molti apparecchi, si possono creare sovraccarichi che determinano scintille pericolose. Anche i fili non isolati bene possono provocare sovraccarichi e scintille.
Un ulteriore elemento di sicurezza può essere dato dal cambiare le vecchie prese con modelli a norma.

Per i fornelli è consigliabile usare griglie antifiamma e chiudere il rubinetto generale del gas quando non si usa la cucina per lungo tempo. Le cucine a gas hanno comunque, in genere, delle valvole di sicurezza che bloccano la fuoriuscita di gas.

Il camino non va acceso con prodotti come alcol, benzina o cherosene, inoltre è consigliabile installare un parafiamma per proteggere il pavimento.
La canna fumaria deve essere tenuta pulita, perché, se è sporca e intasata, può generare fiammate o scintille. Il materiale di cui è fatta deve essere impermeabile, resistente alla temperatura e alla condensa del calore.

Per non essere colti di sorpresa in caso di necessità ci si può attrezzare in maniera adeguata per contrastare gli incendi.
EstintoreAnche in casa si può tenere a portata di mano un estintore, con contenuto di almeno 4 kg, e omologato in classe A, B e C, cioè adatto a spegnere i vari tipi di fuochi, e con caratteristiche idonee anche per incendi originati da impianti elettrici.
Esso deve essere controllato da una azienda specializzata ogni sei mesi, per garantirne il corretto funzionamento.

Può essere utile dotarsi di un rivelatore di fumo. Ne esistono due tipi: quelli a ionizzazione sono adatti per fuochi a combustione rapida con fiamma, quelli fotoelettrici sono più sensibili a fuochi a combustione più lenta, senza sprigionarsi di fiamma.

In un appartamento di 70-80 mq bisogna installarne almeno due, uno nella zona giorno e uno nella zona notte, ma l'ideale sarebbe installarne uno in ogni stanza.

Infine si può tenere in considerazione di dotarsi di coperte antincendio. Esse sono realizzate in materiale ignifugo e si distendono sull'oggetto in fiamme per togliere ossigeno al fuoco. Si possono acquistare nei negozi specializzati di antinfortunistica.

riproduzione riservata
Articolo: Prevenire gli incendi
Valutazione: 6.00 / 6 basato su 2 voti.

Prevenire gli incendi: Commenti e opinioni



ACCEDI, anche con i Social
per inserire immagini
NON SARANNO PUBLICATE RICHIESTE DI CONSULENZA O QUESITI AGLI AUTORI
Alert Commenti
dona
Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News Sostieni Lavorincasa.it Lavorincasa.it sulle Google News
REGISTRATI COME UTENTE
328.333 Utenti Registrati
REGISTRAZIONE AZIENDE
Notizie che trattano Prevenire gli incendi che potrebbero interessarti


Rilevazione Incendi: sensore Fumo

Impianti di sicurezza - L'efficacia di un sistema di rilevazione incendi è proporzionale alla sua capacità di fornire un allarme efficacie nella fase covante dell'incendio.

Sprinkler

Impianti di sicurezza - Gli sprinkler sono usati negli impianti antincendio automatici e sono dei dispositivi che oltre a rilevare l'incendio, provvedono a spegnerlo contenendo i danni

Rilevazione Incendi: Rilevatori Calore e Fiamme

Impianti - Caratteristiche e funzionamento dei rilevatori e dei rilevatori di fiamme, importanti dispositivi in molti casi necessari per ridurre i rischi di incendio.

Prevenzione incendi in presenza di gas

Impianti - Come potenziare la sicurezza in presenza di gas.

Incendi, difese fai da te

Fai da te - Tra i pericoli che corre la nostra abitazione uno dei più gravi è indubbiamente l'incendio. Ecco i comportamenti da adottare per evitare la triste chiamata ai pompieri.

Nuove regole per il condominio in materia di sicurezza antincendio

Regolamento condominiale - Nuove disposizioni relative alla sicurezza antincendio nei condominii sono state introdotte con la bozza del decreto del Ministero degli Interni. Ecco le novità

Impianti Antincendio: l'Acqua

Impianti - Le naturali caratteristiche dell'acqua come mezzo estinguente possono essere amplificate con l'utilizzo di tecniche come l'emulsione e la diluizione.

Pittura antifumo

Pittura e decorazioni - La pittura antifumo è un'ottima soluzione per risolvere il problema del risanamento a seguito di un incendio e per pulire le pareti piene di fuliggine dovuta al camino.

Impianti elettrici sicuri

Impianti - Errori da evitare nella realizzazione di impianti elettrici domestici.
Discussioni Correlate nel Forum di Lavorincasa
Img lucacipolla
Ho subito alcuni giorni fa un incendio alla mia autorimessa costruita nel 1997 ed ho notato da subito:1) che le cassette di scarico del bagno si sono completamente svuotate in...
lucacipolla 22 Novembre 2019 ore 11:32 1
Img stefaniacano
Pongo un quesito: proprietaria di una porzione di cascina in centro paese, isola pedonale, sotto una delle camere da letto ho un box di proprietà di un altro condomino. Il...
stefaniacano 03 Settembre 2018 ore 11:31 1
Img dardiv
Buongiorno,vorrei cortesemente porre alcuni quesiti (naturalmente sentirò direttamente un tecnico, ma nel frattempo volevo raccogliere qualche opinione).Due giorni fa si...
dardiv 27 Aprile 2015 ore 19:05 4
Img sebastianosalamone
Buongiorno,vorrei chiedere se qualcuno mi può indicare la normativa che prevede l'obbligo di mettere una porta REI 120 tra il box privato e la taverna nelle nuove...
sebastianosalamone 17 Marzo 2015 ore 22:08 1
Img germonia
Salve.Chiedo gentilmente se qualcuno mi può aiutare.Nel locale caldaia ho sostituito la caldaia con una nuova a metano.Ho installato anche una nuova porta rei 120.Per la...
germonia 20 Dicembre 2014 ore 10:28 2